Jump to content

tigre

Premium
  • Content Count

    4,853
  • Spam

    145 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Posts posted by tigre


  1. Il 13/2/2020 Alle 18:13, Asturias ha scritto:

     

    Che poi fa "ridere" sta cosa degli "ultimi anni" (non che fai ridere tu che lo scrivi, dico in generale). Alla fine Ayrton era un classe ´60, nel ´92 era ancora in pieno prime. Per dire però, quando si rivelò al mondo, a Monaco 1984, aveva "già" 24 anni, roba che Verstappen ci arriverà nel 2025 forse. 

    In quegli anni si scalava la F1 facendo le categorie propedeutiche, al di là di tutto mi pare che sto verstappen mi sbaglierò ma sia davvero purtroppo un fenomeno per noi Ferraristi; un altro velocissimo nel recente streaming di motorsport di Liuzzi quest'yltimo dice che è Ricciardo anche di più di Vettel.

    Di Senna invece lo sto rivalutando, recentemente ho riguardato tutti i suoi compagni i squadra a patre Prost e de Angelis barrichellizzato ha avuto tutti compagni o quasi mezze calzette: Dumfries, nakakjima Cecotto Andretti ecc e Prost parlava di lui come un  megalomane fissato

    • Like 1

  2. A parte Firenze e Pisa dove lavoro ed abito sono stato tante volte a Milano soprattutto in gita di piacere o altre cose; uno dei posti più belli d'Italia è sul lago Maggiore; al Sud soino stato solo a Roma e alla reggia di Caserta :)


  3. Per quello che ricordo fin da bambino quella più forte a parte Senna Prost che in pratica correvano da soli con macchine nettamente superiori alla concorrenza per via dei cambiamenti regolamentari del 1988 quella più pompata dai media fu quella Mansell Piquet, all'ìepocva c'era davvero grande rivalità sui giornali fra loro e insieme anche ci si mettevano gli altri 2 in lizza Senna e Prost. Ricordo degli stickers acquistati nell'86 con i due in  posa da  duello far west, ma in pista non si sono quasi mai sportellati se non a Suzuka nell'88 ma quando erano già non più nella stessa squadra. Di Senna e Prost ricordo di aver riso per una settimana quando nel 91 ad Hockeneim si sportellarono e Prost disse "la prossima volta lo butto via dalla pista" troppo esilarante

     

     


  4. Quello mi ha fatto ridere del fattaccio Coulthard Schumacher fu che anni fa Coulthard riconobbe implicitamente l'errore impudenza scorrettezza chiamatela come volete; per me c'era del marcio in quella manovra; sembra che Coulthard gli abbia detyto: "Via Michael anche tu di errori scorrettezze ne hai fatte" e lui "Che io ricordi no" ahah Coulthard si dev'essere rotolato in terra dalle risate per tutte le porcate schumacheriane.

    Per quanto riguarda Senna "Pilota più veloce" anche li è tutta da vedere, ultuimamente stio rivalutando parecchio certe sue prestazioni, e ha pure vinto il primo campionato del mondo con una macchina di almeno 200-300 cv più potente di tutto il resto della griglia se eccettuiamo la Ferrari


  5. Già nell0'88 senna l'aveva passato agevolmente Prost in quel punto, pare che Ramirez abbia la memoria corta; poi va ricordato che quelle ,macchine li dell'88 89 McLaren permettevano di far un po' di tutto; inoltre la chiusura avvenne con macchina del sorpassante già all'interno.

    Il suggello dei due  campionati  più brutti della storia

    • Like 1

  6. Il campionato 90 fu simile a quello del 91, quello dietro sfruttò la flessione a metà campionato del leader, lo stesso dell'anno prima che guidava ricordiamo comunque sia una macchina nel complesso più performante sia a livello di motore, accelerazione soprattutto, che di telaio; la Ferrari era buona nella gestione delle gomme.

    Per quanto riguarda il 93 di Prost mi patre che la peggior gara sia quella di Donington in cui fece 7 pit stop andando in confusione, per il resto della stagione partiva già col compagno già battuto in partenza; pare comunque che quella macchina derivasse da quella del 923 che secondo quanto dice Patrese non fosse poi molto semplice da guidare come affermò Patrese, quella del 91 era più semplice con lo sterzo meno duro, più maneggevole e d questo va dato atto a Prost di essersi saputo adattare


  7. Bah per me eran sopravvalutati, nell'88 guidavano con 200 cv di più di tutti gli avversari; anche il telaio dell'88 sembra fosse nettamente superiore alla concorrenza, in definitiva direi che per questi due piloti ci sono state condizioni irripetibili nella storia della F1


  8. Il 14/9/2019 Alle 10:52, crucco ha scritto:

    Non mi esprimo sull‘arroganza perché non mi interessa molto e non ritengo sia importante/necessario parlarne.

