Jump to content
The King of Spa

Intervista a Mika Hakkinen

Recommended Posts

Me lo ricordo anche io, vagamente, nel 1990. In tv nei tg sportivi lo facevano vedere sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gp in cui si vide la classe di Senna, Hakkinen stava prtendendop sempre piu' rischi all'esterno dell'ultima curva con il risultato di andare a sbattere alla fine; a quei tempi il fatto di non avere ancora il passo dei primissimi era anche la carenza di allenamento in gara.

 

Probabilmente ? vero, come prestazione velocistica intendevo quella fatta in prova.

 

 

 

bello il tuo racconto...

come talento valeva quasi quanto schumacher, purtroppo era un po' incostante e il coma non l'ha di certo aiutato ma io me lo ricordo bene come nel 2000 valesse il tedesco e quei 2 erano 2 spanne sopra tutti gli altri..

 

 

A me (e molto probabilmente non sono l'unico) resta il rimpianto di non averli visti nella stessa scuderia contemporaneamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sicuramente il pilota più forte in senso assoluto,subito dopo schumacher tra tutti quelli che hanno debuttato in formula 1 tra la fine degli anni 80 e 90.veloce pulito e costante,ma soprattutto di una grande forza mentale nel tornare competitivissimo dopo l'incidente e di grande razionalita nell'abbandonare subito dopo aver raggiunto l'apice,anche se mi sarebbe piaciuto vederlo correre qualche altro anno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mika Hakkinen (Australia 1995)

Mika Pauli Häkkinen (FIN) (Marlboro McLaren Mercedes), McLaren MP4/10B - Mercedes FO 110 3.0 V10 (DNS)

 

1995 Australian Grand Prix, Adelaide Street Circuit

 

© Stupix | Source: Flickr

mika_hakkinen__australia_1995__by_f1_his

Via F1history

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mika Hakkinen è stato davvero un grande campione in F1, certo non sembrava un predestinato, fino al 1997 lo consideravo un buon pilota ,uno con talento da vendere ed un po' sfortunato, come Alesi ma non più veloce o vincente.

Mika ha dovuto aspettare, aspettare la sua occasione con la super McLaren del 1998,occasione che ad esempio David Coulthard fallì...con la macchina vincente dimostrò con la sorpresa degli addetti ai lavori, non solo di poter vincere un titolo mondiale ,ma anche di poter ribattere colpo su colpo le prestazioni di Michael Schumacher, Hakkinen lo vedevo addirittura superiore al Tedesco in qualifica.

Certo, nel 1999 vinse un titolo abbastanza "facile" e non disputando una bellissima stagione... probabilmente la Ferrari, con Schumacher , avrebbe vinto il mondiale che moralmente sicuramente avrei dato a Frentzen,,

Nel 2000 Mika ha lottato con Schumacher onorevolmente ,nobilitando il suo secondo titolo mondiale,per poi ritirarsi razionalmente nel 2001 ,quando gli stimoli non c'erano più e la Formula 1 stava inesorabilmente cominciando a cambiare (traction control etc..) .

Personaggio pulito,pacato ma non privo di humor. è riuscito a "resistere" al trauma di Adelaide 1995 come pochi, pilota veloce,calcolatore, ma all'occorrenza anche aggressivo e bravo nei sorpassi, bravo anche nella ricerca degli assetti e dignitoso sul bagnato ( per me ,però solo in questi due ultimi aspetti era superiore a Jacques Villeneuve) ha avuto anche la fortuna di avere una McLaren competitiva per tre anni,cosa che negli anni caratterizzati dal dominio Schumacher era capitata solo ad Hill (che però aveva dei limiti rispetto a Mika ), comunque Hakkinen mi manca, manca alla F1 il vero ed unico Flying Finn...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un pilota eccezionale, senza quell'incidente probabilmente oggi staremmo parlando di un tricampione credo, il trauma che ha subito è stato pesante e si è spremuto al massimo in pochi anni poi infatti ha pagato un calo netto.

Stiamo parlando di uno che al debutto in gara, in una macchina da prime posizioni a Estoril 1993, teneva testa a Senna e lo ha anche battuto in qualifica subito...mica roba da tutti. Si è sgobbato anni di lavoro con la mclaren poco competitiva o comunque non vincente, meritatissimi i due titoli mondiali poi come giusto coronamento di tutto.

