Jump to content
Sign in to follow this  
Manu

Williams-Honda FW11-FW11B: in cosa differiscono?

Recommended Posts

Mi son sempre chiesto un piccolo particolare: la Williams FW11B del 1987 ? praticamente un'evoluzione di quella dell'anno precedente, ma in cosa differiscono l'una dall'altra?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

Niente , cambi? solo il fatto di avere la valvola Pop Off per limitare a 4 bar la pressione tel turbo .

 

Se ripenso a quella macchina mi chiedo come ha fatto la Williams a sprecare tutte quelle occasioni .

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono d'accordo, ma avr? pur avuto qualcos'altro di differente, perch? se la Williams nel 1986 era pi? o meno pari alla McLaren e nel 1987 era nettamente superiore a quest'ultima, come mai la McLaren con una vettura nuova, anche se molto derivata da quella vecchia ? andata peggio? Se la vettura nuova ? peggiore, male che vada faccio correre quella dell'anno precedente.

 

Mi piacerebbe invece sapere qualcosa di pi? sul progetto della Williams per la stagione 1987 che non ha corso per volere della Honda, il progetto di cui ha parlato monza1993 nel topic della McLaren MP4/2.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Non era una questione di vettura , ma di motore .

 

La Honda aveva risorse faraoniche da investire nello sviluppo dei motori Turbo , la Porsche invece si ritirava pian piano dato che doveva occuparsi anche dei mondiali sport prototipi . cmq anche la Mp4/3 non era troppo diversa dalla precedente .

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi piacerebbe invece sapere qualcosa di pi? sul progetto della Williams per la stagione 1987 che non ha corso per volere della Honda, il progetto di cui ha parlato monza1993 nel topic della McLaren MP4/2.

 

anzicch? scrivere qualcosa in maniera maccheronica SUBITO, (andando a braccio...) vedo di trovare il 'pezzo' dove lo stesso Head spiega la cosa. Appena ho un minuto in pi?...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Il motore Honda aveva un albero a gomiti pi? alto perch? sotto c'era il filtro dell'olio. Head si chiese, perch? non metterlo accanto al motore e non sotto? Si recupererebbe molto spazio in verticale, abbassando parecchio il baricentro. Verso la fine del '86 and? in Giappone insieme a Ducarouge (che era alla Lotus e avrebbe avuto gli Honda) e gli fecero vedere un prrtotipo con il pozzetto saldato lateralmente, e il filtro posizionato di lato collegato alla dinamo, come aveva suggerito lui. Pens? che quello era la versione '87 e torn? in inghilterra a progettare la Fw12.

 

Ducarouge in seguito disse che per lui il motore andava bene come era e che lo avrebbero usato cos? come era. Alla Honda spiegarono ad Head che non potevano costruire due motori diversi e visto che il 'vecchio' era dato per buono non c'era motivo per cambiare. Head disse che era scocciatissimo, per la seconda volta in 5 anni Ducarouge gli aveva messo i bastoni tra le ruote in un progetto avviato ormai verso la fine (nell'82 la FW08 a sei ruote fu bandita su 'soffiata' dello stesso Duca...) ma ormai era tardi, sebbene il progetto della FW12 era a detta di Head molto avanzato, nettamente pi? bassa nel cofano motore, con un notevole miglioramento di flusso verso l'alettone posteriore, non restava che riprendere la Fw 11 e limarla di tanto in tanto nel corso della stagione. Sappiamo infatti che la differenza maggiore tra la Fw11 e la Fw11B era composta dallo sviluppo di tutta la sospensione attiva portata in gara pe? soltanto a settembre.( altro che identiche!!!)

 

La beffa finale ? che il progetto del motore Honda pi? basso, frutto di un'intuizione di Head, venne realizzato l'anno successivo. La Lotus del 1988 ma sopratutto la Mp 4/4 (e questa era la beffa maggiore) utilizzarono al meglio l'idea della Williams sbancando il campionato. Nell'articolo di Haed del 1998, quindi dieci anni dopo, emerge ancora intatta tutta la rabbia per tutta quella 'sporca' faccenda dell'Honda.

 

A voi la palla

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il motore Honda era davvero cosi importante? Perch?, a ben vedere, i risultati Williams del 1988 furono davvero scadenti, se non sbaglio Mansell, uno che se azzeccava la giornata ed aveva la macchina a posto andava a stravincere, arriv? solo due volte secondo. Il Judd non sar? stato un motore cosi buono, ma davvero la perdita del motore giapponese condizion? cosi tanto il team di Grove? C'? una perdita di prestazione disarmante rispetto alle stagioni appena precedenti. Per? non c'era pi? Piquet, questo ? vero.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma il motore Honda era davvero cosi importante? Perch?, a ben vedere, i risultati Williams del 1988 furono davvero scadenti, se non sbaglio Mansell, uno che se azzeccava la giornata ed aveva la macchina a posto andava a stravincere, arriv? solo due volte secondo. Il Judd non sar? stato un motore cosi buono, ma davvero la perdita del motore giapponese condizion? cosi tanto il team di Grove? C'? una perdita di prestazione disarmante rispetto alle stagioni appena precedenti. Per? non c'era pi? Piquet, questo ? vero.

