Jump to content
Inaki Rueda

La vasseuriana Ferrari SF 24 HP

Come si piazzerà nel campionato costruttori?   

56 members have voted

This poll is closed to new votes
  1. 1. Come si piazzerà nel campionato costruttori?

    • Campioni del mondo
    • Secondo posto
    • Terzo posto
    • Quarto posto o peggio
  2. 2. Quante gare vincerà?



Recommended Posts

Io spero in un recuperone Ferrari, stile RB nel 2021 contro Mercedes, che sopravanzò da un anno all'altro. 

 

Mi romperebbe assai un'altra passerella di Verstappen.

Edited by Carmine Marzano

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minutes ago, Carmine Marzano said:

Io spero in un recuperone Ferrari, stile RB nel 2021 contro Mercedes, che sopravanzò da un anno all'altro. 

Senza un cambio di regolamento analogo, come ai tempi fu fatto per rallentare la Mercedes, mi sembra inverosimile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel 2021 quale cambio regolamentare vi fu? Io ricordo che ogni cambio rilevante fu spostato di un anno (2022) per via del Covid 19.

Edited by Carmine Marzano

Share this post


Link to post
Share on other sites

tagliarono i bordi del fondo davanti alle ruote posteriori e la Mercedes, avendo il fondo più lungo di tutti, risultò maggiormente penalizzata 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, Ruberekus ha scritto:

con 8 vittorie su 24 il costruttori non lo vinci

ci sono anche i 2° posti e i podi

vedo male Perez

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che la lotta per il mondiale nel 2024 per la Ferrari è difficile perché esiste un uomo chiamato Newey che insieme al suo eccellente team di ingegneri, semplicemente lavora meglio. Non ci sono altri motivi per i quali dovrebbe essere impossibile progettare una monoposto in grado di lottare per la vittoria.

La RedBull parte con un vantaggio che pare grande anche in relazione al dominio di vittorie nel 2023,  ma se guardiamo la qualifica, il vantaggio non è  così enorme.. la differenza viene fatta in gara, ambito in cui riescono ad avere una costanza prestazionale incredibile.

Le regole non cambiano ma questo non è necessariamente uno svantaggio: ogni volta che le regole sono cambiate, non mi pare che la Ferrari ne abbia particolarmente beneficiato, anzi, quello è il momento in cui vengono gettate le basi per chi ha nell’aerodinamica delle solide sicurezze e fondamenta progettuali. Ad oggi non siamo noi, lo dice la storia recente post 2007.

Quindi ripetere che la migliore occasione per riprendersi sarà il 2026 non è ad oggi particolarmente più credibile rispetto invece a pensare che  regole stabili possano permettere una lotta mondiale per il livellamento delle prestazioni. Poi se nel frattempo Newey si ritira  (magari ci fa la grazia) e la Ferrari nel giro di poco investe su tecnici di prim’ordine è un altro discorso, ma il rischio è quello di continuare sempre a dire che l’anno buono è il prossimo, che il budget cap non permette di cambiare le cose, che i rivali sono troppo avanti e che l’obiettivo è continuamente quello di avvicinarsi ai migliori ma non di lottare per il titolo.
Sono 14 anni che vanno avanti questi discorsi, non dico che ogni anno si può puntare a lottare per il titolo, ma sono 14 anni che si dice che l’anno dopo è buono solo per fare un piccolo passetto avanti ma la lotta è esclusa.

Per un team come Ferrari mi sembra un po’ troppo.

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il fatto è che con regole stabili hai una certa garanzia di vedere valori in campo stabili, in particolare è molto più difficile che ci siano oscillazioni così ampie da permettere una lotta al vertice nel 2024, mentre con un cambio regolamentare può succedere di tutto, anche di sbagliare la macchina (verdi Mercedes). Fra l'altro, guardando agli ultimi due grandi cambi regolamentari in 2017 e 2022, la Ferrari non ha certo iniziato male. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
59 minutes ago, Kimired said:

Diciamo che la lotta per il mondiale nel 2024 per la Ferrari è difficile perché esiste un uomo chiamato Newey che insieme al suo eccellente team di ingegneri, semplicemente lavora meglio. Non ci sono altri motivi per i quali dovrebbe essere impossibile progettare una monoposto in grado di lottare per la vittoria.