     

    Sulla scorrettezza: esistono secondo il mio modo di vedere piloti meno leali di altri e va sottolineato pure che negli anni è aumentata  l‘accettazione di piloti e pubblico verso manovre che un tempo non si facevano, quali l‘accompagnare un pilota verso l‘esterno della pista PUR POTENDO tenere una traiettoria più stretta (esempi eclatanti la prima curva di Montreal e di Interlagos).

     

    Aggiungo anche che, tra i piloti di punta, quasi tutti hanno commesso delle porcate deliberatamente. Mi sembra di poter salvare solo Kimi.

     

    Per me VER è il meno leale, cosa che distinguo dalla durezza (caratteristica di ALO, cui non rimprovero nulla tranne lo stop ungherese —> porcata).

     

    Vettel multi 21 —> porcata

    Lewis è secondo me più scaltro e perfido, nelle sue azioni. Sa come comportarsi per farla franca.

     

    Ora sono stanco... a voi il testimone.

     

    Sininimo infatti diu furbizia, se uno agisce nelle regole va bene. Quello ho considerato sempre più arrogante era Senna anche se non sempre era dalla parte del torto; mi ha sempre ricordato Mark Lenders: come lo sportivo di talento ma che non si ferma davanti a niete, anche se poi alla fin fine l'ho rivalutato come talento perchè ha sempre vinto su supermacchine.

    Dei piloti dell'era post-Senna, Villeneuve l'ho considerato tante volte arrogante, purtroppo siamo in un'epoca in cui i personaggi fuori dalle regole hanno sempre meno spazio


  9. Difficile dirlo dove sarebbe andato Villeneuve. In Renault c'erano già Arnoux e Prost due piloti di lingua madre della casa.

    Qui c'è il video di Reutemann sulla Ferrari del 1995, fece segnare il 13° tempoo se non erro della griglia di quel giorno., che grande!! pensare che c'era Berger quell'anno su quella Ferrari mi mise il magone

     

     

     


  10. Per me Alesi come qualità di guida forse su una macchina tipo la Williams avrebbe vinto ma alla Benetton deluse pur con la macchina derivata dalla vincente dell'anno prima; Villeneuve ma anche soprattutto Reutemann: era fortissimo sui circuiti tortuosi infatti vinse anche 12 GP.

    A proposito di Villeneuve ho letto da più fonti che a fine annata 82 se ne sarebbe andato dalla Ferrari, l'83 avrebbe vinto ancora qualche GP perchè la scena non era ancora dominata dai  grossi top team.

     


  11. Dopo 2 gare positive si parla già di Leclerc come un campione; il problema è che non lo sappiamo se lo è o meno. Per quanto riguarda Vettel il discorso è simile a quelli fatti per Alonso, da quando mettan piede a Maranello rischiano di bruciarsi questi campioni per diversi motivi; a me ricorda il Raikkonen di metà anni 2000, da quando venne in Ferrari è apparso un pilota diverso da quello di prima alla McLaren


  12. Nel 91 sarebbe stato il suo primo anno ad alto livello e la williams era ancora acerba, ricordo tante rotture del cambio nelle prime gare per lorpo alla fin fine è stato meglio avere due piloti esperti; anc'io sono sempre stato un suo fan ma nel 96 ha un po' deluso con la benetton vincente cedutagli da Schumcher. Secondo Mazzola aveva una caratteristica di settare la macchina che lo penalizzava sulla lunga distanza, infatti qualche gare in testa le ha perse contro Schumacher dopo 3/4 gara.  Era il migliore assoluto nelle partenze tra l'altro

    • Like 1

  13. Con la macchina giusta poteva aspirare a un mondiale. Rileggendo la parabola di Barnbard in ferrari su motorsport it riportano che i pacchetti di sviluppo del 95 vennero bloccati per non pregiudicarli per l'anno successivo con l'arrivo del kaiser e infatti dopo il Canada non ci furono più grandi roisultati. nelle prime gare Alesi stette davanti anche a Schumacher e quest'ultimo dette la colpa alle gomme a volte. Nel 91 il divario con Prost fu di soli 13 punti.

