Jump to content
Sign in to follow this  
RL83

Come sviluppavano il modello aerodinamico delle F1 negli anni 80?

Recommended Posts

Ma come veniva progettata l'aerodinamica nelle F1 degli anni 80?

Ma le gallerie del vento esistevano?....Esisteva il personale addetto all'aerodinamica?

quindi come procedevano per un progetto?

 

la domanda mi ? sorta guardando bene la Ferrari del 1987 di Michele alboreto.....aveva i radiatori piccoli angolosi e rettangolari ( il termine rastremato non era ancora in voga..), e un muso rigonfio e ingobbito....sembrava quasi un naso la vettura....

Gli alettoni erano un blocco unico, sembravano travi di plasticaccia rigida, scommetto non si potevano nemmeno regolare durante un Gp alle soste ai box, perche non esisteva il modo di regolarli....

Le sospensioni paiono fatte con gli stecchini....troppo fini....

Eppure queste vetture erano supportate da motori Turbo, che erogavano in qualifica piu di 1000 cv....secondo me sfruttati al 40% dato il coefficiente aerodinamico o drag che secondo me all'epoca rasentava lo zero...

Share this post


Link to post
Share on other sites

premetto che quello che dir? sono pi? che altro mie supposizioni

 

l'aerodinamica rispetto a oggi credo fosse ad uno stato primordiale.....

le sospensioni ? vero che erano pi? sottili, ma solo perch? da qualche anno a questa parte si cerca di dare ai singoli elementi un profilo aerodinamicamente efficace, voglio dire che vedendo l'auto dall'alto sono enormi, ma il profilo frontale non credo che differisca di molto....

poi mi sembra che, sempre riguardo alle sospensioni, gli elementi siano pi? "numerosi". sar? forse che alcuni di questi sono stati integrati in un unico elemento.

gli alettoni sembrano plasticaccia rigida ed effettivamente credo che non fossero qualcosa di tanto differente da questo. non so bene quanto la fibra di carbonio fosse diffusa.

I radiatori sono rettangolari perch? ancora non era cos? in voga il concetto di "far passare l'aria ai lati delle pance", oggi si tende a "rastremare" la parte inferiore della presa d'aria proprio per questo, onde far lavorare in maniera ottimale il profilo estrattore.

stesso discorso per l'anteriore. doveva servire essenzialmente per contenere il pilota, le chiglie dovevano ancora venire eheh ma soprattutto i regolamenti non erano cos? restrittivi in fatto di altezza dal suolo. Tutta la vettura doveva servire a sigillare il fondo della scocca sull'asfalto. Forse l'effetto suolo complessivo faceva in modo da poter domare quei motori

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me invece l'unica vera grande differenza che c'? tra gli anni 80 e adesso ? l'informatica...

 

Provate solo ad immaginare (oggi) l'elaborazione dei dati che "venivano fuori" :huh: da una galleria del vento (pi? che altro immagini di fili di cotone che seguivano il flusso oppure fumo colorato) con quelli di oggi risultanti da centinaia di sensori posti in tutte le parti della macchina che misurano la velocit? e la direzione del flusso elaborando gia in automatico i punti da ottimizzare (leggi: piazzare o modificare ennesima aletta :lol: )

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me oggi non ? proprio cos? semplice, imho ci vuole come sempre anche una buona dose di ingegno e intelligenza nell'interpretare i dati che vengono forniti.

 

una volta invece era tutto pi? "rozzo"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche i fratelli Wright utilizzarono una galleria del vento... negli anni 80 in f1 si usava eccome. Il problema era l'elaborazione dei risultati e lo studio matematico era limitato a portanza inversa e resistenza e derivate prossime. I modelli erano molto piccoli e le velocit? del vento piuttosto lontane dai valori reali e questo non permetteva di lavorare di fino.

