Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 04/30/2020 in all areas

  1. 6 points
    Prost, Alonso, Vettel. Dieci titoli mondiali in totale e 3 campioni smerdati. Avanti così, sarà un 2020 bellissimo.
  2. 6 points
    Certo che star qua a parlare di trovare fuori un gregario tipo Barrichello a uno che è da due anni in F1 e ha vinto un paio di gare fa sorridere... Mi auguro che Leclerc non sbagli un colpo perché il massacro è dietro l'angolo....non adesso ma tra un paio d'anni, si sa che il tifoso Ferrari ha poca pazienza...
  3. 4 points
    Io sono convinto di una cosa. Il Covid-19 è sicuramente un qualcosa di nuovo, ma è pur sempre un virus RNA, quindi molto instabile e facilmente degradabile appena esce dall'ospite. Mia moglie mi spiegava che è si molto contagioso, ma la modalità trasmissiva è la stessa dell'influenza, contatto diretto, luoghi affollati e condizioni climatiche favorevoli. Quando dicevano che rimane nelle superfici anche 9 giorni, che rimane all'aria aperta pronto ad infettare tutti, che si lega agli inquinanti, sono tutte puttanate. Non è possibile, non è così che funziona un virus di quel tipo. Può vivere per pochissimo tempo fuori dal corpo e quasi niente in condizioni sfavorevoli (quindi il sole e il caldo al quale stiamo andando incontro). Altrimenti anche l'influenza durerebbe tutto l'anno, invece assistiamo a picchi verso l'alto e altri verso lo 0. Con le belle giornate stiamo più all'aria aperta e questo aiuta sicuramente all'arresto della diffusione del virus. L'unica cosa è che in passato, anche quando eravamo malaticci, eravamo abituati a starnutire e sputazzare ovunque, tanto ce ne sbattevamo il ca**o. Ora le cose cambieranno e con il ritorno del freddo staremo sicuramente più attenti. Mentre per quanto riguarda i prossimi mesi direi di stare sereni ed iniziare a riprenderci le nostre vite.
  4. 4 points
    Ritorno a scrivere dopo tanto tempo perchè come tutti sono rimasto spiazzato dalla notizia, che probabilmente era nell'aria, ma mai realmente l'avevo valutata come alternativa credibile. Un divorzio Vettel-Ferrari sembrava ancora molto lontano temporalmente nella mia mente... Ho 19 anni, probabilmente sono tra i più giovani qui dentro, e ho cominciato ad apprezzare la F1 al massimo della consapevolezza durante i due domini Red Bull-Mercedes. Non ho mai visto la Ferrari vincere, avere la macchina migliore, non ho cominciato a seguire la F1 perchè qualcuno mi ha trasmesso la passione. Seguivo la F1 semplicemente perchè mi piaceva come sport e da buon italiano dovevo tifare Ferrari, e probabilmente, senza qualche vittoria Ferrari o soddisfazioni varie, avrei anche smesso presto di seguire una competizione noiosa in cui a vincere era scontato dall'inizio chi fosse. Per fortuna col tempo ho imparato ad affezionarmi a Seb. Odiato da tutti, definito fortunato, nella mia testa invece era semplicemente il più bravo. Ho capito presto che la maggior parte dei tifosi che si scagliavano contro di lui erano semplicemente frustrati dai fallimenti Ferrari, e difenderlo era diventata per me una questione di principio per riportare giustizia in questo mondo. E quando Vettel è arrivato in rosso, in me è finalmente sbocciato l'amore: per la F1, per la Ferrari e ovviamente per Seb. Col pilota tedesco alla Ferrari ho cominciato a godermi ogni emozione di questo sport. Le prime vittorie, le pole, l'attesa per la gara, il non riuscire a dormire la notte per la partenza fissata alle 7 del mattino e la tachicardia nel vedere il proprio pilota partire dalla prima fila. Per tanto tempo tempo ho visto Vettel in Ferrari come Davide contro Golia: col poco che si aveva, riusciva a tenere testa al gigante Mercedes-Hamilton semplicemente col proprio talento e la propria bravura, guidando l'intero team piano piano a migliorarsi. E quando sembrava essere finalmente arrivata l'ora per cominciare a vincere, quando la Ferrari sembrava finalmente poter avvicinare la Mercedes, ecco che ho imparato a conoscere l'altro lato della medaglia: la delusione, il senso d'impotenza di fronte al progredire inesorabile degli eventi, anche la rabbia verso un destino avverso. Chissà quante volte in questi anni ho pensato a quel maledetto weekend di Hockenheim. Vorrei tornare alla domenica mattina e chiedere alla pioggia di arrivare giusto 1 ora più tardi. Magari non sarebbe cambiato niente, magari avremmo avuto Vettel campione in Ferrari, impossibile dirlo. Quello che non ho mai pensato di fare, invece, è dubitare delle qualità del mio pilota. Che sì, ha vissuto brutti momenti, forse la sfida da vincere era troppo grande per lui. Ma che quando vuole sa ancora essere il migliore di tutti, se ripenso alla pole del Canada o la serie di giri veloci in Russia prima che la FIA e l'affidabilità lo tradissero. Non sono sicuro che fosse disponibile sulla griglia un pilota in grado di fare meglio di Vettel in questi anni, contro una Mercedes avanti in tutto anni luce. Se siamo arrivati almeno una stagione a giocarcela con la Mercedes lo dobbiamo in gran parte all'abilità di Seb, e al momento magico della Ferrari fino alla scomparsa di Marchionne. Ci sarà ancora tempo per i saluti. Nel frattempo Seb facci godere ancora un altro po'!
