Jump to content
Sign in to follow this  
M.SchumyTheBest

Attacchi a Parigi

Recommended Posts

Non bastano i bombardamenti mirati per problemi di questo tipo. Cioè non stiamo parlando di un esercito che avanza con plotoni, stiamo parlando di guerriglia, pochi gruppi, poche risorse dislocate in tantissimi posti. Avranno anche distrutto qualche piccolo deposito e una base di reclutamento, ma hanno fatto poco nulla. Si parla di un qualcosa radicato nel territorio, questo conflitto lo si risolve in loco, con lavori di intelligence, con uno smantellamento mirato delle organizzazioni. O ci si decide di fare le cose fatte bene, cioè tutti si danno un mano per risolvere la cosa, altrimenti siamo sempre al punto di partenza, qualche bombardamento dettato dal momento, poi si allenta la pressione e tutto torna come prima, salvo fra qualche mese piangere nuovamente.

Serve un piano preciso e tutte le potenze mondiali devono essere d'accordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

a meno che non siano proprio quei bombardamenti e non sconfiggere il terrorismo, l'obbiettivo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema è che questa gentaglia arriva tra rifugiati e clandestini, prende facilmente passaporti europei ed è quindi libera di andare dove gli pare a far danni. Mi spiegate come fa il signor Mustafa Abdullah quello che è ad avere un passaporto belga?! Domanda retorica... io volendo potrei diventare olandese tra 2 anni, ma io sono italiano! Perchè mai dovrebbero darmi un passaporto olandese?!

 

Io credo che i bombardamenti in quelle aree siano inutili, dovremmo lasciarli ad ammazzarsi tra loro (i vari gruppi combattono da secoli a quanto pare), blindare le frontiere e concentrarci sui gruppi ancora presenti in territorio europeo, come un cancro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un gruppo potentissimo. Gode di finanziamenti pratoicamente illimitati da paesi del golfo e da proventi sottobanco di petrolio. SDu radio24 ho sentito che sono stati intercettati numerosi convogli di traporto di petrolio. Che aspettano a bombardare? la francia dovrebbe essere il paese a farlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema è che questa gentaglia arriva tra rifugiati e clandestini, prende facilmente passaporti europei ed é quindi libera di andare dove gli pare a far danni. Mi spiegate come fa il signor Mustafa Abdullah quello che è ad avere un passaporto belga?! Domanda retorica... io volendo potrei diventare olandese tra 2 anni, ma io sono italiano! Perchè mai dovrebbero darmi un passaporto olandese?! Io credo che i bombardamenti in quelle aree siano inutili, dovremmo lasciarli ad ammazzarsi tra loro (i vari gruppi combattono da secoli a quanto pare), blindare le frontiere e concentrarci sui gruppi ancora presenti in territorio europeo, come un cancro.

Mai sentito parlare di "x nazionalità" di seconda generazione? Specialmente in paesi con passato coloniale come Francia e Belgio. Che, sicuramente i primi, hanno lo ius soli. Non sono infiltrati tra rifugiati e immigrati, sono persone già viventi nel tessuto sociale europeo. Come gli attentatori di Charlie Hebdo. Anche qui, si leggano le varie informazioni prima di esprimersi.

 

IS finanziariamente forte (vero), ma militarmente molto scarsa. Lo avete detto voi, una guerriglia, quella Curda, tiene testa a questo "mostro". Quello che realmente serve è un lavoro di intelligence coordinato qui in Europa.

Edited by KimiSanton

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema è che questa gentaglia arriva tra rifugiati e clandestini, prende facilmente passaporti europei ed è quindi libera di andare dove gli pare a far danni. Mi spiegate come fa il signor Mustafa Abdullah quello che è ad avere un passaporto belga?! Domanda retorica... io volendo potrei diventare olandese tra 2 anni, ma io sono italiano! Perchè mai dovrebbero darmi un passaporto olandese?!

 

Io credo che i bombardamenti in quelle aree siano inutili, dovremmo lasciarli ad ammazzarsi tra loro (i vari gruppi combattono da secoli a quanto pare), blindare le frontiere e concentrarci sui gruppi ancora presenti in territorio europeo, come un cancro.

 

Sottoscrivo in pieno. Comunque sia il conflitto sunni-scia è endemico al mondo Arabo anche se cercano inutilmente i media di destra e sinsiutra radicale o Arabi di farlo passare per un problema neoColoniale o di Israele. La realtà la conoscono tutti o almeno chi non ha l'anello al naso

Edited by tigre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti i media dovrebbero fregarsene del conflitto sunni-sciiti o qualsivoglia battaglia interna tra di loro, come quotidianamente se ne fregano dei conflitti in Africa.