La RedBull parte con un vantaggio che pare grande anche in relazione al dominio di vittorie nel 2023,  ma se guardiamo la qualifica, il vantaggio non è  così enorme.. la differenza viene fatta in gara, ambito in cui riescono ad avere una costanza prestazionale incredibile.

Le regole non cambiano ma questo non è necessariamente uno svantaggio: ogni volta che le regole sono cambiate, non mi pare che la Ferrari ne abbia particolarmente beneficiato, anzi, quello è il momento in cui vengono gettate le basi per chi ha nell’aerodinamica delle solide sicurezze e fondamenta progettuali. Ad oggi non siamo noi, lo dice la storia recente post 2007.

Quindi ripetere che la migliore occasione per riprendersi sarà il 2026 non è ad oggi particolarmente più credibile rispetto invece a pensare che  regole stabili possano permettere una lotta mondiale per il livellamento delle prestazioni. Poi se nel frattempo Newey si ritira  (magari ci fa la grazia) e la Ferrari nel giro di poco investe su tecnici di prim’ordine è un altro discorso, ma il rischio è quello di continuare sempre a dire che l’anno buono è il prossimo, che il budget cap non permette di cambiare le cose, che i rivali sono troppo avanti e che l’obiettivo è continuamente quello di avvicinarsi ai migliori ma non di lottare per il titolo.
Sono 14 anni che vanno avanti questi discorsi, non dico che ogni anno si può puntare a lottare per il titolo, ma sono 14 anni che si dice che l’anno dopo è buono solo per fare un piccolo passetto avanti ma la lotta è esclusa.

Per un team come Ferrari mi sembra un po’ troppo.

 

 

capisco riconoscere i meriti altrui e i propri shortcomings etc, ma partire sconfitti perche' loro hanno Newey e gli altri no, a questo punto non avrebbe nemmeno senso un campionato con piu costruttori, obblighino un monomarca con auto disegnate da Newey.

oppure usare un po piu di ottimismo e pensare che ci sono tecnici che senza freni di politica possono fare bene e giocarsela con Newey

 

si e' vero che sono 14 anni che in ferrari l'anno prossimo e' quello buono, ma almeno in piu di una occasione il Mondiale mi pare si sia giocato all'ultima gara, con abbandoni emotivi e progettuali che sono avvenuti solo piu in qua negli anni.

 

o no?

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Inaki Rueda ha scritto:

Il fatto è che con regole stabili hai una certa garanzia di vedere valori in campo stabili, in particolare è molto più difficile che ci siano oscillazioni così ampie da permettere una lotta al vertice nel 2024, mentre con un cambio regolamentare può succedere di tutto, anche di sbagliare la macchina (verdi Mercedes). Fra l'altro, guardando agli ultimi due grandi cambi regolamentari in 2017 e 2022, la Ferrari non ha certo iniziato male. 


Ha iniziato come sempre, da eterna seconda.

Tra l’altro nel 2022 battuta da una squadra che l’anno prima era in acerrima lotta mondiale fino all’ultimo metro dell’ultima gara, quando la rossa invece proveniva da fallimenti reiterati che le avrebbero dovuto permettere di lavorare con tutta calma. Non mi sembra un successo.
 

Con regole stabili invece lo sviluppo di una vettura vincente ad un certo punto perlomeno rallenta, e se gli altri azzeccano un progetto giusto la lotta non si può escludere, vedi 2021.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Stout ha scritto:

capisco riconoscere i meriti altrui e i propri shortcomings etc, ma partire sconfitti perche' loro hanno Newey e gli altri no, a questo punto non avrebbe nemmeno senso un campionato con piu costruttori, obblighino un monomarca con auto disegnate da Newey.

oppure usare un po piu di ottimismo e pensare che ci sono tecnici che senza freni di politica possono fare bene e giocarsela con Newey

 

si e' vero che sono 14 anni che in ferrari l'anno prossimo e' quello buono, ma almeno in piu di una occasione il Mondiale mi pare si sia giocato all'ultima gara, con abbandoni emotivi e progettuali che sono avvenuti solo piu in qua negli anni.