  5. 4 points
  6. 4 points
    A me ha fatto sorridere un messaggio lasciato da una persona: "ritorneremo e saremo migliori di prima"... Ieri passeggiando, moto che sfrecciavano a 200 km/h, un simpatico motociclista ha sgasato a 30 cm dal passeggino, rendendo sordo mio figlio, gente che urlava, bestemmie, ciclisti che ruttavano e tanti guanti trovati per terra....oltre alle solite persone maleducate per strada, ciclisti a gruppi che occupavano tutta la strada ecc....eh si, siamo tornati migliori di prima
  7. 4 points
    La questione è molto più complicata di quello che sembra. Solo un demente caccerebbe Vettel per rimpiazzarlo con uno qualunque che non sia Hamilton, Verstappen, Leclerc o eventualmente Ricciardo. Tenendo conto che uno resterà attaccato al sedile vincente fino a fine carriera, uno è blindato, uno lo tieni già in casa, resta libero solo Ricciardo. Che però in Renault è al centro del loro progetto, cosa che non sarebbe in Ferrari e che quindi verrebbe ma chiederebbe comunque tanti soldi, allora tanto vale tenersi Seb. Quindi diciamo che in linea teorica Ferrari voglia continuare con Seb, però allo stesso tempo voglia puntare anche su Charles, dato il rinnovo a lungo termine. Questa situazione pone Maranello in una posizione scomoda avendo appena rinnovato Leclerc ad un prezzo "economico". Non puoi rinnovare Vettel pagandolo il doppio di Charles e poi chiedergli di cedere la posizione se necessario (cosa che lo scorso anno è accaduta qualche volta). Perchè a quel punto o stai strapagando uno, o stai sottopagando l'altro, dandogli un motivo di chiedere più soldi o eventualmente di guardarsi in giro. Tutto sto balletto si aggiunge al fatto che Vettel comunque non ha alternative migliori in termini di performance. Ad oggi se non firmasse per Mercedes, Redbull o Ferrari, sarebbe comunque un passo indietro e una scommessa. Oltre al fatto che ho già detto, non ci sono molti altri team con disponibilità di pagare Vettel più di quanto stia offrendo Ferrari. Questo porta drasticamente giù il valore economico di Vettel. Quello che tiene in alto il valore di Hamilton per esempio, è che se lui chiamasse Maranello domani, dopodomani gli offrono 40 milioni, motivo per cui lui può chiederne a Mercedes 50. Se Vettel chiamasse Stoccarda, non sono convinto che nemmeno loro gli offrirebbero più di 20/25 milioni, penso anzi che prima di lui siano interessati ad altri se Hamilton dovesse salutarli. (Verstappen e Russel in primis). Per quanto riguarda la durata del contratto penso invece che ci siano dietro ragioni di convivenza nel team con Leclerc. Ripeto, è chiaro che Ferrari vuole puntare sul monegasco, l'anno scorso nessuno si aspettava che Charles fosse così vicino a Seb fin da subito, cosa che ha fatto emergere un certo nervosismo nel tedesco. Ovviamente vedendo in Leclerc il progetto a lungo termine, se il rapporto tra i due non è buono e il clima nel team nemmeno, si sacrifica chi tra i due rientra meno nei piani aziendali. Per questo penso che data l'impossibilità di sondare il terreno quest'anno, visto che per avere un riscontro veritiero del rapporto tra i due bisognerà settembre/ottobre e sarà decisamente troppo in la per un eventuale rinnovo di Seb, proveranno ad andare "safe" proponendo un solo anno, così nel caso le cose vadano male a fine anno prossimo si salutano, mentre se andranno bene si farà sempre in tempo a rinnovare. Concludendo, come ho già detto è Ferrari ad avere in mano il coltello dalla parte del manico in questo momento, Vettel può avanzare richieste ma sostanzialmente accordandosi per un anno ad una cifra minore, oppure lasciare Ferrari per altri lidi, con il rischio di non vedere più il podio nemmeno con il binocolo. Dice l'antico proverbio giapponese "Gp2 Engine...Gp2... Aaargh"
  8. 3 points
    Vabeh dai, c´è già quella atmosfera da amarcord nella cui sezione questo thread finirà in Estate.
