Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 09/30/2020 in all areas

  1. 3 points
    Del resto è da sette anni che vediamo una Mercedes vincere a tavolino, un po' di varietà non farebbe male.
  2. 3 points
  3. 2 points
    Era qualche metro più in là dentro la macchina ad aspettare per la ripartenza. Purtroppo ci siamo scordati di prendere l'orologio. Tutto ciò non sarebbe mai potuto avvenire senza @Rio Nero che abbiamo facilmente convinto dicendogli che il sindaco fosse uno Juventino, tifoso di Leclerc e di Rossi.
  4. 2 points
    Nel frattempo il meccanico gli ha detto che deve analizzare i dati e per il 2022 conta di riconsegnargli l'auto perfettamente funzionante.
  5. 2 points
    Quest'impunità è significativa, dai che a breve tornerà anche il motorone illegale.
  6. 2 points
    Chissà se Michael può in qualche modo vedere o apprezzare i successi di suo figlio Bellissima foto, ecco forse l'origine dei colori del suo casco
  7. 1 point
    Che bel momento, lo ricordo come fosse ieri o quasi. Si fecero metà rettilineo appaiati, ora è già tanto se le monoposto si sorpassano a fine dritto usando il DRS...
  8. 1 point
    In pratica la nostra classe è divisa in due gruppi che si alternano nel fare 3 giorni in presenza e 3 giorni a scuola. Le lezioni che ho fatto in presenza sono andate piuttosto bene finora, l'unica pecca è che è molto triste vedere i nostri compagni solo sulla lavagna multimediale ma purtroppo la situazione è questa e bisognerà adattarsi. Le lezioni a distanza sono un flop perché spesso numerosi professori si scordano di coinvolgerci nella lezione (ciò ci porta ad essere demotivati e distratti) e c'è anche una grossa carenza di materiale infatti spesso sentiamo male i professori o gli alunni che parlano. La situazione non è difficilissima però se paragonata agli scorsi anni è molto più complessa, so che ci sono molti altri studenti e lavoratori che affrontano una situazione più difficile della mia e a loro vanno tutti i miei incoraggiamenti.
  9. 1 point
  10. 1 point
  11. 1 point
    Bagnaia annunciato nel team ufficiale Ducati con Miller. Zarco e Martin in Pramac.
  12. 1 point
    Urla, interruzioni e insulti: il faccia a faccia tra Trump e Biden è da dimenticare Il commento al termine del confronto dell’anchorman della ABC George Stephanopoulos sintetizza tutto: "Abbiamo appena assistito al peggior dibattito presidenziale che io abbia mai visto" Simone Sandri@simonesandri 30 settembre - NEW YORK (USA) Donald Trump e Joe Biden a testa bassa. Afp Da questo surreale 2020 forse davvero non potevamo aspettarci di più, ma se le brutte notizie continuano a marcare un anno purtroppo indimenticabile, anche il primo dibattito presidenziale forse riesce perfino a toccare il fondo. Donald Trump e Joe Biden, infatti, danno vita a una faccia a faccia che assume i contorni di un incontro di wrestling nel quale si fatica a distinguere la linea tra la realtà e la finzione e agli spettatori resta la sensazione di non aver capito bene a cosa hanno veramente assistito. Tra le interruzioni costanti, soprattutto da parte di Trump, gli insulti che vanno sul personale, con Biden che chiama il Presidente “clown” e “razzista” e gli attacchi senza mezzi termini che non risparmiano nemmeno i famigliari dei due contendenti, alla fine non si salva nessuno, compreso il moderatore Chris Wallace, analista di FoxNews che fa una fatica enorme a gestire quello che succede sul ring di Cleveland. “Abbiamo appena assistito al peggior dibattito presidenziale che io abbia mai visto” commenta sconsolato al termine l’anchorman della ABC George Stephanopoulos. Difficile dargli torto. SONDAGGI Alla fine i sondaggi post dibattito non sorprendono con la CNN che dichiara Biden vincitore e la poll prodotta dalla Cbs che vede il 48% dei propri spettatori premiare l’ex Vice Presidente contro il 41% che invece vede il successo Trump. Meno prevedibile, invece, il risultato del sondaggio di Telemundo, la più importante rete in lingua spagnola negli States (il voto ispanico potrebbe fare la differenza in alcuni “swing states”) che invece regala la vittoria a Trump con il 66% contro il 34% di Biden. Si parte dalla potenziale nomina del giudice della Corte Suprema, “Le elezioni hanno conseguenze, abbiamo la Casa Bianca e la maggioranza al Senato e possiamo scegliere” parte Trump con Biden che replica: “Siamo in clima elettorale, bisogna far decidere agli elettori”, ma i toni salgono immediatamente, tra interruzioni, interventi fuori luogo e veri e propri