Jump to content
Sign in to follow this  
RL83

Michele Alboreto

Recommended Posts

Non era un pilota scarso. Era molto veloce e sempre disponibile con la stampa ed i tifosi.

 

Nel 1984, con una macchina decisamente inferiore alla McLaren, non ebbe modo di combinare granch?, ma alcune ottime gare le fece comunque.

 

Nel 1985 fino al terz'ultimo GP ? rimasto in lotta per il titolo, ma la 156/85 era diventata talmente inaffidabile che chiuse la stagione con 4 ritiri consecutivi (Monza, Spa, Kylaiami, Adelaide). In quella stagione vinse un GP memorabile al Nurburgring, con un sorpasso da antologia a Rosberg e resistendo a Prost.

 

Purtroppo dopo quella gara la 156/85 non lo ha pi? assistito.

 

Per non parlare della F1/86 che, al pari della F92A ? stata la peggior Ferrari degli ultimi 25 anni.

 

Michele inizi? a calare dalla met? della stagione 87 in poi, ma l? entrarono in gioco altri fattori (Barnard, ecc.)

 

E' stato uno degli idoli della mia adolescenza (ma anche prima...) e ne conserver? sempre un ottimo ricordo anche se la perdita del Mondiale 1985 ? a tutt'oggi una delle mie principali delusioni vissute da sportivo!

 

Anche per me, da appassionato di F1 non sono stato pi? grande tifoso di altri piloti (eccetto il leone) come da quando fu mandato via dalla Ferrari, di certo sarebbe stato in lizza peer vibcere altre corse o un mondiale se non si fosse dovuto accontentare di maccjine dis econdo piano come la Tyrrel o la Footwoork

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

per la Ferrari ? meglio non prendere pi? piloti dalla Tyrrell: dopo ALboreto anche Alesi non ? riuscito a vincere il titolo, per fortuna loro non esiste pi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
per la Ferrari ? meglio non prendere pi? piloti dalla Tyrrell: dopo ALboreto anche Alesi non ? riuscito a vincere il titolo, per fortuna loro non esiste pi?

 

Alboreto c'era pure tornato in Tyrrel e venne sostituito proprio da Alesi, per motivi di economici (arriv? la Camel per il francese con una vagonata di dollari!)...

 

cmq il sopravvalutato Alesi ci avrebbe messo la firma per vincere quello che ha vinto Alboreto nella sua carriera...

Share this post


Link to post
Share on other sites
per la Ferrari ? meglio non prendere pi? piloti dalla Tyrrell: dopo ALboreto anche Alesi non ? riuscito a vincere il titolo, per fortuna loro non esiste pi?

 

Alboreto c'era pure tornato in Tyrrel e venne sostituito proprio da Alesi, per motivi di economici (arriv? la Camel per il francese con una vagonata di dollari!)...

 

cmq il sopravvalutato Alesi ci avrebbe messo la firma per vincere quello che ha vinto Alboreto nella sua carriera...

 

Alboreto nel complesso ? stato migliore nei cinque anni Fearraristi rispetto ai cinque di Alesi, e nel complesso hanno guidato machine pi? o meno della stessa competivit?, '85 '88 le migliori di alborato, '91 '95 quelle di Alesi, beh naturalmente se Tyrrel gli avesse ?passato Jackie Stewart sarebbe stata un'altra musica ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
per la Ferrari ? meglio non prendere pi? piloti dalla Tyrrell: dopo ALboreto anche Alesi non ? riuscito a vincere il titolo, per fortuna loro non esiste pi?

 

Alboreto c'era pure tornato in Tyrrel e venne sostituito proprio da Alesi, per motivi di economici (arriv? la Camel per il francese con una vagonata di dollari!)...

 

cmq il sopravvalutato Alesi ci avrebbe messo la firma per vincere quello che ha vinto Alboreto nella sua carriera...

 

Alboreto nel complesso ? stato migliore nei cinque anni Fearraristi rispetto ai cinque di Alesi, e nel complesso hanno guidato machine pi? o meno della stessa competivit?, '85 '88 le migliori di alborato, '91 '95 quelle di Alesi, beh naturalmente se Tyrrel gli avesse ?passato Jackie Stewart sarebbe stata un'altra musica ;)

 

 

magari! :piango:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

s? certo, era una battuta

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volevo sapere perche non ? stato considerato molto in patria come pilota e come uomo, e cosa ne pensate di lui come pilota e delle cose sopracitate....

