Jump to content
Sign in to follow this  
Beyond

[Verità Cubitali] Conte dittatore del nostro cuore

Recommended Posts

Tra l'altro quello che dice @ForzaFerrari88 è vero anche ad un livello ancora più fondamentale. Ormai il sud si sta spopolando in modo massiccio. Forse la Campania fa eccezione in quando capitale economica del sud, ma comunque il tutto si limita a Napoli, mentre già le altre grandi città della regione languono. E lo spopolamento è un problema di base, vuol dire sempre meno nati, sempre meno forza lavoro (perché giocoforza restano solo i vecchi) e sempre meno possibilità di risollevare il territorio. Io ho amici in Sicilia che mi parlano di case ormai inabitate da anni che nessuno vuole comprare se non a prezzi ridicoli (a volte si parla anche di doverle vendere a 1000 €/mq se non meno). Le poche attività produttive che riescono a sopravvivere non hanno mercato (per la mancanza di una rete infrastrutturale efficiente) e quindi chiudono una dopo l'altra. Fondamentalmente, da qua a 50 anni, il sud Italia sarà un posto buono solo per passarci le vacanze, perché sarà completamente spopolato e la colpa di tutto ciò è di una classe politica e dirigenziale miope ed arrivista.

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 hours ago, Ferrarista said:

Scusami, ma l'alta velocità tra Milano e Roma attraversa l'appennino, il territorio è solo una scusa senza senso.

In realtà ci sarebbe la tanto discussa TAV che attraversa le Alpi :asd:

13 hours ago, Ferrarista said:

a volte si parla anche di doverle vendere a 1000 €/mq se non meno

1000/mq è lusso, ci sono centinaia di case ereditate dai nonni lasciate crollare perché nessuno le vuole

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, Ferrarista ha scritto:

Tra l'altro quello che dice @ForzaFerrari88 è vero anche ad un livello ancora più fondamentale. Ormai il sud si sta spopolando in modo massiccio. Forse la Campania fa eccezione in quando capitale economica del sud, ma comunque il tutto si limita a Napoli, mentre già le altre grandi città della regione languono. E lo spopolamento è un problema di base, vuol dire sempre meno nati, sempre meno forza lavoro (perché giocoforza restano solo i vecchi) e sempre meno possibilità di risollevare il territorio. Io ho amici in Sicilia che mi parlano di case ormai inabitate da anni che nessuno vuole comprare se non a prezzi ridicoli (a volte si parla anche di doverle vendere a 1000 €/mq se non meno). Le poche attività produttive che riescono a sopravvivere non hanno mercato (per la mancanza di una rete infrastrutturale efficiente) e quindi chiudono una dopo l'altra. Fondamentalmente, da qua a 50 anni, il sud Italia sarà un posto buono solo per passarci le vacanze, perché sarà completamente spopolato e la colpa di tutto ciò è di una classe politica e dirigenziale miope ed arrivista.

 

Ma infatti il problema della desertificazione del Sud è un tema attualissimo.

Rischiamo nei prossimi 30-40 anni la totale spopolazione.

 

Inoltre qua stanno sempre a dire dell'invasione degli africani. Al momento è irrilevante, ma basterebbe vedere gli studi sui tassi di crescita della popolazione africana nei prossimi anni che c'è veramente da mettersi le mani dei capelli per il macello in cui ci troveremo se non si decidono a cambiare le politiche economiche.

 

6 ore fa, ClaudioMuse ha scritto:

In realtà ci sarebbe la tanto discussa TAV che attraversa le Alpi :asd:

1000/mq è lusso, ci sono centinaia di case ereditate dai nonni lasciate crollare perché nessuno le vuole

 

Pur di fare infrastrutture per il Nord e non per il Sud sarebbero capaci di fare un buco nel pianeta per collegare direttamente la Lombardia alla Cina

Edited by ForzaFerrari88

Share this post


Link to post
Share on other sites

130540248_2846046655637495_8601763687778

Share this post


Link to post
Share on other sites

che bell'elenco

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

Ma infatti il problema della desertificazione del Sud è un tema attualissimo.

Rischiamo nei prossimi 30-40 anni la totale spopolazione.

 

Inoltre qua stanno sempre a dire dell'invasione degli africani. Al momento è irrilevante, ma basterebbe vedere gli studi sui tassi di crescita della popolazione africana nei prossimi anni che c'è veramente da mettersi le mani dei capelli per il macello in cui ci troveremo se non si decidono a cambiare le politiche economiche.