    Qui  c'è un video dell'Ing Mazzola che ne tratteggia il personaggio, quando scendeva in pista Alesi a volte Berger non esisteva proprio

     

     


  14. Grosjean Hulkenberg han già oltre trent'anni, altri 2-3 poi smettono  forse, eppoi anche Grosjean faceva casini all'inizio, Giovinazzi è quello con più prospettive. Sentendo Nugnes su Youtube sembra questa volta che il team principal Vasseur non l'abbia presa per niente bene


  15. 6 ore fa, Rio Nero ha scritto:

    La fortuna di Giovinazzi è quella di non avere Marko come capo.

    Se fosse stato così in questo momento sarebbe già appiedato.

     

     

    Meglio così, significa che l'influenza degli Italiani si fa sentire, pilota veloce ma incline all'errore


  16. 27 minuti fa, SebMat ha scritto:

    Eau Rouge è una curva effettivamente molto pericolosa. Il solo fatto che, a quelle velocità, quando scollini non vedi la pista, è di per sé una cosa molto pericolosa. 

     

    Ma infatti quest'incidente è proprio stato causato da questo fatto, vettura lenta in mezzo all'eu rouge i n uscita che era impossibile da vedere in entrata; CVD come il tamburello, diceva un giornalista al tempo della scomparsa di Senna.: "le curve belle le vogliono fare tutti i piloti ma occorre accettare le conseguenze".

    In ogni modo devono aumentare considerevomente la via di fuga


  17. Anni fa fece un articolo sul mio blog  su questo. Fu oil contraccolpo a causare i danni maggiori ovvero la fratura alla base cranbica ,ma sembra che senza il braccetto della sospensione non sarebbe stato letale infatti fu quello a causare la decompressione nel cranio, lo chiarì bene uno dei medici che lo visitarono su As la settimana dopo. Purtroppo causa problemi di tempo non sono riuscitro a rimettere su il sito


  18. La pima parte è difficile da capire com gli occhi di oggi, la seconda è più godibile con aneddoti e considerazioni sulla F1 che stava cambiando e pareri sui piloti; il drake era un personaggio abbastanza perspicace, dice non dice quando deve doveva dir male di qualcuno affermava " a voi giudicare". Interessante qualle poche righe su Senna  in cui dice "mah sull'uomo ho qualche   perplessità"" aveva già capito la sua tendenza da finto umile probabilente, anch'io è un personaggio che non ho mai capito, ossessionato dalla vittoria metteva zizzania anche negli altro team vedi la williams del 92-93 e la Benetton del 93 per i motori Ford.

     

    di Johansson: è un ottimo pilota ma parte troppo indietro per questo l'ho sostituito

    Di Berger: è un giovane emergente, l'abbiam preso perchè oltre a questo aveva rapporti anche con uno dei nostri tecnici

     

    PS a me pare che dopo l'incidente di Imola non sia stato più lo stesso, alla faccia del grande Senna

     

    di Mansell:  il suo comportamento ci ha stupito ricordando che Nigel avceva dimenticato di aver firmato per lui nell'87

     

    di Alboreto:  spero che anbbia messo da parte i suoi guai familiari, ma quali non lo dice espressamente, in ogni modo riconosceva che Barnard lavorava solo con  Berger

     

    una cosa che non sapevo era che in ferrarari avevano due team in pratica distinti per decidere tra aspirato e Turbo nell'88 . mi fa pensare che il tutto abbia generato immensi ritrardi, il drake non faceva altro che presentare la  grande preparazione Ferrari sui Turbo ma poi stranamente i rimaneva del tutto indeciso

     

     


  19. L'unica cosa che mi piace sono la Masolini bella e brava e valsecchi che è anche simpatico  coadiuvati da Bobbi che non è male, il Vanzini pre-meda non lo conbosco quindi non posso esprimermi ma quello attuale non mi piace molto poi ripete cose scomtate per giunta anche su AS.

    Per quanto riguarda Genè non capisco bene perchè stia li evidentemente pushato dalla Ferrari, nei paesi eueropei come commentoi tecnico ci sono dehgli indigeni, vedi Brundle  perchè noi dobbiamo sorbirci gli stranieri? di tecnico poi aggiunge ben poco


  20. Con tutto il rispetto ma vanzini mi pare parli dalla tazza del cesso, Genè un raccomandato che ci sta a fare non l'ho mai capito poerlomneno capelli deciferava e spiegava i messaggi radio, comunque che tornino in RAI le telecronache è segno siamo alla frutta ormai lo sport in Eiuropa è tutto sui canali privati solo da noi resiste talvolta su reti che comunque sia andrebbero privatizzate a pèrescindere

×