Jump to content
luke36

Bruno Senna

Recommended Posts

 

scansione0014lg9.th.jpg

 

scansione0015kn6.th.jpg

 

scansione0016cf6.th.jpg

 

scansione0017gw6.th.jpg

 

scansione0018qr4.th.jpg

 

Scusate l'OT

Share this post


Link to post
Share on other sites

GP2 - Ufficiale: Senna e Chandhok alla iSport

19-12-2007

 

Tutto come previsto: la iSport, team campione in carica della GP2 Series, ha ingaggiato Bruno Senna e Karun Chandhok, che difenderanno i colori della squadra di Paul Jackson sia in Asia che in Main Series. La scelta della squadra, motivata dalle prestazioni emerse negli ultimi test, ? dovuta alla volont? di cementificare la squadra e i piloti con il tempo trascorso insieme in entrambe le serie, con la possibilit? di iniziare con una vettura gi? conosciuta in Asia, cos? da poter essere gi? in piena forma quando si tratter? di sviluppare la nuova monoposto.

 

Il primo contatto di Senna con la iSport giunse a fine 2006, quando prov? con il team impressionando tutta la squadra in condizioni difficili. Durante il 2007 Jackson ha tenuto sott'occhio i progressi del brasiliano e si ? detto sicuro che sia pronto a lottare per il campionato, grazie anche ad un carattere e a un comportamento che si adatta bene al team.

 

Chandhok ? stato invece una delle sorprese del 2007 e anche lui ha fatto un'ottima impressione sul team provando a Jerez. Diventato rapidamente uno degli sportivi pi? popolari in India, Karun ? il candidato perfetto per l'Asia Series ed ? in posizione perfetta per diventare anche uno dei favoriti in Main Series. Pilota calmo e intelligente, dovrebbe formare un'ottima coppia con Senna.

 

"Le relazioni umane sono sempre state molto importanti per la iSport," sottolinea Jackson. "In questi due piloti crediamo di avere un'ottima partnership che lavorer? molto bene insieme e si integrer? pienamente con il team."

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come previsto ! Ora Bruno ha anche il mezzo adatto ! Sono curiosissimo e nervosissimo nello stesso tempo ! Se far? una stagione alla grande allora F1 nel 2009 assicurata ! Come da programma.

 

 

Intervista:

 

GP2 - Senna: ''Con la iSport punto al titolo, poi la Formula 1''

19-12-2007

 

A 24 anni e con sole tre stagioni di esperienza automobilistica alle sue spalle, Bruno Senna ? stato scelto dalla iSport International per difendere il titolo di GP2 Series conquistato nel 2007. Il promettente giovane brasiliano, ottavo nel 2007 nella sua prima stagione di GP2, ha ottenuto il miglior debutto per un pilota brasiliano dal lancio della categoria nel 2005 con l'apice della vittoria nella terza gara a Barcellona, condita da altri due podi a Magny-Cours e Monza.

 

"Vedo in Bruno una personalit? che ha la determinazione di raggiungere la vetta," ha commentato il direttore generale della iSport Paul Jackson. Il team ? rimasto favorevolmente impressionato dai test di ottobre a Jerez de la Frontera, nel corso dei quali il brasiliano ha ottenuto il nuovo record del circuito spagnolo per la GP2.

 

Cos? Bruno ha commentato la firma: "Sono felice che tutto abbia funzionato. La iSport mi fornir? tutto ci? di cui ho bisogno per lottare per le vittorie e il campionato." Insomma, la piattaforma giusta per raggiungere il suo obiettivo: correre in Formula 1 nel 2009: "Il fatto che non tutti i piloti correranno in entrambi i campionati ? un vantaggio a mio favore," ha sottolineato Bruno, che disputer? ben 33 gare in tutto durante il 2008. Un bonus ancora pi? importante per lui, costretto per tanti anni all'immobilit? forzata dopo il tragico incidente dello zio Ayrton.

 

Condivide la stessa opinione il suo nuovo team principal Jackson: "La GP2 Asia Series sar? di grande aiuto per Bruno e per il team. Anche se ci sar? una nuova vettura nel 2008, il chilometraggio nel corso dell'inverno terr? Bruno in forma e permetter? a lui e al team di costruire quelle importanti relazioni umane che ci permetteranno di superare i tempi duri, che sicuramente affronteremo in alcune occasioni. Anche se ha meno esperienza di altri piloti, ha chiaramente dimostrato la sua intelligenza e maturit? che si dimostreranno vitali nell'affrontare questa sfida molto impegnativa. L'intero team attende con impazienza la prossima stagione e non vede l'ora di iniziare a correre."

