Jump to content

tigre

Premium
  • Content Count

    4,853
  • Spam

    145 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Posts posted by tigre


  1. Di Senna Ciccarone disse che la piccola fazenda aveva un'estensione pari alla Lombardia però non so' se in seguito alle ricchezze accumulate da Ayrton perchè AS diceva che la famiglia era benenestante ma non ricchissima


  2. Questo non so' si risale troppo indietro nel tempo. I miei ricordi e letture di giornali partono inoltre da metà anni 80.

    A proposito di merzario c'è questa breve intervista a Goodwood in cui ricorda di aver vibnto il mondiale marche nel 1977 con l'Alfa Romeo, non so' se fosse davvero più importante della F1 come afferma però è indubbbio che per la Ferrari avesse un grande valore rileggendo il recente libro di AS sul drake.

    Una vettura da quasoi 400 all'ora quell'Alfa, il massimo fu raggiunto mi pare da un prototipo Peougeot a fine anni 80 a oltre 400 km/h circa le velocità delle Penske a Indianapolis

     

     

     


  3. Non ho sotto mano il libro di Ramirez, ma penso la battuta derivò anche dal fatyto che come disse Pirro la macchina aveva un'impostazione diversa dalle precedenti capitalizzando gli errori della Brabham BT55 infatti il progettista Murray era passato  in McLaren;  probabilmente era già in avanti molto tutte le altrre come la Lotuis del 74 rispetto alla concorrnza


  4. Anche per me la mp4/4 ma più per via dell'anno di transizione nonostante la sovralimentazione fosse stata dimezzata, comunque sia anche Caffi e Modena in recenti interviste dicevano che con la pressione al massimo era praticamente impossibile guidare.

    Nella bio di ramirez poi ricorda che Prost dopo averla testata per qualche giro ritornò dicendo: "Che macchina avete fatto"

    aveva un'impostazione molto diverse dalle precedenti.

    Uno dei pochi a essere in grado di controllare i 1000 cv di quei mostri era di sicuro Piquet, forse anche Rosberg, entrambi dominarono il Paul Ricard nell'85


  5. Ho rivisto alcune gare dell'88 e in almeno un paio di occasioni battagliava con le McLaren, al di la della vettura di A. Neway penso che Fiorio aveva visto giusto su di lui; peccato per il motore Judd che esplodeva spesso, d'altronde dovevano rischiare per star dietro ai turbo; comunque ai pilotoi Italiani mancava sempre qualcosa per essere al livello dei top driver


  6. Ho sentito molte sue interviste. Come pilota F1 non era male ma ha guidato la ferrari nel momento sbagliato 71-72 in cui anche Ickx grande talento non fece grandi cose. poi avrebbe dovuto passare in Lotus ma nonb c'ando' per via della sicurezza della monoposto di Chapman giudicata  troppo pericolosa,   anche da Reutemann infatti e quindi quii incontrò Frank Wuilliams che praticamente non lo pagò mai. Sui prototopi invece ha vinto parecchio supportato da un grande come l'ing Chiti anche


  7. Interessanti le chicchierate di Bobbiese con Merzario, a volkte divaga ma è veramente una fonte di aneddoti. A proposito di Williams è in pratica un ritorno alle origini, è partito praticamente dal nulla ma era in grado di fare buone cose con pochi spiccioli; ma era anche egoista si è visto il modo con cui ha a volte trattato qualche suo pilota

     

     


  8. Si sul canale youtube di Cironi Nnanini racconta anche l'episodio. voleva rincorrerlo a piedi ahha. troppo forte Nannini. A Siena però nei suoi nbegozi sono entrato raramente; i prezzi in centro sono tutti esorbitanti


  9. Sentendo anche Gianni Giudici diceva che lui e Nannini erano i più forti visti da lui; in particolare diceva Nannini con un braccio solo faceva quello che lui riusciva a fare a malapena con due braccia. Io lo ricordavo più lento di Herbert ma va detto infatti che era ritornato dopo diversi anni di assenza e con poche prove.

    La Lambo di certo era inferiore al dallara del 91 di sergio Rinland


  10. 22 ore fa, Kimimathias ha scritto:

    @Beyond @ClaudioMuse @White Star @F.126ck @tigre @Bigmeu @Not_an_addict @The-Flying-Finn @AUA-19 @andycott

     

    Dove siete stati in Austria? Che avete fatto di bello?

     

    Per vrispondere sulle Canarie :meritano davvero. Il clima  p incredibile. Dipoende da cosa vuoi i posti sonbo variegati, dovv'ero io a Tenberife cpera molta vita notturna, in altri luoghi delle Canarie molto meno.