 

 

Pur di fare infrastrutture per il Nord e non per il Sud sarebbero capaci di fare un buco nel pianeta per collegare direttamente la Lombardia alla Cina

Sarà colpa solo del Nord e dello Stato se il Sud è così malmesso.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti la colpa è delle istituzioni, stato e regioni/comuni del sud.

Basta vedere la buffonata del commissario della Calabria, di chi è la colpa?

Non sicuramente dei cittadini. Ma una grave colpa è sicuramente del governo centrale.

 

In questo ventennio milioni di meridionali sono andati via, hanno trovato lavoro al centro/nord e in Europa facendo le loro fortune.

Tanti imprenditori, anche giovani, che hanno avuto successo.  

 

(e non sto parlando di "complotti" nord ladro, colpa loro etc etc)

Edited by Vincenzo
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Vincenzo per me la verità, come sempre, sta nel mezzo.
Non è solo colpa del Nord cattivone o dello Stato se il Sud è messo così male. La realtà dei fatti questa è. 
Di fronte a situazioni così disastrate, non si può sempre e solo dare la colpa a un elemento. 
Ovviamente, anche il Governo e il Nord hanno alcune responsabilità, ma addossare loro tutte le colpe dell'attuale situazione del Sud è abbastanza errato a mio parere.
Poi si, è sempre più comodo dare le colpe agli altri quando le cose non vanno...

Edited by PheelD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh ma ti ripeto, io del Nord non ho parlato proprio, anzi, non parlo di complotti, di Nord cattivone etc etc.

 

Le colpe sono sempre da dividere a metà tra stato centrale e istituzioni locali. Non do mica colpa alla Lombardia o al Veneto, lungi da me

 

 

Edited by Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Vincenzo ha scritto:

Eh ma ti ripeto, io del Nord non ho parlato proprio, anzi, non parlo di complotti, di Nord cattivone etc etc.

 

Le colpe sono sempre da dividere a metà tra stato centrale e istituzioni locali. Non do mica colpa alla Lombardia o al Veneto, lungi da me

 

 

Infatti io non parlavo di te e dei tuoi post nel mio primo post :asd:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
59 minuti fa, PheelD ha scritto:

Sarà colpa solo del Nord e dello Stato se il Sud è così malmesso.

 

 

 

è colpa dell'intero sistema, di come è concepito, da nord a sud. Però. come si suol dire, il pesce puzza dalla testa (in questo caso dalla locomotiva).

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Vincenzo ha scritto:

Eh ma ti ripeto, io del Nord non ho parlato proprio, anzi, non parlo di complotti, di Nord cattivone etc etc.

 

Le colpe sono sempre da dividere a metà tra stato centrale e istituzioni locali. Non do mica colpa alla Lombardia o al Veneto, lungi da me

 

 

 

In realtà è ANCHE al nord che ci sono delle colpe. Guardiamo ad un caso molto semplice ed attuale: l'emergenza COVID-19. Pur di non isolare la Lombardia (che ricordo essere tra le aree più impestate d'Europa tra marzo ed aprile) si è deciso prima di isolare l'intero paese e poi, dopo le riaperture, di lasciare proprio quei lombardi liberi di scorrazzare da nord a sud. A gran voce, dal sud, si chiedeva di non permettere alla gente del nord (in particolare lombardi e piemontesi) di potersi muovere, ma le istituzioni locali, confindustria, e tutti quelli che detengono il potere economico e politico si sono opposti. Qual è stato il risultato? Da epidemia locale (perchè di fatto era locale), il COVID-19 è diventata una epidemia nazionale. E non mi si venga a dire che al momento dell'apertura la Lombardia era covid-free, perché poi la seconda ondata ha colpito la Lombardia molto più di altre regioni (chiaro segno che i focolai erano ancora grossi).

 

Questo è un esempio, ma potrei portarne a centinaia in cui le ricche regioni del nord hanno imposto scelte politiche solo in forza del potere industriale che detenevano, e soprattutto in modo del tutto miope, dimenticando di considerare che un sud con meno problemi, più infrastrutture, più industrie conviene anche al nord.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Ferrarista ha scritto:

 

è colpa dell'intero sistema, di come è concepito, da nord a sud. Però. come si suol dire, il pesce puzza dalla testa (in questo caso dalla locomotiva).

