Jump to content

renzetto

Inactive
  • Content Count

    151
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

Everything posted by renzetto

  1. Non sono d'accordo (che ce voi fà...su questo siamo agli antipodi) Raikkonen e la Mclaren non sono stati il pilota e la squadra avversari n.1 della Ferrari. Hanno fatto un buon 2003 ed un ottimo 2005, ma la Mclaren di quegli anni (secondo me anche per "colpa" di Raikkonen), sembrava essersi persa. O dimenticate il fallimento della mp4/18 (quella mai nata veramente) o quel Newey distratto che voleva fare il barcaiolo all'America's cup ??? E' bastato l'arrivo di un mastino come Alonso, e così ugualmente la scoperta di un altro mastino (Hamilton), perchè la Mclaren ritornasse, in termini di competitività e tenuta, ai livelli del 98-2001 A quel tempo Raikkonen era il meglio su piazza insieme ad Alonso (per non tacere che, guarda caso, è sempre Alonso ad averlo sostituito sia in Mecca che in Ferrari). E non ricordo nemmeno disperati tentativi di Dennis per trattenerlo alla fine del 2006. In Ferrari sapevano che era diverso dal tedesco (lo sapevamo anche noi da casa), ma lo reputavano (come lo reputammo noi...sbagliando), quel talento senza compromessi, quel missile naturale che, alla prova dei fatti - una volta sedutosi nella F2007 - non si rivelò (perlmeno non con le macchine rosse)....sai quella sensazione di ritmo, di tenuta ed aggressività che solo Fernando o Hamiltom sanno dare ? Ecco, parlo di quella. Quella sensazione a cui li aveva abituati il crucco (della serie, siamo così così, okkei ci metto una pezza io !) Se poi ci aggiungi che non riuscirono mai ad avere dal finnico (e questo, sono d'accordo, potevano aspettarselo) lo stesso feedback di quel maniaco del crucco, allora ecco friggersi un'enorme frittata (con molte più uova di quante si potevano aspettare a Maranello). In altre parole, se iceman avesse volato ma fosse rimasto taciturno, diciamo apatico come lo conosciamo, chissene...; ma poichè non volava affatto e non rispondeva nemmeno al tipo di stimoli che voleva la squadra, patatrac... Raikkonen è stata una scommessa obbligata per la Ferrari di quel tempo; scommessa che (bilanciando il mondiale 2007 con la flessione successiva) è stata vinta solo a metà. Non hanno buttato nessun fenomeno nel cesso (nè vi ha rinunciato, prima di Maranello, la stessa Mclaren). Hanno solo misurato un tipo di driver che era sì forte, ma non del tipo e livello che loro volevano...tutto quà.
  2. Ho la sensazione che tu ci creda veramente, al di l? della semplice provocazione che lanci Ma la fantaformula1 ammazza raikkonen non regge. a) hanno sostenuto Massa quel tanto che vale la presenza del figlio del capo come manager ed il mercato Fiat in Brasile, nulla di pi?. Il cucciolo fa una stagione decente, il 2006, confermando le buone impressioni dell'anno precedente come tester (guardate che Felipe il piede ce l'ha...) B) hanno preso il finnico - pagandolo pi? di quanto la mecca scelse di pagare il duevolte campione del mondo in carica - perch? Todt non poteva vedere Fernando (per sgarbi personali...) e perch? credevano nelle doti di "wait and see". Ma sin dai primi test il finnico dimostra s? di valere, ma non di essere il Dio Vento che si vide, peraltro, un solo anno in Mclaren (il 2005). c) Massa (per carit?, certamente caricato dalla famiglia Todt), lo surclassa in tutti i test invernali e si presenta a Melbourne, nel prove libere, con analogo vantaggio. Poi per? sfascia qualcosa (mi pare il cambio) al run decisivo in qualifica e parte dal fondo (e si sa che Massa, quando ? dietro, e pi? impacciato di mia nonna nella Twingo). d) L'f2008, in quell'avvio di stagione, ? un proiettile e basta al finnico per fare gara in solitaria. e) Seguono un'altalena di risultati e prestazioni sostanzialmente in equilibrio tra il duo Ferrari, ma si assiste al ritorno, complice l'enorme talento di Alonso ed Hamilton, della Mclaren (comunque buona, molto buona). f) La differenza, a quel punto, la fa la minor attitudine alla cazzata e la maggior versatilit? complessiva di Raikkonen (che a due gare dal termine, e con un proiettile tra le mani, accusa comunque 17 punti da Luigino, l'esordiente, a due gare dal termine); g) La lotta intestina e senza controllo di Luigi e Nando (e la rocambolesca fine di Interlagos) completano il quadro a favore della vittoria finale del finnico; h) arriva il 2008 e raikkonen parte a razzo, convincendo tutti, anche la Ferrari, che il Dio Vento si sia finalmente svelato. Ma dopo le prima 4 gare il finlandese si perde e, complici le nuove scelte anche tecniche, Massa inaspettatamente esplode facendo una seconda parte di stagione inaspettatamente strpitosa; i)Felipe perde quel mondiale (ma se lo avesse vinto avrebbe n? pi? e n? meno fatto quello che il finlandese fece l'anno prima); anno buono, da bravo pilota, ma senza dare la sensazione di essere il pi? forte in circolazione. l)Il 2009 parte con una Ferrari non competitiva e con Raikkonen e Massa ancora sul piano dell'equivalenza, ma niente che giustifichi lo stipendio da fuoriclasse che si pagava ad iceman. m) il resto ? storia nota (incidente in Ungheria, scelta di accaparrarsi Alonso, etc.) Non ? la Ferrari che ha boicottato il finnico; ? il finnico che non si ? rivelato ci? che la Ferrari si aspettava (a differenza di Alonso, anche di questo Alonso sconfitto).
