Jump to content
Beyond

Test 2011

Recommended Posts

Ti ripeto che quel tipo di confronti che fai non hanno senso.

Quest'anno potranno esserci anche gare con 3/4 pit stop.

Quindi, se fai una proporzione, in una gara da 60 giri hai 4 run da 15 giri.

 

Chi ti dice che la Red Bull non stesse simulando il run 1 e il 2, e invece la Ferrari il 3 o il 4?

Sempre 15 giri sono...

Quindi che senso ha fare confronti e paragoni su tempi riferiti a condizioni diverse?

 

Ci? che va valutato non ? la media degli stint, ma quanta costanza c'?, quanto decadimento c'?.

Il resto ? inutile, credimi.

 

Giusto per amor di polemica (cosa che mi riesce benissimo)

gli stint di questa giornata di Vettel e Massa sono stati sempre tra i 13 e i 15 giri. Petrov, per dire, ne ha fatto uno di 18 giri.

 

Come pu? una scuderia decidere di simulare il 1? o il 4? run?

Possiamo pensare che hanno usato gomme gi? in parte usurate, pi? difficile ? pensare che per fare segmenti di 13 e 15 giri abbiano usato carichi di benzina totalmente diversi...tra l'altro, basta guardare i tempi, c'? stata da parte di entrambi una buona costanza di rendimento (cosa comune anche a Petrov, rimanendo nei top della giornata) e per entrambi si pu? notare un decadimento dei tempi che fa pensare ad un decadimento molto simile delle coperture e, conseguentemente, all'uso della stessa mescola (circa 3 secondi tra i primi e gli ultimi giri per entrambi in entrambi gli stint lunghi) mentre per Petrov si nota una tenuta molto maggiore (i tempi si alzano di meno di un secondo tra i primi e gli ultimi giri) tanto da far pensare all'uso di una mescola pi? dura.

Tra l'altro non ? che Vettel e Massa abbiano girato a 1 ora di distanza, per cui viene meno anche l'ipotesi di condizioni diverse della pista.

 

Si pu? dire tanto guardando con attenzione questi tempi, secondo me.

Usando il famoso rasoio di Occam invece di perdersi in arzigogolate ipotesi sul carico di benzina, penso che si possa dire con una certa ragione che in situazioni simili (run di 14-15 giri, ossia un run normale per una gara da 3 pit-stop - l'anno scorso 66 giri) la Ferrari ha girato mediamente un secondo e due decimi pi? veloce della Red Bull.

 

 

Ribadisco che faccio questo tipo di analisi in "risposta" ai commenti di chi dice che Vettel ? pi? veloce di tutti e vincer? sicuramente il mondiale.

Commenti che, secondo me, sono fatti ancora con meno senso dei miei ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Test indecifrabili e inattendibili anche per le condizioni ambientali con temperature di 5 gradi di minima e 14 gradi di max ed il sole basso di marzo.....con queste temperature il degrado gomme e' praticamente nullo, le soft con queste temperature non credo abbiano una resa molto diversa dalle dure.Per fortuna manca poco al 27 Marzo per vedere qualcosa di vero...... teniamo duro :thumbsup:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Test indecifrabili e inattendibili anche per le condizioni ambientali con temperature di 5 gradi di minima e 14 gradi di max ed il sole basso di marzo.....con queste temperature il degrado gomme e' praticamente nullo, le soft con queste temperature non credo abbiano una resa molto diversa dalle dure.Per fortuna manca poco al 27 Marzo per vedere qualcosa di vero...... teniamo duro :thumbsup:

 

:thumbsup:

Share this post


Link to post
Share on other sites

penso che si possa dire con una certa ragione che in situazioni simili (run di 14-15 giri, ossia un run normale per una gara da 3 pit-stop - l'anno scorso 66 giri) la Ferrari ha girato mediamente un secondo e due decimi più veloce della Red Bull.

se non si sa che gomme usano e che carburante, ognuno può pensare quello che vuole. dire che la ferrari nei long run ha girato 1.2s più veloce di media della rb è del tutto campato in aria.

