Jump to content

Iceman.83

Members
  • Content Count

    1,253
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Iceman.83 last won the day on December 16 2009

Iceman.83 had the most liked content!

Community Reputation

17 Matricola

About Iceman.83

  • Rank
    Membro Senior
  • Birthday 05/08/1983

Info Profilo

  • Posizione
    Romagna

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Kimi Raikkonen
  • Team Preferito
    Nessuno
  • Circuito preferito
    Spa-Francorchamps

Contatti e Social

  • Facebook
    https://www.facebook.com/grippteam/
  • Instagram
    https://www.instagram.com/gripp_team/

Recent Profile Visitors

1,189 profile views
  1. Iceman.83

    Karting

    Ho un Parolin Le Mans motorizzato Iame KF2, la mia pista di casa è l'Happy Valley a Pinarella di Cervia!
  2. Fino al 2000 o giù di lì. Sì mi ha raccontato che si sono sbizzarriti parecchio quel sabato!
  3. Ho chiesto al diretto interessato, ricordavo male. La gara non era Imola 1980 ma Imola 1982. Fecero l'esibizione con i G-91Y perché la PAN non era disponibile in quanto stavano passando dai Fiat G.91 PAN agli Aermacchi MB-339 A/PAN. Il giorno dopo si è visto l'ultima gara di Villeneuve. La foto sopra è di Imola 1980 e quelli sono i G.91 PAN della pattuglia acrobatica.
  4. Se vi può interessare solo per oggi è in promozione e l'eBook è GRATIS! https://www.amazon.it/dp/B09BZM7R4H
  5. Ho il manuale di volo del G91Y Nel 1980, per il GP D'Italia che si corse a Imola, ha partecipato all'esibizione aerea il sabato durante le prove e si è fatto il rettilineo passando sopra la Ferrari di Villeneuve!
  6. 8° stormo, 101° Gruppo a Cervia. Ma è stato anche a Pratica di Mare e Galatina.
  7. Mio suocero è un ex pilota dell'aeronautica militare, all'epoca pilotava i G91Y. Mia moglie in pratica è nata e cresciuta dentro un aeroporto militare, la invidio molto per questo!!!
  8. Strano... Comunque è questo: https://www.amazon.it/dp/B09BYDSS8K
  9. Basse ovviamente, come mi aspettavo. Uno sconosciuto senza alle spalle una casa editrice che fa pubblicità non potrà mai vendere molto!
  10. Io non ci ho nemmeno provato a inviare il manoscritto alle case editrici. L'editoria in Italia ormai non è più questione di cultura, ma di business, quindi è meglio pubblicare un libro con quattro fregnacce ─ scritto da un ghostwriter che prende 2 soldi ─ con sopra la faccia della Ferragni, che sei sicuro venderà milioni di copie, piuttosto che investire alla cieca su uno sconosciuto. La mia intenzione non è mai stata quella di diventare uno scrittore ricco e famoso, io faccio il progettista meccanico, ma poter rendere pubblico ciò che ho scritto negli ultimi 15 anni. Se quel file lo avessi tenuto chiuso in una cartella sul desktop sarebbe stato inutile, almeno così qualcuno può leggerlo. L'altro lato della medaglia è proprio quello che dicevi tu, con questa storia dell'autopubblicazione qualsiasi egocentrato può permettersi di pubblicare schifezze di ogni tipo, sminuendo il lavoro di chi invece ci ha investito in tempo e risorse. Io non dico di aver scritto un capolavoro, ma almeno è il frutto di anni di impegno, passione e ricerche, cercando di dare ai lettori il meglio in base alle mie possibilità, sia a livello di narrazione ché a livello sintattico-grammaticale.
  11. Dipende cosa si intende con funziona. Scrivi un libro e lo metti in vendita su Amazon dove tutti possono comprarlo. Messa giù così funziona. Il problema è che devi fare tutto, e quando dico tutto intendo proprio tutto, da solo. La scrittura è la parte più facile. Ma non puoi (o almeno non dovresti) pubblicare una schifezza. Io ho fatto fare una valutazione prima di cimentarmi nell'autopubblicazione, e dopo aver avuto un parere positivo sono andato avanti. L'editing me lo sono fatto da solo, sia perché costa uno sproposito, sia perché volevo far tutto con le mie forze. Mi sono rivolto ad un professionista solo per la correzione di bozze, perché per quanto sia un errore di battitura, una virgola o un tempo sbagliato possono sempre sfuggire. Poi c'è da fare la copertina, io l'ho fatta disegnare dalla moglie di un amico. L'impaginazione a seconda del formato del libro è da fare tutta a mano, compresi numeri di pagina, sommario e tutto quello che ci va dietro. Per la versione eBook c'è un programma apposito di Amazon, carichi il testo e poi bisogna formattarlo tutto inserendo note e quant'altro. Dopo un'interminabile procedura di registrazione ad Amazon KDP se hai tutto pronto puoi caricare i file e terminare con i dettagli. Ci si fa inviare una bozza del libro e si controlla, io ne ho 4 perché i colori della copertina non venivano bene e l'ho dovuta modificare più volte. Quando tutto sembra pronto li metti on line e sono pronti per essere comprati o scaricati su Kindle. Ma se la gente non sa della sua esistenza non lo troverà mai, quindi bisogna anche arrangiarsi un po' a pubblicizzarlo con amici e parenti. Alla fine è un enorme sbattimento. Non lo si fa certo per i soldi, anzi, sono più quelli spesi alla fine...
  12. Ciao a tutti! Volevo solo spammare un po' dicendovi che ho pubblicato una raccolta di racconti Horror, macabri e grotteschi!!! La trovate su Amazon!!!
×