Jump to content
Sign in to follow this  
sundance76

Alain PROST

Recommended Posts

in quanto a lingua non scherzava di certo,se oggi un pilota facesse un inrvista cosi creerebbe un vespaio di polemiche.

 

credo che sia un intervista rilasciata troppo recentemente ai fatti di suzuka e di estoril 90'.

 

alcune cose credo che non siano vere.ad esempio il fatto che la ferrari gli avesse proposto un contratto da seconda guida.

 

A me sembra quantomeno strano che sia andato lui personalmente a chiedere i motori Honda per la Mclaren

 

 

Moooooooooolto interessanti le parole di Prost. Con Mansell dire che ci va gi? pesante ? dire poco. Tenderei a dargli credito invero.

 

 

Concordo anche se i fatti dell'Estoril possono aver influito.

 

 

Questa ? fantastica:

 

"Senna parla direttamente con Dio, io solo col Papa, ma penso possa bastare ugualmente".

 

:superlol:

 

Andrebbe messa di diritto nel topic della grosse sparate dei piloti

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me sembra quantomeno strano che sia andato lui personalmente a chiedere i motori Honda per la Mclaren

 

Lo dice anche nel suo libro del 1988-89:

 

img142w.jpg

 

 

 

Andrebbe messa di diritto nel topic della grosse sparate dei piloti

 

Mi pare che l'abbiano gi? inserita...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo dice anche nel suo libro del 1988-89:

 

img142w.jpg

 

 

 

 

Ah, cavoli, voleva dire che nella scuderia Inglese godeva di una grandissima considerazione se delegavano lui per queste missioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella foto franci :up:

Gi? sapevo dei suoi per nulla produttivi trascorsi da calciatore che alla fine a 15 anni l'hanno chiamato alla sua vera "vocazione" ovvero i motori infatti se non vado errando a 15 anni sal? sui kart poi successivamente pass? in monoposto fino al suo debutto in F1 con la Mclaren-Ford nel 1980.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, in realt? era molto bravo a calcio.

Ho detto che non era molto bravo perche nei documentari che ho visto e sui libri che ho letto riguardo al francese la parte dedicata agli inizi ? spesso tralasciata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sono talmente tante cose da dire su questo pilota, e molti di voi ne hanno parlato con grande conoscenza e seriet?. Dal canto mio posso dire che trovo Alain Prost il pilota simbolo di quegli anni. Campione, intelligente, veloce (non lo si sottolinea abbastanza), con grande capacit? di gestire la macchina.

Uno dei motivi per cui Alain ha fatto pi? di Mansell in Ferrari, ? stata la sua abilit? nel fare arrivare la macchina al traguardo, oltre a saper imporsi nel team.

Mai banale nelle interviste, e nei suoi comunicati.

Chiudo dicendo che secondo me ? stato ingiustamente condannato da molti per i fatti di Suzuka 89.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sono talmente tante cose da dire su questo pilota, e molti di voi ne hanno parlato con grande conoscenza e seriet?. Dal canto mio posso dire che trovo Alain Prost il pilota simbolo di quegli anni. Campione, intelligente, veloce (non lo si sottolinea abbastanza), con grande capacit? di gestire la macchina.

Uno dei motivi per cui Alain ha fatto pi? di Mansell in Ferrari, ? stata la sua abilit? nel fare arrivare la macchina al traguardo, oltre a saper imporsi nel team.

Mai banale nelle interviste, e nei suoi comunicati.

Chiudo dicendo che secondo me ? stato ingiustamente condannato da molti per i fatti di Suzuka 89.

 

Ovviamente concordo. Prost per stile e intelligenza ? il klitschko della F1. Se poi Jackie Stewart lo mette nella top 5 all time, mi fido.

 

A proposito di sport, se da adolescente si dedicava al calcio negli ultimi anni si ? dato al ciclismo, anche disputando gare molto dure, tipo il giro delle alpi o cose simile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque io rimango del parere che Prost a parole o per meglio dire a discorsi e ragionamenti vari ? senz altro il migliore!!!Sapeva quando essere ironico e velenoso!

Diciamo che Mourinho ? diventato quel che ? prendendo esempio dal francese! :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho trovato questa dettagliata ricostruzione sui mesi del possibile ritorno di Prost nel '94.

 

At 1993 Portuguese Grand Prix Alain Prost has announced that he will retire from Formula 1 by the end of the season. Having done so he dress F1 world in black. But there was one man who made a heroic attempt to bring Frenchman back to racing and almost succeed in his efforts. Ron Dennis. This article is an unpretentious attempt to restore a chronology of that days.