  3. o ca**o, ho difeso un leghista !!! Mi rimangio tutto
  4. sono d'accordo; Massa pu? essere un eccellente secondo se solo si rimette ad andare secondo i suoi standard. Il problema non ? quello delle sue prestazioni (in Ferrari sanno che non ? un brocco). Sta in quello che ? successo nel corso della stagione e nel grave riflesso che ha, per uno col carattere di Massa, fare il secondo pilota "ufficilamente".
  5. Oh santa pace, ragazzi. Parliamo con un adulto, che ci manifesta tutto il suo dispiacere per la sconfitta Ferrari e per i soldi spesi a seguirla. Condivisibile, non condivisibile? Libero ciascuno di esprimere l'una o l'altra opinione, ma da qui a farne discendere logorroiche discussioni socio-politiche sull'operario o il metalmeccanico di turno (ai quali va tutto il mio rispetto, beninteso), mi sempra poco carino e pure un tantino eccessivo! peace and love
  6. La prima accelerazione deve essere veramente notevole. Alonso era terrorizzato...e non ? che non vi sia abituato
  7. E' una passione, ed ? giusto e legittimo che tu la coltivi facendo ci? che meglio credi dei tuoi denari. Per? devi accettare la legge dello sport. Di 5 maggio interisti ce ne saranno sempre, in ogni disciplina sportiva; fa parte delle regole.
  8. L'ultima ? bellissima, per? non fatela circolare....povero Drake
  9. ...Alesi ed il suo prode collega Berger riuscirono nell'impresa di mandare Flavio, il geometra, in prepensionamento !!! Per stessa ammissione di Rory Byrne, la B 196 era la monoposto col pi? alto livello di efficienza da lui progettata nel periodo in Benetton. Poi per? ci pensava Giovanni da Avignone (ricordate l'esordio in Australia) a lasciarla senza benzina. La faccia di Briatore che si sbracciava dai box ? una delle immagini pi? divertenti della F1 che io ricordi. Lo ricordo ancora a Monza dell'anno prima "vinciamo con Herbert, figuriamoci con Alesi"... ...poveraccio, che amara scoperta lo attendeva !!!
  10. Vabbeh, dai; ha vinto guidando un aereo da caccia e in modo tutt'altro che perentorio (Interlagos, dove era peraltro secondo, non fu un Gran Premio ma le comiche di Villaggio e Pozzetto...che sono poi ricomparsi a Yas Marina... ). Piuttosto direi che Capelli venne definitivamente allo sguardo di Maranello per una/due stagioni di altissimo livello con la Leyton House. Di certo, però, quella macchina - come il buon Adrian conferma a distanza di 18 anni - era tutt'altro che "di seconda fascia", ma aveva (pur nei limiti di budget) ben più qualità della diretta concorrenza. Da lì si spiegano, in parte, prestazioni come quella del GP di Francia del '90, dove comunque Prost (per essere onesti) giocò per tutta la corsa e passò, quando lo decise, a due giri dal termine. Diciamocelo sinceramente, per quanto la creatura di Migeot fosse una macchina patetica, non è che Capelli, al cospetto di un non-fenomeno come Alesi, fece chissà quali miracoli. Anzi, la differenza di rendimento fu tale che l'italiano venne appiedato prima del termine.
  11. ...magari...si vedrebbero i meccanici al box con l'elmetto e ed il tipico walky talky militare... A Domenicali verrebbe un infarto prima della terza gara stagionale.
