Jump to content

tigre

Premium
  • Content Count

    4,857
  • Spam

    145 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Posts posted by tigre


  1. Sempre sull'Alfa Rimeo ho preso c'è questa collection di articoli su alcuni mmento della storia AlfaM lo stile di scrittura di Domnnini non mi piace molto; ttestimonianze di Giacomelli e altri sopèrattuttoo il grande Ing Chiti. Peccato manchi il contributo di Merzario; interessante le domandi ficcanti all'Ing sui motori

     

    https://autosprint.corrieredellosport.it/news/edicola/2021/07/23-4524676/autosprint_gold_collection_i_momenti_magici_del_biscione/


  2. Non so' se avete sentito l'intervista a Bar Moitorsoprt di Thoma s Biagi, già avevo rispetto di questo ca,pione dopo averla sentita ancora di più. velocissimo all'inizio come alla fine. la sua prima e ultima gara furono caratterizzate entrambe da pole; disse anche che non aver fatto una gara per lui senza la massima conduizione non se la sarebbe perdonata, questo fa capire che abnegazione ha avuto per correre fino a 54 anni

     

    https://www.youtube.com/watch?v=TTO9LhaXWnU&t=6801s

    • Like 1

  3. Quello più bischero di Alonso fu quello a Monza, già moi era antipatico... nessuno di voi passionista radio, io sono radioamatore anche se in genere vado sulla Banda cittadiina. nel periodo estivo come ora sono sempre  incasinato a fare qualche diavoleria elettronica di modifica dei miei apparecchietti  :asd:

     

     


  4. Il 3/5/2021 Alle 13:12, ForzaFerrari ha scritto:

    Non ci sono foto del suo funerale, parteciparono il presidente della FIA Max Mosley, Johnny Herbert e Rubens Barrichello.

     

    La sua fidanzata raccontò di essere stata l'unica persona all'ospedale poco prima del decesso


  5. Da quello scrivevano su AS pare fosse l'unico team nuovo di zecca che non avesse fatto niente prima di debuittare oin F1 tant'è vero che uno degli addetti ai lavori ne parlò poco prima dell'avvio del mondiale. Le sue parole furono quasi profetiche"preferisco team che abbiano già un minimo di esperienza come la Pacific"; peccato i risultati di uest'ultima furobno davvero pessimi con Jean belmondo ricordo uno Schittone dire "continua a tirare ma è lontanissimo"


  6. Io ricordo che al Mugello anni fa andavano fortissimo con le macchine anni 70. Tra cui c'era anche la Tyrrell a sei ruote ma quella la trattavano coi guanti bianchi; ndipendementye dal livello di pilotaggio andavano forte; tra gli addetti forse il livello non era il massimo; ricordo un meccanico femmina che si fece male nell'avviamento di una F2 anni 70, non so' ora come sia


  7. Infatti pensavo davvero avesse i motori Ford. I Mugen erano migliori infatti Alboreto fece un po' di punti, chissà perchpè poi passo' alla scuderia Italia nel 1993; da 2quello dice Morbidelli pare che i progettisti no n avessero tanta stima degli Italiani alla Footwork

    5 ore fa, chatruc ha scritto:

    Sì.

     

    L'Andrea Moda invece non era una macchina cattiva. Era di fatto una Simtek progettata per la BMW, solo che aveva motori spompati (in particolare in Canada aveva i motori in prestito dalla Brabham (spompatissimi pure quelli) perchè non avevano pagato le fatture a Judd) e la macchina non stava insieme, si vede dalle foto.

     

    In questi ultimi anni, vedo troppa nostalgia di quei tempi per le piccole scuderie ma la verità è che la F1 a numero chiuso è nata proprio perchè nell'ambiente c'erano squadre impresentabili come la Life, che rompeva i motori (poco potenti) già al banco. Dimmi a cosa serve andare in pista?

    Il capomeccaninco infatti raccontò che era andato di notte nel box Brabham a prenderli sui ordine di Sassetti in una occasione perchè gli spettavano; poi non gli fecero niente


  8. Angelo Orsi e Motorsport ricordano alcuni eventi di quel weekend e del piantone; nonb ho capito bene il momento in cui Senna si accorge del problema sullo sterzo se poco prima dell'erba del Tamburello, i dati li mostrò bene anche Sabbatini

     

     

    • Like 1

  9. Da questi video noto diverse cose; Alboreto col motore Ford, il rombo micidiale del lamborghini sulla Venturi-Larrouse, il cambio poco preciso dell'Andrea Moda confermato dal capomeccanico su Youtube su un canale recentemente, capo improvvisato scelto da sassetti.  Il che conferma che Moreno come dicevo su altro thread era davvero un grand3e pilota per riuscire a qualificarsi a Monaco coin più di trenta macchine sulla griglia

