Jump to content

GroundEffect

Members
  • Content Count

    279
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

GroundEffect last won the day on June 9

GroundEffect had the most liked content!

Community Reputation

127 Diplomato

About GroundEffect

  • Rank
    Membro Junior
  • Birthday 01/01/1900

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Bellof, Senna
  • Team Preferito
    Nessuno
  • Circuito preferito
    Spa, Suzuka

Recent Profile Visitors

665 profile views
  1. Esatto. Ma anche le scelte strategiche, le letture sbagliate (anche del meteo), le comunicazioni non chiare, il problema ai freni per Leclerc ieri (di nuovo! Ma si può? Eddai), il problema alla PU (ultimo lascito della vecchia gestione e parole di Leclerc nel post gara (non so se le hai lette) che suonano veramente come un campanello di allarme). Troppe cose gravi e/o che non funzionano, a prescindere dal (non) vincere i Mondiali. C'è chi in questo regolamento tecnico è partito nettamente più indietro e adesso è decisamente davanti (McL).
  2. Concordo su tutto, tranne però sul concetto di 'episodio'. O meglio, capisco benissimo cosa intendi ma un 'episodio' del genere non è accettabile per un top team. Si può non vincere, si può fare 4° o 5° (i gap tra le monoposto sono molto piccoli al momento), ma non si può fare simili figure. Non è semplicemente accettabile.
  3. Allora la questione è semplice: Perez è davanti solo a Stroll come valore tra i piloti dei primi 5 top team. Ora che, a turno, McLaren, Ferrari e anche Mercedes riescono a competere, contro i piloti di quei team può fare poco, a pari/simili condizioni tecniche.
  4. Malissimo. Intendiamoci, anche lui in questo weekend è stato - come Leclerc - principalmente vittima di una Ferrari allucinante. Però, a differenza del monegasco, ci ha messo anche del suo come carico di errori: da quello in qualifica in Q2, fino alla gara dove è partito male, ha devastato tutti gli alettoni, il fondo e ha concluso roteando nell'erba a mo' di nuoto sincronizzato.
  5. Ingiudicabile. Tra freni e motore ieri e oggi gliene sono capitate di tutti i colori.
  6. Incredibile come siano riusciti a perdere il GP. La macchina è tecnicamente la migliore, ma piloti e team devono ancora migliorare parecchio.
  7. Ma proprio no, per quanto riguarda la parte in grassetto. Ad oggi no.
  8. Non vedo dove sia la specifica colpa di Leclerc: tra freni surriscaldati al sabato e PU in safe mode in gara gliene sono capitate di ogni questo weekend, ma di errori specifici e/o determinanti suoi non ne ricordo.
  9. McLaren si sta impegnando per non vincerla questa gara eh.
  10. La mia preferenza va sempre in base al manico e alla velocità naturale del pilota ed è la seguente: Max Leclerc Russell Lo so che molti non saranno d'accordo su Russell, ma credo che George abbia patito una condizione psico-tecnica in questi anni non facile: - Appena arriva in MB, il team va allo scatafascio - Si trova un campione dall'altro lato del box, mediaticamente 10 volte più impattante di lui. Se non lo batte, 'Eh beh non riesce a battere un pilota in declino', se lo batte 'Eh beh batte un pilota che ormai è finito' - La MB, abituata a vincere, all'improvviso non vince più. Se per Hamilton non cambia niente perché la sua carriera l'ha fatta, Russell invece ne subisce le conseguenze e oltretutto viene additato come non adeguato al ruolo di futuro primo pilota Mercedes - Russell, che è un tipo certamente dall'ego (fin troppo) smisurato, a mio avviso subisce questa condizione e cerca spesso di strafare, perdendo spesso logica e razionalità e commettendo errori anche grossolani e gratuiti Nel complesso, ritengo che il suo percorso di maturazione sia stato pesantemente inficiato da tutti questi fattori e che il pilota si sia un po' "plafonato", anche e soprattutto agli occhi dei fan. Infatti, penso che oggi 9 persone su 10 gli preferirebbero Norris. Ma io cerco di valutare e pesare il contesto e credo che Norris abbia subito infinitamente meno pressioni psicologiche in questi anni nell'ambiente McLaren e che, di conseguenza, abbia potuto maturare e sviluppare meglio le sue qualità rispetto a George. Eppure, secondo me Russell a livello di puro manico per me è un'altra cosa e ho pochi dubbi che, se fosse stato lui in McLaren in questi anni invece di Norris, oggi - 2024 - con questa McLaren farebbe tranquillamente pole e vincerebbe gare. Per Leclerc vale molto del discorso che è stato fatto per Russell: ritengo che il suo sviluppo come pilota sia stato ridotto da fattori esterni su cui non vorrei esprimermi, ma Leclerc è talmente talentuoso e resiliente (al contrario di coloro che incredibilmente dicono che sia debole mentalmente...) che ne è uscito lo stesso. Ma la sua carriera (per lo meno come meri numeri) ha sicuramente subito un rallentamento. Verstappen invece è quello che è oggi semplicemente per due motivi: è un fenomeno al volante, una specie di cyborg a cui il padre ha inculcato il concetto di vincere a tutti costi (con modi leciti e non) fin da piccolo e in più (a differenza degli altri due e specialmente Leclerc) ha goduto dell'ambiente Red Bull che lo ha messo al centro del progetto fin da subito, massimizzandone lo sviluppo e il potenziale e traendone giustamente i frutti a suon di titoli mondiali. Questa è la mia modestissima opinione comunque, non pretendo di avere la verità in tasca né di convincere nessuno a riguardo. PS: piloti come Hamilton e Alonso non li cito, perché il discorso si farebbe troppo complesso, per vari motivi..
  11. I due piloti della McLaren sono molto bravi e veloci, ma il livello dei competitors è elevatissimo e a mio modesto parere nessuno dei due (per motivi diversi) vale al momento la top 3. Però la macchina è forte e domani i due piloti McL saranno della partita per la vittoria (salvo sorprese clamorose).
  12. Difficile prevedere dove arriverà in gara: lui non è il migliore nella gestione delle gomme e per di più di sicuro la monoposto Mercedes non lo aiuta in questo. Inoltre, il meteo è incerto e se pioverà sarà ancor di più una lotteria e potrà davvero vincere chiunque.
  13. Concordo, lo vado dicendo da Miami. Ad oggi è il pacchetto tecnico più completo: - Ottimi nei circuiti veloci così come nei cittadini - Tanto carico ma anche tanta efficienza aerodinamica - Ottima gestione gomme in gara ma capacità di mandarle subito in temperatura anche in qualifica - Competitivi anche sul bagnato Gli manca solo il pilota top. Comunque domani possono vincere.
×