 

o no?


Infatti io sto dicendo proprio quello, che la solfa di massa è pensare di partire matematicamente già da sconfitti, quasi ogni anno, salvo rare eccezioni.

Con questo non voglio dire che bisogna fare come lo scorso anno dichiarando di aver prodotto la migliore Ferrari di sempre, ma dire che ogni anno è impossibile la lotta mondiale un po’ stanca.. lo sappiamo che è difficile ma ogni tanto bisognerebbe partire con lo spirito di provarci comunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna però anche essere realisti: il divario tecnico dimostrato da Ferrari nel 2023 è troppo e difficilmente colmabile durante un solo inverno. Fortunatamente, o sfortunatamente, dipende da come lo si intende, non siamo i soli visto che sia  Mercedes che Mclaren accusano molto gap da RB. Ahimè loro hanno dominato in lungo e in largo nel 2023, per questo la vedo difficile che qualsiasi altro team possa colmare il gap. Di certo se facessimo un’ottima macchina, capace di dare fastidio a RB in molte piste, e loro si dimostrassero meno dominanti rispetto al 2023, non escludo che un secondo posto nel mondiale piloti possa essere possibile, visto anche questo Perez. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, ForzaFerrari ha scritto:

Bisogna però anche essere realisti: il divario tecnico dimostrato da Ferrari nel 2023 è troppo e difficilmente colmabile durante un solo inverno. Fortunatamente, o sfortunatamente, dipende da come lo si intende, non siamo i soli visto che sia  Mercedes che Mclaren accusano molto gap da RB. Ahimè loro hanno dominato in lungo e in largo nel 2023, per questo la vedo difficile che qualsiasi altro team possa colmare il gap. Di certo se facessimo un’ottima macchina, capace di dare fastidio a RB in molte piste, e loro si dimostrassero meno dominanti rispetto al 2023, non escludo che un secondo posto nel mondiale piloti possa essere possibile, visto anche questo Perez. 


Se si guarda la qualifica il gap non è così assurdo come dite, il grosso distacco è in gara, dove RB tiene ritmi inarrivabili per tutti.

A inizio 2022 vi era estremo equilibrio tra Ferrari e lattine, quell’anno si è concluso con la vittoria dei bibitari si, ma con oltre 100 punti persi per strada grazie a muretto, affidabilità e gestione Binotto. Tutto sommato non si può dire che nel 2022 la RB facesse sempre categoria a parte e che nel 2023 per la Ferrari sarebbe stato estremamente difficile lottare per il titolo. Basta chiedere al genio di Vigna.

Dal 2022 al 2023, quindi con regole stabili, la Rb ha migliorato il progetto in modo così massiccio da poter iniziare ciò che si può definire un dominio inarrivabile per tutti, quindi di fatto cambiando la percezione del proprio livello e di molto.

Un progetto non può essere stravolto nel corso dello stesso anno quando parte da presupposti sbagliati, ma credo che nonostante budget cap, la vettura di un nuovo anno possa essere diversa sufficientemente per fare un salto tale da poter essere competitiva e lottare per il titolo.

Attenzione (e lo dico per chi legge ingenuità o sogni di gloria in ciò che scrivo) “possa” non significa che sia semplice, significa che esiste pur sempre una certa percentuale (anche bassa) di probabilità.

 Continuare a dire ogni anno: “loro sono troppo lontani, l’obiettivo è solo avvicinarsi” è una solfa di stampo Binottiano che dovrebbe essere valida alle porte di poche stagioni, non nel 90% dei casi da decenni.