 

1993, December 18-19th. Paris, Bercy. F1 stars karting tournament.

At Bercy Alain was constantly followed by Peugeot-Sport director Jean-Pierre Jabouille. Thas fact has generated an enormous wave of rumours that Prost will came back to drive McLaren Peugeot in 1994. Given the question about firmness of his decision to leave racing, 4 times World Champion answered that he still think that he left Formula 1.

 

1994, January, 19th. Estoril. Rothmans Williams Renault launch.

Ayrton Senna and Damon Hill has presented Williams FW15D in the colors of the new title sponsor Rothmans. At the following press conference answering the question about Alain Prost?s contacts with McLaren Williams team principal Frank Williams stated: 'He is not contractually free to race with any other team in 1994. He retired which was his privilege. We was very kind and released him without any financial claims. But he?ll decide to come back first he has to call me. It?ll be deeply embarrassing if he?ll decide to came back.'

 

1994, January, 21st.

FIA published a provisional entry list for upcoming F1 World Championship. The position of #2 driver at McLaren is still empty. Besides of Alain Prost the candidates for this position are Martin Brundle, Derek Warwick and Philippe Alliot, the Peugeot protegee. Brundle already had some proposals from Ligier and Jordan but he refused it. Ligier press-officer said: 'Martin has interrupted all contacts with us. I advised him to wait with a final decision but it?s his personal business.'

 

1994, January 24th.

According to British Sun tabloid Ron Dennis has offered to Alain Prost a contract for 20 000 000 dollars. Peugeot-Sport director Jean-Peirre Jabouille has stated that ?There is a very small chance that Alain Prost will drive McLaren Peugeot in 1994 World Championship. He doesn?t keep off the talks about it.? Prost himself has said ? ?Since rumours have been circulating about my possible return to competition, I have been wondering what people were thinking. Whatever final decision I take, for which no deadline has been fixed, I know it will not be easy.?

 

1994, January 28th. Woking. McLaren MP4/9 Peugeot launch.

Ron Dennis and the team?s only driver Mika Hakkinen has presented the new McLaren MP4/9 to the public. There was expectations that Alain Prost will be there too. But he wasn?t. ?Alain has no legal ground to be here today. As he has no opportunity to sign a contract with McLaren for a moment. But things may change very soon!? ? said Jean-Pierre Jabouille. Ron Dennis added: '?discussions would continue between now and March 18, the final date for McLaren to name its second driver to Mika Hakkinen.?

 

1994, February 3rd. Didcote. Williams pre-season press meeting.

Frank Williams: ?Driving for McLaren Peugeot, Prost will take away point from Williams Renault drivers. And our partners are very unsatisfied with it. The probability of his come back is very high, he loves races very much. But no attempt has been made to gain his release from the second year of his contract.?

 

1994, February 9th. Woking. Ron Dennis press conference.

Team McLaren principal Ron Dennis has stated that Alain Prost has agreed to test McLaren MP4/9 Peugeot. ?Alain already visited our fabric at Woking and he agreed to test McLaren MP4/9. This gives as a hope that he?ll be drive for us in upcoming World Championship.? Also he said that Prost didn?t sign a contract with McLaren yet. Peugeot Sport director Jean-Pierre Jabouille added ?Now we came to an agreement about testing. First of them will take place in two weeks, maybe later. There was no talks about full-time racing in 1994.?

 

1994. February 17th.

Alain Prost makes a big interview for French TF1 TV-channel where he discusses the possibility of his come-back to racing.

 

1994, March, 1st. Silverstone. McLaren MP4/9 Peugeot shakedown.

The new McLaren hit the track for the first time. After an obligatory photo session Mika Hakkinen fired up Peugeot A4 engine and came out of the boxes for the first lap. But at that moment the rain has started and in the end of lap young Finn lost control over the car and flown out of the track. The debut of the new car turn into anecdote. But neither Ron Dennis, nor Jean-Pierre Jabouille looked disappointed, having stated that the car is far from what it should be and a long work needed. Next day Martin Brundle has joined Mika Hakkinen in the test work. Seems that Ron Dennis have a spare variant in case if Prost decide not to drive for McLaren.

 

1994. March, 8th. Estoril. McLaren testing.

Alain Prost arrived at McLaren boxes at 8 o?clock in the morning. He looked rested and relaxed after several weeks at Meribel. And as he crossed the doorsteps he was embraced by his old friends Ron Dennis and Jo Ramires. Peugeot-Sport director Jean-Pierre Jabouille was trying to keep a descent seriousness.

