Jump to content
Sign in to follow this  
Ferrarista

Pan Pan Demia

Recommended Posts

Ottimista

Share this post


Link to post
Share on other sites

buonasera Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Egregia sera egregio Rube.

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, Leno ha scritto:

Egregia sera egregio Rube.

Torni a casa signor Leno! C'è il coprifuoco! Vuole una multa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

the da vinci code, bel film

ma il libro è meglio

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Rio Nero non piace leggere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, PheelD ha scritto:

Torni a casa signor Leno! C'è il coprifuoco! Vuole una multa?

 

Sono arrivato adesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Leno quando ci conosceremo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il maestro ha parlato della Svizzera. Sapresti riassumere ipunti salienti della sua spiegazione?

 

La Svizzera è un picolo paese dell'Europa che si afacia sulla Svizzera, l'Italia, la Germania, la Svizzera e l'Austria. A molti laghi e molte montagnie, ma il mare non bagnia la Svizzera, e soprattutta Berna. La Svizzera vende le armi a tutto il mondo per falli scannare ma lei non fa neanche una guerra picolissima. Con quei soldi costruisce le banche. Ma non le bance buone, le banche dei cattivi, specialmente i drogati. I delinguenti della Sicilia e della Cina mettono lì i soldi, i miliardi. La polizia va, dice di chi sono questi soldi, non lo so, non telo dico, sono ca**i miei, la banca è chiusa. Ma non era chiusa! Aperta, era!! La Svizzera, se a Napoli tieni il tumore, a Napoli muori, ma se vai a Svizzera muori più tardi, oppure vivi. Perché le clinica sono bellissima, il tappeto, i fiori, le scale pulite, neanche una zoccola*. Però si paga molto, se non fai il contrabbando non ci puoi andare. Va bene lungo così, il tema?

 

* topo di fogna.

 

---

 

In questi giorni la televisione sta riproponendo lo sceneggiato «I Promessi Sposi», la cui storia raccontammo l'anno scorso. Sapresti farne un breve riassunto?

 

Per dire tutta la verità ma proprio tutta la verità, tutta la storia non mela ricordo, perche da quanto abiamo fatto la scenetta in classe sono passati molto tempo. Però una o due o tre cose mele ricordo. C'era una volta due promessi sposi che si volevano sposare, perche si volevano bene dal matrimonio. Ma c'era un altro, un cattivo, un maligno, uno scostumato, che si chiamava Tonrodrico. Lui, a Lucia, la voleva proprio, ma proprio dalle intenzioni! Voleva fare le cose della schifezza, non è che la voleva bene. Allora disse a due bravi: «Antate dal prete che non li deve sposare, e se non ci riuscite è meglio che non tornate, ma cercate di tornare». I bravi andavano, lo incontrarono, il prete come li vedeva tutti spaparanzati, per poco non si faceva addosso. Si fotte va dalla paura. Sene vuole scappare, ma i bravi lo fermarono e gli dicevano non fare il furbo non sposare i promessi sposi, se no ti massacriamo. Il prete obbedì dalla paura, e quanto lo diceva a Renzo e Lucia, Renzo e Lucia si bisticciarono, gridavano forte, per poco non si pigliavano a calci. E si lasciarono. Uno, sene andò, un'altra, sene andò dalla monaca di Monza. Poi Tonrodrico vedeva che Lucia era bella e sela voleva prendere. Poi faceva sempre il buffone. Poi era venuta la Peste, e anche un pò di Colera. Morivano tutti, si inciampava in mezzo ai morti, e chi non era morto era quasi. Tonridrico fece il giallo in faccia, puzzava dalla peste. Quanto tornò a casa, mentre tornava, già puzzava, feteva, e tutti quanti si nascondevano Marcello D'Orta 45 Io Speriamo Che Me La Cavo dietro i banchetti. Ci dicevano iett o sang, ftent!* E morì. A Lucia uno l'aveva rapinata, ma no perché se la voleva baciare, perché celaveva detto Tonrodrico. Lucia tornò, Renzo non la trovava, domandava a tutti i bravi se vedevano Lucia, ma erano tutti morti, il fumo usciva dalle case. Non c'era un'anima viva. Tutti i pani stavano a terra. Poi incontra un prete, vivo, che celo dice. Dice: «Fai presto, seno muore pure Lucia e rimani tu solo, io fra sei o sette minuti muoro purio». E andò, e l'incontrava, e si sposavano, e cambiarono città. Sene andarono in SPAGNA!

 

* «Butta il sangue, fetente!»

 

 

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, Aerozack ha scritto:

@Leno quando ci conosceremo?

 

Chi sei tu?

Share this post


Link to post
Share on other sites

un co

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Leno ha scritto:

 

Chi sei tu?

È un algerino

1 ora fa, Leno ha scritto:

 

Sono arrivato adesso.

Va bene, vada pure.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

un co

 

....colubro di esculapio? Detto volgarmente saettone, è uno dei serpenti più grandi presenti in Italia.

 

colubro_di_esculapio.jpg

 

Interessante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In forno o in padella?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fritto a medaglioni e leggermente panato :mansell1:

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, The-Flying-Finn ha scritto:

In forno o in padella?

 

Spiedo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Leno ha scritto:

 

Chi sei tu?

Sarà bello quando me lo chiederai dal vivo

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, crucco ha scritto:

A Rio Nero non piace leggere.

 

Regalami un dvd.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non te lo meriti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Aerozack ha scritto:

Sarà bello quando me lo chiederai dal vivo

 

 

:massa1:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×