    In Austria sono stato a Insbruck e Graz, per me è iul paese ideale. Tranquillo, molti pub la sera dove divertissi, poi ci sono molti impianti sciistici. Certo il clima devi apprezzarlo


  11. In spagna ho visitato tenerife e benidorm, posti fantastici simili per certi versi i primi alle Hawaii con un clima incredibile in entrambi i posti., da noi dovremmo valorizzare meglio la Siciaia. Non penso abbia molto da invidiare alla costa spagnola


  12. Ma era anche collaudatore Ferrari non era proprio a digiuno di GP e non è che abbia fatto molto;: secoodo me a elio conveniva rimanere in KLotus da secìonda guida quell'anno poi sappiamo come pè finita


  13. Anch'io ricordo bene che parlavano di morte celebrale.

    Ho riguardato alcune gare dell'85, che macchine e che campionato; Elio fece molte belle gare, sulla distanza però emergeva più Senna che eccelleva anche sugli stradali. Chissà che avrebbe fatto nell'86 con la Lotus; cè un video dove Mansell prova la Lotus 98T di Syrton Senna in cui dice  di aver fatto finta di non vedere la bandiare del ritorno ai box

     

     


  14. Il 2/5/2020 Alle 22:00, chatruc ha scritto:

     

    Sui circuiti cittadini (non stradali), Rosberg era uno spettacolo. Guadatevi i GP di Dallas 1984 e Autralis 1985. Una sorta di Stoner a quattro ruote.

     

    Anche quello di detroit dell'85 dove rivinse come l'anno prima; comunque Senna era impressionanbte su quei circuiti, ma va detto che su altri mi impressionò anche Piquet quell'anno, Paul ricard, Monza era uno specialista. Più che riguardo quel mondiali più penso sia stato uno dei più belli della storisa. Qui c'èla gara al completo, si sente F Williams alla fine che dice "Spero sia l'inizio di una lunga serie" profetico; da notare che in quei giorni Rosberg stava aspettando Nico. Quin senna va fuori mentre cerca di sorpassare Alboreto n crisi coi freni 

     

     


  15. nella zona Toscana consiglio anche il Chianti, sia la zona del Chianti Classico che non classico; anch'io volevo girare un po' invece dovrò farlo l'anno prossimo.

    A nord della Toscana mi è rimastoi nel cuore il lago Maggiore anche il lago di garda ma direi che il primo è veramente una zona fuori dal comune., consigliabile a tutti.

    Anche ame  piacerebbe molto visitare Messina me ne hanno sempre parlato incredibilmente bene


  16. Io penso che per me che ho comincisato a seguire la F1 quello che più apprezzavo era Roisberg, come talento di guida, come controllo macchina uno dei più forti mai visti; sugli stradali in genere  la prima fila se la spartivano lui Senna, Mansell e Prost. Anche Alboreto con una buona macchina faceva cose incredibili, podi e vittorie su Tyrrell esempio


  17. Si ricordo bene anch'io, ad AS disse di avere visitato la fabbrica e le struttire e di non aver accettato pur se era rimasto ben impressionato. Ma mi pare si parlasse di fine 90 non del 91; sicuramente sarebbe cambiato se fosse stato a fine 91.

    Difatti non torna, perchè mansell si sarebbe dovuto tirare indietro se aveva già il contratto??


  18. Sicuramente c'è stato unh errore da parte di tutti soprattutto suo; sbagliò addirittura diue volte alla partenza nei primi due GP, ho riguardato il GP d'australia; Hakkinen teneva quasi il passo delle Wiliams e lui ha fatto solo 7 punti in un anno; i verticoi McLaren non credebvano in lui e lui invece c'ha messo del suo


  19. Il 19/12/2019 Alle 14:48, chatruc ha scritto:

     

     

    toleman_senna_portugal010.jpg

     

    Ricordo anche che Prost abbracciò la moglie di lauda sul podio, roba d'altri tempi


  20. Può essere, ma secondo me piu che altro fu per il fatto che a quei tempi i piloti Indycar non erano adatti alla F1, era un automobilismo più ruspante meno ligio alla forma fisica; per esempio zanardi diceva che il suo compagno di squadra Vasser poco prima dei Gp si mangiava degli hambuger con dentro di tutto; per forza di cose Andretti pur avendo un buon talenbto non era adatto e ha sottoivalutato le corse nella massima serie mondiale


  21. Il 13/4/2020 Alle 11:23, Corracar ha scritto:

    Grazie per l'interessante contributo :thumbsup:

    Curioso il fatto che parli del motore come problema della F92A assolvendo l'aerodinamica e che parli di problemi di peso legati al serbatoio olio aggiuntivo. In realtà era anche meno potente del motore del '91 (sui 15-30 CV mi sa) e già a inizio stagione '92, prima dell'aggiunta del serbatoio olio supplementare, prendeva le piste dalla Williams quindi non solo l'auto non era affidabile ma non era nemmeno veloce. Solo sul bagnato volava, in effetti quello è un mistero, forse proprio grazie al doppio fondo piatto trovava carico utile sull'acqua.

     

    La cosa che mi piace di più di Jean è quanto ami la Ferrari e che non si sia affatto pentito della scelta, nè aveva "cattivi pensieri" quando la Williams lo doppiava in gara.

     

    Comunque ci credo che non potesse parlar male del motore, per Enzo ferrari era il motivo di vantoi verso utte l altre scuderoie; poi secondo me c'era anche il fattoi che volevano tenere il 12 cilindri per questioni di tradizione cosa che è camnbiata solo con l'arrivo di SAchumacher per forza maggoire

×