    • Like 1

  10. Da quello che ho sentito su di lui pare fosse l'ultimo anno ed era già vicepresidente Csai con l'aito di Piero Ferrari e altri avrebbe formato quella che è ora la FDA per i giovani piloti però soprattutto Italiani; di lui come pilota lo ricordo come uno che sbagliava poco anche oggettivamente non aveva lo stesso piede dei top driver soprattutto dall'86 in poi probabilmente gli mancava un qualcosa per essere al livello dei top come de Angelis fortissimo sul giro secco magari la gestione gomme


  11. Non so' se l'avete vista sta trasmissione, parla di Ignazio Giunti il Ferrarista morto nell'incidente con Beltoise nel 1971 raccontato da due grandi Merzario e de Adamich; questi hanno nvissuto e conosciuto i più grandi mitoi dlle storia dell'automobilismo, Ferrari-McLaren- Surtees ecc. Impressionante la storia del vecchio spa

     

    https://www.youtube.com/watch?v=GAbA9w84zX4

     

     


  12. C'è un sito che non gfa più registrare al quale mi registrai anni fa che li ha quasi tutti , io ne ho visti tantissimi, meglio non pubblicizzare il link.

    cercate su google racingforme ma non so se abbia ripaerto le iscrizioni, purtroppo occorre Torrent, ma ho notato che è veicolo di malware e spam per quello ormai non lo uso più, inolrtre si trova parecchia rob a anche su youtube ora dopo che Ecclestone si è fattoi da parte


  13. Non doveva essere un fenomeno ma un discreto pilota, la Jordan deol 1991 era davvero una bella macchina che riprendeva i concetti della Tyrrel del 1990; durante lì'inverno si disse che l'entrata in scena del team era un bluff e poi Eddie Jordan mostrò che non era vero, infatti anche su AS videro subito che si trattava di un bel progetto con cui anche de Cesari ritornò a galla; qualche volta stava dietro anche alle Ferrari, gachot partiva un po' più indoietro in griglia.

    Un altro pilota dimnenticato direi Roberto Moreno fatto fuori anch'esso per Schumacher e accasato anche lui alla Jordan dopo l'accantonamento, riguardo al padrone del team c'è da dire che si intascava dei bei soldini facendo esordire giovani piloti e poi guarda caso come successe a Schumi si fermavano dopo poco o pochi giri.

    Moreno era realmente un buon pilota accantonato troppo in fretta

     

     

     


  14. Anch'io la penso come te, 82-83-84-85 al top e poi  poco altro per Alboreto, c'è chi diceva fosse demotivato dopo l'85, secondo me ci sta. De Angelis era fortissimo sul giro secco probabilmente gli mancava la gestone gomme durante l'arco della gara. poi il declino in Lotus ma, non penso sarebbe diventato campione del mondo.

    Per quanto riguarda Gil era già arrivato secondo nel 79 e penso avrenbbe vinto il mondiale ma siamo nel campo delle ipotesi; ma certo nell'83 è sicuro che avrebbe lasciato la Ferrari i rapporti col team non erano più come prima

     

     


  15. Sembra che all'ultima gara con Patrese che lo sorpasso' si guardarono in faccia e gli fece cenno " vai vai" e controllò  sennò avrebbe vinto anche l'utima. Nell'81 fu diverso perchè sembra che Reutamann avesse problemi di gomme


  16. Secondo me anche un grosso talento oltre alla testa cosa che aveva sicuramente Peterson e da quanto dice Merzario anche Ichìx che ci pilotò insieme alla Ferrar; semra fosse un grandissimo rompiballe sempre scontento a quanto dice un po' come Reutemann a mio parere insieme a peterson il più forte tra i non titolati; ebbe l'opportunbità di vincerlo solo in due occasioni, si sa che a volte sono troppo poche per emergere del tutto


  17. Doveva firmare con la Williams nel 1989 poi sul punto di firmare cambiarono idea, tennero Patrese seconbdo quanto afermò la moglie di Alboreto; nel 1985 invece avrebbe potuto firmare con McLaren ma scelse la Ferrari; di sicuro era un pilota abbastanza considerato comunque.  Concordo anch'io che nell'87-88 non fece dlle grandi stagoioni, sui circuiti tortuosi la maggior parte delle volte lottava con le macchine a motore aspirato rivcedendo alcune gare di quel periodo, lontanissimo quasi sempre mdalle McLaren; alla fine del biennio 87-88 infattoi venne considerato dai vertic iFerrari ormai un pilota di seconda fascia rispetto ai toip driver


