Jump to content
lucaf2000

Moto GP 2011

Recommended Posts

Quindi guider? la terza moto ufficiale?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non saprei, onestamente se ho in squadra un Lorenzo e uno come Spies, non andrei mai a prendere Dovizioso. Lorenzo ti pu? vincere il titolo, Spies qualche gara, Dovizioso? Ti arriva costantemente 4?. Il fatto che sia finito in quella squadra Yamaha, qualcosa vorr? pur dire.

 

Spies ? ottimo per la Yamaha, perch? ? un'ottima spalla di Lorenzo o come outsider.

 

 

Ah. Da quello che leggevo qua, sembrava che non fosse nemmeno in grado di salire su una 1000.

 

Primo grassetto: :thumbsup:

 

Secondo: vedrai che Pedrosa, purtroppo per lui, la prima volta che finisce a terra aggiunge un altro osso rotto alla sua gi? ricca collezione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Valencia: Stoner guida la classifica

 

http://www.gpone.com/index.php/201111095505/Valencia-Stoner-guida-la-classifica.html

 

 

I tempi alle 12

 

1. Casey Stoner (Honda) 1?32.123 (giri 2/7)

 

2. Ben Spies (Yamaha) 1?32.530 (giri 8/13)

 

3. Dani Pedrosa (Honda) 1?32.692 (giri 5/5)

 

4. Cal Crutchlow (Yamaha) 1?33.433 (giri 3/12)

 

5. Andrea Dovizioso (Yamaha) 1?33.726 (giri 4/18)

 

6. Valentino Rossi (Ducati) 1?33.788 (giri 4/10)

 

7. Hector Barbera (Ducati) 1?34.039 (giri 8/12)

 

8. Karel Abraham (Ducati) 1?34.042 (giri 27/29)

 

9. Alvaro Baustista (Honda 800) 1?34.582 (giri 14/14)

 

10. Franco Battaini (Ducati) 1?35.308 (giri 23/25)

 

11. Stefan Bradl (Honda 800) 1?35.393 (giri 8/8)

 

12. Ivan Silva (Inmotec) 1?38.131 (giri 7/10)

 

13. Carmelo Morales (Suter-BMW Laglisse) 1?38.309 (giri 14/14)

 

14. Federico Sandi (Gapam-BMW) 1?39.702 (giri 7/8)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Abraham ? a solo 100cent di ritardo da Rossi ora, quasi inquietante, e si che hanno una moto da zero entrambi :S

Share this post


Link to post
Share on other sites

La notizia che tutti aspettavamo

 

http://www.gpone.com/index.php/201111095503/Bautista-lascia-la-Suzuki-e-va-in-Honda.html

 

peccato Suzuki perda un talento come lui; ora si prospetta un'altra annata buia per questa grande casa, oppure l'abbandono definitivo. Ho letto su 4ruote si stanno concentrando molto sul settore auto che sta andando molto bene. Se i ricavi auto tenessero potrebbero rimanere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma la Inmotec ? GP o CRT?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Inmotec ? CRT. Quattro secondi da questo Pedrosa mi sembrano buoni, per essere alla prima uscita insieme. Ora tocca toglierne altri due per essere credibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Primo grassetto: :thumbsup:

 

Secondo: vedrai che Pedrosa, purtroppo per lui, la prima volta che finisce a terra aggiunge un altro osso rotto alla sua gi? ricca collezione.

Questo ? naturale, purtroppo. Per? non dipende minimamente dalla cilindrata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo ? naturale, purtroppo. Per? non dipende minimamente dalla cilindrata.

 

Spero per lui, altrimenti rotolerebbe gi? ogni volta che prenderebbe il via :yes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco i tempi della seconda giornata, preoccupante Ducati e Rossi indietrissimo, molto bene le Yamaha:

 

1. Dani Pedrosa 1'31.807 SPA HONDA Repsol Honda Team

2. Casey Stoner 1'31.968 AUS HONDA Repsol Honda Team

3. Ben Spies 1'32.338 USA YAMAHA Yamaha Factory Racing Team

4. Cal Crutchlow 1'32.550 GBR YAMAHA Monster Yamaha Tech 3

5. Andrea Dovizioso 1'33.256 ITA YAMAHA Monster Yamaha Tech 3 ?

6. Valentino Rossi 1'33.332 ITA DUCATI Ducati Marlboro Team

7. Karel Abraham 1'33.433 CZE DUCATI Cardion AB Motoracing

8. Hector Barbera 1'33.648 SPA DUCATI Pramac Racing

9. Alvaro Bautista 1'33.814 SPA HONDA San Carlo Honda Gresini

10. Stefan Bradl 1'34.142 GER HONDA LCR Honda MotoGP

11. Kousuke Akiyoshi 1'34.546 GIA HONDA Repsol Honda Team

12. Franco Battaini 1'34.840 ITA DUCATI Ducati Marlboro Team

13. Carmelo Morales 1'35.911 SPA BMW Team Laglisse

14. Ivan Silva 1'36.695 SPA N/A BQR Inmotec

15. Yonny Hernandez 1'37.279 COL KAWASAKI BQR FTR

16. Federico Sandi 1'38.680 ITA GAPAM Grillini Team

 

un considerazione perch? al posto di queste CRT non fanno correre le Superbike dimagrite e con freni in carbonio che andrebbero ben pi? forte?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella l?, anche per l'anno prossimo Rossi ? fuori dai giochi.