  12. Visto che hai la delega al bilancio e dichiari spese ingenti in trasferte formulistiche, direi sia il caso di aprire un'indagine, anche interna, per quel sostaziale ammanco di cassa per circa ? 7.500,00, mascherato con la plusvalenza di un terreno agricolo nei pressi di Via Don Luigi Giberti... sarebbe il caso anche di rivedere gli appostamenti di spesa fatti sul bilancio preventivo 2009. anche l? reputo una sovrastima per ? 7.500,00. Come la mettiamo, vicesindaco ???
  13. é un manager apicale... tipico che alla resa dei conti (o al momento di rivendicare bonus) venga a costare una fuffa di soldi, pagati a vario titolo, anche con conferimenti in natura. Non ci vedo nulla di strano; criticabile, semmai, è averlo reso così potente (complice la progressiva dismissione dei compiti di Montezuma dalla Ferrari a favore di Fiat Auto). E normale che il Napoleone della F1 si sia giocato, a quel punto, tutte le sue carte. Quando i vertici Fiat hanno deciso di liberarsene, farlo, giunti in quella situazione, non poteva non costare una tombola.
  14. Esatto, Massa ha fatto l'anarchico anche perch? gode di un appoggio politico (sia pure indiretto) particolarmente condizionante. Todt sa dirti di che colore sono le mutande di Montezuma, e oggi pu? mooooolto pi? di ogni altro signore della Formula 1. La Ferrari non ha apprezzato l'anarchia, ? furibonda col nanetto brasiliano, ma ci pensa 6 volte prima di licenziarlo in tronco. Quello che, di sicuro, si sta facendo in queste ore ? cercare una soluzione di reciproca soddisfazione. Ma la posizione di Montezuma, dopo la sconfitta, si ? complicata rispetto ai vertici dell'azionista di maggioranza (la Fiat). Far passare una buonauscita a favore di Felipe, dopo le conseguenze - anche economiche - della sconfitta mondiale, non ? la cosa pi? semplice, ora. Ma non c'? dubbio che si stiano esplorando strade "morbide" per liberarsi del piccoletto. In Ferrari, Felipe ? ormai un separato in casa (a Maranello non lo vogliono pi? non per ragioni, intrinseche e prevalenti, di scarso rendimento; ma per la rottura del vincolo fiduciario su cui deve insistere quel rapporto di lavoro). Se ci aggiungi che si ? pure messo ad andare piano...
  15. Ahia (parte finale non postata della "gola profonda"). Ce l'hanno a morte con Felipetto che si ? messo a fare il nemico in casa. Per il resto dice quello che io, un p? su ogni argomento, vado pensando da tempo (su kimi, sulla gente che ruota attorno alla Rossa, su Montezuma, che non ? comunque un santo). Forse ? vera la voce di Mammamia. Felipe li ha stufati, prima ancora che per le prestazioni, per l'attegiamento da checca isterica in seno alla squadra (si vede che guida svogliato, quasi a punire il team per avergli appioppato il ruolo di seconda guida). In Ferrari si tollerano gli errori (chi non lavora non pu? sbagliare), ma non si tollera l'insubordinazione, la sciatteria, e la mancanza di fedelt?. Mi sa che col brasiliano finisce male....
  16. La penso esattamente come te; uno che in giornata era senza avversari, ma che non aveva la costanza, l'approccio, e finanche la fame, dei campionissimi. La Ferrari, suo malgrado, se ne ? accorta...e passando di l? Alonso, ha deciso si pagare a vuoto il finnico pur di riavere in casa un pilota completo (sai com'?, il crucco li aveva abituati male sotto questo punto di vista ). La stagione 2010, a prescidnere dagli esiti finali, dimostra la bont? di questa scelta. La Ferrari si esalta quanto mette in macchina uno che sa dare il 110% sempre (o quasi)...ha quasi bisogno di questo per rendere al livello che le compete. Resta un "mondo" sostanzialmente italiano, vive tanto di carica emotiva, nel bene e nel male (vd stagione appena conclusa)
  17. L'esperienza post gara ci dice che le gomme morbide avrebbero tenuto e che Alonso, sebbene malmesso, avrebbe potuto contenere il ritono di Webber. Ma ora vi è la controprova smaccata di questa verità, in quel momento, per pochi minuti, la cosa non sembrò essere quella. (e in quei pochi minuti si decide, non si hanno ore per fare pubblici dibattiti) Si poteva ragionare meglio ma non è stato fatto. Non v'è dubbio, però, e questo non vuol dire accusare Alonso, che il ritmo dell'asturiano, in quel momento, sembrava in preoccupante calo. In altre parole, è stato il concorso eccezionale di sfighe che li ha fatti sembrare dei completi fessi. Ma fessi non sono, hanno solo sbagliato.