Che combattano tra loro in mezzo al deserto e non vengano a rompere le palle in Europa, che noi dal medioevo ce ne siamo usciti da un bel pezzo.

Sulla questione passaporti, lo so che purtroppo in alcuni paesi lo si acquisisce per nascita, il mio punto è proprio quello: Mustafa non deve avere il passaporto belga così come a mio figlio non dovrebbe essere concesso quello olandese.

Oggi per poco non partiva una rissa al lavoro, il solito cog..ne di un collega turco (oh, ma con passaporto olandese!) si è messo a ridere nel minuto di silenzio, tipico atteggiamento sbruffone di quella gente lì. Ma che lo rispediscano a casa a calci, altro che passaporto!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arian Star :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che combattano tra loro in mezzo al deserto e non vengano a rompere le palle in Europa, che noi dal medioevo ce ne siamo usciti da un bel pezzo.

 

 

Se magari noi facessimo altrettanto non sarebbe male però, quelle zone sono ridotte così a causa di 15 anni di guerre che abbiamo iniziato noi, tra l'altro con motivazioni perlomeno dubbie.

Sicuramente fanno giustamente effetto i 140 morti di Parigi ma delle centinaia di migliaia di vittime civili fatte fuori negli ultimi anni dai nostri caccia, droni e simili non ce ne può sbattere di meno, niente foto, candeline e minuto di silenzio per loro.

Del resto che una politica estera scellerata come quella degli ultimi anni non potesse portare altro che disastri era evidente sin da subito a tutti coloro che avevano un po' di sale in zucca.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Come diceva Magris stamani sul corroere è meglio agire fino in fondo o non agire proprio, ma perchè dovremmo supportare i curdi se sono unj esercito brancaleone creando cosi problemi alla già poco stabiole tuirchia. Se non sono in gfardo di combattere si ritirinoi e lascino spazio a chi lo sa fare vedi eventualmente stati preparati a farlo

 

I Curdi sono probabilmente i migliori combattenti del Medioriente, pur con pochi mezzi e poco supportati stanno facendo anche questa volta egregiamente il loro lavoro.

Se poi per te quelli che sono capaci di combattere sono gli americani stiamo a posto: sino a prova contraria, e nonostante l'incredibile sproporzione di mezzi e tecnologia a disposizione, mi sembra abbiano perduto tutte le ultime guerre sul campo a cui hanno partecipato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti i media dovrebbero fregarsene del conflitto sunni-sciiti o qualsivoglia battaglia interna tra di loro, come quotidianamente se ne fregano dei conflitti in Africa.

Che combattano tra loro in mezzo al deserto e non vengano a rompere le palle in Europa, che noi dal medioevo ce ne siamo usciti da un bel pezzo.

Sulla questione passaporti, lo so che purtroppo in alcuni paesi lo si acquisisce per nascita, il mio punto è proprio quello: Mustafa non deve avere il passaporto belga così come a mio figlio non dovrebbe essere concesso quello olandese.

Oggi per poco non partiva una rissa al lavoro, il solito cog..ne di un collega turco (oh, ma con passaporto olandese!) si è messo a ridere nel minuto di silenzio, tipico atteggiamento sbruffone di quella gente lì. Ma che lo rispediscano a casa a calci, altro che passaporto!!

 

 

E come la mettiamo con il petrolio? mica possiamo lasciarlo in mano loro!

Share this post


Link to post
Share on other sites

I principali finanziatori dell'Isis sono Arabia, Qatar e Kuwait, tutti stati a cui stiamo facendo l'embargo mi sembra.:zizi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

sento un po' di razzismo in questo topic

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella mia ignoranza posso affermare quanto segue:

1) il problema dell'ISIS è complicato, se no sarebbe risolto. Qualsiasi soluzione immediata lanciata dal genio di turno del bar o da politico illuminato è di per sè assurda, se no sarebbe già stata attuata.

2) I nazisti rimasti a Stalingrado che si sono arresi erano 90.000. L'ISIS in totale sono 30.000 quindi militarmente facilmente da battere, se fossero tutti concentrati in una zona, rappresentando un esercito di un paese.

3) La questione ISIS è in primo luogo un conflitto tra popoli di religione musulmana ma con concezioni del mondo molto diverse tra loro. Sunniti contro sciiti, capi religiosi contro capi tribù, "internazionalisti" contro "nazionalisti".

