Jump to content
luke36

[Ufficiale] Ayrton Senna

Recommended Posts

Vabbè ci rinuncio tanto è inutile non vuoi capire, caspita citi Fullerton e non quello che dicono fior di campioni del mondo. Non so persino Stewart lo ritiene uno dei primi tre più veloci della storia, non certo un simpatizzante. Saranno tutti rimbambiti i protagonisti della f1 degli anni 80 e non solo...quelli che erano li sul posto a farsi il mondiale e non in divano a guardare le gare. Gente alla quale nemmeno stava molto simpatico tra l'altro. O molti di quelli che sono venuti dopo e sono ammirati dalle sue gesta. Della serie quando gli appassionati si elevano sui protagonisti, dall'alto degli autosprint e delle gare viste in tv...tra l'altro tv italiana notoriamente grande riferimento affidabile. Pure Hunt nell'84 si sbagliò nel pronunciare quella famosa frase, quando era ancora da farsi il futuro campione, l'aveva sopravvalutato pure lui. I quit.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ti dirò mai che non era uno fortissimo, ma ti dirò sempre che molto dell'alone di leggenda per me proviene soprattutto dalle circostanze.

A proposito dell'88, mi è venuto in mente che anche BMW che era il motore più potente si era ritirato dalla scena anni prima con gravi ricadute sullo spettacolo. Abissale il distacco della mp4 sulle Ferrari una dei pochi team a disporre dei motori turbo. Sto guardando alcuni distacchi su chicanef1, guardateli per farvi un'idea. C'è il detto Un'immagine vale più di mille parole ahah

 

http://chicanef1.com/race.pl?year=1988&gp=San%20Marino%20GP&r=1&type=qual

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

... Della serie quando gli appassionati si elevano sui protagonisti, dall'alto degli autosprint e delle gare viste in tv...tra l'altro tv italiana notoriamente grande riferimento affidabile. Pure Hunt nell'84 si sbagliò nel pronunciare quella famosa frase, quando era ancora da farsi il futuro campione, l'aveva sopravvalutato pure lui. I quit.

 

Del resto la mia antipatia a Senna proviene da lontano altrimenti non avrei avuto modo di replicare a taluni affermazioni strampalate di alcuni suoi tifosi sui forum

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono d'accordo sull'esagerazione montante nei confronti di Senna negli ultimi anni.

Per chi non l'ha visto mai correre, appassionati e giornalisti, si tratta ormai di uno "scienziato e santo" che dominava in lungo e in largo con una mano legata dietro.

Non è ovviamente così.

Però, detto questo, parlando come chi invece l'ha visto debuttare ed esprimersi e non si basa solo sulle immaginette votive che circolano oggi, non si possono non piantare dei paletti: nell'88 Senna e Prost erano già considerati il "riferimento", altro che no.

Il francese quale pilota completo e senza punti deboli, il brasiliano per velocità assoluta (incalzato da molto vicino da Mansell).

Focalizzarsi solo sull'atipico (quanto il 2014) campionato '88 non ha nessun senso, visto che prima, e dopo, le qualità del nostro erano le stesse, intendendo lo spessore tecnico del pilota.

E, torno a ripeterlo, i suoi incredibili numeri pre F.1 sono lì a dimostrarlo ( tanto per chiarire, in monoposto, su 68 gare disputate 45 vittorie e 33 pole. . .)

Se poi si parla d'altro, antipatie, scazzi e ripicche verso questo o quello allora vale tutto eh.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:sbav:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posso dirvi la verità? Da bambina Ayrton Senna mi stava super-antipatico... appena lo vedevo in TV cambiavo canale... Andrea (inutile che vi ripeta chi fosse) ne era un grandissimo tifoso, al punto che quando veniva a casa nostra oppure uscivamo con lui, Ridley mi raccomandava: "Non parlare male di Senna!" Diciamo che ho iniziato ad apprezzarlo più verso gli 11-12-13 anni, quindi all'inizio dell'adolescenza. Quando morì io ero in prima liceo, e ricordo benissimo quella copertina nera di Autosprint con scritto a caratteri cubitali "E' MORTO SENNA" Il giorno dell'incidente ero nel mio salotto di Milano, erano arrivati i nonni dall'America. Mi ero appisolata dopo la ripartenza, e ricordo genitori e nonni che lanciarono un urlo apocalittico che mi fece svegliare di soprassalto. Poltronieri, che commentava la gara, aveva gridato: "Attenzione, Senna è uscito di pista!"