insulti. Trump si difende dalla accuse di aver fallito su tutti i fronti nella gestione del Covid “Se ci fossi stato tu alla Casa Bianca, Joe, avremmo avuto due milioni di morti”, con Biden che lo incalza “Menti, non hai un piano e non sai di cosa parli”. Il tutto con i due candidati che continuano a parlarsi uno sopra l’altro senza che Chris Wallace riesca a mantenere un minimo decoro. ECONOMIA Trump prova più volte a portare Biden alla sinistra estrema “La frangia socialista del tuo partito ti controllerà”, l’ex vice di Obama, invece cerca in diverse occasioni di restare al centro arrivando anche a dire di essere “contro il Green New Deal” e di non volere togliere fondi alla polizia. Donald Trump calca la mano sul tema a lui più caro, l’economia “Abbiamo prodotto il momento più florido da un punto di vista economico della storia americana, prima del Covid, poi per colpa della Cina abbiamo dovuto chiudere tutto. Ma ci stiamo riprendendo con ritmi da record”. Biden dal canto suo insiste sul tasto che fa più male al Presidente, quello della risposta alla pandemia arrivando a dire di “Non fidarsi di Trump sul vaccino”. Temi toccati a raffica con il solito leitmotiv: urla, interruzioni e insulti. Sulle sue dichiarazioni fiscali tirate fuori dal New York Times Trump si difende dicendo “Non è vero, ho pagato milioni di dollari in tasse federali e come tutti gli imprenditori ho solo utilizzato le leggi vigenti a mio favore”. Stesso ritornello su problemi razziali, climate change, visione per il futuro. Pochissima sostanza e tanti attacchi personali. Si chiude con Trump che attacca il voto per posta e Biden che guardando la telecamera dice ai suoi potenziali elettori: “Andate a votare, Trump non può certo fermarvi”. C’e’ anche spazio per una parentesi sportiva (“Sono riuscito a far riprendere il football della Big Ten” dice Donald Trump), ma alla fine resta in molti spettatori, soprattutto quelli neutrali, un gusto decisamente amaro in bocca per aver assistito a un bruttissimo spettacolo.
  13. 1 point
    Io preferisco Sophie Marceau o Elena Sofia Ricci (giusto per fare due esempi)... Poi se F.126ck si fa operare come si deve, se ne potrebbe parlare. @Natural Blonde Killer
  14. 1 point
    Penso che l'accordo segreto che la Ferrari ha fatto a fine 2019 sta dando i suoi frutti. Prima Domenicali (ex Ferrari) è andato al comando di Liberty Media, poi la mancata penalità di Leclerc a Sochi, condita dal fatto che il manager del monegasco è il figlio del presidente della FIA. Tutto sta incominciando ad essere chiaro.
  15. 1 point
  16. 1 point
    E ti lamenti? È un buon segno: il vento sta cambiando.
  17. 1 point
  18. 1 point
  19. 1 point
    Si è fermato 50 metri dopo la stazione di servizio, i casi sono 3: 1) Ha messo diesel al posto di benzina, o viceversa 2) Stava provando una partenza fuori dalla piazzola e giustamente gli è stata revocata la patente seduta stante 3) Ha trovato un meccanico apprendista con contratto a termine e tanto rancore da sfogare:
  20. 1 point
    Mick Schumacher (Alfa Romeo, al posto di Giovinazzi) e Callum Ilott (Haas, ancora da specificare chi verrà sostituito) guideranno nella FP1 al Nurburgring. Anche Robert Shwartzman avrà la possibilità di guidare una F1 2020 nella FP1 di Abu Dhabi. Ancora non specificato il team.
  21. 1 point
    Vuoi dire che a Bottas ne preparano uno da 77 milioni?
  22. 1 point
  23. 1 point
    Binotto, ma la Ferrari? L'immagine perfetta di Binotto. La mia nuova firma
  24. 1 point
    Eccoci qua, come direbbe il caro Finn. Piccolo con il naso gocciolante, respinto al nido, prenotato tampone e messo in isolamento. Strike numero uno, aspetto il terzo e poi lo ritiro dal nido e fanculo a tutti, retta pagata e non ha fatto neanche 10 giorni. Precauzioni necessarie, ma niente è servito dire che dentro al nido ci sono 8000 gradi, giocano, corrono e sudano e poi fuori ci sono 15 gradi, con freddo e vento. Vabbè questa la incasso. Tanto fra poco ci sarà una strage li dentro e chiuderanno tutto. PS. Forse sono impulsivo, ma già lo ritiro a partire dal 1° Ottobre. Ho già capito quale sarà l'andazzo. So che sarà facile che si ammali e che stia a casa, però se anche per un banale raffreddore parte l'iter del tampone, con tutti i tempi che ne conseguono e i disagi, diventa una rottura di ca**o senza fine. Se ha il raffreddore 4/5 volte al mese che facciamo, gli facciamo fare 20 mila tamponi, con isolamento preventivo? Sapevo che sarebbe finita così.
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00


×