 

Poi potr? sembrare un'assurdit?, ma anche le f1 di oggi non sono dei gran esempi di perfetta aer........ a causa di quelle 4 cose scoperte e nere che ruotano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

la differenza fondamentale credo sia nella scala delle gallerie del vento.

 

oggi si utilizzano galleria a scala 1:1 e chiundi piu' precise,all'epoca erano in scala molto piu' piccole all'inizio degli anni novanta si parlava di 1:4 ,quindi negli anni 80 erano anocra piu' piccole..

 

inoltre quelle di oggi sono in grado di calcolare un'infinita' di parametri in piu' e di simulare anche condizioni piu' realistiche..

 

un altro punto e' che oggi l'aereodinamica viene sviluppata in funzione di momplteplici fattori come le gomme le sospensioni etc.. e non solo del motore come negli anni' 80..

 

in base alle dimensioni del motore si faceva l'aereodinamica della vettura,oggi invece si tiene conto di molti piu' fattori tecnici.

 

l'aereodinamica era importante anche negli anni' 80,ma meno di oggi..

 

i termini piu' usati per riferirsi alla competitivita' di una vettura erano:motore telaio benzina gomme

 

il periodo in cui ha cominciato ad avere un ruolo determinante e' stato afine anni 80 e soprattutto nei primi anni 90' con la rivoluzione dei musi alti(migeot tyrrel 1990) e la riduzione della sezione frontale(nrwey williams 1991),quando si capi che l'aereodinamica aveva dei territori ancora del tutto inesplorati...

Share this post


Link to post
Share on other sites

fino al 1982 l'80% della downforce (leggi carico aerodinamico) era ottenuta dai tunnel di venturi sigillati a terra con le minigonne.

In seguito all'adozione del fondo piatto obbligatorio la maggior parte del carico veniva ottenuto convogliando l'aria sul diffusore posteriore tramite la forma a coca cola delle pance della vettura. Come detto non esistevano gallerie del vento a grandezza naturale e le velocit? delle facilities superavano di poco i 200km/h. Le gallerie del vento venivano utilizzate sin dai primi anni 70, ma fino a che i computer non hanno monopolizzato la progettazione queste evidentemente non venivano sfruttate al meglio.

L'obiettivo dei telaisti era quello di ottenere uno chassis pi? rigido possibile, utilizzando i materiali compositi, per non compromettere la guidabilit?

di una vettura spinta da quasi 1000cv di motore turbo

Oggi invece la forma coca-cola ? stata superata e il carico aerodinamico viene cercato con la forma della carrozzeria della vettura (alette, flap, deflettori) e del muso (chiglia, doppia chiglia, zero chiglia). Tutto ci? per riuscire a convogliare pi? aria possibile sull'alettone posteriore, e per ovviare alle limitazioni sulle dimensioni del diffusore, oggi ridotto a un tubo di sezione di pochi centimetri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non sono un tecnico, quindi non so bene le conseguenze, ma mi piacerebbe sapere come sarebbero le F1, oggi, senza alcuna regola imposta dal regolamento su niente: motori, areodinamica, gomme, ecc. Cio? una F1 oggi, sfruttando al massimo ogni tecnologia disponibile, come sarebbe? A quanto andrebbe?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io non sono un tecnico, quindi non so bene le conseguenze, ma mi piacerebbe sapere come sarebbero le F1, oggi, senza alcuna regola imposta dal regolamento su niente: motori, areodinamica, gomme, ecc. Cio? una F1 oggi, sfruttando al massimo ogni tecnologia disponibile, come sarebbe? A quanto andrebbe?

Wow stessa domanda che mi pongo sempre anch'io!

Share this post


Link to post
Share on other sites
non molto piu veloce secondo me,ormai corrono in kartodromi

Non molto pi? veloce???

Metti ad una vettura di formula 1 le gomme slick, annulla la regola dell'altezza obbligata dell'ala anteriore da terra, (che ha portato poi alle soluzioni dell'alettone anteriore a cucchiaio), togli tutte le regole su fondo piatto, sull'ala posteriore, sulle fiancate... e poi vedi!