 

Prima di tutto Michele ? stato consideratissimo da tutti i tifosi.

Andava forte, lottava con gente come Prost, Senna, Mansell, Piquet, Rosberg, Lauda, Arnoux, Elio, Patrese, Berger.. scusate se ? poco..

Immaginatevi cos'era Monza con un pilota milanese sulla Ferrari a giocarsi la vittoria!!

 

Poi c'? da dire questo:

1- in questo forum sembra spesso che se non vinci almeno 3 mondiali non sei forte a sufficienza per meritarti la stima del pubblico

2- la tenacia, la passione ed il sacrificio con cui Michele ha corso gli ultimi anni in F1 nelle retrovie sembrano robe da buttare, come sembrano dei perfetti idioti tutti quei piloti, sicuramente fortissimi, che per destino passano anni a correre con delle vetture mediocri per le ultime file, quando proprio questi andrebbero stimati per la tenacia con cui vanno avanti.

3- parallelamente a queste con siderazioni, va sommato il fatto che sia divetato sport ufficiale parlare male dei nostri piloti. (vedere Trulli e Fisico, senza soffermarsi su Pantano, Bruni e compagnia..) quando dovrebbero ricevere tutto l'affetto e l'appoggio e la carica dei connazionali.

4- Alboreto ha contunuato a vincere anche da vecchietto

Quoto tutto! Aggiungerei solo:

 

5) Anche grande collaudatore, grazie al quale l'Audi ? riuscita a costruire il prototipo pi? vincente di tutti i tempi (la R8).

 

Sull'uomo non comincio nemmeno a parlare altrimenti non la finisco pi?. Vorrei solo ricordare l'episodio della sua testimonianza al Processo Senna, quando riusc? a screditare completamente la ridicola (ma anche falsa e costruita) testimonianza di Coulthard che sosteneva che gli anomali movimenti del volante ripresi dal cameracar della macchina di Ayrton pochi istanti prima che uscisse di pista fossero un "normale gioco del piantone".

Alboreto = uno degli ultimi piloti gentleman, che pensano con la loro testa e dicono, educatamente, ci? che pensano.

(Coulthard = uno dei primi piloti della "nuova generazione", che dicono quello che gli dice l'addetto stampa e, se richiesto dallo stesso addetto, lo urlano pure fingendo di essere arrabiati ;) ).

 

 

 

Metterei pure il punto 6: quando si paragonano due o + piloti, quello considerato meno, diventa un incapace.

 

A me Alboreto non ha mai convinto del tutto.

Parlo solo come pilota, non come uomo xch? credo che su questo ultimo aspetto siamo tutti d'accordo.

Non so, ricordo i primi anni che sembrava un campione che stava sbocciando, con quella Tyrrel....... ma poi, anche nel passaggio in Ferrari non mi ha mai convinto.

Nonostante che il mondiale conteso a Prost ? stato perso non per il pilota ma per la macchina.

Non so bene definire bene questa mia sensazione ma gira e rigira non l'ho mai considerato un campione.

 

 

Da qui a dire che era un bidone ci passa un oceano di differenza. Anzi era sicuramente + vicino al Campione che non al Bidone!!!!

Questo senza volere offendere la memoria di chi ci ha fatto innamorare di questo sport.

Lo consideravo sicuramente dietro ad Elio e forse pure dietro a Patrese.

Certamente Ferrari non prese un bidone.

 

 

 

PS: Certo che un titolo di topic cos? ,alla fine, fa pensare, o no?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volevo sapere perche non ? stato considerato molto in patria come pilota e come uomo, e cosa ne pensate di lui come pilota e delle cose sopracitate....

 

Prima di tutto Michele ? stato consideratissimo da tutti i tifosi.

Andava forte, lottava con gente come Prost, Senna, Mansell, Piquet, Rosberg, Lauda, Arnoux, Elio, Patrese, Berger.. scusate se ? poco..

Immaginatevi cos'era Monza con un pilota milanese sulla Ferrari a giocarsi la vittoria!!