  18. Potrebbe succedere, perchè alla pagliacciata in Germania, è seguito un rendimento letteralmente insufficiente (diciamo pure abulico, tipico di tutti i brasiliani quando si sentono trascurati). Ma solo se Nicolino avrà trovato una soluzione soddisfacente per Felipe. Altrimenti non ce la vedo la Ferrari contro la famiglia Todt, specie perchè Massa gode di un rinnovo biennale decisamente oneroso.
  19. Dyer verr? sicuramente rimosso dal ruolo attuale, ma non tanto per ragioni punitive come si vuole pensare, piuttosto perch? ? il primo ad aver perso serenit?, quella serenit? che ti consente di fare, con la necessaria freddezza, lo stratega in corsa. La stessa Ferrari vi sar? obbligata per ragioni evidenti; non rimuoverlo e ripetere un errore come quello di domenica metterebbe il management difronte a ulteriori e ben pi? pericolose responsabilit?. Ma Dyer, mia opinione, non fuoriuscir? dalla Ferrari, cambier? solo ruolo. - a: per il knowhow notevole di cui dispone, e non si regala in giro quel tipo di esperienza; - b: perch? checchesenedica, in Ferrari non ci sono una massa di stronzi emotivi, ma gente che sa apprezzare il valore del contributo profuso da ciascuno dei propri tecnici negli anni.
  20. Vero, infatti nessuno applaude la sagacia tattica del box rosso ad Abu Dabhi. Ma sfiga ha voluto che una marea di informazioni dello stesso "segno" si sono accavallate in un preciso momento della corsa, tanto da mandarli (vista la posta in palio) nel panico (troppo, aihnoi). Se i 3 davanti non hanno fatto la scelta omologa è perchè la posizione, il ritmo di gara (e gli interessi di campionato nulli per Button e Hamilton) hanno distratto completamente il box mclaren da quella sequenza di situazioni successa nei primi 15 giri di corsa, specie nei 3/4 precendenti al cambio di Fernando. Insomma, se in 15 ti puntano addosso delle pistole giocattolo, può scapparci la tua reazione armata, anche se avevi gli strumenti e l'esperienza per capire che non esiste una minaccia concreta. Troppe cose sono andate "strane" nello stesso senso e prima del 16° giro. E la Ferrari, malamente, si è fatta condizionare da quei segnali. Ribadisco dunque il mio pensiero: errore, erroraccio, ma non una pagliacciata da incompetenti.
  21. Esattamente, nessuno dubita che c'è stato errore da parte del muretto (io per pirmo urlavo a tutti "siete dei piiiirla", durante la corsa), ma da qui a far passare Dyer per un deficiente ce ne corre. Purtroppo un concorso di situazioni estremamente sfavorevoli - safety, - Webber al pit che si migliora subito con le dure - Massa che passeggia al box nel giro di rientro (ben 1,5 secondi più lento di Webber); - presenza di una TORO ROSSO e di un'altro motore Renault davanti al Webbo dopo il cambio (cioè presenza di "amici") - ritmo stranamente troppo lento di Fernando in quella fase di gara; - Ferrari che accusa per tutto il WE graining con le supersoft - scelte di assetto disperate per mettere l'asturiano davanti alle mecca in prova... (con le soft la Rossa non andava mentre era competitiva con le sole dure) ...hanno determinato la decisione (sbagliata) che ha frustrato le aspettative mondiali. Che, cioè, non fosse la strada migliore lo si poteva intuire anche in Ferrari, anche in quelle fasi concitate (gli strateghi servono a questo). Ma che non si tratti della st***ta del secolo tipo "usciamo con le rain perchè il radar dice che piove mentre il sole domina il cielo" è ugualmente vero. Hanno sbagliato, insomma, ma non sono quei pagliacci che qualcuno oggi pretende di riconoscere!
  22. Beh, da come l'ho scritta hai ragione. E sono il primo a ricordare con quanta e quale facilit? saltavano, all'epoca, le teste. Intendevo piuttosto che nessuno comunque, alla partenza della stegione, si aspettava veramente, in quegli anni, la vittoria...poi, nonostante questo, la polemica scattava comunque Diciamo che le teste allora saltavano per eccesso di mediocrit? del campionato, oggi se quel campionato lo perdi.
  23. Ma erano comunque stagioni tirate a campare, dove sapevi - per certo - che l'anno dopo avresti avuto identico campionato della speranza. Oggi ? innegabile che Maranello sia uno squadrone, la prima candidata al titolo, anno per anno, al punto che se fai una stagione malandata, tutti l? a fare processi, quando in quegli anni essere mediocri rappresentava la normalit
  24. Povera Italia, Povera Ferrari. Questa gente si merita la Ferrari mediocre del 91-95...allora, forse, rivedrebbe il suo giudizio sull'oggi.
×