 

per cercare di capire, con il solo ausilio delle classifiche, consiglierei di prestare attenzione ai tempi di Nakajima. Lungo tutto l'arco del campionato, i tempi in qualifica su tutti i circuiti. (in tal senso chicane.com ? veloce ed esaustivo) Su circuiti dove conta il motore il giapponese ? spesso tra i primi 10, mentre negli altri ? piuttosto carente, sino alla non qualificazione di Detroit. Mentre il compagno Piquet ? decisamente pi? omogeneo. Dunque, molto, nei tempi di Nakajima, dipendeva dal motore e dunque puoi paragonare le sue differenze con quelle dei Judd, capendo quanto in pi? andavano i turbo sui circuiti dove il motore prevaleva sulla guida.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma il motore Honda era davvero cosi importante? Perch?, a ben vedere, i risultati Williams del 1988 furono davvero scadenti, se non sbaglio Mansell, uno che se azzeccava la giornata ed aveva la macchina a posto andava a stravincere, arriv? solo due volte secondo. Il Judd non sar? stato un motore cosi buono, ma davvero la perdita del motore giapponese condizion? cosi tanto il team di Grove? C'? una perdita di prestazione disarmante rispetto alle stagioni appena precedenti. Per? non c'era pi? Piquet, questo ? vero.

 

per cercare di capire, con il solo ausilio delle classifiche, consiglierei di prestare attenzione ai tempi di Nakajima. Lungo tutto l'arco del campionato, i tempi in qualifica su tutti i circuiti. (in tal senso chicane.com ? veloce ed esaustivo) Su circuiti dove conta il motore il giapponese ? spesso tra i primi 10, mentre negli altri ? piuttosto carente, sino alla non qualificazione di Detroit. Mentre il compagno Piquet ? decisamente pi? omogeneo. Dunque, molto, nei tempi di Nakajima, dipendeva dal motore e dunque puoi paragonare le sue differenze con quelle dei Judd, capendo quanto in pi? andavano i turbo sui circuiti dove il motore prevaleva sulla guida.

Che stupido, mi ero scordato che la Williams pass? da un turbo ad un aspirato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non era una questione di vettura , ma di motore .

 

La Honda aveva risorse faraoniche da investire nello sviluppo dei motori Turbo , la Porsche invece si ritirava pian piano dato che doveva occuparsi anche dei mondiali sport prototipi . cmq anche la Mp4/3 non era troppo diversa dalla precedente .

Giusto, per? un piccolo appunto. I motori della McLaren erano fabbricati dalla Porsche (che tra l'altro faceva i turbo gi? da dieci anni) ma finanziati dallo stesso Ojjeh, infatti portavano il marchio TAG.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma il motore Honda era davvero cosi importante? Perch?, a ben vedere, i risultati Williams del 1988 furono davvero scadenti, se non sbaglio Mansell, uno che se azzeccava la giornata ed aveva la macchina a posto andava a stravincere, arriv? solo due volte secondo. Il Judd non sar? stato un motore cosi buono, ma davvero la perdita del motore giapponese condizion? cosi tanto il team di Grove? C'? una perdita di prestazione disarmante rispetto alle stagioni appena precedenti. Per? non c'era pi? Piquet, questo ? vero.

 

per cercare di capire, con il solo ausilio delle classifiche, consiglierei di prestare attenzione ai tempi di Nakajima. Lungo tutto l'arco del campionato, i tempi in qualifica su tutti i circuiti. (in tal senso chicane.com ? veloce ed esaustivo) Su circuiti dove conta il motore il giapponese ? spesso tra i primi 10, mentre negli altri ? piuttosto carente, sino alla non qualificazione di Detroit. Mentre il compagno Piquet ? decisamente pi? omogeneo. Dunque, molto, nei tempi di Nakajima, dipendeva dal motore e dunque puoi paragonare le sue differenze con quelle dei Judd, capendo quanto in pi? andavano i turbo sui circuiti dove il motore prevaleva sulla guida.

Che stupido, mi ero scordato che la Williams pass? da un turbo ad un aspirato.

e pure di seconda mano...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma il motore Honda era davvero cosi importante? Perch?, a ben vedere, i risultati Williams del 1988 furono davvero scadenti, se non sbaglio Mansell, uno che se azzeccava la giornata ed aveva la macchina a posto andava a stravincere, arriv? solo due volte secondo. Il Judd non sar? stato un motore cosi buono, ma davvero la perdita del motore giapponese condizion? cosi tanto il team di Grove? C'? una perdita di prestazione disarmante rispetto alle stagioni appena precedenti. Per? non c'era pi? Piquet, questo ? vero.

 

la mclaren veniva da un anno difficile l'87 quando la porsche si era ritirata,prese i motori honda e vinse 4 campionati.

 

la williams era la macchina migliore nell'87,l'anno dopo non arrivava mai al traguardo e non era piu' in grado di vincere.

 

nell'epoca del turbo avere il motore migliore voleva dire avere il mondiale in tasca

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×