 

Poi c'? da dire questo:

1- in questo forum sembra spesso che se non vinci almeno 3 mondiali non sei forte a sufficienza per meritarti la stima del pubblico

2- la tenacia, la passione ed il sacrificio con cui Michele ha corso gli ultimi anni in F1 nelle retrovie sembrano robe da buttare, come sembrano dei perfetti idioti tutti quei piloti, sicuramente fortissimi, che per destino passano anni a correre con delle vetture mediocri per le ultime file, quando proprio questi andrebbero stimati per la tenacia con cui vanno avanti.

3- parallelamente a queste con siderazioni, va sommato il fatto che sia divetato sport ufficiale parlare male dei nostri piloti. (vedere Trulli e Fisico, senza soffermarsi su Pantano, Bruni e compagnia..) quando dovrebbero ricevere tutto l'affetto e l'appoggio e la carica dei connazionali.

4- Alboreto ha contunuato a vincere anche da vecchietto

Quoto tutto! Aggiungerei solo:

 

5) Anche grande collaudatore, grazie al quale l'Audi ? riuscita a costruire il prototipo pi? vincente di tutti i tempi (la R8).

 

Sull'uomo non comincio nemmeno a parlare altrimenti non la finisco pi?. Vorrei solo ricordare l'episodio della sua testimonianza al Processo Senna, quando riusc? a screditare completamente la ridicola (ma anche falsa e costruita) testimonianza di Coulthard che sosteneva che gli anomali movimenti del volante ripresi dal cameracar della macchina di Ayrton pochi istanti prima che uscisse di pista fossero un "normale gioco del piantone".

Alboreto = uno degli ultimi piloti gentleman, che pensano con la loro testa e dicono, educatamente, ci? che pensano.

(Coulthard = uno dei primi piloti della "nuova generazione", che dicono quello che gli dice l'addetto stampa e, se richiesto dallo stesso addetto, lo urlano pure fingendo di essere arrabiati ;) ).

 

 

 

Metterei pure il punto 6: quando si paragonano due o + piloti, quello considerato meno, diventa un incapace.

 

A me Alboreto non ha mai convinto del tutto.

Parlo solo come pilota, non come uomo xch? credo che su questo ultimo aspetto siamo tutti d'accordo.

Non so, ricordo i primi anni che sembrava un campione che stava sbocciando, con quella Tyrrel....... ma poi, anche nel passaggio in Ferrari non mi ha mai convinto.

Nonostante che il mondiale conteso a Prost ? stato perso non per il pilota ma per la macchina.

Non so bene definire bene questa mia sensazione ma gira e rigira non l'ho mai considerato un campione.

 

 

Da qui a dire che era un bidone ci passa un oceano di differenza. Anzi era sicuramente + vicino al Campione che non al Bidone!!!!

Questo senza volere offendere la memoria di chi ci ha fatto innamorare di questo sport.

Lo consideravo sicuramente dietro ad Elio e forse pure dietro a Patrese.

Certamente Ferrari non prese un bidone.

 

 

 

PS: Certo che un titolo di topic cos? ,alla fine, fa pensare, o no?

 

 

Sono opinioni secondo me era pi? forte sia del romano che del padovano, se al posto della Ferrari nel 1984 fosse andato alla Williams forse avrebbe vinto pi? di un campionato del mondo, nel 1984-1985 era allo stesso livello di Senna-Prost-Mansell-Piquet cosa che De Angelis e Patrese non hanno mai dimostrato...

 

Fu la Ferrari a rovinare Michele, non si capisce perch? un come Patrese che nella sua vita ha dimostrato meno come pilota ed era pi? anziano addirittura nel 1988 riusc? ad andare in Williams mentre Alboreto dopo la Ferrari and? alla Tyrrell, misteri...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra l'altro ebbe la possibiluit? di scelta tra queste due scuderie, avrebbe preso il posto di Prost e negli annali del campionbato del mondo forse un alloro l'avrebbe conquistato, tenuto conto che Lauda non era piu' quello di una volta; un pilota Italiano tra Ferrari e McLaren ? molto probabile che scelga questa seconda opportunit?, probabilmente l'avr? fatto comunque senza rimpianti, Alboreto ? rimasto nel cuore di noi appassionati Italiano anche per questo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Achille Varzi
Fu la Ferrari a rovinare Michele, non si capisce perch? un come Patrese che nella sua vita ha dimostrato meno come pilota ed era pi? anziano addirittura nel 1988 riusc? ad andare in Williams mentre Alboreto dopo la Ferrari and? alla Tyrrell, misteri...