 

Comunque tanti di voi hanno ragione nel dire che Senna dopo la morte sia stato "beatificato". Se ci fate caso nelle interviste ai giovani piloti, quando viene chiesto loro chi sia il loro riferimento, loro rispondono quasi sempre Senna o Schumacher. Sul fatto che citino il secondo non ho nulla da dire, essendo magari stati bambini durante il suo periodo d'oro possono anche ricordarsi delle sue gare... ma quando morì Senna tanti di questi non erano nemmeno nati...

 

Forse sono stata un po' troppo severa, non me ne vogliano i Sennisti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono d'accordissimo con te. Ai tempi del Senna - Prost, la tifoseria era divisa a metà. Io tenevo per il francese. Con Prost in Ferrari e la speronata di Suzuka, a tantissima gente (me compreso), Senna stava sulle strapalle e se si ritirava si gioiva (anche perchè la Ferrari era ai minimi storici, roba che quella attuale sembra vincente). Una volta morto, Senna è diventato un santo e il migliore di tutti i tempi, mentre Prost era il cattivo che comprava i mondiali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Tutti ti amano quando sei tre metri sotto terra" (Elton John)

Per tanti altri personaggi è successo così. Guarda anche Michael Jackson: prima che morisse tutti a dargli del pedofilo... a partire dal 25 giugno 2009 invece è diventato un santo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciò non toglie che erano entrambi già leggende in vita. Il pensiero della gente (o dei ferraristi) fa poco testo in certi casi. Pure Schumacher stava sulle palle ai Ferraristi e a Senna avrebbero innalzato delle statue se si fosse vestito di rosso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti, quando nel 1993 qualcuno parlava di Senna in Ferrari, io pensavo, sarà pure uno stronzzo ma in fin dei conti è bravo e potrebbe servire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ayrton, sempre abbastanza invasato ed insopportabile (per me) fuori dalla macchina, in pista era considerato uno dei migliori di tutti i tempi anche da vivo, cosa che lascia il tempo che trova, perchè non c'è modo di confrontarli neanche nella stessa epoca, se non guidano la stessa macchina nelle stesse condizioni.

La morte ha ingigantito il tutto, ma i piloti che sono diventati mito dopo la morte sono altri. Lui lo eragia da vivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, per come la penso io se Senna fosse arrivato alla Ferrari sarebbe diventato un mito anche per coloro che lo criticavano. Io comunque non sono mai stata una "Sennista", non mi ha mai fatta impazzire. Ricordo però quando ero tipo in terza media, quindi circa un anno prima della sua morte, che la mia professoressa di matematica, anche lei fan della F1 (incredibile, anche se non sono mai stata una cima nella sua materia avevo sviluppato un bel legame con la prof proprio per il nostro essere accomunate dalla passione per i motori!) mi aveva detto: "Ti consiglio di tifare per Senna che è un bel ragazzo" Ma scherziamo?!? Io non avrei mai tifato un pilota solo per l'aspetto fisico! Sì, vi sarete accorti anche voi che a volte faccio commenti del tipo "questo è bello, questo è brutto, questo ha dei begli occhi, questo ha le gambe storte..." ma da qui a tifarne uno solo per motivi estetici ce ne corre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante il pezzo di Allievi su Senna nel suo nuovo libro. E' quanto immaginavo io da tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sta di fatto che simpatico o non simpatico............il 1 Maggio 1994 è nata un'altra F1, purtroppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sapevo dove postarlo, lo metto qui

 

rapporto di corsa della McLaren a Monaco 1988, quando Senna andò a sbattere al Portier dopo aver dominato la gara (54s al secondo)

 

DdVEDXDW0AAC5F8.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noto che è partito con 147 litri contro 150 permessi da regolamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sopravvalutato o no, ha mostrato le stesse qualità e gli stessi limiti nel corso della sua carriera. Sostanzialmente il suo approccio alle gare fu sempre lo stesso, anche negli ultimi anni, quando secondo alcuni sarebbe maturato modificando il suo stile di guida. In realtà basta pensare a come rovinò la gara di Mansell in Australia 1992 negandogli il decimo successo stagionale o di Brundle in Italia 1993 (due tamponamenti privi di logica) per rendersi conto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×