Vai al contenuto
Slh

accelerazione monoposto f1

Messaggi raccomandati

Morale: lo zerocento ? sempre quello da venticinque anni a questa parte, decimo pi? decimo meno, quel che cambia un po' sta da quella velocit? in poi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Morale: lo zerocento ? sempre quello da venticinque anni a questa parte, decimo pi? decimo meno, quel che cambia un po' sta da quella velocit? in poi.

 

Vero: io ricordo una prova su strada pubblicata su Quattroruote nel 1983 con la Renault di Formula 1 e lo 0-100 era di 3 secondi. Poi nel 1992 la Ferrari e la McLaren ce la facevano in 2,2 oppure 2,5 secondi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

riporto qui proprio dei dati tratti da quei gustosi "Speciali Sport"che Quattroruote pubblicava al termine delle stagioni agonistiche, con prove di auto da rally o formula:

qui si tratta dell'anno 1986 e l'auto una Minardi M185b motorizzata con il 6 cilindri turbo Motori Moderni di Chiti, guidata da Nannini quell'anno.

Si stima nell'articolo una potenza di circa 800cv, con pressione di sovralimentazione di 3,6 bar e si ottengono le seguenti letture:

 

0/100 1''8 ma, scrivono, tempo depurato dai decimi persi in pattinamenti vari quantificabili in circa un secondo (quindi arriviamo ai soliti 2 e 5, 2 e 8.

 

100/200 in 2'3'', quindi per un totale reale da 0 a duecento variabile tra 4''8/5''2 (che comunque fa accapponare la pelle...)

 

 

Qualche anno dopo (1989) si riprova una Minardi, stavolta la M 189 di Martini

spinta da un Cosworth-Judd 8cilindri da tre litri e mezz.che stimano attorno ai 600 cv.

I risultati sono questi qui:

 

0/100 non lo rilevano ma scrivono che, causa i conosciuti problemi di stacco e pattinamento si sta attorno ai soliti due secondi e mezzo.

100/200 in 2,78 ( e qui invece incassa mezzo secondo dal motore turbo).

 

per amor di cronaca per andare fino ai 280 all'ora ci volevano solodieci secondi scarsi.

 

Fate voi l'uso che questi dati meritano :-))

Modificato da ilguappo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

riporto qui proprio dei dati tratti da quei gustosi "Speciali Sport"che Quattroruote pubblicava al termine delle stagioni agonistiche, con prove di auto da rally o formula:

qui si tratta dell'anno 1986 e l'auto una Minardi M185b motorizzata con il 6 cilindri turbo Motori Moderni di Chiti, guidata da Nannini quell'anno.

Si stima nell'articolo una potenza di circa 800cv, con pressione di sovralimentazione di 3,6 bar e si ottengono le seguenti letture:

 

0/100 1''8 ma, scrivono, tempo depurato dai decimi persi in pattinamenti vari quantificabili in circa un secondo (quindi arriviamo ai soliti 2 e 5, 2 e 8.

 

100/200 in 2'3'', quindi per un totale reale da 0 a duecento variabile tra 4''8/5''2 (che comunque fa accapponare la pelle...)

 

 

Qualche anno dopo (1989) si riprova una Minardi, stavolta la M 189 di Martini

spinta da un Cosworth-Judd 8cilindri da tre litri e mezz.che stimano attorno ai 600 cv.

I risultati sono questi qui:

 

0/100 non lo rilevano ma scrivono che, causa i conosciuti problemi di stacco e pattinamento si sta attorno ai soliti due secondi e mezzo.

100/200 in 2,78 ( e qui invece incassa mezzo secondo dal motore turbo).

 

per amor di cronaca per andare fino ai 280 all'ora ci volevano solodieci secondi scarsi.

 

Fate voi l'uso che questi dati meritano :-))

 

Oggi, partendo bene con una maxi stradale (una mille, per intenderci), riesci a non stare lontanissimo (ma lontano cmq resti) da una Formula 1 sullo 0-100 (dove quest'ultima, pur con tutti i controlli elettronici, fatica da matti a mettere a terra i cavalli muovendosi da ferma). E vi assicuro - per chi non ha provato - che, per quanto puoi abituarti, ? una "botta" pazzesca :wacko2:

 

Poi per?, quando trova aderenza, il rapporto peso-potenza e la velocit? di cambiata di una formula 1 fanno la differenza. La roba impressionante ? che, pur offrendo un'elevata resistenza aereodinamica (? fatta anche per girare non solo per andare dritta :thumbsup: ), una monoposto della massima serie continua imperterrita sino ad esurire l'ultimo rapporto con una progressione perentoria...diciamo pure devastante.