Infatti io ho detto questo ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma qua mi pare che nessuno abbia addossato al nord soltanto le colpe dei problemi del sud. FF88 diceva una cosa un po' più complessa, ovvero che per via di logiche malsane si è spinto molto di più il nord che il sud col risultato netto di spopolare ed impoverire il sud ed allo stesso tempo di rendere il nord stesso meno competitivo perchè privo di un mercato privilegiato. e di una rete commerciale che solo all'interno di un paese si può sviluppare. Ovviamente al nord qualcuno questo problema non lo percepisce perché vive ancora della rendita del boom economico, mentre invece il sud si trova incapace di reagire ormai a causa di queste politiche miopi. Poi questo non toglie che delle colpe grosse ce le abbiano anche le istituzioni e la stessa gente del sud. Non si può ridurre il tentativo di vedere il problema in modo più ampio ad una falsa pista (come ormai il capitano fa da anni).

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Ferrarista ha scritto:

Ma qua mi pare che nessuno abbia addossato al nord soltanto le colpe dei problemi del sud. FF88 diceva una cosa un po' più complessa, ovvero che per via di logiche malsane si è spinto molto di più il nord che il sud col risultato netto di spopolare ed impoverire il sud ed allo stesso tempo di rendere il nord stesso meno competitivo perchè privo di un mercato privilegiato. e di una rete commerciale che solo all'interno di un paese si può sviluppare. Ovviamente al nord qualcuno questo problema non lo percepisce perché vive ancora della rendita del boom economico, mentre invece il sud si trova incapace di reagire ormai a causa di queste politiche miopi. Poi questo non toglie che delle colpe grosse ce le abbiano anche le istituzioni e la stessa gente del sud. Non si può ridurre il tentativo di vedere il problema in modo più ampio ad una falsa pista (come ormai il capitano fa da anni).

A me sembrava invece che ForzaFerrari88 volesse addossare un po' di colpe al Nord. Ma magari mi sbaglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, Ferrarista ha scritto:

 

In realtà è ANCHE al nord che ci sono delle colpe. Guardiamo ad un caso molto semplice ed attuale: l'emergenza COVID-19. Pur di non isolare la Lombardia (che ricordo essere tra le aree più impestate d'Europa tra marzo ed aprile) si è deciso prima di isolare l'intero paese e poi, dopo le riaperture, di lasciare proprio quei lombardi liberi di scorrazzare da nord a sud. A gran voce, dal sud, si chiedeva di non permettere alla gente del nord (in particolare lombardi e piemontesi) di potersi muovere, ma le istituzioni locali, confindustria, e tutti quelli che detengono il potere economico e politico si sono opposti. Qual è stato il risultato? Da epidemia locale (perchè di fatto era locale), il COVID-19 è diventata una epidemia nazionale. E non mi si venga a dire che al momento dell'apertura la Lombardia era covid-free, perché poi la seconda ondata ha colpito la Lombardia molto più di altre regioni (chiaro segno che i focolai erano ancora grossi).

 

Questo è un esempio, ma potrei portarne a centinaia in cui le ricche regioni del nord hanno imposto scelte politiche solo in forza del potere industriale che detenevano, e soprattutto in modo del tutto miope, dimenticando di considerare che un sud con meno problemi, più infrastrutture, più industrie conviene anche al nord.

per tranquillizzarti dal 16 la Lombardia è nuovamente zona gialla :up:

Share this post


Link to post
Share on other sites

colpa del nord

 

image.png.eb585a9355785d25eec634bfb35f02b3.png

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto possibile marcia indietro per Natale e Capodanno

https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2020/12/10/il-governo-apre-sugli-spostamenti-tra-comuni-a-natale_504d6869-7d7b-4c9f-b5cb-2c04b37019f7.html

7 minuti fa, Alex_Ferrari ha scritto:

per tranquillizzarti dal 16 la Lombardia è nuovamente zona gialla :up:

La Toscana quando torna gialla?

PS la Lombardia diventa gialla il 13 :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La questione delle assicurazioni è una delle porcate più immonde che ci siano in questo paese. Prova a stipulare una RCA (o peggio ancora l'assicurazione per un ciclomotore) in Campania e poi mi fai sapere. Parliamo di prezzi che sono 2-3-4 volte quelli di città del nord come Milano dove incidenti e furti sono comunque molto frequenti. Come detto, il pesce puzza dalla testa (in questo caso dalle compagnie assicurative) che speculano sul fatto che ci siano più truffe e più incidenti.

 

2 minuti fa, PheelD ha scritto:

 

Che pagliacci

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'ultima non l'ho capita, è colpa delle assicurazioni del nord se girate senza assicurazione?

 

:chandhok:

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×