  18. Su BAR Motorsport son passati tutti i protagonisti dell'era mediaset della F1. de adamich la Peroni, la Pilchard tutta gente che come competenza non baveva niente da invidiare rispetto a tanta gente di oggi, sicuramente de Adamich non mi è mai piaciuto come oggi non mi piace molto Vanzini; Schittone rispetto a gene proprio di unb'altra categoria, sula competenza di quelli rai invece avevo quaolche dubbio salverei solo Mazzoni Il duo Mazzoni Capelli in fondo non era male certamente migliore del duo attuale di Sky per me, la Rai mancava di inviati ai box buoni


  19. Più che altro secondo me era dovuto al fatto che c'era unb albero mi sembra prima del rail che poi dopo le proteste degli ambientalisti fu comunque abbattuto. Nell'86 ero li a poche decine di metri ma non ci so' passato da Lesmo 2 quindi non conosco l'esatta ubicazione di dove fosse ma suppongo appena un po' dentro la pista; una delle più belle curve del mondiale semidistrutta; ora è facile andar fuori in quel punto senza conseguenze  infatti si vede spesso


  20. 13 ore fa, chatruc ha scritto:

    Attenzione, facciamo il punto.

     

    Nel 1994, le vetture non erano in assoluto pericolose come potevano esserlo quelle del 1969 (serbatoio in parte all'abitacolo, rollbar inutile, corse su strada senza guardrail con alberi e burroni). Le scocche erano molto resistenti (vedi Alliot in Messico 1988, Verstappen nel 1994 in Brasile, Zanardi a Monza) e con quelle in fibra di carbonio non era di fatto morto nessuno in 14 anni. Le ultime due vittime erano successe durante un GP 12 anni prima su scocche in alluminio e De Angelis era morto otto anni prima in buona parte per i mancati soccorsi (praticamente nulli nelle prove private). L'unico vero miracolato era stato Donnelly a Jerez nel 1990. In quella occasione, fu la scocca a esssere messa sotto acccusa come poco resistente, anche se con la stessa, Warcick si era salvato senza problemi poche settimane a Monza.

     

    Il problema era che la F1, forte della resistenza delle scocche, aveva abbassato molto la guardia, correndo con vetture davvero molto potenti e veloci in curva. Erano anni in cui i piloti segnalavano qua e là punti pericolosi, ma al tempo si diceva che modificare le piste era costosissimo e non ne valeva la pena, perchè le vetture erano resistenti e al massimo i piloti subivano fratture).


    Quello che venne fatto tra 1994 e 1995, fu correggere subito il tiro con il fondo scalinato, l'alettone anteriore pià stretto e più alto di 50 mm, il posteriore più basso di 200 mm e con una riduzione della potenza del 14%. Fatto questo, ogni via di fuga in erba fu coperta di ghiaia, ogni muro protetto con gomme e soprattutto vennero praticamente cancellate diverse curve pericolose (Lesmo 1 e 2, Tamburello, Villeneuve e Variante bassa, curva alta dell'Estoril, curva del rettilineo opposto a Barcellona, Abbey, Stowe, Brooklands, Copse,chicane Senna e Clark a Hockenheim, chicane del vecchio rettilineo di partenza a Montreal, pista assurdamente lenta a Buenos Aires), Con questa correzione, è stata in pratica tagliata la testa al toro. Paragonare le vetture senza considerare il resto non ha senso perchè faceva tutto parte di un singolo progetto.

     

    Per fare delle ipotesi, metti che si fosse rotta una sospensione ad una vettura a piena velocità con veloce scarto verso un lato ad esempio nell'Arquibancadas di Interlagos, l'impatto contro il muro avrebbe potuto causare una sospensione che sfigatamente avrebbe potuto attraversare una visiera causando la stessa morte che subì Senna. Tale problema è stato risolto solo nel 1997 con le sospensioni  collassabili che cedono prima davanti finendo indietro ed evitando che si sollevino colpendo il pilota.

     

    Se per caso un pilota fosse rimasto senza sterzo a metà della 130R o del Blanchimont, avremmo potuto avere un impatto secco mortale come quello di Ratzemberger.

     

     

     

     

    Ci furono comunque tra il 93 e il 94 già diversi incidenti che non ebbero pe4r pura fortuna conseguenze tragiche. Come Warwick con badoer a Hockbheneim, Berger e Andretti a Interlagos; nel caso dell'incidente di Senna ci fu solo da mettersi d'accordo su quanto il piantone era integro  prima che si spezzasse definitivamente secondo me proprio  a  caudsa delle sollecitazioni ora permesse per assenza di elettronica.

    Su Lesmo 2 non ho mai capito perchè è stata snaturata; se quell'albero l'hanno tirato giù coime ben ricordo come mai hanno cambiato il layout in maniera brutta... quella curva era davvero spettacoilare ricordo come nell'85-86 passassero di li ad altissima velocità col massimo della potenza mai visto

×