 

La prima apparizione ufficiale per Bruno Senna da pilota della iSport ? prevista per il 18 gennaio, la prima di quattro giornate di test per il campionato di GP2 Asia a Dubai, prima della gara inaugurale del 25 gennaio sullo stesso circuito.

 

Fabrizio Corgnati

 

 

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites

In questo momento di stanca agonisctica, volevo fare alcune riflessioni su ci? che accadr? a Bruno Senna nel 2008.

 

Il brasiliano ha firmato per la iSport, come noto. Forse molti non sanno che quest'anno Bruno insieme al suo compagno di scuderia Chandhok, gareggier? anche in GP2 Asia. Il totale delle corse sar? di ben 33 GP tra Europa e Asia e di cui Malaysia, Indonesia, Bahrain e Dubai da dove inizier? il campionato asiatico, esattamente il 25 Gennaio. Sia Malaysia che Bahrain saranno insieme con la F1. In particolare, il campionato asiatico sar? corso con l'attuale monoposto 2007, mentre la seria GP2 Europa, la pi? famosa e ambita, con la nuova Dallara 2008, di cui posto le foto.

 

27062007120251-gp2car_2008_1.jpg

 

777116390_4774d820ee.jpg

 

renaultGP2_2.jpg

 

 

Quello che colpisce della nuova monoposto ? la sofisticatezza aerodinamica.

 

Senz'altro per Bruno una vera full immersion di esperienza. Proprio quello che gli ci voleva e per la iSport una bella scommessa e cio? affidare a due piloti di belle speranze ma di poca esperienza, il prestigio e buon nome della scuderia campione 2007.

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me questa vettura insidierebbe la Force India in Formula 1... basterebbero 100 cavalli in pi?... :hihi::zizi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
In questo momento di stanca agonisctica, volevo fare alcune riflessioni su ci? che accadr? a Bruno Senna nel 2008.

 

Il brasiliano ha firmato per la iSport, come noto. Forse molti non sanno che quest'anno Bruno insieme al suo compagno di scuderia Chandhok, gareggier? anche in GP2 Asia. Il totale delle corse sar? di ben 33 GP tra Europa e Asia e di cui Malaysia, Indonesia, Bahrain e Dubai da dove inizier? il campionato asiatico, esattamente il 25 Gennaio. Sia Malaysia che Bahrain saranno insieme con la F1. In particolare, il campionato asiatico sar? corso con l'attuale monoposto 2007, mentre la seria GP2 Europa, la pi? famosa e ambita, con la nuova Dallara 2008, di cui posto le foto.

 

27062007120251-gp2car_2008_1.jpg

 

777116390_4774d820ee.jpg

 

renaultGP2_2.jpg

 

 

Quello che colpisce della nuova monoposto ? la sofisticatezza aerodinamica.

 

Senz'altro per Bruno una vera full immersion di esperienza. Proprio quello che gli ci voleva e per la iSport una bella scommessa e cio? affidare a due piloti di belle speranze ma di poca esperienza, il prestigio e buon nome della scuderia campione 2007.

 

Luke 36

Davvero impressionante l'aerodinamica di questa macchina. Le pance sono molto rastremate verso il basso...mi sa che ci sar? un grosso salto prestazionale rispetto all'anno scorso. Qualcuno sa qualche informazione in pi? sul motore Renault? Sar? lo stesso dell'anno scorso o cambier

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il motore credo sia lo stesso, 600 cv scarsi, v8 da 4 litri, a poco pi? di 10.000 giri. La macchina invece ? cambiata, e anche parecchio. E' riuscita pure a superare i crash test previsti per le formula 1 e sar? utilizzata per 3 stagioni (2008-2010)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il cambio di vettura sar?, secondo me, il "rischio" pi? grosso che Bruno e la iSport dovranno affrontare.

Ogni rivoluzione porta dei cambiamenti e niente pu? essere dato per scontato. Se l'ingegnere ed il pilota si intenderanno Bruno potr? lottare per il titolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo ! Se Bruno sar? bravo, realizzer? IL sogno. Deve solo crederci fino in fondo.