 

Gran caxxata che puo' dire solo chi non ha visto alcun gran premio prima del 1987, anno in cui il Padovano, andando molto forte con una Brabham orrenda e fragilissima, si fece finalmente notare da Frank Williams.

 

A parte questo, Michele ebbe il suo periodo migliore nella prima parte della sua carriera e nel 1982-83 era veramente fortissimo. Io non ero certo suo tifoso ma diamo a Michele quel che e' di Michele. La Ferrari gli ha dato la possibilita' di lottare per il mondiale. Lui lo ha fatto e ha perso con onore. Tanto di cappello.

 

Comunque cavolo, siam sempre qui a parlare di Alboreto Patrese e DeAngelis, son passati vent'anni quasi, Trulli e Fisico hanno quasi chiuso anche loro, e uno come quei tre la' non si e' ancora visto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fu la Ferrari a rovinare Michele, non si capisce perch? un come Patrese che nella sua vita ha dimostrato meno come pilota ed era pi? anziano addirittura nel 1988 riusc? ad andare in Williams mentre Alboreto dopo la Ferrari and? alla Tyrrell, misteri...

 

Gran caxxata che puo' dire solo chi non ha visto alcun gran premio prima del 1987, anno in cui il Padovano, andando molto forte con una Brabham orrenda e fragilissima, si fece finalmente notare da Frank Williams.

 

A parte questo, Michele ebbe il suo periodo migliore nella prima parte della sua carriera e nel 1982-83 era veramente fortissimo. Io non ero certo suo tifoso ma diamo a Michele quel che e' di Michele. La Ferrari gli ha dato la possibilita' di lottare per il mondiale. Lui lo ha fatto e ha perso con onore. Tanto di cappello.

 

Comunque cavolo, siam sempre qui a parlare di Alboreto Patrese e DeAngelis, son passati vent'anni quasi, Trulli e Fisico hanno quasi chiuso anche loro, e uno come quei tre la' non si e' ancora visto.

 

Non vorrei che si ritornasse al punto 6.

A me non ha mai convinto del tutto ma non dico assolutamente che era un bidone!!

So che sono cose che non si dovrebbero fare ma mi da le stesse sensazioni di Heidfeld.

(non come tipologia di esordio e carriera ma come capacit?).

 

PS: considera il fatto che sono un 71 e quindi gli anni d'oro di MA corrispondono ai miei 11/14 anni, quindi il mio giudizio ? quello del ricordo sicuramente non molto veritiero di un adolescente

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi ricordo che durante la sua esperinza in Ferrari Alboreto condusse anche una trasmissione televisiva Rosso 27, in onda sulla RAI mi sembra al sabato pomeriggio.

 

Non so se fosse o meno un campionissimo, certo era un pilota e una persona ben voluta dal pubblico. Ricordo ancora lo sconcerto per la notizia della sua morte data durante una partita della nazionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'Alboreto del biennio 1984-85 era al livello di Prost, se non superiore (secondo me superiore). Poi deve essere successo qualcosa: secondo me il connubio tra declino della Ferrari nel 1986-88 e senso di appagatezza di un pilota celebratissimo. Insomma: se non perse la voglia di correre perse per? il mordente del campione. Peccato, secondo me ? stato l'unico pilota italiano che poteva aspirare ad entrare nel panteon dei campionissimi dopo Ascari. E invece siamo ancora fermi ad Ascari. :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

la differenza fondamentale tra alboreto e patrese e' che il milanese ha dimostrato di essere da mondiale quando ha avuto la macchina giusta.nel 1985 era al livello del 4 volte campione del mondo prost e perse il mondiale per l'inaffidabilita' della ferrari nelle ultime gare.diciamo anche che finche' la ferrari aveva retto era andato in testa al mondiale con una vettura un po' inferiore al francese.

