Jump to content
The frog

Notizie varie 2015

Recommended Posts

MA TE SEI PER L'ASFALTO?

Share this post


Link to post
Share on other sites

lui è un noto asfaltista, appartenente alla lobby del bitume

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me qui qualcuno non sa leggere perché si ripetono le stesse cose da anni. :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

lui è un noto asfaltista, appartenente alla lobby del bitume

 

Da distinguere con l'asfaltatore per eccellenza, che è un altro.

 

Ok, perdonatemi. :sce:

Share this post


Link to post
Share on other sites

appunto, l'asfalto serve per non far ritirare nessuno, gli sponsor non pagano per insabbiarsi al primo giro, la sicurezza non centra una mazza, io e Spa siamo stanchi di ripetervelo

Share this post


Link to post
Share on other sites

dal mio lato ho sempre invocato un primo nastro di sabbia/erba che rallenti e faccia perdere tempo, e poi, qualche metro più in la, asfalto...l'importante è che chi esca paga, perda secondi, rovina la vettura/gomme ma non si ritiri forzatamente...

 

poi oh, succede anche che c'è chi riesce ad insabbiarsi in una misera striscia di sabbia larga 3 metri, come massa in malesia 2008 :asd:

http://www.dailymotion.com/video/x2bhuy4_gran-premio-della-malesia-2008-ritiro-di-massa_sport

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

MA TE SEI PER L'ASFALTO?

 

No. Io sono per l'uso della Ragione. Ciò che serve va dove serve. Non ho pregiudizi a prescindere, come molti.

 

1)asfalto con aggiunta di strisce di polimeri ad alta aderenza per curve pericolose dopo lunghi rettilinei (con infrazione per chi esce se non viene spinto fuori)

2)asfalto semplice per le curve di media pericolosità (con infrazione per chi esce se non viene spinto fuori)

3)sabbia in tutti gli altri punti a bassa pericolosità

 

Questo aiuta anche a dimezzare i casi di safety car, perchè per ogni spintarella alle prime curve avremo la safety car per ogni poveraccio che finisce spinto fuori da qualche maldonado di turno... soprattutto dopo la vicenda di Bianchi che il meccanismo: [macchina insabbiata a bordo pista ==> gru ==> safety car] sarebbe innescato sempre obbligatoriamente. Non ci sarebbe mai più una gara non interrotta dalla safety car, anche per spintarelle banali...

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

io e Spa siamo stanchi di ripetervelo

 

amico e noi siamo stanchi di leggerlo :asd:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A mio avviso meglio l'asfalto, preferisco un lungo, piuttosto che un pilota ritirato. Non è giusto che si ritiri uno solo perché sbaglia una curva, è una delle ingiustizie che deve finire in questo mondo marcio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A mio avviso meglio l'asfalto, preferisco un lungo, piuttosto che un pilota ritirato. Non è giusto che si ritiri uno solo perché sbaglia una curva, è una delle ingiustizie che deve finire in questo mondo marcio.

 

(:asd:)

 

Sembra una frase di Charlie Brown...

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh allora facciamo un circuito singolo, una bella colata di asfalto 2x2km e disegnamo settimanalmente le piste con striscie bianche, birilli, barriere trasportabili e alberi dentro i vasi da piazzare a piacimento

come la pista di top gear... si risparmia un sacco nei costi e logistica no?

sai che bello? piste fantasiose create dallo stesso pubblico!1! :asd:

magari con televoto puoi anche scegliere il disegno del weekend di gp

Edited by mircocatta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kimi sarebbe fisso in nomination :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

io e Spa siamo stanchi di ripetervelo

 

amico e noi siamo stanchi di leggerlo :asd:

 

 

 

quando la smetterete di dire che l'asfalto è più sicuro gné gné gné io e Spa la smetteremo di ricordarvi che non è cosi, vero Spa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

più sicuro non credo, forse in alcune curve

 

in ogni caso non se ne può più di spa e ta diatriba della ghiaia e asfalto :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su fpassion c'è un bell'articolo con domande a Button, Alonso, Massa e Raikkonen sulle nuove proposte dello strategy group.

Ne esce che piloti che corrono da 15 anni non hanno idea di come le cose potrebbero migliorare o peggiorare cambiando questo o quello.

Dicono che oggi il vincitore di una gara ci mette 6 o 7 minuti in piu di 10 anni fa a finire quella gara, che sono lenti, che era meglio la lotta tra gommisti, le macchine piu veloci, ma dicono anche che con l'aerodinamica spinta al limite non si sorpassava neanche con il mitra, che i rifornimenti davano varie possibilità di strategie ma anche che bastava girare con 1/3 del carburante degli altri in qualifica per fare il tempone ed i primi 10 giri davanti.

Insomma, non lo sanno neanche loro cosa bisognerebbe fare.

In questo è divertentissimo leggere il forum e sapere che noi avremmo tutte le risposte, che basterebbe tornare alle ruote di pietra ed i caschetti ci cuoio, che l'asfalto fuori dalle curve è il male e che ci vogliono le palle per correre.

Loro, evidentemente, non la vedono così facile....

http://www.formulapassion.it/2015/05/f1-strategy-group-alonso-allora-andavamo-nella-direzione-sbagliata/

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che gli altri han detto qualcosa, Kimi ha detto tutto e niente :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che gli altri han detto qualcosa, Kimi ha detto tutto e niente :asd:

 

Secondo me dal 2008 in poi l'unica cosa che dice Kimi è..."è arrivato il bonifico dello stipendio?" :tze:

In questo arrivabene, con la mannaia di marchionne ad 1 cm dal collo, fa benissimo a rispondergli..."non ancora".

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su questo sono d'accordissimo :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

è normale che i piloti non sappiano cosa è davvero meglio, perchè a conti fatti è proprio così, solo provando una cosa puoi sapere com'è. liberalizzare tutto, tanto per dire, sarebbe bellissimo dal punto di vista morale e sportivo, ma poi dal punto di vista delle gare? potremmo benissimo avere gare noiosissime, in stile primi anni 2000. non credo esista la ricetta già scritta di regolamenti che portano a spettacolo, sport e soddisfazione tutti insieme.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non a caso... chi fa il pilota ==> guida mentre chi deve fare il manager deve prendere le scelte, ovviamente ascoltando le ricerche di mercato e gli esperti del settore dell'intrattenimento, che a loro volta dovrebbero ascoltare gli esperti di social dynamics che a loro volta devono ascoltare le reazioni di un pubblico variegato di persone. Sostanzialmente ognuno deve fare il suo mestiere.

Il problema è che oggi le scelte si prendono senza partire dalla base, cioè i clienti finali: le persone, i tifosi, gli appassionati, cioè soprattutto chi le gare le vede da fuori, non da dentro il casco.

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×