Jump to content
L.Costigan

L'azionista SebAston Vettel

Vettel  

46 members have voted

This poll is closed to new votes
  1. 1. Dove sarà nel 2021?

    • In Mercedes
    • In Aston Martin
    • Sul divano di casa


Recommended Posts

sono divertenti questi processi per dimostrare chissà cosa

ha sbagliato e ha pagato salato le conseguenze...

 

il resto sono discussioni che lasciano il tempo che trovano

 

gli auguro il meglio per il futuro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guardando bene il testacoda io non vedo tutto questo spiattellamento. È subito bravo a far scivolare le gomme ed infatti si fa 50 metri in retromarcia. Se le ali anteriori sono così sensibili io mi preoccuperei molto in futuro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Bigmeu ha scritto:


Da anni, con 4 secondi di vantaggio l'undercut non è un problema, non lo è stato nemmeno oggi, perchè Vettel è entrato davanti e avrebbe avuto altre occasioni per ri-superare Hamilton o al contrario se l'Inglese avesse preso margine vuol dire che ne aveva anche per andarlo a prendere e passarlo in pista. Il muretto non ha sbagliato, l'unico errore è di Sebastian. 

Non sono d'accordo. 

Vettel , parliamo del secondo pit,  aveva un vantaggio di 3.7 prima che rientrasse Hamilton a pittare. 

Nel giro successivo hanno fatto rientrare Vettel.

Quando è uscito si è ritrovato Hamilton a 8 decimi! 

Quindi fai te quando ha perso per colpa del MURETTO!!!

Io vedo attentamente le gare, e per me è meglio entrare un giro prima a pittare rispetto al tuo avversario.

Nei tempi del rifornimento invece conveniva entrare dopo il tuo avversario. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

le vibrazioni si vedono anteriori e posteriori.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si vede appena la fumata delle ruote. Ieri in Q2 ha avuto un bloccaggio molto più grave. A me pare troppo strano, deve esserci stato qualcos'altro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, SebMat ha scritto:

Si vede appena la fumata delle ruote. Ieri in Q2 ha avuto un bloccaggio molto più grave. A me pare troppo strano, deve esserci stato qualcos'altro. 

Si chiama fisica. Un materiale collassa appena vibra alla sua frequenza di risonanza, la quale, dipendendo dalla frequenza con cui la parte piatta della gomma incontra l'asfalto, è direttamente collegata alla velocità di rotazione della gomma. Quindi per rompere l'ala occorre una velocità ben precisa al km. Qualsiasi altra velocità, non innesca la risonanza, e siccome è quasi impossibile azzeccare la velocità perfetta due volte su due, ecco perché le altre volte non si rompe.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbè niente, ormai è un anno che non c'è più con la testa. Oggi errore da principante. Poi non ho davvero capito cosa sia capitato all'ala, ma quella è una semplice ciliegina sulla torta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, ggr ha scritto:

Si chiama fisica. Un materiale collassa appena vibra alla sua frequenza di risonanza, la quale, dipendendo dalla frequenza con cui la parte piatta della gomma incontra l'asfalto, è direttamente collegata alla velocità di rotazione della gomma. Quindi per rompere l'ala occorre una velocità ben precisa al km. Qualsiasi altra velocità, non innesca la risonanza, e siccome è quasi impossibile azzeccare la velocità perfetta due volte su due, ecco perché le altre volte non si rompe.

Non sto discutendo questo. Dico che è strano che le gomme abbiano subito delle vibrazioni così forti per uno spiattellamento che dal video non sembra essere nulla di che, dato che Vettel fa scivolare intelligentemente la macchina. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, SebMat ha scritto:

Non sto discutendo questo. Dico che è strano che le gomme abbiano subito delle vibrazioni così forti per uno spiattellamento che dal video non sembra essere nulla di che, dato che Vettel fa scivolare intelligentemente la macchina. 

L'asfalto é molto abrasivo ma le Pirelli su questo fronte fanno pena. Io ricordo fumate di decine di metri con le Bridgestone (tipo Massa alla partenza di Ungheria 2008, tanto per rivangare il dolore) e zero problemi.

Sull'ala, é la combinazione delle 4 diverse fasi delle pulsazioni generate dalle ruote a innescare la "frequenza magica". A quel punto, come si é visto, é questione di attimi.

Certo che pure le ali hanno punti di attacco dimensionalmente ridicoli (forse proprio per facilitarne la flessione controllata?)...

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, SebMat ha scritto:

Non sto discutendo questo. Dico che è strano che le gomme abbiano subito delle vibrazioni così forti per uno spiattellamento che dal video non sembra essere nulla di che, dato che Vettel fa scivolare intelligentemente la macchina. 

Su questo c'è una spiegazione meno scientifica. Effettivamente trattasi anche un po di sfiga, perche una sola combinazione su milioni poteva causare quello che è successo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'unico a girarsi come un pollo ingenuo in curva 4 è stato lui. Mentre era in traiettoria ed Hamilton fuori da quella ideale. Penso basti.

 

Comunque: parte meglio, ok, poi viene sverniciato da Leclerc all'esterno. L'undercut di Hamilton non pesa granché perché la posizione l'ha ripresa velocemente. Ultimo stint, buona prima difesa su Hamilton (il quale aveva più velocità), poi viene passato all'esterno (gran sorpasso di Lewis) e si gira come un pollo. In aggiunta l'ala che si frantuma perché andata in risonanza. 

