Jump to content
luke36

[Ufficiale] Ayrton Senna

Recommended Posts

anche a me è piaciuto parecchio,proprio "cinematograficamente"... belle,scene,montaggio,musiche,interviste,tempi....ben fatto non c'è che dire.
poi vabbè magari accentua aspetti e ne cela altri in "onore" del personaggiou.enfatizzato il comportameto di prost in direzione gara a suzuka dopo il fattaccio ma glissa un pò sulla vendetta del brasiliano l'anno successivo,però vabbè bello...con le porcate che passano in tv ci farei la firma sempre di robe così

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una delle cose belle di questo film sono le scene delle riunioni piloti che fanno capire quanto arrogante fosse Balestre come personaggio, come Senna si esponesse in prima persona e come persino Piquet (non certo un fan di Senna) fosse infastidito dalla gestione dei fatti nel 1989. Alcuni sostengono che Senna premeditasse Suzuka 90 da mesi, ne sono convinto anche io però mi è rimasto il dubbio di un possibile ripensamento che poi è stato abbandonato assistendo alla riunione piloti, quella che lascia in anticipo sentendosi preso in giro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel film, in questi filmati ho visto alcuni retroscena di cui avevano parlato i giornali senza mai vederli direttamente. Prost che corre da Balestre dopo il fattaccio appena Senna riprende la gara, tra l'altro spostare la macchina all'indeietro come voleva il regolamente e Balestre è stato molto pericoloso soprattutto il quel punto, il pianto di Senna con Sid Watkins di cui aveva parlkato AS, Senna era veramente distrutto dall'accaduto forse era la prima volta che si ritrovava con un pilota morto in un weekend. Hill e Berger e Prost che aveva pure smesso avevano un atteggiamento molto più distaccato, soprattutto Hill. In una sua intervista disse che aveva già vissuto un episodio simile in F3. C'ha fatto vedere il lato umano del campione ma anche professionale come quando dice a Watkins "Sid non posso smettere di correre"

Edited by tigre

Share this post


Link to post
Share on other sites

se non ricordo male Prost nel motivare il ritiro parlò di "F1 troppo pericolosa" se è vero, piu che atteggiamento distaccato parlerei di "vista lunga"

 

sempre se non ricordo male anche Berger decise solo all'ultimo di prendere parte a quel gp dove, tra l'altro, aveva rischiato la pellaccia qualche anno prima al tamburello

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo, in quell'anno si erano verificati incidenti gravi che solo per pura fortuna non si erano tramutati in tragedie, vedi Berger-Andretti a Interlagos e Warwick-Badoer a Hockenheim, ma io penso incise anche e soprattutto l'incidente di Rainey nel motomondiale. Prost ne accennò anche nella conferenza stampa di addio all'Estoril; al di la di questo Prost aveva un atteggiamento distaccato anche perchè di morti ne aveva visti diversi, Paletti Vielleneuve de Angelis, quest'ultimo fu uno dei primi a soccorrerlo, Senna era già della nuova era rispetto a Prost.

Berger pur vedendo morire il connazionale Ratzenberger rimase nel complesso abbastanza distaccato secondo me. Ricordo Zermiani informarsi proprio da lui di Senna sulla griglia della ripartenza a Imola, fece "Non sò" e niente di più; Hill aveva già vissuto esperienze simili, tra cui anche la morte del padre; Senna per motivi particolare no. Per questo ci sono state sempre speculazioni sul cosa pensasse il giorno che è morto. Sicuramente stava pensando che stava maturando e che aveva 34 anni