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma voi tifosi di senna siete cosi' contenti che questo ragazza corra col cognome della nonna, con tutto il benestare di ecclestone per riavere il nome senna in formula 1??

io che come dio avevo proprio ayrton, non sono affatto contento che questo ragazzo corra col suo cognome, di senna ce n'? stato e sempre ci sar? uno solo.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma voi tifosi di senna siete cosi' contenti che questo ragazza corra col cognome della nonna, con tutto il benestare di ecclestone per riavere il nome senna in formula 1??

io che come dio avevo proprio ayrton, non sono affatto contento che questo ragazzo corra col suo cognome, di senna ce n'? stato e sempre ci sar? uno solo.....

 

Storia vecchia. A me personalmente non importa per niente.

L'ho conosciuto prima che decidesse di cominciare a correre e si ? presentato come Bruno Senna.

 

In Brasile il cognome ? composto sia da quello della madre che da quello del padre.

 

Ayrton si chiamava Senna (come la mamma) e Da Silva (come il pap?).

Viviane, allo stesso modo, si chiama Senna Da Silva.

 

Poi ogni brasiliano ? libero di avere il "nome" pubblico che crede, per esempio, tra i calciatori tanti non usano i nomi di famiglia ma degli pseudonimi (Ronaldinho, Pel?, ecc.) oppure usano il nome di battesimo (Ronaldo, Adriano, Socrates).

Ayrton, all'inizio della carriera, aveva sulla sua VanDiemen la scritta A. Da Silva, il cognome Senna non era neppure menzionato. Poi, per essere pi? riconoscibile (i Da Silva in brasile sono come i Rossi o Bianchi da noi) ha usato solo Senna.

 

Nelson Soutomayor Piquet, sempre all'inizio della carriera, usava lo pseudonimo Piket per non farsi riconscere dai genitori che non volevano che corresse.

Suo figlio Nelson Angelo si chiama Piquet come lui.

 

Bruno si chiama Senna (come la mamma) e Lalli (come il pap?) ed usa entrambi i cognomi nella sua email, per esempio.

Le sue sorelle, Bianca e Paulinha, si firmano entrambe Senna Lalli.

 

Che di Senna ce ne sia stato e ce ne sar? uno solo ? fuori discussione ma nessuno pu? negare a Bruno di portare il suo cognome. E' nel suo diritto e lui ? pienamente consapevole del fatto che gli si potrebbe anche ritorcere contro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma voi tifosi di senna siete cosi' contenti che questo ragazza corra col cognome della nonna, con tutto il benestare di ecclestone per riavere il nome senna in formula 1??

io che come dio avevo proprio ayrton, non sono affatto contento che questo ragazzo corra col suo cognome, di senna ce n'? stato e sempre ci sar? uno solo.....

Non ? un problema che mi pongo.

Quando Bruno ha vinto lo scorso anno in GP2, negli ultimi giri ho avuto la pelle d'oca come non succedeva da 14 anni, ? una sensazione indescrivibile, come anche l'attesa per questa stagione con la vettura campione in carica... mi sembra davvero di rivivere la pausa fra la stagione 93 e quella 94, quando ogni gioved? mi facevo accompagnare da mio padre in edicola a vedere se su Autosprint c'erano servizi/interviste al team Williams, per quel passaggio alla scuderia migliore, proprio come sta succedendo ora...

 

Lo so che Bruno ? Bruno e basta, ma quando vedi quel casco non capisci pi? niente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' inutile nascondersi dietro un dito. Vedere il nome di Senna di nuovo in pista, colpisce e molto. Credo che Bruno abbia il diritto di portare il cognome che vuole e poi, come giustamente ha detto Gio, portare proprio quello di Senna, pu? solo nuocergli e a lui non importa. Anzi: ne ho apprezzato la sagacia e soprattutto la solida calma nell'affrontare la sua crescita. Senza fretta, ha fatto bene ed ora ha una grande possibilit?, finalmente. Semmai sta onorando il nome Senna con questa sua intelligenza professionale. Non forza le tappe e migliora costantemente.

 

Se un giorno sar? in F1 non potr? non nascondere la mia emozione. Credo che "psicologicamente" parlando, Bruno rappresenti per tutti quelli che hanno amato Ayrton e apprezzato le sue doti di pilota, quel filo che si era spezzato a Imola. La ripresa cio? di un cammino, dopo ben 15 anni, se tutta andr? come deve. E questo non si pu? non nascondere soprattutto se pensiamo come la vita professionale di Bruno sia stata fortemente condizionata dalla morte di Ayrton. In un certo senso Bruno ? gi? legato a doppio nodo ad Ayrton e Viviane ne rappresenta l'anello di congiunzione. Tutto ci? che Bruno ? ora ? anche il frutto di scelte prese dopo la morte dello Zio. Non dimentichiamolo.