4) Non ci sono due bandi contrapposti. USA ha armato i sciiti iracheni che ora sono ISIS e li combatte, mentre fino a poco tempo fa forniva armi ai ribelli siriani, anch'essi ISIS. Iran (sciita) combatte ISIS (sunniti in primis ma c'è di tutto dentro) ma non troppo visto che i sunniti di Hezbollah combattono Israele (della serie, rompete i cogglioni agli ebrei, non a noi). Turchia combatte ISIS ma non si dispiace se ISIS fa un po' di pulitura di Curdi. I Sauditi sono sunniti e appoggiano ISIS ma nessuno combatte loro perchè forniscono il petrolio a tutto occidente. Egitto e Giordania vorrebbero lanciare massicci attacchi contro ISIS ma devono contenersi, perchè rischiano di vedere parte del proprio popolo passare dalla parte del nemico. In Libia la maggioranza odia ISIS ma se arriva un intervento straniero (soprattutto USA), quasi tutti passerebbero dalla parte di ISIS.

5) Gli attentatori di Charlie Hebdo (del caso di Parigi non si sa bene ancora) erano francesi. Questo insieme ai foreign figheters (qualche migliaio) pone una questione di come mai possano nascere terroristi da queste parti. L'equazione oppressione=terroristi ormai non funziona del tutto. Come mai nascono terroristi in paesi "non oppressi". Si pone il problema che l'indice di sviluppo umano nei paesi occidentali sta scendendo a livelli tali da creare deviazioni.

6) Cosa fare? Detto ciò, non serve a nulla dire chiudiamo le frontiere e cacciamo via tutti gli stranieri nè dire accogliamo meglio gli stranieri, nè facciamoci vendetta da soli ecc.

7) L'emergenza deve essere colta come emergenza. Quindi controllare le frontiere va bene adesso ma soprattutto si pone il problema dei controlli delle frontiere CE che devono essere a cura di Brussels e non dai singoli stati nazionali. I controlli devono essere intensificati dappertutto, comune per comune, aeroporto per aeroporto, stadio per stadio.

8) Per quanto riguarda gli interventi in Siria, Iraq e Libia, la cosa giusta sarebbero che le nazioni che davvero contano qualcosa (USA, Russia e Cina) facciamo come alla conferenza di Teheran, questo a te, questo a me e questo a lui.

9) Per quanto riguarda i migranti (fenomeno impossibile da combattere), bisogna schedare ogni singola persona, una per una per capire quale bene possano apportare al PIL (posso assicurarvi che ci sono parecchi soggetti interessanti).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno ha detto che la questione sia semplice, ma quello che sta facendo la Francia ora è sbagliato. I bombardamenti sono solo una mossa politica, per ribadire che loro non ci stanno ad essere attaccati, ma non hanno una vera e propria strategia a lungo termine.

Quello che serve ora è che tutta la NATO faccia quadrato, si sieda a tavoli ed inizi ad elaborare una strategia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grande Chatruc, i Curdi sono un elemento troppo scomndo per i turchi. Dovrebbe essere la Turchia a combattere l'IS altrimenti rioschia di essere un ostacolo visto le cattive relazioni coi Curdi. Davvero un musulmano rideva durante il minuto di silenzio? io gli avrei sputato in faccia

Share this post


Link to post
Share on other sites

e pisciato sul corano, già che ci sei

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente mi chiedo che utilità abbia attaccare con un esercito regolare un nemico che opera tramite azioni di guerriglia a migliaia di km di distanza dai propri confini "teorici", peraltro tramite soggetti che vivono da anni (se non dalla nascita) in Europa.

La vedo male, se questa è l'unica strategia dei leader Europei.

 

Tra l'altro ieri sera ho avuto il "piacere" di sentir parlare della vicenda l'avvocato Taormina a Radio24... :asd: ci rido su ma avevo la pelle d'oca al pensiero che un personaggio pubblico possa partorire e diffondere certe bestialità...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra l'altro ieri sera ho avuto il "piacere" di sentir parlare della vicenda l'avvocato Taormina a Radio24... :asd: ci rido su ma avevo la pelle d'oca al pensiero che un personaggio pubblico possa partorire e diffondere certe bestialità...

 

L'ho sentito anche alla Zanzara. Roba da mettersi le mani nei capelli.

 

Il problema è che l'ISIS è un po' come i Talebani in Afghanistan. Se ci vai a prenderli, svaniscono nel nulla. I soldati ISIS molto spesso fanno quello perchè obbligati o perchè non hanno altro da fare. E' gentaglia di bassa lega con istruzione praticamente nulla.

 

La mia grande domanda è: cosa vogliono i vertici dell'ISIS? Soldi, petrolio, territorio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente è anche questo che li rende inafferrabili. Non è ben chiaro quale sia il loro obiettivo. Ovviamente quello dichiarato è lo sterminio dei miscredenti, ma ovviamente c'è ben altro sotto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×