 

Non ricordo pluricampioni del mondo, ma nemmeno campioni del mondo singoli, fare così tanti errori in uno spazio così ridotto di tempo, per giunta su stagioni diversi. Bocciato totalmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premesso che fino a che vestirà di rosso io starò dalla sua parte, è innegabile che nella sua carriera ci sarà un "post-Sakhir 2019". Esce dal Bahrain avendo definitivamente perso il ruolo (non scritto) di prima guida e con una credibilità da ricostruire, fuori ma anche e soprattutto dentro al team. 

Da Hockenheim 2018  (dove ha perso il mondiale) a Sakhir 2019 questo pilota ha subito una ridimensionata non da poco, tanto da non poter essere più considerato un Top Driver. Dispiace ma la verità pura e cruda è questa. Top Driver lo è stato certamente in RB, ma il Vettel di oggi no. Troppi errori nei momenti chiave e adesso anche un compagno di squadra più veloce.

 

Non vincerà il mondiale neanche questo anno ma per lui adesso il problema è un altro: ritrovare fiducia in se stesso e da parte del team.  Si apre per lui la "terza parte" della sua carriera dove dovrà dimostrare qual'è il valore aggiunto che lui porta a un team. 12 stagioni e 4 mondiali non si cancellano ed'è da questa sua esperienza che deve ripartire.

 

Forza Seb.

 

PS: titolo del topic ignobile e di pessimo gusto. Non è ne satirico ne divertente.

Edited by L.Costigan
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, L.Costigan ha scritto:

...

bravo 

 

questo è che quello che vorrei sentire dai ferraristi: delusi e incazzati con Vettel, ma pronti a sostenerlo perché è pur sempre un pilota della Ferrari e perché senza le sue prestazioni sarà comunque impossibile sperare di poter lottare con la Mercedes per i titoli, Leclerc non potrà fare tutto da solo. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seb è un pilota professionalmente morto.

umiliato dal suo compagno ( sarebbe stato davanti anche a melburne ) e 

l' ennesimo errore inspiegabile sotto pressione.

come ho sempre sostenuto, con quella RB avrebbe vinto il mondiale anche

Satoru Nakajima :)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, SebMat ha scritto:

Guardando bene il testacoda io non vedo tutto questo spiattellamento. È subito bravo a far scivolare le gomme ed infatti si fa 50 metri in retromarcia. Se le ali anteriori sono così sensibili io mi preoccuperei molto in futuro. 

per vedere la portata delle vibrazioni basta prendere come riferimento l'ala posteriore che ha vibrato moltissimo e per fortuna aveva il drs aperto che l'ha "sgravata" dal carico aerodinamico

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ormai con Hamilton sembra Hill con Schumacher, appena ce l'ha vicino perde di lucidità.

Pilota che negli ultimi due anni è mezzo è in continua discesa, una sequela di errori veramente difficili da perdonare e anche da spiegare, sembra che le piccole lacune che ha sempre avute si siano improvvisamente allargante diventando voragini e rovinandogli la carriera.

Ora ha anche in squadra un pilota che sembra poterlo eguagliare se non superare a livello di prestazione pura....

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Leno ha scritto:

Ormai con Hamilton sembra Hill con Schumacher, appena ce l'ha vicino perde di lucidità.

Pilota che negli ultimi due anni è mezzo è in continua discesa, una sequela di errori veramente difficili da perdonare e anche da spiegare, sembra che le piccole lacune che ha sempre avute si siano improvvisamente allargante diventando voragini e rovinandogli la carriera.

Ora ha anche in squadra un pilota che sembra poterlo eguagliare se non superare a livello di prestazione pura....

A Leclerc manca l' esperienza ma ha una voglia infinita di imparare.

la cosa che mi sorprende di piu è la capacità di isolarsi e dare il meglio di se.

correre per la ferrari non è cosa cosi semplice.

lo stesso Seb se ne è accorto.

lo spauracchio del dover vincere a tutti i costi, ti logora e ti manda KO.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'esplosione dell'ala è andata anche bene che non si sia incastrata sotto le ruote rendendo l'auto inguidabile. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
55 minuti fa, panoramix ha scritto:

come ho sempre sostenuto, con quella RB avrebbe vinto il mondiale anche

Satoru Nakajima :)

 

Un momento, ora qui mi sembra si stia esagerando un po'. Quello semmai è Button con la Brawn GP.

 

In RB Vettel aveva anche un compagno di team che non ha mai neppure avvicinato le prestazioni di Seb. Semmai possiamo dire che in due occasioni (2010 e 2012) se non avesse avuto quella RB avrebbe certamente perso il mondiale. Questo si. E forse vincere quei mondiali, dove non ha dovuto pagare caro gli errori fatti durante la stagione, è anche il motivo per cui si è portato dietro queste lacune che sono tanto evidenti nei momenti clue.

 

Comunque sia è un pilota Ferrari, avrebbe bisogno di essere sostenuto dai suoi tifosi più che essere bersagliato. Lui, a differenza di altri piloti ,ha sempre dimostrato di essere un uomo-Ferrari, non ha mai criticato il team pubblicamente e ad ogni singolo successo ha sempre ringraziato prima tutto la squadra. Ha preso sotto la sua ala il giovane Mick per trasmettergli tutto quello che sa. Nessuno lo ha obbligato a fare tutto ciò. Il minimo che si può fare è ricambiare sostenendolo in un momento molto delicato della sua carriera.

 

Edited by L.Costigan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×