 

Quando ho aperto questo Topic, in molti credevano che Bruno fosse li in F3 inglese per il cognome che portava. Eppure oggi siamo qui a parlare di Bruno come prossimo pilota della iSport, Top Team della GP2 e ad un passo dalla F1. Lo avreste mai pensato ? Io si ! Non avevo dubbi.

 

Perch? Bruno ha deciso di rimettersi i pista a distanza di tanti anni dalla tragedia di Imola ? Credo che la risposta sia in ci? che sta combinando ora in pista :)

 

Luke 36

Share this post


Link to post
Share on other sites

sar? che ayrton mi manca ancora tanto, ma io questa cosa non l'accetto...sbaglio di sicuro, ma di senna ce n'? stato solo uno

Share this post


Link to post
Share on other sites
di senna ce n'? stato solo uno

 

Infatti.

 

Questo deve essere chiaro a tutti.

 

Bruno ? solo Bruno, con la sua storia e la sua carriera che spero sar? il pi? luminosa possibile.

 

Chi rivede o vuol rivedere in lui Ayrton sbaglia. Lo so che gli somiglia come una goccia d'acqua, che quel casco giallo d? i brividi ma dobbiamo rispettare sia lui che la memoria di Ayrton.

 

Forse il fatto di chiamarsi Senna ? anche meglio. Se usasse il cognome Lalli probabilmente sarebbe sempre seguito, nelle cronache, da "il nipote di Senna" proprio per dargli una connotazione precisa che invece non deve avere.

 

Dobbiamo toglierci dalla testa queste convinzioni sbagliate. Due anni fa a Monza, era al suo primo anno di gare, non aveva mai girato a Monza e in gara uno si gir? alla Roggia nel tentativo di superare un avversario a centro gruppo. Vignando se ne usc? con un "il nipote di Senna non ha proprio niente a che fare con il suo grande zio", come se per forza avese dovuto vincere la gara e non commettere errori. Se lo avesse fatto, altro che Ayrton!

 

Sicuramente quel cognome lo sta aiutando un bel po' perch? ? un cognome che fa gola a moltissime persone nell'ambiente delle corse ma lui ne deve sopportare soprattutto gli oneri, anche se dovesse diventare un vincente, perch? la gente non riesce a scindere lui dallo zio. Bisogna sforzarsi di capire questa cosa. Non possiamo certo impedire ad un ragazzo di intraprendere la carriera che sognava fin da bambino. Non c'? riuscita nemmeno la sua famiglia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io penso che le cose andranno come con Jacques: all'inizio tutti lo vedevamo come il figlio di Gilles, ma a poco a poco divenne soltanto Jacques Villeneuve, un pilota in lotta per il mondiale, anche se guardato da tutti con un occhio particolare, questo ? ovvio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

finalmente!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io penso che le cose andranno come con Jacques: all'inizio tutti lo vedevamo come il figlio di Gilles, ma a poco a poco divenne soltanto Jacques Villeneuve, un pilota in lotta per il mondiale, anche se guardato da tutti con un occhio particolare, questo ? ovvio

 

alla fine ha pero' e' diventato campione del mondo.se succedesse anche a bruno senna non sarebbe mica male per lui

Share this post


Link to post
Share on other sites

ad alcuni non piacera',ma rivedere una f.1 col nome senna e quel casco giallo non e' una cosa che puo' lasciare indifferenti.

 

con questi figli famosi si e' avolte un po' troppo duri.villeneuve a inizio carriera faceva di tutto per non essere l'ombra del padre,e non nominava mai gilles,non gli dedico' la vittoria del titolo 97' e molti lo criticarono per questo.bruno senna viene invece criticato per usare il nome senna e rifarsi troppo alla figura dello zio.

 

ognuno vive la parentela scomoda come crede,probabilmente bruno ha usato il nome dello zio in suo onore come una sorta di continuita' ad un legame affettivo spezzato ad imola.

 

non credo che lo faccia per pubblicizarsi,avrebbe tutti i soldi e imezzi che vuole anche se si chiamasse da silva

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×