Jump to content
MagicSenna

Noi che facciamo sport

Recommended Posts

ahah no, diciamo che non conosco bene questo misuratore, dovrebbe essere nei pedali però se non sbaglio?

io ora non l'ho su questa bici, sulla bici vecchia l'ho avuto nel mozzo posteriore (il powertap)

se dovessi prenderne uno farei uno sforzo per comprarne uno sulle pedivelle che secondo me sono il top, e pure esteticamente non si notano, lo svantaggio è che costano un botto in più soprattutto se bisogna prendere tutta la guarnitura

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie :up: ho letto cose positive in giro sui pedali Favero Assioma. Li avrei anche trovati su Amazon ma purtroppo da un “negozio” che va contattato prima e di cui mi fido poco.  

Ovviamente per me sarebbe uno sfizio e basta (poi magari potrei approfondire gli allenamenti specifici per vedere se si possa migliorare), quindi devo studiare bene l’argomento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il rischio fregata c'è quando ci sono quei venditori su amazon

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono riuscito ad arrivare a casa ad un orario decente e mi sono fatto un’ora esatta. Molto bene. 

 

Comunque di pomeriggio (17-18) fa veramente cagare andare in giro in bici. Mi sono fatto un km dietro ai soliti ragazzini testoni esaltati dietro macchina, bah. A 42-43 all’ora, pensavo che andassero più veloci. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi fortuna sfacciata nella sfiga. Sono andato a recuperare la macchina (ho fatto un giro di due ore e mezza) e a 500m dal parcheggio ho forato. Diciamo che c’era già uno squarcio assurdo sull’anteriore ma ci avrò fatto 1000 e passa km. Meteo super ma, ovviamente, vento sempre contro, dato che andavo quasi sempre nella stessa direzione. Tra l’altro ero stanco e svogliato ma sticazzi, altri km nelle gambe. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domanda magari banale: nei giri che fate avete la tendenza a improvvisare o sapete bene dove andare? E poi, sorta di circuito ripetuto più volte, raggiungete un posto e tornate indietro oppure giro senza un ordine preciso? Quanto vi "allontanate" al massimo dal punto di inizio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo tanti anni ormai mi sono fatto miei giri. In base al tempo che posso dedicare decido se fare il percorso da 40, 50 ecc, con minime variazioni. Sui lunghi da 100 e più si improvvisa, ma cerco di pianificarli prima, in base anche alla condizione. Poi durante il giro se c'è gamba si allunga, se non c'è si accorcia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, KimiSanton ha scritto:

Domanda magari banale: nei giri che fate avete la tendenza a improvvisare o sapete bene dove andare? E poi, sorta di circuito ripetuto più volte, raggiungete un posto e tornate indietro oppure giro senza un ordine preciso? Quanto vi "allontanate" al massimo dal punto di inizio?

L’unica cosa che programmo è la distanza che voglio portarmi a casa. Eventualmente scelgo la direzione in base al vento. Circuito assolutamente no. Per i giri over 100km è un po’ più difficile regolarsi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella sfiga, ho preso un piccolo pezzo di ferro. Il bello è che non è per lo squarcio assurdo che dovrò buttare il tubolare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 15/4/2019 Alle 20:08, Aviatore_Gilles ha scritto:

Considera il periodo però, in questo momento in ferie ci va chi è in pensione o gli stranieri, gli italiani della nostra età lavorano.

 

:asd:

 

Sei un grande! :up: 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'altro giorno ho fatto la 5 uscita da novembre. In una salita da 5 minuti al 7% mi sono fatto tirare da un ragazzo che correva a piedi ( io in fuorisoglia totale ). Quando è spianata gli ho chiesto se fa corse tipo la mezzamaratona, e mi ha risposto che fa le corse fuoristrada da 50 km in su e che queste sparate non sono molto utili per i suoi allenamenti. 

Alto come me, circa 1,90, molto più tirato di me, volava. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finalmente ritorno in sella dopo 20  giorni di fermo. Ovviamente cuore che scoppia e gambe dure, ma sono riuscito a fare un po' di salita. Lo scorso anno ero quasi a tripla cifra in questo periodo, quest'anno si batte un po' la fiacca :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come caspita fate a non allenarvi per un periodo, tornare e fare subito le salite. Sono preso proprio male :angry: 

 

Nonostante la stanchezza iniziale di stamattina, giornata positiva a livello sportivo. Ottima sessione in palestra e poi nel pomeriggio un’ora abbondante si pedalata a ritmo contenuto. Domani o sabato, meteo permettendo, mi ci butto su qualche salita. Boh, magari fare qualche salita potrebbe aiutarmi a fare un piccolo salto di qualità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, The-Flying-Finn ha scritto:

Come caspita fate a non allenarvi per un periodo, tornare e fare subito le salite. Sono preso proprio male :angry: 

 

Nonostante la stanchezza iniziale di stamattina, giornata positiva a livello sportivo. Ottima sessione in palestra e poi nel pomeriggio un’ora abbondante si pedalata a ritmo contenuto. Domani o sabato, meteo permettendo, mi ci butto su qualche salita. Boh, magari fare qualche salita potrebbe aiutarmi a fare un piccolo salto di qualità.

 


Se fatta senza esagerare e sopratutto senza andare su pendenze eccessive, si può fare.

Non avevo tanto tempo, quindi non potevo lanciarmi in un giro troppo lungo. Ho fatto un po' di salita così da renderlo un pelo più difficile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come me lo sono promesso, stamattina finalmente ho affrontato un po' di dislivello "serio". Sono arrivato fino ai 615m, 550m di dislivello, salita a circa 7.5% di media :up: 55km di giro, ma anche se avessi fatto di meno mi andava benissimo lo stesso. Comunque niente da fare, fare la salita regala grosse soddisfazioni e probabilmente da un bel colpo allo stato di forma e gambe. In un tratto difficilissimo, dove stavo anche andando forte (per il mio livello/caratteristica), sono stato sverniciato da una coppia con le mtb elettriche. Dev'essere soddisfacente.

 

Riguardo il discorso tecnico della bici, mamma mia che incubo la discesa. Ero con le ruote in carbonio con profilo 50, la discesa su una stradina con buche e asfalto irregolare è stato simile al pavé della Parigi-Roubaix :o per niente divertente. Poi su asfalto più regolare, si scendeva anche bene. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
33 minuti fa, The-Flying-Finn ha scritto:

Come me lo sono promesso, stamattina finalmente ho affrontato un po' di dislivello "serio". Sono arrivato fino ai 615m, 550m di dislivello, salita a circa 7.5% di media :up: 55km di giro, ma anche se avessi fatto di meno mi andava benissimo lo stesso. Comunque niente da fare, fare la salita regala grosse soddisfazioni e probabilmente da un bel colpo allo stato di forma e gambe. In un tratto difficilissimo, dove stavo anche andando forte (per il mio livello/caratteristica), sono stato sverniciato da una coppia con le mtb elettriche. Dev'essere soddisfacente.

 

Riguardo il discorso tecnico della bici, mamma mia che incubo la discesa. Ero con le ruote in carbonio con profilo 50, la discesa su una stradina con buche e asfalto irregolare è stato simile al pavé della Parigi-Roubaix :o per niente divertente. Poi su asfalto più regolare, si scendeva anche bene. 

 

pensa a froome sverniciato da un vecchio in jeans...

 

che tubolari monti finn?

Edited by sterla

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, The-Flying-Finn ha scritto:

Di solito chiedo/mi propongono sempre i Tufo. Il modello lo ignoro sinceramente.

 

da 25mm?

Share this post


Link to post
Share on other sites

×