  9. 3 points
    Però adesso c'è molta più consapevolezza e, presumibilmente, ci sarà più prontezza a reagire ai nuovi focolai. Del resto l'alternativa è rimanere chiusi in casa ancora per mesi e mesi (questo virus non se ne andrà fino a quando non saremo tutti vaccinati), mettendo l'economia ancora più in ginocchio di quanto già sia, e francamente non mi sembra che sia una strada molto praticabile. SE tutti saranno prudenti e avveduti non ci saranno grandi problemi, ma mi rendo conto che si tratta di un grossissimo "se".
  10. 3 points
    Ma neanche gratis l'abbonamento a Gazzetta.
  11. 3 points
    Ragionamenti come questi si basano sull'assurdo assunto che un pilota abbia lo stesso rendimento durante tutte le fasi della sua carriera, mentre è palese che non è così. "Vettel è scarso e nel 2013 ha vinto solo grazie al missile perché nel 2018 ha commesso molti errori e ha perso un mondiale alla portata": solo a dirlo si capisce l'insensatezza di questa frase.
  12. 3 points
    Purtroppo temo che la partenza di Vettel sia una conferma che la vettura non c'è, altrimenti avrebbe provato a rimanere almeno nel 2021, considerando che verrà usata anche il prossimo anno. Lavorare in questo periodo vorrebbe dire violare le direttive della FIA, quindi sono sicuro che non sarà la Ferrari ad aver recuperato, anzi sarà la mer*edes ad aver guadagnato ancora di più.
  13. 3 points
    in verità a me pare semplicemente che nell'ultimo anno e mezzo dopo la delusione 2018 il rapporto sia scemato. penso che l'inizio sia stato a monza due anni fa, quando seb sbottò per il fatto di non essere stato supportato per partire in pole. l'anno scorso poi, con leclerc che garantiva prestazioni paragonabili, in ferrari hanno cominciato a essere sempre meno legati. vettel questo lo ha capito e lui sappiamo che ha bisogno di sentirsi supportato al massimo, cosa che oggi ovviamente non c'è come è chiaro a tutti.
  14. 3 points
    Un saluto a tutti gli amici del forum, spero tutti bene Anche se con una "brutta notizia" si torna a parlare di F1 e non più solo di questo maledetto virus. Mi dispiace molto che sia finita così con Seb, umanamente avrebbe meritato almeno un Mondiale con noi. Purtroppo non è accaduto. Come dissi mesi fa, la sua unica possibilità di restare era di dimostrare in pista in questi mesi che era ancora il pilota su cui puntare, ma purtroppo non ha avuto questa possibilità e, forse, anche giustamente, Seb non ha voluto accettare un contratto che "sminuisse" il suo valore. Gli auguro il meglio per il futuro. P.s. è evidente che, se pure la Ferrari fose competitiva, il Mondiale 2020 non lo vincerà mai, sempre se si correrà
  15. 3 points
    spero che di quei nomi non prendano in considerazione nessuno sinceramente, vorrebbe dire puntare tutto su Lecrerc e vista l'ancora poca esperienza del monegasco lo riterrei un errore
  16. 3 points
    Un minuto di silenzio per @Rio Nero intanto
  17. 3 points
    Perchè il mondo non è fatto solo di giovani. Perchè i giovani hanno una famiglia. Perchè spesso in una famiglia ci sono elementi più a rischio di altri. Poniamo che un ventenne vada a vedere il Gp, insieme ad altri ventenni in cui magari uno ha il virus, e lo prende anche lui. Poi torna a casa, in cui ha il padre cardiopatico e over 60 e lo attacca a lui. Il virus manifesta i suoi sintomi dopo una settimana o due, ma nel frattempo il nostro amato papà sta andando in pensione e i colleghi dell'ufficio gli organizzano una festa di addio e in quella festa altri soggetti a rischio vengono contagiati. Dopo un mese addio a papà e colleghi. Eppure è partito tutto da un gruppo di ventenni che guardavano il GP. Nel frattempo il nostro caro effe, ventenne prestante, fa un incidente in