 

At 10:12 McLaren MP4/9 without any numbers with Prost in the cockpit made a first lap on the circuit. Then follows a short briefing with engineers and two more laps. Another stop and 4 laps, best ? 1.17,8 (Damon Hill last year?s pole ? 1.11,49). At 10:37 Mika Hakkinen arrives on track ? 5 laps with 1.15,7 on it?s best. The next Prost?s attempt was at 11:20 ? 1.15,2! And so on. Alain made about 40 laps at all that day. And at 17:10 he finally came out to see the press.

 

AP: I felt quite emotional when I started driving the car again this morning. It is difficult for me to know what to say. It may be one month before I announce my decision ... The decision to finish my F1 career was dictated by non-sportive reasons. Now I?m testing McLaren because I still feel great passion to the sport. These tests are very important for me because the choice that I have to make can change all my life and career.

Q: How your family treats your decision to test McLaren?

AP: I didn?t have to explain something to Nicolas ? he?s just excited! The hardest thing was to talk to my wife and parents. But they understood me and now I fell much easier.

Q: You still under contract with Williams and so you can test McLaren, but you can?t drive for them in World Championship. How do you plan to resolve this problem?

AP: It?s hard to imagine that I?ll be satisfied with role of test-driver. Even though I know that I won?t became World Champion this year, but now I don?t feel such a pressure like it was before. So, if I?ll decide to come back I?ll be driving McLaren in Grand Prix. But I don?t see any reasons to contact Frank Williams before I made a decision. We call each other regularly and I don?t think that we?ll need lawers to resolve the problem with my contract.

 

1994. March 11th

There is a rumors that Ron Dennis has already signed Martin Brundle as a teammate to Mika Hakkinen in 2 first races of the season at Brazil and Japan.

 

Ayrton Senna in one of his interviews answering to the question related to Prost?s possible come back declared: 'That?s not a surprise for me. I was sure that he?ll want to came back. Of course, I don?t know anything about his plans. But whatever decision he?ll made, no-one has rights to judge him. I don?t really bother if he will decide to stay. Now I?m busy testing a new car and don?t think about it at all.'

 

1994, March 15th.

At 19:00 in the interview to the French TF1 TV channel Alain Prost has stated that he won?t be present in 1994 Formula 1 World Championship. 'I didn?t change my decision that I made last September. I was fair and didn?t promise anything to Ron Dennis, when I tested his car last week. I wanted to test myself, to see if I really want to race again. The answer is no. I'm not ready to take the risks anymore.'

 

© F1 A.D.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Troppo normale

 

Denis Jenkison, leggendario giornalista inglese, uno che si ? fatto la Mille Miglia al fianco di Stirling Moss, descrive cos? un turno di qualifica di Prost a Montecarlo:

- Tutti gli altri sembravano volassero, sbattevano le macchine a destra e a sinistra sfiorando marciapiedi e guard-rail come degli ossessi, poi arrivava Alain, ti passava davanti agli occhi per tre o quattro giri con una flemma e pulizia che ti faceva pensare a solo una serie di giri per scaldare le gomme. Finite le qualifiche andavi a vedere la lista dei tempi, e chi trovavi in testa a tutti? 1? Alain Prost...

A proposito di questa sua abilit? al limite del soprannaturale esiste anche una testimonianza di Eddie Cheever, suo compagno di squadra in Renault nel 1983:

- Capisco un pilota che va pi? veloce di te nelle curve veloci, ci sta, ma quello che mi sconvolgeva in Prost era la sua capacit? di essere pi? veloce di te nelle curve lente. A Montecarlo perdevo tre decimi rispetto a lui solo nel tratto del Loews, come facesse non l'ho mai capito, tanto pi? che in quegli anni la telemetria era fantascienza. Creo che Alain fosse semplicemente un genio al volante.