 

poi scusa, se ci fosse stata una differenza tanto marcata, non credi che qualcuno lo avrebbe fatto notare? qualche pilota, qualche tecnico, qualche cronista... tutti dicono che nei long run sembrano simili, tu sei il primo che dice che la ferrari è 1s più veloce.

 

le uniche simulazioni che possono valere qualcosa sono quelle di gara, cioè prendere una intera sim di gara di due piloti tenuta +- nello stesso periodo e confrontare. un singolo stint non significa nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' inutile che stiamo a farci pippe mentali su i run, simulazione e cose varie perch? non sappiamo le condizioni in cui hanno corso entrambi.La cosa palese ? che sul giro secco la Red Bull continua ad essere di un'altro pianeta.Vettel stampa tempi con una facilit? imbarazzante come, dove e quando j? pare.La Ferrari ha dimostrato di avere un ottimo passo gara (sono anni che hanno un passo gara formidabile) ma serve a poco se ha difficolt? a trovare il giro e davanti a loro si piazzano altre macchine.La McLaren sembra essere in grossi guai.D'altronde prima del 2007 non facevano altro che sfornare cessi e da due anni a questa parte sembrano essere tornati a quel trend.Comunque wait and see, manca poco ormai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si sapeva che si sarebbe dovuto aspettare la prima gara,anche i passi gara sono aria fritta da quando hanno tolto i rifornimenti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che se pure quest'anno la Red Bull far? sfracelli di pole le qualifiche perderanno parecchio interesse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

molti pensavano fosse sotto peso :asd:

 

A me non ? mai successo... :nope:

Share this post


Link to post
Share on other sites

io farei fare ad alo qualche test di partenza

 

dato che spesso partir? terzo sarebbe bene che come minimo non si facesse fregare da qualche mclaren sullo start,in modo da mettersi terzo e da sperare che quei due replichino la turchia

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me non ? mai successo... :nope:

 

:asd: beh dai in fondo ha solo un titolo mondiale pi? di te.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Red Bull ? sempre la. Per? ancora non credo minimamente nella loro superiorit?. Magari in qualifica saranno ancora difficilmente battibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Red Bull ? sempre la. Per? ancora non credo minimamente nella loro superiorit?. Magari in qualifica saranno ancora difficilmente battibili.

 

E' esattamente come l'anno scorso. Solo che quest'anno non rompe.

Quindi gli altri non vanno altri punti regalati da VET.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma questo Toro Rosso secondo voi "is for real"?

Va cos? forte che sembra che la scuderia maggiore gli abbia passato l'auto dello scorso anno!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

Giusto per amor di polemica (cosa che mi riesce benissimo)

gli stint di questa giornata di Vettel e Massa sono stati sempre tra i 13 e i 15 giri. Petrov, per dire, ne ha fatto uno di 18 giri.

 

Come pu? una scuderia decidere di simulare il 1? o il 4? run?

Possiamo pensare che hanno usato gomme gi? in parte usurate, pi? difficile ? pensare che per fare segmenti di 13 e 15 giri abbiano usato carichi di benzina totalmente diversi...tra l'altro, basta guardare i tempi, c'? stata da parte di entrambi una buona costanza di rendimento (cosa comune anche a Petrov, rimanendo nei top della giornata) e per entrambi si pu? notare un decadimento dei tempi che fa pensare ad un decadimento molto simile delle coperture e, conseguentemente, all'uso della stessa mescola (circa 3 secondi tra i primi e gli ultimi giri per entrambi in entrambi gli stint lunghi) mentre per Petrov si nota una tenuta molto maggiore (i tempi si alzano di meno di un secondo tra i primi e gli ultimi giri) tanto da far pensare all'uso di una mescola pi? dura.

Tra l'altro non ? che Vettel e Massa abbiano girato a 1 ora di distanza, per cui viene meno anche l'ipotesi di condizioni diverse della pista.

 

Si pu? dire tanto guardando con attenzione questi tempi, secondo me.