 

Quando Hammond, di Top Gear, fa le prime accelerate al limitatore con la RB25 di Alonso, tra il movimento del corpo e le reazioni emotive, si pu? ben comprendere cosa significhi essere "sparato" da una Formula 1.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non vorrei dire una cazzata ma credo che da 100 a 200 la f1 ci metta lo stesso tempo che da 0 a 100, poco pi? di 2 secondi. Questo perch? da fermo la potenza non viene scaricata del tutto per via del pattinamento delle ruote, che ovviamente ? molto minore col crescere della velocit?. La vera differenza una f1 non la fa nella partenza da fermo, ma oltre i 100 e soprattutto i 200. Praticamente ? un'accelerazione terrificante continua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ho letto molti commenti dotti e documentati per? posso aggiungere che Clive Chapman il figlio di Colin GIURA ancora oggi che col motore da qualifica (1.087 cavalli al banco di quel Renault turbo) la 98T accelerava da 0 a 200 in meno di 3 secondi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oddio, mi sembra veramente un pò poco (e non tanto per il rapporto peso/potenza, ma per le dette difficoltà di scaricare a terra 1100 cavalli).

 

E'probabile, però, che in via del tutto teorica il tempo fosse effettivamente quello.

 

E comunque farsi il 100-200 sui 2 secondi è roba da brividi... :dirol:

 

Penso ai pilota da caccia imbarcati, che vengono sputati dalla catapulta (0-250) in meno di 2,5 secondi. Partono sempre con gli alettoni già compensati per il decollo, perchè sovente svengono, o restano storditi per qualche secondo :wacko2:

Modificato da lollo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

0 - 200 meno di tre secondi ? praticametne impossibile. vuol dire in partenza il pilota subiva una pressione pari ai astronauti e piloti di caccia quando decollano dalle porta aerei.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho trovato un autosprint del dicembre 2003 col resoconto di una sfida di accelerazione tra F2003GA e Eurofighter Typhoon. Ecco i dati della F1 riportati dal giornale:

 

600 mt - 9.4" - velocit? di uscita 294 km\h;

900 mt - 13.2" - 305 Km\h;

1200 mt - 16.7" - 308 Km\h.

 

La "gara" si svolse su asfalto bagnato da abbondanti piogge recenti, la F2003 aveva gomme da bagnato e assetti tipo monaco (notare le velocit? praticamente plafonate a partire dai 600 mt); per la cronaca, la F1 vinse per alcuni decimi sui 600 metri, perse sui 900 con un distacco simile, perse per 3 secondi e rotti sui 1200 (l'aereo comunque "tagliava" i traguardi dei 900 e 1200 metri gia con le ruote staccate, praticamente in decollo).

 

Considerando le condizioni climatiche e gli assetti, secondo me la F1 poteva fare anche meglio. Comunque le vetture attuali hanno almeno 250 cv in meno, pesano di pi? e hanno un traction control meno evoluto (in realt? non dovrebbero averlo affatto): penso saranno essere un po' meno performanti della vecchia GA.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sfogliando Quattroruote Speciale Sport del 1992, ho trovato un confronto tra la F40 e la F92A, con questi dati sull'accelerazione.

 

imgsli.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Trulli diceva in un'intervista di qualche anno fa che sullo 0-200 le F1 stavano sui 4 secondi circa e che la prima volta che prov? una F1 in un test, stette male di stomaco e pens? di non avere le palle per guidare una belva del genere(arrivando dalla F3).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sul tubo gira questo video... Qui dicono che la formula 1 passi da 0 a 200 km/h in 3,5 secondi.

 

http://www.youtube.com/watch?v=QXfSdIIEYec

 

 

il dato è veritiero, anche le F1 V8 attuali in codizioni di asfalto asciutto possono fare 0-160 km/h in circa 3.2 sec e da li ad arrivare ai 200 è un'attimo e comunque come ha già fatto notare qualcuno i dragster della categoria Top fuel fanno sembrare le accelerazioni delle F1 simili a quelle di una Panda a metano e trasmettono la potenza al suolo tramite 2 ruote motrici (seppur grandi) senza nessuna diavoleria elettronica.

Modificato da robweb

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il dato ? veritiero, anche le F1 V8 attuali in codizioni di asfalto asciutto possono fare 0-160 km/h in circa 3.2 sec e da li ad arrivare ai 200 ? un'attimo e comunque come ha gi? fatto notare qualcuno i dragster della categoria Top fuel fanno sembrare le accelerazioni delle F1 simili a quelle di una Panda a metano e trasmettono la potenza al suolo tramite 2 ruote motrici (seppur grandi) senza nessuna diavoleria elettronica.

si ma qua si parla di corse... non di americanate... i dragster in curva che fanno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La Bugatti Veyron del futuro con 1600cv (bleah tutti questi inutili cavalli, ma dove si usano?) avra' un'accelerazione di 1,8sec nello 0-100.

 

 

 

 

Regards,

The frog

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×