Il solito distacco che becca da un anno esatto, cio? da quando siede sulla Desmo16.

Ormai nelle interviste non ci crede pi? nemmeno lui mentre dice "ci sono cose buone e altre da sistemare..."

Un mezzo da corsa, se competitivo, va forte appena messo in pista, e questo da sempre e la Honda lo ha mostrato chiaramente sia con la Rcv 212 l'anno scorso negli stessi test a Valencia che con questa 213.

Un secondo e mezzo dai primi non lo recuperi pi? manco a piangere nel corso dello sviluppo, che poi ? la stessa identica situazione di un anno fa, preciso preciso.

Probabile, visto anche i distacchi contenutissimi inflitti ai compagni di marca (quando non subiti!)con moto uguale identica,che il marchigiano abbia meno voglia di un tempo.

Del resto il tempo (e la fame agonistica) passano per tutti.

Diverso il discorso sullo staff tecnico: Preziosi ? 'sto genio che ci hanno sempre voluto far sembrare oppure lo era perch? Stoner faceva vincere la sua creatura?

I fatti cominciano a darci una risposta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con la giapponesizzazione della moto e la liberalizzazione dei test, imho potranno recuperare tantissimo.

Inoltre le gomme stanno diventando pi? facili (relativamente, ok) per motivi di sicurezza, ergo altro fattore in favore - potenzialmente - della Ducati.

 

Wait & see.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Invece Pedrosa, potenziali cadute a parte, sta sorprendendo in questi test. E' maledettamente vicino (in senso buono, ovviamente) a Stoner, molto pi? di quanto pensassi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io penso che con la nuova moto molti dei problemi predenti saranno lasciati alle spalle, soprattutto nell'inserimento in curva. Certo 1"5 ? ancora molto, devono sgrossarla parecchio e usare i riferimenti Giapponesi. Anch'io penso che Preziosi non sia un fenomeno, tuttavia in squadra ahanno pur sempre Burgess che potr? dare ottime indicazioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una moto buona, ma grezza, sta vicina ai primi, poi con test e modifiche pu? essere alla pari o superare le avversarie.

Ma se una moto sta a 1,5 secondi, significa che ? nata male e bisogna riprogettarla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

una moto che ha un potenziale non si becca un secondo e mezzo nei test....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma sono i primi km, s?.

Un telaio del genere non l'avevano mai fatto, inoltre per avere basi di confronto, hanno usato la distribuzione dei pesi della moto con motore portante.

Ergo non potevano esserci miglioramenti eclatanti perch? non volevano essercene.

 

Io resto convinto che anche il motore cambier?, nell'angolo della V.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma sono i primi km, s?.

Un telaio del genere non l'avevano mai fatto, inoltre per avere basi di confronto, hanno usato la distribuzione dei pesi della moto con motore portante.

Ergo non potevano esserci miglioramenti eclatanti perch? non volevano essercene.

 

Io resto convinto che anche il motore cambier?, nell'angolo della V.

 

Piuttosto non si pu? sperare che la Ducati sia da mondiale alla prima moto sviluppata con telaio perimetrale.

Devono considerare questa stagione come una di transizione e se ci saranno miglioramenti puntare a qualcosa di pi? nel 2013

 

 

La strada che hanno imboccato non porta a dei risultati nel breve termine ;)

Di questo dobbiamo prenderne atto

Edited by Isomax89

Share this post


Link to post
Share on other sites

La D16 che ha debuttato a Valencia NON ? la moto che correr? l'anno prossimo ma il primo passo di una lunga trasformazione. Le quote ciclistiche sono le stesse della Ducati con lo scatolato, lo stesso dicasi per il forcellone e per il motore. ? ovvio che stanno andando per gradi. Hanno di fronte un lavoro immane ,devono affrontare una autentica rivoluzione per loro. Sfidare i jap nel loro campo ? qualcosa di titanico. Devono per forza cambiare un pezzo alla volta, non possono cambiare tutto subito perch? non hanno esperienza sul telaio in alluminio e devono capire come si comporta ogni singolo particolare . Adesso hanno dei dati da analizzare per quanto riguarda il telaio che ? il passo pi? importante. Poi modificheranno secondo me nell'ordine quote ciclistiche , forcellone e infine motore che non sar? pi? portante e avr? una v di 65? e non 90. Questa ? la vera sfida per Rossi, non quella del passaggio tra Honda e Yamaha del 2004.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×