Usando il famoso rasoio di Occam invece di perdersi in arzigogolate ipotesi sul carico di benzina, penso che si possa dire con una certa ragione che in situazioni simili (run di 14-15 giri, ossia un run normale per una gara da 3 pit-stop - l'anno scorso 66 giri) la Ferrari ha girato mediamente un secondo e due decimi pi? veloce della Red Bull.

 

 

Ribadisco che faccio questo tipo di analisi in "risposta" ai commenti di chi dice che Vettel ? pi? veloce di tutti e vincer? sicuramente il mondiale.

Commenti che, secondo me, sono fatti ancora con meno senso dei miei ;)

 

Ma che c'entra?

Il ragionamento non sta assolutamente in piedi, per tante ragioni.

 

Prima di tutto, cosa vuol dire che una squadra non pu? decidere di simulare uno stint di gara?

Le squadre hanno sottomano tutti i dati relativi ai consumi di gomme e benzina, quindi sanno benissimo quanti litri vengono consumati dopo N-giri e per quanti giri durano le gomme.

 

Non possono avere la certezza matematica di inquadrare il giro "giusto" in cui si fermerebbero per davvero in caso di gara vera, quello ? ovvio, perch? il consumo delle gomme dipende da tanti fattori (errori del pilota, temperatura dell'asfalto, gommatura della pista, pressione di gonfiaggio, ecc...), ed ? quindi "dinamico".

Il test serve per? unicamente a "realizzare" quello che pu? essere un ipotetico stint di gara, sia in base ai dati relativi al consumo del carburante, che di quello degli pneumatici.

Ovvero ad inquadrare una "possibile" porzione/segmento di gara, che pu? essere abbastanza veritiera rispetto a quello che potrebbe accadere nella realt?.

 

Da quanto ho capito, quest'anno i pit stop saranno almeno due o tre in ogni gara.

Significa che ci saranno almeno 3 o 4 stint durante la gara, ovvero tronconi di gara tra un pit-stop e l'altro.

In una gara di 60 giri, la media riferita a 3/4 stint ? di 15/20 giri per ogni stint (15 giri per le 3 soste, 20 giri per le due soste).

 

Lo vedi che i conti tornano?

Ogni team pu? decidere di fare N-giri ipotizzando di simulare il primo, il secondo, il terzo o perch? no, anche il quarto stint di gara (se necessario).

Ogni stint si percorre con un livello di carburante diverso, ovviamente, perch? non ci sono pi? i rifornimenti (ahim?... neppure la differenza di carburante esiste pi?... tutto standardizzato).

 

Questo che significa?

Che se la squadra "Pinco Pallino" sa che le sue gomme, nel primo stint, durano poniamo 12 giri (misurato con test precedenti), pu? quindi decidere di simulare il secondo run imbarcando il quantitativo di benzina che resterebbe nel serbatoio dopo aver percorso quei 12 giri, e montando di volta in volta diversi tipi di gomme a scopo comparativo, appunto per verificare il rendimento dei diversi tipi di gomme, il loro degrado e la loro costanza con certi carichi di carburante, e pu? quindi simulare un secondo stint con gomme dure o morbide, con gomme nuove o usate.

Pu? anche operare variazioni di setup per vedere che differenza fa nel rendimento complessivo a fine stint.

 

A questo servono i test.

 

In seconda battuta, che cosa c'entra il fatto che i tempi sono costanti per entrambi?

Questo non implica affatto che il livello di carburante in quel momento imbarcato sia simile per tutte e due le vetture.

Un pilota pu? essere costante per pi? o meno 10 giri imbarcando 120 chili di benzina, e un altro pu? essere costante per 10 giri imbarcando 60 chili di benzina, ovvero la met?.

La differenza sar?, in media, sempre di 1,5 o 2 secondi a giro, per ovvie ragioni di peso.

Quindi che cosa c'entrano i tuoi confronti?

Come fai a dire che la Red Bull sia indietro di 1 secondo e mezzo a giro rispetto alla Ferrari, se neppure sai in quali condizioni stesse girando in paragone alla Ferrari?