 

Dopo il 97, c'? stata una rivoluzione aerodinamica continua (? stata limitata sempre pi? di anno in anno) cos? drastica che in un primo momento i tempi sono cresciuti in modo netto.

Poi ? vero, si sono rifatti tutti i record delle piste, ma solo perch? tutti i tecnici hanno migliorato in modo impressionante motori, sospensioni, meccanica tutta... e riuscivano anche a trovare, su quelle regole relative a quel determinato anno, la migliore aerodinamica possibile circa i settori che venivano limitati dal nuovo regolamento e ad ottimizzare ovviamente in modo sempre migliore l'aerodinamica dei settori nei quali avevano libert? di agire per come volevano.

 

Se dessero ai progettisti, con le conoscenze attuali, completamente carta bianca, vai certo che creerebbero delle astronavi incollate all'asfalto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
non molto piu veloce secondo me,ormai corrono in kartodromi

Non molto pi? veloce???

Metti ad una vettura di formula 1 le gomme slick, annulla la regola dell'altezza obbligata dell'ala anteriore da terra, (che ha portato poi alle soluzioni dell'allettone anteriore a cucchiaio), togli tutte le regole su fondo piatto, sull'ala posteriore, sulle fiancate... e poi vedi!

 

Dopo il 97, c'? stata una rivoluzione aerodinamica continua (? stata limitata sempre pi? di anno in anno) cos? drastica che in un primo momento i tempi sono cresciuti in modo netto.

Poi ? vero, si sono rifatti tutti i record delle piste, ma solo perch? tutti i tecnici hanno migliorato in modo impressionante motori, sospensioni, meccanica tutta... e riuscivano anche a trovare, su quelle regole relative a quel determinato anno, la migliore aerodinamica possibile circa i settori che venivano limitati dal nuovo regolamento e ad ottimizzare ovviamente in modo sempre migliore l'aerodinamica dei settori nei quali avevano libert? di agire per come volevano.

 

Se dessero ai progettisti, con le conoscenze attuali, completamente carta bianca, vai certo che creerebbero delle astronavi incollate all'asfalto...

 

quoto

Share this post


Link to post
Share on other sites

diciamo se oggi una monoposto di f.1 con regolamento assolutamente libero vale a dire..

 

MOTORI SOVRALIMENTATI

 

MINIGONNE

 

BENZINE LIBERE

 

NESSUNA RESTRIZIONE AEREODINAMICA

 

ALTEZZA DA TERRA LIBERA SENZA LO SCALINO ATTUALE SUL FONDO PIATTO

 

SOSPENSIONI ATTIVE

 

CVT

 

 

avremmo una bestia da 2000 e oltre cavalli,con carburanti stellari,carico aereodinamico superiore forse del 100%,che camminano a 6mm da terra,che non cambiano mai(CVT),che in curva vanno come in rettilineo....

 

dificile quantificare, ma considerando che ogni cambio di regolamento,si perde piu' o meno,un 10% del potenziale...

considera i cambi di regolamento che ci sono stati negli ultimi vent'anni..

consideriamo che i motori turbo negli anni 80',con una tecnologia che oggi sarebbe primitiva,raggiunsero i 1300 cv...

 

non sono un tecnico ,ma secondo me andrebbero molto piu' veloci,forse anche un 30% 40% per cento in piu'...

Share this post


Link to post
Share on other sites
diciamo se oggi una monoposto di f.1 con regolamento assolutamente libero vale a dire..