Edited by tigre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senna ha vissuto i drammi di Villeneuve (era lì per la gara di FFord 2000 europea) e di De Angeli in diretta. I morti gli aveva già visti. Al rispetto credo che si facciano troppe speculazioni. Semplicemente era turbato dalla morte di un collega.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Semplicemente Senna aveva una reputazione da diavolo in pista perchè per sua stessa ammissione (mi pare che il passaggio in cui lo dice sia stato mandato anche nello speciale su italia 1) era stato costretto a diventare un duro/cattivo perchè fin dall'inizio si è accorto che era circondato da gente che non si faceva scrupoli in pista e fuori, tipo Piquet quando mise in giro la voce che era gay, lui stesso disse che in f1 non c'era spazio per i buoni anche se questo non è bello. Quindi quando tutti i giornalisti parlano di contraddizione tra il Senna feroce, vendicativo in pista e quello che si cura dei colleghi, piange dopo la morte di un collega o soccorre in pista uno che è svenuto con l'acceleratore che continua ad andare (Comas) io non vedo un contrasto.

Si tratta semplicemente dell'emergere del vero Senna in momenti particolari, il buono che esce dalla corazza perchè non può fare a meno di fronte a certi episodi dal forte impatto emotivo.

Se questo non fosse il suo vero essere di certo non avrebbe fatto certe cose fuori dalla pista, si sarebbe goduto la vita cercando di fare altri soldi e basta come un Piquet o altri. Sicuramente sarebbe stato anche un buisness man dopo il ritiro ma sicuramente mantenendo il suo essere altruista. Ha ragione Terruzzi quando dice che era un "ricco penitente".

Non penso sia santificazione mi sembra abbastanza palese osservando la sua storia e come si comportava.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me non le aveva vissute proprio direttamente certe esperienze. Ma comunque per quello che mi riguarda di Senna si possono trovare punti a suo favore come a suo sfavore, a me personalmente non è mai piaciuto come si atteggiava in pista. Guardando indietro rispetto al valore come pilota mi pare di poter dire anzi che sia stato anche un po' sopravvalutato; sicuramente per me l'aspetto più antipatico di Senna era il fatto di voler stare sempre al centro dell'attenzione ma... rientriamo in topic

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me non le aveva vissute proprio direttamente certe esperienze. Ma comunque per quello che mi riguarda di Senna si possono trovare punti a suo favore come a suo sfavore, a me personalmente non è mai piaciuto come si atteggiava in pista. Guardando indietro rispetto al valore come pilota mi pare di poter dire anzi che sia stato anche un po' sopravvalutato; sicuramente per me l'aspetto più antipatico di Senna era il fatto di voler stare sempre al centro dell'attenzione ma... rientriamo in topic

diamine...sopravvalutato....

 

era un talento puro, inimitabile... ma hai idea di come guidava ?

 

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caspita sopravvalutato Senna significa che la maggior parte dei piloti di oggi e ieri che lo mettono in cima come guida pura sono degli sprovveduti. E comunque non c'era bisogno di mettersi al centro dell'attenzione nel suo caso, erano gli altri a farlo automaticamente perchè era un personaggio importante e catalizzatore di interesse, che poteva piacere o meno, però è un fatto che fosse così.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'88 vinse un mucchio di gare ma è anche vero che gli anni prima sulla Lotus ne aveva vinte 6 in circostanze particolari, questo per dire che non era un superuomo come tutti vorrebbero far credere. Ripeto l'88 è stato un anno atipico, se non sapete in che condizioni si è corso è meglio che andate a riguardarvele.

E comunque non c'era bisogno di mettersi al centro dell'attenzione nel suo caso, erano gli altri a farlo automaticamente perchè era un personaggio importante e catalizzatore di interesse, che poteva piacere o meno, però è un fatto che fosse così.

 

Non so che formula1 hai visto, nel 92 e nel 93 era sempre li che si lamentava della macchina, era sempre in prima pagina, la verità è che gli rodeva che vincessero gli altri, se avete da parlare di Senna parliamone in un altro topic

Edited by tigre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sembra una ricostruzione un po' semplicistica e non tirare fuori il solito motto "andatevelo a riguardare" sul 92 e 93 lo sappiamo tutti che si lamentava del motore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Va bè che il mondo è bello perchè è vario, ma accostare la parola "sopravvalutato" a Senna mi sembra oltre ogni possibile difesa.