 

i tifosi di patrese mi vorranno male,ma il padovano oltre i catorci ha guidato anche super vetture la brabham bmw e la williams renault e in quei frangenti non ha dimostrato di essere un pilota da mondiale.

 

 

pertanto anche se patrese ha il pregio di una lunga carriera a livelli costanti in f.1,ritengo alboreto piu' forte perche' ha avuto un apice in cui se la giocava alla pari con i grandi driver dell'epoca

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Achille Varzi
la differenza fondamentale tra alboreto e patrese e' che il milanese ha dimostrato di essere da mondiale quando ha avuto la macchina giusta.nel 1985 era al livello del 4 volte campione del mondo prost e perse il mondiale per l'inaffidabilita' della ferrari nelle ultime gare.diciamo anche che finche' la ferrari aveva retto era andato in testa al mondiale con una vettura un po' inferiore al francese.

 

i tifosi di patrese mi vorranno male,ma il padovano oltre i catorci ha guidato anche super vetture la brabham bmw e la williams renault e in quei frangenti non ha dimostrato di essere un pilota da mondiale.

 

 

pertanto anche se patrese ha il pregio di una lunga carriera a livelli costanti in f.1,ritengo alboreto piu' forte perche' ha avuto un apice in cui se la giocava alla pari con i grandi driver dell'epoca

Non so se ci sono altri tiffosi del Padovano oltre a me in questo forum: certamente io non ti voglio alcun male, so bene come la pensi sull'argomento e per carita' va bene cosi'. Per quello che ho visto in pista in tutti questi anni continuo a ritenere Patrese il piu' forte pilota italiano dai tempi di Ascari dal punto di vista del talento puro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

achille non volermene, ma la tua affermazione ? ridicola....

considero perfino un trulli superiore a partese, che ha avuto il c*lo di guidare quella williams renault e nonostante questo, non ha fatto vedere quasi nulla di buono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
achille non volermene, ma la tua affermazione ? ridicola....

considero perfino un trulli superiore a partese, che ha avuto il c*lo di guidare quella williams renault e nonostante questo, non ha fatto vedere quasi nulla di buono.

 

No questo no! Trulli ? solo un pallone gonfiato!

Share this post


Link to post
Share on other sites
achille non volermene, ma la tua affermazione ? ridicola....

considero perfino un trulli superiore a partese, che ha avuto il c*lo di guidare quella williams renault e nonostante questo, non ha fatto vedere quasi nulla di buono.

 

No questo no! Trulli ? solo un pallone gonfiato!

Non sono per niente d'accordo...magari Trulli non sar? un mago sul ritmo di gara...ma in qualifica non ? inferiore ai vari Alonso, Hamilton e Raikkonen.

Share this post


Link to post
Share on other sites
achille non volermene, ma la tua affermazione ? ridicola....

considero perfino un trulli superiore a partese, che ha avuto il c*lo di guidare quella williams renault e nonostante questo, non ha fatto vedere quasi nulla di buono.

 

No questo no! Trulli ? solo un pallone gonfiato!

Non sono per niente d'accordo...magari Trulli non sar? un mago sul ritmo di gara...ma in qualifica non ? inferiore ai vari Alonso, Hamilton e Raikkonen.

 

 

Quoto!

 

e dico che per me sottovalutate troppo Trulli! ah come vorrei che nel 2004 Briatore non lo avesse trattato come un cane...

Share this post


Link to post
Share on other sites
achille non volermene, ma la tua affermazione ? ridicola....

considero perfino un trulli superiore a partese, che ha avuto il c*lo di guidare quella williams renault e nonostante questo, non ha fatto vedere quasi nulla di buono.

 

No questo no! Trulli ? solo un pallone gonfiato!

Non sono per niente d'accordo...magari Trulli non sar? un mago sul ritmo di gara...ma in qualifica non ? inferiore ai vari Alonso, Hamilton e Raikkonen.

 

 

Quoto!

 

e dico che per me sottovalutate troppo Trulli! ah come vorrei che nel 2004 Briatore non lo avesse trattato come un cane...

Per? non bisogna nemmeno sopravvalutarlo...io credo che Trulli porebbe valere un Massa su una macchina competitiva...n? di pi? n? di meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×