Jump to content
Sign in to follow this  
Osrevinu

Le minigonne mobili

Recommended Posts

ragazzi vorrei sapere dove posso trovare informazioni sulle minigonne mobili, (quando vennero introdotte, xk? furono tolte, ki le us? per primo, ecc...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pensavo che fosse stata la Lotus 78 del 1977. Secondo me erano gi? illegali dal primo giorno in quando appendici aerodinamiche mobili. La FISA le proib? ma le scuderie andarono su tutte le furie perch? avevano gi? sviluppato le nuove vetture quindi furono lasciate fino a tutto il 1980, anno in cui mor? Depailller a causa di queste minigonne scorrevoli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infattti si presume che Patrick Depailler con l' ALFA Romeo abbia preso troppo forte il cordolo della prima chicane di Hockenheim. Poi arrivato alla Ostkurve (quando l? non c'era la chicane, come quando correva la Superbike), le bandelle rimasero incastrate nella posizione superiore e Depailler si trov? di colpo senza carico nel curvone e and? a sbattere violentemente. Mor? nel corso di queste prove private e a fine stagioni furono bandite le minigonne scorrrevoli. Le minigonne comunque rimasero fino a tutto il 1982.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che io sappia non si sono mai staccate poich? erano ben fissate, nonostante si movessero. Erano forse colllegate con le sospensioni?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con la Lotus 78 ? arrivata la rivoluzione del tubo Venturi. I primi studi erano stati fatti alla BRM alla fine degli anni 60 ma la deportanza che si otteneva risultava troppo bassa. Dei profili alari laterali comparvero anche sulla MARCH 701, come vedete nelle foto sotto.

 

Con gli sviluppi dei profili alari e la possibilit? di abbassare le macchne oltre un limite critico, le cose cambiarono radicalmente. Nella galleria del vento, Chapman, Ralph Bellamy, Tony Rudd e Peter Write videro confermate la loro convinzioni ed iniziatrono gi? nel 1976 i primi collaudi.

Davvero molto bella questa foto. Spettacolari quei grossi profili alari come fiancate e come alettoni, aerodinamica allo stato larvale, pronta allo sviluppo successivo. thumbs_up.gif

 

Qualcuno sa quanto carico aerodinamico in pi? riuscivano a produrre?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AlKa105

Gigi scusa ma a casa hai la " Enciclopedia di Ogni Elemento della Formula 1 dal 1951 a oggi " oppure "semplicemente" al posto della memoria hai catalogato le annate di Autosprint?

 

Sei un fondo senza pozzo! biggrin.gifbiggrin.gifbiggrin.gifbiggrin.gifbiggrin.gif

 

Complimenti! wink.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo i primissimi Autosprint che ho comprato ('94-'95-'96, e forse anche qualcuno precedente) sono finiti tutti tagliuzzati dalla forbice mossa dall mia mano (ah sciagurato me!!!!!!!! sad.gifmad.gif ), assieme a vari Auto Oggi e Quattroruote e Gente Motori comprati da mio padre, perch? volevo fare un quaderno con tutte le foto delle auto, un progetto che non ha mai visto la luce ( angry_smile.gif ).

Dal '97 al 2001 mi sono rimasti solo gli Autosprint delle gare di F1, gli altri mi servivano solo per la descrizione dei circuiti che usavo per il setup di GP2.

Dal 2001 ho smesso di comprare Autosprint, fatta eccezzione per quei numeri con il libretto di presentazione del mondiale di F1.

Da quest'anno il mio "rapporto" con Autosprint ? ricominciato di nuovo e lo compro ogni settimana (a proposito, domani devo passare per l'edicola, speriamo che arrivi), guai a perdere un numero.

 

Autosprint ? davvero una bella risorsa wub.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AlKa105
S? s?, un fondo molto fondo e senza pozzo lol1.gif poco fa sono anche inciampato nell' annata 1977 di Autosprint, per darti l'idea di come ? ridotto il mio studio in questi giorni. Cmq domani devo far posto a libri pi? seri dry.gif

Ci sono moltissme pubblicazioni splendide ma costano un occhio.