In più persona eccezionale, un gentleman di altri tempi dentro e fuori dalla pista.

Molto interessante questa intervista sulla sua carriera...

 

http://www.youtube.com/watch?v=QNCXOznFI_8

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me è stato incredibile apprendere che ha divorziato dalla moglie Erja.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un pilota eccezionale, senza quell'incidente probabilmente oggi staremmo parlando di un tricampione credo, il trauma che ha subito è stato pesante e si è spremuto al massimo in pochi anni poi infatti ha pagato un calo netto.

 

Quoto, l'Hakkinen prima del coma era ancora più forte e aveva da invidiare a pochi..

Dopo Schumacher forse il più forte degli ultimi 20 anni che abbia visto correre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un gran pilota, oltre ad essere una gran persona, ricordo che nonostante i duelli con Schumi c'era sempre grande rispetto tra i due, anche se sicuramente Mika è sempre stato più corretto del Kaiser, nel corso della sua carriera. Come dimenticare il GP di Catalunya del 2001, con Mika che si ritirò all'ultimo giro e Schumacher che nel team radio esprimeva nonostante tutto il suo dispiacere per l'avversario, riconoscendone l'effettiva sfortuna..o quando dopo il mitico sorpasso a Spa 2000, nel post gara, inquadrarono Mika che spiegava al ferrarista la manovra su lui e Zonta all'interno che gli era valsa la prima posizione..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi ricordo anche la faccia di Schumi, ci era rimasto di sasso che scappellotto che ha preso quella volta anche se stava portando avanti una resistenza pazzesca da diversi giri...

Share this post


Link to post
Share on other sites

il giro prima gli aveva fatto una chiusura di quelle, se lo fai adesso guai :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E se non ricordo male, proprio dopo quella chiusura che mandò Hakkinen a toccare l'erba, il finlandese alzò il braccio come a dire: "dafuq are u doing"? :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordo ancora la gara al Nurburgring nel '98. La Ferrari ottenne l'intera prima fila in qualifica. Era il penultimo appuntamento del mondiale e Schumacher aveva completato la rimonta in classifica a Monza, i due piloti erano appaiati in classifica a 80 punti. Il titolo sembrava nelle mani di Schumi, che dopo la partenza aveva preso un bel margine mentre Irvine conteneva Hakkinen, 3°. Poi il sorpasso su Eddie e una serie impressionante di giri veloci che lo portarono, dopo il primo pit, davanti a Schumacher. Probabilmente una delle gare migliori in carriera se non la migliore, vista la situazione difficilissima in cui si trovava.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sono d'accordo che non sembrava predestinato.hakkinen vinse il formula ford 16oo al primo tentativo.poi campione f.3.a imola nel 90' fece una gara a imola nella f.3 italiana e strapazzo' tutti vincendo a mani basse.

a macao lotto' per la vittoria con schumacher,fino al famoso incidente.

 

la carriera fino all'approdo in f.1 e' una delle piu' brillanti dai tempi di senna,sicuramente al livello di schumacher.

 

purtroppo fu costretto a patire la crisi mclaren del dopo honda.nel 93' costretto ai box per cedere la macchina ad andretti.poi la lunga crisi mclaren 94' 95' .

Share this post


Link to post
Share on other sites

il giro prima gli aveva fatto una chiusura di quelle, se lo fai adesso guai :asd:

Adesso ci stanno provando ad imitarlo i vari Maldonado, Grosjean, Kobayashi (fortunatamente scartato dalle piste di F1), Perez e fenomeni del genere :asd:

 

Ricordo ancora la gara al Nurburgring nel '98. La Ferrari ottenne l'intera prima fila in qualifica. Era il penultimo appuntamento del mondiale e Schumacher aveva completato la rimonta in classifica a Monza, i due piloti erano appaiati in classifica a 80 punti. Il titolo sembrava nelle mani di Schumi, che dopo la partenza aveva preso un bel margine mentre Irvine conteneva Hakkinen, 3°. Poi il sorpasso su Eddie e una serie impressionante di giri veloci che lo portarono, dopo il primo pit, davanti a Schumacher. Probabilmente una delle gare migliori in carriera se non la migliore, vista la situazione difficilissima in cui si trovava.

 

 

Fantastico. Ricordo che all'epoca la Mclaren stava fuori qualche giro in più rispetto alla Ferrari e allora si guadagnava un casino in quel modo :up: altro che oggi :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×