macchina. Non muore, ma è molto grave e ha bisogno di lunghe operazioni e un posto in terapia intensiva. Ma cavolo, in terapia intensiva c'e un malato di Covid e quindi il reparto è considerato off limits poichè contagioso. Caro effe, tu, appeso alla vita con un filo, preferiresti rischiare di ammalarti anche di Covid e vedere le tue speranze ridotte ad un lumicino o non essere curato in maniera adeguata perché ti viene precluso l'accesso alla terapia intensiva? Ormai dovresti sapere che i posti in TI sono limitati e che non sono riservati ai malati Covid. Per questo hanno suddiviso i reparti di TI tra malati Covid e non. Ma questo vuol dire che se tu ti fai male e non sei infetto, dovresti essere messo nell'altro reparto, che però ora ha meno della metà della capienza e ha già i posti occupati da altri pazienti. Durante il covid la gente non ha smesso di avere infarti, ictus, incidenti o complicazioni. I ventenni saranno pure meno a rischio e probabilmente la passano come tosse leggera, ma questi ventenni hanno una famiglia, una famiglia inserita nel tessuto sociale.
  18. 3 points
    Ma infatti, ti do pienamente ragione. Per quello che ho potuto vedere io, i comportamenti sono esattamente gli stessi, se non peggio, perché esasperati dalla frustrazione. Ieri sono salito sulla collina dietro casa mia, a circa 250 metri di altitudine. Da lontano si vedevano le raffinerie verso Mantova, che sono a circa 100km da Vo'. E' da più di un mese che, ogni giorno, si possono vedere. Prima capitava solo dopo un temporale, quando pioggia e vento pulivano l'aria. L'aria è così tersa e libera da inquinanti, che si può vedere a tantissimi km di distanza. In centro del paese si poteva sentire il ronzio delle api e il profumo del tiglio in fiore. Ieri c'erano già clacson e puzza di smog. Peccato, questa situazione aveva portato una sensazione di pace e quiete a cui mi stavo abituando. Sono contento che stia per finire tutto, ma sono convinto che perderemo qualcosa da questa esperienza.
  19. 3 points
    Statisticamente non siamo fatti per imparare ma per approfittare... a meno di una calamità che abbatte 2/3 della popolazione mondiale torneremo sempre peggio di prima.
  20. 3 points
    mah, la Germania ha leggermente diminuito il tasso di decrescita dei propri contagi, ma questo penso fosse scontato e messo in conto viste le riaperture, non esiste botte piena e moglie ubriaca, bisogna trovare il giusto equilibrio tra capacità degli ospedali e gente che non muore di fame....ora 'sto R0 risalito sarà usato per fare terrorismo psicologico sulla gente...
  21. 3 points
    @The-Flying-Finn --- Oggi perdiamo il posto d'onore in quella infausta classifica. I russi sono di acciaio: 10.000 nuovi contagi al giorno e manco 100 decessi quotidiani.
  22. 3 points
    Io non sono contro i no vax, i no 5G, i no figa, ma serve responsabilizzazione, la gente deve subire le conseguenze delle scelte che fa, basta parlare per il ca**o. Sei contro i vaccini? bene firma questa delibera nella quale rifiuti ogni genere di trattamento e ricovero, nel caso di venga diagnosticata la patologia alla quale non hai voluto vaccinarti e ti assumi conseguenze penali in caso di problemi nei confronti di terzi. Te la senti? firma. Non vuoi il 5G e pensi che il 4G emani essenze floreali? Bene ti garantisco solo chiamate ed sms sul tuo cellulare, stop, niente navigazione, niente social, niente navigatore, torni a leggere lo stradario...tabella 5F
  23. 3 points
    Certo che essere considerati "non normali" perché non si è sui social, è proprio il segno dei tempi malati in cui viviamo.
  24. 2 points
    Ma anche @_Fred_ - @Rio Nero promette scintille.
  25. 2 points
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00


×