 

Luigi Mazzola

 

...........Qui entra in gioco il primo insegnamento di Prost che mi fece durante il primo test del Paul Ricard in Francia. In questo circuito c?? la famosa curva Signes, molto veloce, e c?? anche la famosa curva doppia a destra molto meno veloce. Non meno importante ? la curva 1, che ? un tornantino molto stretto dopo un rettilineo abbastanza lungo. Alain mi disse: ?Ricordati sempre che nelle curve veloci mi serve relativamente poco carico aerodinamico, ma mi serve un bilancio aerodinamico perfetto, niente sottosterzo e niente sovrasterzo. Vettura neutra. Quello che conta ? il bilancio, non il livello di carico. Il carico aerodinamico mi serve nelle curve lente, in frenata ed in trazione ed il bilancio aerodinamico deve essere il pi? basso possibile compatibilmente con il compromesso con le altre curve. Nelle curve medio ? lente mi serve un bilancio meccanico basso per avere pi? aderenza nell?anteriore e per cercare di mantenere pi? basso possibile il bilancio aerodinamico?.

 

Ora immaginate quanto sia stato fondamentale per un ingegnere, appena uscito dall?universit?, carpire questi indirizzi di saggezza pura da un campione come Alain Prost. Se ora chiamassi Alain e gli chiedessi gli assetti che usavamo nel 1990, sono sicuro che a grandi linee saprebbe rispondermi. Fidatevi, Alain ? stato un grande, un grande pilota. Tutto questo per dirvi che il bilancio aerodinamico ? la capacit? prodotta dalla aerodinamica di far girare la vettura nel momento che il pilota agisce sullo sterzo. Tanto pi? grande ? il bilancio aerodinamico, tanto pi? grande sar? la reattivit? della vettura all?input dello sterzo, la vettura sar? pi? puntata sull?anteriore mettendo in crisi il posteriore che diventer? instabile. In altre parole tanto pi? alto ? il bilancio aerodinamico tanto meno sottosterzo si avr? nelle curve medio-veloci, fino ad arrivare al punto in cui si avr? sovrasterzo con posteriore instabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcuno ricorda questa gara?

 

Belgio 1986

Un contatto alla prima curva con Berger costringe Prost a procedere lentamente sul circuito pi? lungo del mondiale per cambiare il musetto.

Rientra all'ultimo posto, con il piantone piegato, che lo costringe a curvare di un quarto sui rettilinei per il resto della gara.

Ciononostante stabilisce il giro pi? veloce con oltre due secondi di vantaggio sul secondo (!) e sul traguardo ? sesto.

John Barnard dice che ? una delle migliori performance (di un pilota di F1) alle quali abbia mai assistito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa cosa dei due secondi di vantaggio sul giro velocemi pareva strana, ho ricontrollato e in realt? sono 6 decimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Troppo normale

 

Denis Jenkison, leggendario giornalista inglese, uno che si ? fatto la Mille Miglia al fianco di Stirling Moss, descrive cos? un turno di qualifica di Prost a Montecarlo:

- Tutti gli altri sembravano volassero, sbattevano le macchine a destra e a sinistra sfiorando marciapiedi e guard-rail come degli ossessi, poi arrivava Alain, ti passava davanti agli occhi per tre o quattro giri con una flemma e pulizia che ti faceva pensare a solo una serie di giri per scaldare le gomme. Finite le qualifiche andavi a vedere la lista dei tempi, e chi trovavi in testa a tutti? 1? Alain Prost...

 

 

E' la stessa cosa che dicevano per Jackie Stewart e per Caracciola.

 

"Stewart passava liscio, come se fosse in poltrona. Poi guardavi il cronometro e ti venivano le traveggole perch? erano continui record" (Clay Regazzoni).

 

"Caracciola non era un estroverso re della velocit?; era calmo, tranquillo, riservato e, per certi versi, era lo stesso anche quando pilotava. Ruote slittanti, code di traverso e gran fumate di gomme non facevano per lui; la sua guida era pulita, precisa e inesorabilmente veloce, anche se non sembrava. Sapeva affrontare una curva in pieno powerslide cos? perfettamente controllato che difficilmente sembrava in sbandata, ma i tempi sul giro parlavano del suo ritmo formidabile" (George Monkhouse).

Share this post


Link to post
Share on other sites

- Tutti gli altri sembravano volassero, sbattevano le macchine a destra e a sinistra sfiorando marciapiedi e guard-rail come degli ossessi, poi arrivava Alain, ti passava davanti agli occhi per tre o quattro giri con una flemma e pulizia che ti faceva pensare a solo una serie di giri per scaldare le gomme. Finite le qualifiche andavi a vedere la lista dei tempi, e chi trovavi in testa a tutti? 1? Alain Prost...

Lo diceva lui stesso nell'83:

"Il pi? grande complimento che uno spettatore mi possa fare ? di non capire quando tiro e quando vado a spasso".

 

Ed era vero. Non si capiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×