Poi dico anche io che la probabilità maggiore è quella di avvicinarsi a loro senza vincere (esiste anche quella di confermarsi terzi o di fare peggio) vista la situazione, ma perché continuare a ripeterlo con tale matematica sicurezza. Aspettiamo le vetture e vediamo, no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certamente, aspetteremo le vetture e vedremo. Io mi basavo, ad esempio, sulla Mercedes del 2014-16 che dominava in lungo e in largo, e nessuna tra Ferrari e Red Bull fu in grado di impensierirla per il titolo. Sta di fatto che dalla seconda parte del mondiale 2022 ho visto un dominio Red Bull netto, anche per il calo della Ferrari (dovuto a vari fattori, TD039+sviluppi sbagliati ad esempio).

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, ForzaFerrari ha scritto:

Certamente, aspetteremo le vetture e vedremo. Io mi basavo, ad esempio, sulla Mercedes del 2014-16 che dominava in lungo e in largo, e nessuna tra Ferrari e Red Bull fu in grado di impensierirla per il titolo. Sta di fatto che dalla seconda parte del mondiale 2022 ho visto un dominio Red Bull netto, anche per il calo della Ferrari (dovuto a vari fattori, TD039+sviluppi sbagliati ad esempio).


Si ma nel 2014 Mercedes partiva con un vantaggio siderale in termini di know how e preparazione relativo all’ibrido che gli altri sognavano nei momenti più bagnati e la Ferrari invece pensava che bastasse fare un motorino per competere con loro.

Ciò che disse all’epoca dell’ esonero Marmorini ( a prescindere se fosse o meno colpa sua) in pochi lo capirono. Fu un errore gravissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
46 minuti fa, ForzaFerrari ha scritto:

Bisogna però anche essere realisti: il divario tecnico dimostrato da Ferrari nel 2023 è troppo e difficilmente colmabile durante un solo inverno. Fortunatamente, o sfortunatamente, dipende da come lo si intende, non siamo i soli visto che sia  Mercedes che Mclaren accusano molto gap da RB. Ahimè loro hanno dominato in lungo e in largo nel 2023, per questo la vedo difficile che qualsiasi altro team possa colmare il gap. Di certo se facessimo un’ottima macchina, capace di dare fastidio a RB in molte piste, e loro si dimostrassero meno dominanti rispetto al 2023, non escludo che un secondo posto nel mondiale piloti possa essere possibile, visto anche questo Perez. 

E' vero, è difficilmente colmabile, ma mai dire mai. Hanno detto che rivoluzioneranno la vettura, sia mai che trovano il bandolo della matassa per sistemare il passo gara.

Sarebbe più difficile se avessero deciso di non cambiare filosofia di vettura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Kimired said:

Con regole stabili invece lo sviluppo di una vettura vincente ad un certo punto perlomeno rallenta, e se gli altri azzeccano un progetto giusto la lotta non si può escludere, vedi 2021.

Ma abbiamo appena finito di spiegare che dal 2020 al 2021 le regole sono cambiate :vasseurb:

43 minutes ago, Kimired said:

Poi dico anche io che la probabilità maggiore è quella di avvicinarsi a loro senza vincere (esiste anche quella di confermarsi terzi o di fare peggio) vista la situazione, ma perché continuare a ripeterlo con tale matematica sicurezza. Aspettiamo le vetture e vediamo, no?

La certezza matematica non l'ha nessuno, ma per la legge dei grandi numeri ( :asd:è difficile credere che la Ferrari recupererà. 

Ovviamente capiremo di più durante i test e al primo GP (o prima, se Supercorris rilascia video al riguardo), intanto però non possiamo basarci su altro per fare previsioni quindi a meno di chiudere topic e forum fino a marzo, i discorsi sono inevitabilmente questi a mio modo di vedere 

Edited by Inaki Rueda

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, Inaki Rueda ha scritto:

Ma abbiamo appena finito di spiegare che dal 2020 al 2021 le regole sono cambiate :vasseurb:

46 minuti fa, Kimired ha scritto:

 

 

Sisi, un cambiamento epocale, allora sono cambiate le regole anche nel 2022 quando venne introdotta la TD39.

Per cambiamento intendo qualcosa di un po' più massiccio

 

11 minuti fa, Inaki Rueda ha scritto:

La certezza matematica non l'ha nessuno, ma per la legge dei grandi numeri ( :asd:è difficile credere che la Ferrari recupererà. 