Se siete in "vena di svenamenti" date un'occhiata qui:

http://www.libreriadellautomobile.it

 

Si pu? aggirare l'ostacolo pianificando bene il futuro. Prima di tutto legando la mamma ogni qual volta, in furiosa vena di riordino, si avvicini ai tuoi Autosprint o altre riviste affini. Dopo i 18 anni le cose diventano pi? semplici, almeno davanti alla legge e quando arrivi agli "anta" ti ritrovi con un discreto archivio rolleyes.gif

 

Scherzi a parte, consiglio ai pi? giovani, nei limiti del possibile, di non gettare niente, anche fogliacci sciupati. Oggi poi avete anche la fortuna di poter salvare le immagini

Grazie del consiglio ma la conosco gi?, proprio qualche giorno fa mi sono regalato "Dall'aerodinamica alla potenza in Formula 1" di Enrico Bezing, spero di leggerlo appena finiti gli esami...

 

Comunque anche io, come credo un po' tutti, ho iniziato con Autosprint, lo compro assiduamente da oramai 4 anni, ? molto completo e nell'ultimo periodo presentava sempre articoli degni di nota!

 

Per libri pi? seri cosa intendi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei sapere una cosa: la causa dell'eliminazione dell'alettone anteriore nel 1982 ? la conseguenza dell'effetto suolo diventato esasperato a tal punto di eliminare l'ala, favorendo il flusso diretto sotto la vettura?

Poi: la reintroduzione dell'effetto suolo (stile anni 70\80) potrebbe favorire lo spettacolo?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

purtroppo i post di gigi75 sono tragicamente troncati.

allora faccio un p? di chiarezza.

Le minigonne, intese come appendici aerodinammiche inferiori alla carrozzeria per quanto mirisulta apparvero la prima volta sulla Chaparral 2j nel 1970 ed erano delle lastr di plexiglass attaccate alle pance laterali che si muovevano in verticale assecondando la superficie dell'asfalto. Erano molto fragili per?. La 2J fu messa fuorilegge dopo poche gare nela Can Am.

In formula 1, per quanto mi risulta furono introdotte al GP del Sudafrica sulla Penske, e sulla McLaren. Erano nient'altro che delle bandelle di plexiglass avvitate sotto le pance laterali. Alla Lotus capirono che si poteva applicare il concetto dell'effetto suolo alla carrozzeria e non solo alle appendici e fecero una macchina che aveva il fondo modellato ad ala rovesciata pre creare carico aerodinamico dal fondo vettura. Capirono che le minigonne potevano sigillare il fondo vettura da interferenze laterali ma il problema fu quello di trovare materiali efficienti per la minigonne. Iniziarono con delle spazzole, poi passarono all'alluminio. Infine Ligier applico dei pezzi di fibra ceramica alle estremit?, in modo tale che le minigonne si consumassero uniformemente, poi la Williams introdusse le minigonne tutte in fibra di carbonio che si muovevano con delle molle all'interno dei cassoni laterali, in verticale come gi? spiegato.

Le appendici mobili furono vietate nel 1980 o nel 1981 (non ricoordo), perch? quando si prendeva un cordolo era matematico che queste si staccavano e siccome si correva con sospensioni durissime la macchina perdeva completamente di maneggevolezza senza le minigonne. Inoltre sui dossi si correva il rischio che la macchina decollasse come successe a winkeloch in Formula 2 (e in seguito a Villeneuve e Pironi con conseguenze tragiche).

L'altro segreto per l'ottenimento dell'effetto suolo, oltre al sigillo laterale e all'ottenimento del tunnel venturi di maggiori dimensioni possibili, era avere un telaio pi? stretto possibile. Bisognava spostare in avanti il baricentro per ottenere una strozzatura che permettesse di aumentare la velocit? dell'aria al di sotto della vettura e quindi creare l'effetto suolo. L'aumento del peso sull'anteriore permetteva di non utilizzare un ala anteriore. Soluzioni simili furono attuate gi? dal 79 e in particolare sulla brabham

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×