Jump to content
Sign in to follow this  
maxilrosso

Provate a scrivere

Recommended Posts

1 ora fa, maxilrosso ha scritto:

Hai usato lo zero

 

No, con lo zero sarebbe 0srevinu.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fermi tutti, mafia o affini sono argomenti attinenti unicamente al topic "Solo a napoli..."

 

PRIMO AVVERTIMENTO

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, White Star ha scritto:

Оsrevinu

Оsrevinu

***

 

qualquadra non cosa

 

Edited by Alex_Ferrari

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Beyond ha scritto:

ci sono altre parole sul forum che ti lasciano perplesso?

Questa @Beyondfinocch

Share this post


Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, Beyond ha scritto:

ci sono altre parole sul forum che ti lasciano perplesso?

 

Sì: netiquette.

Molto molto perplesso....

:zizi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Beyond ha scritto:

ci sono altre parole sul forum che ti lasciano perplesso?

Una persona più bella di te mi ha spiegato il tutto

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, maxilrosso ha scritto:

Una persona più bella di te mi ha spiegato il tutto

Vabbè dai che ci vuole ad essere più bello di @Beyond :asd: :sarcastic:

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Beyond ha scritto:

grazie grazie. mi ricorderò di voi al pb

Non fare il permaflex :thumbsup:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come si scrive :

Wallera  o uallera? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, maxilrosso ha scritto:

Voglio capire perché non posso scrivere quella parola

 

Hai presente in Harry Potter, che Voldemort non va assolutamente nominato ma al limite chiamato tu sai chi?

Hai presente quando a scuola, da piccolo, ti dicono di non disegnare mai la svastica?

Hai presente quando ti dicono di lasciar perdere l'occulto, il demonio, la magia nera e affini?

Hai presente quando ti dicono di non giocare con il fuoco?

 

Ecco. Ci sono cose di cui si può parlare e altre che vanno lasciate stare. Lascia perdere, cancella quel nome dalla tua testa, scordatelo,  dimenticalo, non cercarlo più,  non chiedere più di lui, prendi le prime cose che trovi e scappa più lontano che puoi, non lasciare tracce, cambia nome, cognome, religione e aspetto fisico. 

Hai poco tempo. Spero che Luy, essere superiore quale è, no  ti abbia già trovato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Mito Ferrari ha scritto:

Hai presente quando a scuola, da piccolo, ti dicono di non disegnare mai la svastica?

 

La svastica era davvero un segno di buon auspicio. Ora, riuscirete sicuramente tutti a immaginarvene una: una croce a quattro bracci di uguale lunghezza terminanti con uncini verso destra o sinistra. Ed è proprio da questa immagine mentale che dobbiamo partire per provare a rintracciare le origini di questo simbolo e del suo significato.

È opinione diffusa che la svastica sia, nell’ambito dell’Induismo, rappresentazione del sole e del suo corso (quando gli uncini son rivolti a destra; se rivolti a sinistra, il simbolo prende il nome di sauvastika e rappresenta invece la notte). Ecco perché il suo significato benevolo: il sole è ovviamente legato alla prosperità e alla positività. Dico che questa è opinione diffusa poiché un certo Sir Alexander Cunningham, considerato uno dei fondatori dell’archeologia indiana, avanzò un’altra ipotesi: egli vide nel simbolo un monogramma delle parole su सु (‘bene’) e asti अस्ति (la terza persona singolare del verbo essere al presente indicativo), quindi un simbolo contenente parole benefiche.

Qualsiasi sia l’origine, il simbolo è attestato in svariate civiltà, non solo in quella indiana, ma è dal nome che ha in essa che noi ricaviamo il termine per definirlo. Ma come si è passati dal bel simbolo solare alla svastica tristemente nota a tutti?

All’inizio del ventesimo secolo, la svastica era un simbolo largamente usato con la sua accezione positiva. Il boom di notorietà fu dovuto alle scoperte che l’archeologo Heinrich Schliemann fece, alla fine del secolo precedente, durante i suoi scavi alla ricerca della perduta città di t***a: dopo aver rinvenuto dei manufatti con la svastica (che, appunto, era un simbolo condiviso da tantissime popolazioni, indoeuropee e no), ricollegò il simbolo a quello che aveva visto in reperti rinvenuti vicino al fiume Oder, in Germania. Una cosa tira l’altra, e la svastica fu vista come anello di congiunzione tra gli antenati dei tedeschi, gli eroi greci e gli Indiani del tempo dei Veda. Un simbolo degno della razza ariana (termine usato allora per designare i protoindoeuropei che si riteneva erroneamente avessero origine nell’Europa del nord).

Poco importa il significato originario: sciaguratamente questo termine (e il simbolo a esso corrispondente) è macchiato in maniera indelebile, e per quanto bella, l’idea di una rivendicazione della svastica e della sua primitiva bellezza è forse irraggiungibile.

Parole sanscrite entrate in italiano, parole italiane che richiamano il sanscrito: dopo il ciclo sulle figure retoriche, Mauro Aresu, giovane studente di lettere classiche, ci propone un tuffo (un venerdì su due) in una delle comparazioni linguistiche più fascinose, fra mode contemporanee e suggestioni primigenie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, Mito Ferrari ha scritto:

 

Hai presente in Harry Potter, che Voldemort non va assolutamente nominato ma al limite chiamato tu sai chi?

Hai presente quando a scuola, da piccolo, ti dicono di non disegnare mai la svastica?

Hai presente quando ti dicono di lasciar perdere l'occulto, il demonio, la magia nera e affini?

Hai presente quando ti dicono di non giocare con il fuoco?

 

Ecco. Ci sono cose di cui si può parlare e altre che vanno lasciate stare. Lascia perdere, cancella quel nome dalla tua testa, scordatelo,  dimenticalo, non cercarlo più,  non chiedere più di lui, prendi le prime cose che trovi e scappa più lontano che puoi, non lasciare tracce, cambia nome, cognome, religione e aspetto fisico. 

Hai poco tempo. Spero che Luy, essere superiore quale è, no  ti abbia già trovato. 

Speriamo non ritrovi prima te. "Pagah i tuoi debitih di giokoh!!1!1!1!1!"

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, Mito Ferrari ha scritto:

 

Hai presente in Harry Potter, che Voldemort non va assolutamente nominato ma al limite chiamato tu sai chi?

Hai presente quando a scuola, da piccolo, ti dicono di non disegnare mai la svastica?

Hai presente quando ti dicono di lasciar perdere l'occulto, il demonio, la magia nera e affini?

Hai presente quando ti dicono di non giocare con il fuoco?

 

Ecco. Ci sono cose di cui si può parlare e altre che vanno lasciate stare. Lascia perdere, cancella quel nome dalla tua testa, scordatelo,  dimenticalo, non cercarlo più,  non chiedere più di lui, prendi le prime cose che trovi e scappa più lontano che puoi, non lasciare tracce, cambia nome, cognome, religione e aspetto fisico. 

Hai poco tempo. Spero che Luy, essere superiore quale è, no  ti abbia già trovato. 

Ma soprattutto non permetterti di insultare il Santo Padre o il Presidente del Consiglio dei Ministri! :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×