 

MOTORI SOVRALIMENTATI

 

MINIGONNE

 

BENZINE LIBERE

 

NESSUNA RESTRIZIONE AEREODINAMICA

 

ALTEZZA DA TERRA LIBERA SENZA LO SCALINO ATTUALE SUL FONDO PIATTO

che correrebbe sui tornantini di tilke :hihi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io non sono un tecnico, quindi non so bene le conseguenze, ma mi piacerebbe sapere come sarebbero le F1, oggi, senza alcuna regola imposta dal regolamento su niente: motori, areodinamica, gomme, ecc. Cio? una F1 oggi, sfruttando al massimo ogni tecnologia disponibile, come sarebbe? A quanto andrebbe?

nel 2003, una domanda del genere l'ha posta il mensile F1 racing a Frank Dernie della williams. Tenendo il motore V10 3000 BMW Dernie tirava fuori un disegnino al pc della macchina, 6 ruote, 4 motrici al posteriore, tunnel di venturi sulle pance laterali, minigonne oltre le ruote posteriori, senza ala posteriore e solo baffo all anteriore, sospensioni attive

secondo i simulatori avrebbe girato silverstone quasi 15 secondi piu veloce delle F1 del 2003

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto il post qui sopra. Secondo me sarebbero veloci in maniera allucinante: 3000 CV turbo, effetto suolo pauroso, con accelerazioni laterali e in frenata da far perdere i sensi...e non ci sarebbe nemmeno gusto guidarle

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quoto il post qui sopra. Secondo me sarebbero veloci in maniera allucinante: 3000 CV turbo, effetto suolo pauroso, con accelerazioni laterali e in frenata da far perdere i sensi...e non ci sarebbe nemmeno gusto guidarle

 

Secondo me ci sarebbe un gran gusto a guidarle ma - purtroppo per noi spettatori - sarebbero tremendamente pallose da veder guidare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quoto il post qui sopra. Secondo me sarebbero veloci in maniera allucinante: 3000 CV turbo, effetto suolo pauroso, con accelerazioni laterali e in frenata da far perdere i sensi...e non ci sarebbe nemmeno gusto guidarle

 

Secondo me ci sarebbe un gran gusto a guidarle ma - purtroppo per noi spettatori - sarebbero tremendamente pallose da veder guidare.

 

 

sarebbero belle da vedere,ma impossibili da guidare per via delle accelerazioni laterali e soprattutto pericolosissime

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quoto il post qui sopra. Secondo me sarebbero veloci in maniera allucinante: 3000 CV turbo, effetto suolo pauroso, con accelerazioni laterali e in frenata da far perdere i sensi...e non ci sarebbe nemmeno gusto guidarle

 

Secondo me ci sarebbe un gran gusto a guidarle ma - purtroppo per noi spettatori - sarebbero tremendamente pallose da veder guidare.

 

 

sarebbero belle da vedere,ma impossibili da guidare per via delle accelerazioni laterali e soprattutto pericolosissime

 

Vero... svilupperebbero ancora pi? G e sarebbero paragonabili ai jet militari a reazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me una vettura del genere non sarebbe guidabile. Da questo si pu? capire perch? la FIA ha dovuto tante volte essere restrittiva: anche se dal 1997 in poi ha sbagliato perch? ha colpito sempre e solo gli stessi settori, ovvero grip meccanico e motore.

Torniamo in topic.

Tutto quello che dite ? vero. Per? la F1 degli anni '80 era tutt'altro che rozza e primitiva. Se guardate le vetture antecedenti l'epoca del turbo, vedrete delle aerodinamiche pi? raffinate. Certo, il numero di dati elaborabili era minore: ma cmq si riuscivano a fare delle simulazioni molto raffinate.

Il problema ? che con il turbo l'aerodinamica ? tornata in secondo piano per la prima volta dal 1968, anno della rivoluzione degli alettoni. In quegli anni si vinceva con il motore! Era l? che si convogliavano le maggiori risorse. Infatti tra il 1983 e il 1988 le auto appaiono tutte abbastanza "standardizzate." Sar? la McLaren nel 1988 a investire per prima di nuovo nell'aerodinamica, ma questa ? un'altra storia...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×