Ovviamente capiremo di più durante i test e al primo GP (o prima, se Supercorris rilascia video al riguardo), intanto però non possiamo basarci su altro per fare previsioni quindi a meno di chiudere topic e forum fino a marzo, i discorsi sono inevitabilmente questi a mio modo di vedere 

 

Ma continuare a dire che tanto arriveremo (per la legge dei grandi numeri, eh) secondi o peggio (probabile ma qualcuno lo da per praticamente assodato) invece ha valore? Tantovale dargli già la coppa

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minutes ago, Kimired said:

 

 

Sisi, un cambiamento epocale, allora sono cambiate le regole anche nel 2022 quando venne introdotta la TD39.

Per cambiamento intendo qualcosa di un po' più massiccio

Riguardo la TD 39, sottolineerei che non cambiò nessuna regola.

Il cambiamento regolamentare da 2020 a 2021 non fu sicuramente fra i più importanti, ma costrinse le squadre a riprogettare il fondo che non è una cosa da poco. Infatti la Mercedes passò dall'essere un'astronave che ha maciullato tutti i record sul giro e si faceva Pouhon in pieno all'essere una vettura inguidabile ai test. Faccio fatica a immaginare che ciò possa accadere alla Red Bull con un regolamento aerodinamico stabile. Evolveranno la vettura senza stravolgerla e andranno sul sicuro consapevoli del vantaggio tecnico che hanno.

 

Ci sono cambi regolamentari più o meno sconvolgenti, quello del 2021 non fu certo comparabile al 2014, 2017 o 2022, ma non è sicuramente stato un regolamento stabile come descrivi tu e senza di esso, rimango convinto che la Mercedes avrebbe dominato come fanno nel settennio precedente. 

Edited by Inaki Rueda

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Inaki Rueda ha scritto:

Riguardo la TD 39, sottolineerei che non cambiò nessuna regola.

Il cambiamento regolamentare da 2020 a 2021 non fu sicuramente fra i più importanti, ma costrinse le squadre a riprogettare il fondo che non è una cosa da poco. Infatti la Mercedes passò dall'essere un'astronave che ha maciullato tutti i record sul giro e si faceva Pouhon in pieno all'essere una vettura inguidabile ai test. Faccio fatica a immaginare che ciò possa accadere alla Red Bull con un regolamento aerodinamico stabile. Evolveranno la vettura senza stravolgerla e andranno sul sicuro consapevoli del vantaggio tecnico che hanno.

 

Ci sono cambi regolamentari più o meno sconvolgenti, quello del 2021 non fu certo comparabile al 2014, 2017 o 2022, ma non è sicuramente stato un regolamento stabile come descrivi tu. 

 

Non cambiò la regola ma cambio il metodo di controllo che sicuramente corrispose a un cambiamento (adeguamento) sulla Ferrari che segnò un chiacchierato calo di prestazioni. O mi sbaglio?
Il tipo di "cambiamenti" a cui fai riferimento tu sono piuttosto frequenti, ma non sempre hanno coinciso con la fine di un ciclo.
Ma poi sei libero di pensare che la Ferrari non vincerà mai e riporre il 100% delle speranze nel 2026.

A sto punto prendiamoci 2 anni sabbatici.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Kimired ha scritto:

 

Non cambiò la regola ma cambio il metodo di controllo che sicuramente corrispose a un cambiamento (adeguamento) sulla Ferrari che segnò un chiacchierato calo di prestazioni. O mi sbaglio?
Il tipo di "cambiamenti" a cui fai riferimento tu sono piuttosto frequenti, ma non sempre hanno coinciso con la fine di un ciclo.
Ma poi sei libero di pensare che la Ferrari non vincerà mai e riporre il 100% delle speranze nel 2026.

A sto punto prendiamoci 2 anni sabbatici.

 

Ergo, in base alla regola, Ferrari è stata colta nelle mani nella marmellata. Non ufficialmente, ma gli effetti della TD039 han portato a questa molto probabile conclusione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×