 

Mi dispiace, ma secondo me stai completamente sbagliando il grado di valutazione da attribuire a questi test.

Secondo me tendi a dare troppo peso a degli effimeri dati numerici, che presi singolarmente senza nessuna considerazione sul contesto in cui sono stati realizzati, non hanno nessun significato.

 

I test in questo periodo servono pi? che altro a simulare "ipotetiche" situazioni e contesti di gara, non a fare confronti immediati tra i piloti o le scuderie come fai tu.

Ognuno fa il lavoro che si pone come target, i confronti li si devono fare quando serve, ovvero nel week end di gara.

 

Oggi poi non si sono neppure viste le simulazioni di gara vere e proprie, dove tutti partono da fermo con il pieno, facendo anche il giro di ricognizione, e con i pit stop intermedi.

Quelli di oggi erano semplici long-run.

Long-run altro non ? che quello che ho descritto in questo intervento.

 

Quindi nessuno ha mai girato nelle stesse identiche condizioni in un momento paragonabile.

Quindi che caspita di confronti tiri in ballo?

Come puoi confrontare intere sequenze di giri se nemmeno sei a conoscenza del fatto se i due team stavano simulando la stessa identica porzione di gara, o se stavano conducendo magari un diverso tipo di test mirato ad altri obiettivi? (aerodinamica, raffreddamento, raccolta dati, ecc...)

 

Che senso hanno questi tuoi confronti ipotetici, sotto questo piano?

Non ci ricavi nulla da quel confronto, perch? non sai nulla a proposito del contesto di come sia stato condotto quel determinato run.

Quindi, quanta benzina avevano, quali gomme (morbide o dure), se le gomme erano nuove o usate, se il setup usato era quello di Melbourne piuttosto che quello di Barcellona, eccetera eccetera eccetera.

 

Il resto ? aria fritta, come dice giustamente Beyond.

 

Infine, sulla tua ultima frase, io stamattina avevo scritto "se tutto va bene siamo rovinati", ma ovviamente era una frase in senso ironico...

Possibile che ogni volta ci debba essere una faccina che sorride per far capire che forse non si sta parlando seriamente, ma che la si butta sul ridere?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Petrov descrive il degrado delle gomme

 

Vitaly Petrov ha spiegato quanto rapidamente le nuove gomme Pirelli perdono il grip sul circuito, con la gomma italiana che ? stata progettata per degradarsi ad un ritmo elevato al fine di incoraggiare un maggior numero di pit-stop e quindi rendere pi? eccitanti i Gran Premi.

 

"Si fanno al massimo 15 giri, una cosa del genere", ha spiegato ai giornalisti presenti, tra cui GPUpdate.net, quando gli si chiede la massima durata del pneumatico media attuale.

 

"Dipende anche se ? nuovo o rimosso, se si spinge di pi?, ma non ci vuole molto tempo (per la degradazione). Dopo appena un giro iniziano a perdere cinque decimi, poi un secondo e mezzo, poi due secondi e tre secondi...".

 

"E' difficile ... beh, non ? difficile ma se si decide di rinviare il tuo pit-stop per un giro si inizia subito perdere un secondo, poi due secondi e cos? via".

 

Quando gli ? stato chiesto se le performance degli pneumatici cadono gradatamente o di colpo, il pilota russo Renault ha risposto: "Le prestazioni cominciano a peggiorare per andare sempre pi? gi?! Abbiamo provato oggi come poterli conservare per guidare senza problemi, come si faceva con le Bridgestone, ma con questi si perde a volte anche un secondo pieno in una sola curva".

Share this post


Link to post
Share on other sites

lol ma a gpupdate traducono con google?

Share this post


Link to post
Share on other sites

io temo che quest'anno vedremo 19 gare peggio di Canada 2010.

 

Ripeto, queste sono delle intermedie da bagnato usate sull'asciutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

lol ma a gpupdate traducono con google?

 

da un pò di tempo sembra di si.

Edited by The King of Spa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×