Aggiungo che per capire meglio l'esemplare di cui stiamo parlando è sempre illuminante vedere cosa ha fatto prima di arrivare in f.1.

Nessuno, mai, ha espresso un dominio così annichilente sugli avversari con tale regolarità indipendentemente dalle difficoltà via via crescenti.

E nei kart, pur non fregiandosi del Mondiale per pure circostanze, era unanimemente giudicato ancor più marziano che in monoposto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh aveva motivo di lamentarsi visto che il Ford della Benetton era ufficiale il suo no

 

Un'aneddota: fine gp del Giappone non ricordo esattamente che anno ma erano gli anni compagno di Prost in Mc, a fine gara il francese si lamenta con i tecnici di Tokyo perche' secondo lui la potenza dei motori non e' la stessa. Approfittando la "vicinanza" i tecnici mandano i motori usati in gara dal francese e dal brasiliano al banco prova ed effettivamente risulta che uno aveva 3 hp piu' dell'altro: quello di Prost.

Edited by xmax

Share this post


Link to post
Share on other sites

da quanto ne so io, il problema dei motori Honda ci fu nel 1989 ed effettivamente a Senna venivano dati dei motori leggermente pompati ma anche inaffidabili, vedi Monza. L'AS del tempo dice a chiare lettere che i giapponesi volevano strafare e vincere con il proprio prediletto (visto che Prost andava in Ferrari) e si beccarono una sonora tuonata del motore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

MA non lo dicono sempre i tifosi di Ayrton Senna che Mansell e Piquet non valgono una cicca rispetto ai due sopracitati? per quale motivo dire che Senna sopravvalutato dovrebbe essere sbagliato, lo dicono sempre i tifosi di Aytron Senna che gli altri piloti valgono poco o niente. E' chiaro che siete di fronte a un'evidente cotraddizione, il fatto che mi si contesti è indice di tale evidente cotraddizione dei vostri ragionamenti

Share this post


Link to post
Share on other sites

MA non lo dicono sempre i tifosi di Ayrton Senna che Mansell e Piquet non valgono una cicca rispetto ai due sopracitati? per quale motivo dire che Senna sopravvalutato dovrebbe essere sbagliato, lo dicono sempre i tifosi di Aytron Senna che gli altri piloti valgono poco o niente. E' chiaro che siete di fronte a un'evidente cotraddizione, il fatto che mi si contesti è indice di tale evidente cotraddizione dei vostri ragionamenti

 

Dai hai detto una castroneria, non è questione di tifo...sei tu contro la storia della f1 e di tutti quelli che ci hanno lavorato e corso. Da quello che dici in seguito si evince che la tua affermazione nasce da un fastidio verso qualche tifoso di Senna per alcune affermazioni, quindi hai ammesso da solo che sei stato spinto da "questioni di ripicca". La contraddizione è tua e pure evidente. Avrai il "complesso di Senna", che ti sta sulle balle, nemmeno sei l'unico ma dire sopravvalutato è follia. Mansell e Piquet sono stati due campioni che hanno fatto storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

MA non lo dicono sempre i tifosi di Ayrton Senna che Mansell e Piquet non valgono una cicca rispetto ai due sopracitati? per quale motivo dire che Senna sopravvalutato dovrebbe essere sbagliato, lo dicono sempre i tifosi di Aytron Senna che gli altri piloti valgono poco o niente. E' chiaro che siete di fronte a un'evidente cotraddizione, il fatto che mi si contesti è indice di tale evidente cotraddizione dei vostri ragionamenti

 

Dai hai detto una castroneria, non è questione di tifo...sei tu contro la storia della f1 e di tutti quelli che ci hanno lavorato e corso. Da quello che dici in seguito si evince che la tua affermazione nasce da un fastidio verso qualche tifoso di Senna per alcune affermazioni, quindi hai ammesso da solo che sei stato spinto da "questioni di ripicca". La contraddizione è tua e pure evidente. Avrai il "complesso di Senna", che ti sta sulle balle, nemmeno sei l'unico ma dire sopravvalutato è follia. Mansell e Piquet sono stati due campioni che hanno fatto storia.

 

 

Sarebbe vero se seguissi la F1 da pochi anni, come se la storia della F1 fose legata ai forum o Autosprint quando mai, in realtà è dal 1985 che non mi è mai piaciuto Senna perchè tante volte l'ho reputato un po' antisportivo e spocchioso. I forum li seguo dal 2001 e Autosprint dal 1990, ho letto quintali di roba di Rombo e del Corriere dello sport già anni prima dall'85 al 90. Anzi posso dire che la F1 la seguivo molto più allora che ora.

Per pilota sopravvalutato intendo che è stato mitizzato troppo; inoltre quanto dico non dovrebbe scandalizzare per le considerazioni che avevo fatto prima

Edited by tigre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sei finito in un vicolo cieco da solo, pensaci. Mitizzato è diverso da sopravvalutato e comunque continui a ribadire la tua antipatia nei suoi confronti tirando fuori cose come presunta spocchia e antisportività che nulla hanno a che fare con la valutazione delle qualità di guida di un pilota. Potresti seguirla anche dal 1960 la f1 ma il discorso non regge lo stesso per non parlare del fatto che dare giudizi influenzati da pareri non graditi (in alcuni casi sono scemenze e nemmeno pareri) di tifosi di quel pilota...non ha senso logico. Solamente roba di pancia che però certo non può inquadrare l'abilità di un pilota. Concludo dicendo che è curioso dare dello spocchioso a Senna e simpatizzare per Piquet magari, non certo uno stinco di santo, come la maggior parte dei piloti di una volta tra l'altro. Sono un po' troppe le persone che quando dicono che Senna non era così forte argomentano dicendo queste cose senza fare valutazioni sulla guida in pista, vittorie fortuite con la Lotus poi è riduttivo. La prima vittoria in assoluto fu una lezione di guida sul bagnato a tutti,ad esempio, altre furono più rocambolesche ma bisogna anche considerare le strategie adottate per tentare di rimanere davanti in gara con una macchina che era al top solo in qualifica per poi perdere con il passare dei giri la sua competitività.

Comunque il mondo è bello perchè è vario, esistono anche persone che considerano Maradona sopravvalutato quindi non mi stupisco più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so', se considerate l'88 un campionato non atipico secondo me siete totalmente ciechi. Io non so che dirvi. Per chi non ha vissuto l'erea anni 80 è come parlare al muro. Come ti dicevo io ho letto quintali di roba. Posso assicurarti che in quegli anni Prost e Senna non sono mai stati considerati almeno fino a quell'anno dei riferimenti assoluti poi è arrivato l'88, e la morte di Senna poi lo ha mitizzato la figura come riferimento assoluto. Negli anni anni in cui non aveva la macchina per vincere il mondiale vinceva 2-3 gare come Prost e Piquet anche Mansell, quest'ultimo anzi nell'89 non lo avessero penalizzato all'Estoril avrebbe vinto forse 4 o 5 gp tenendo conto che dovette saltare il penultimo per squalifica. Non mitizziamo troppo figure scomparse.

E per quanto riguarda la sua bravura Fullerton compagno di Kart ne parla come di un pilota essenzialmente privo di reali punti deboli, questo ne avrebbe fatto la fortuna come pilota, era un po forte in tutte le situazioni, guida sull'acqua uscita di curva, entrata in curva ecc.. questo unito alle sue doti di comunicazione lo ha elevato a punto di riferimento assoluto dopo la scomparsa

Edited by tigre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×