Jump to content
Sign in to follow this  
Manu

Prost Mansell 1990

Recommended Posts

Volevo chiedervi una cosa non ho mai capito perch? la Ferrari nel 1990, nonostante una monoposto competitiva non riusci' a ottenere grandi risultati con 2 piloti nonostante fossero tra i migliori di quei tempi, cosa che riusci' a sfruttare meglio la McLaren con Senna e Prost e anche la Williams con Piquet e Mansell.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la ferrari del 90' in realta' ottenne grandi risultati,lotto' per il mondiale dopo anni opachi,alla pari con la mclaren,ottenne 6 vittorie e sfioro' il titolo mondiale con prost..purtoppo manco' proprio il mondiale...

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senna ottenne una sola vittoria in pi? di Prost ed addirittura ottenne un piazzamento a punti minore del Professore. Abituati ai punteggi di oggi che favoriscono tutti tranne il primo ci viene da pensare che quell'anno la Ferrari avrebbe sfiorato il titolo ancora meno di come ? realmente avvenuto. Quindi direi che Senna ha vinto grazie ai migliori piazzamenti a livello di singolo risultato (infatti ogni volta che ha terminato un gran premio ? sempre salito sul podio, non saprei se si tratta di record a livello di percentuali...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

e' stato spesso detto che la mclaren fu superiore nella prima meta' della stagione,in realta' a meta' campionato prost era in testa al mondiale..

 

poi la ferrari fece una gara opaca in germania e in hungheria e senna riprese la testa del campionato..

 

in belgio e in italia senna arrivo' davanti a prost secondo..in gara le due macchine sembravano alla pari senna aveva qualcosa in piu'..

 

un indubbio vantaggio di senna era che partiva sempre dalla pole e poteva per tanto gestire meglio la gara prost partiva sempre un po' piu' indietro e a volte era penalizzato nella rimonta..

 

si arrivo' all'estoril con senna che aveva 18 punti di vantaggio su prost,questa volta stranamente gli scarti lo avrebbero penalizzato,con solo due gran premi a vuoto avrebbe dovuto scartare ben 3 risulati utili per un totale di 12 punti,prost invece solo 2 risultati per un totale di 5 punti..

 

la gara di estoril fu veramente decisiva,la ferrari poteva fare una tranquilla doppietta invece mansell combino' un pasticcio colossale..

 

fiorio che non era uno stupido voleva mandare via mansell gia' a monza,ma i vertici ferrari gli dissero che era pazzo,e cosi nigel a estoril si vendico' di prost che lo aveva ormai relegato al ruolo di comprimario...

 

a quel punto il campionato era praticamente finito,prost doveva vincere le ultime 3 gare del campionato..

 

nel 91' su autosprint venne fuori un lungo articolo,nel quale si spiegava che i rapporti tra prost e fiorio erano pessimi e il francese era contiunamente in dissidio con il team manager nelle scelte tecniche..in particolare si puntava il dito sul fatto che i due fossero sempre in lite su chi doivesse aver l'ultima parola, soprattutto per quel che riguardava la scelta delle gomme del motore e dello sviluppo della vettura...

 

secondo questo articolo molto dettagliato questi contrasti furono penalizzanti in molte gare,fiorio poi a un certo punto riteneva di avera la macchina migliore e detestava il tatticismo di prost che lavorava soprattutto per la gara,penallizzando il risultato in qualifica,un altro aspetto che si rivelo' determinante perche' prost alla fine non parti mai dalla pole in quella stagione...

 

in definitiva la stagione fu molto equilibrata,e le due vetture si equilibravano piu' o meno,ma la mclaren seppe gestire le proprie risorse e soprattutto non soffri mai dei dissidi interni che animavano la ferrari..

 

molti osservatori ritenevano che a piloti invertiti sarebbe stata la ferrari a vincere, tra questi anche fiorio...

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
nel 91' su autosprint venne fuori un lungo articolo,nel quale si spiegava che i rapporti tra prost e fiorio erano pessimi e il francese era contiunamente in dissidio con il team manager nelle scelte tecniche..in particolare si puntava il dito sul fatto che i due fossero sempre in lite su chi doivesse aver l'ultima parola, soprattutto per quel che riguardava la scelta delle gomme del motore e dello sviluppo della vettura...

 

Ricordo quel numero di AS, in copertina c'era un disegno con Fiorio morto accoltellato...mi sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che il topic alludesse al fatto che Mansell non fu all'altezza di Prost. In realt? l'inglese non se la cav? male: fece 3 pole position (contro le 0 di Alain) e vinse in Portogallo.

In realt? Mansell usc? dai giochi dopo i due ritiri consecutivi di Francia-Gran Bretagna: ritiri in parte causati dal modo brusco con cui Nigel trattava il delicatissimo cambio semi-automatico.

Poi l'inglese divenne abulico, non aiut? la squadra ed in pi? danneggi? Prost con quello scriteriato Gran Premio del Portogallo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Achille Varzi
Penso che il topic alludesse al fatto che Mansell non fu all'altezza di Prost. In realt? l'inglese non se la cav? male: fece 3 pole position (contro le 0 di Alain) e vinse in Portogallo.

In realt? Mansell usc? dai giochi dopo i due ritiri consecutivi di Francia-Gran Bretagna: ritiri in parte causati dal modo brusco con cui Nigel trattava il delicatissimo cambio semi-automatico.

Poi l'inglese divenne abulico, non aiut? la squadra ed in pi? danneggi? Prost con quello scriteriato Gran Premio del Portogallo.

Nell'economia del campionato 1990 conta anche la maggiore costanza di Berger che, pur senza mostrare l'occasionale grande forma di Mansell, alla fine fece piu' punti e, cosa piu' importante, tolse punti a Prost arrivandogli davanti in 3 occasioni. Mansell non arrivo' mai davanti a Senna

Berger arrivo' 3 volte davanti a Prost, Mansell arrivo' davanti a Senna solo in Portogallo, gara in cui ne fece di tutti i colori e soprattutto ostacolo' il compagno di squadra. Durante quel weekend era gia' stato annunciato che Mansell non avrebbe corso con la Ferrari nel 1991, e lui reagi' a modo suo, cioe' da bestia.

 

Molti ritengono che a vetture invertite Senna avrebbe vinto il mondiale anche con la Ferrari ma io non ne sarei sicuro. Prost arrivava su una Ferrari che non andava e la trasformo' in una macchina da mondiale, o quasi. Non so se Ayrton avrebbe saputo fare lo stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la ferrari averva due tre grossi vantaggi quell'anno:il cambio semiautomatico,il 12 cilindri, e i carburanti agip che si diceva potessero far guadagnare anche 40 50 cavalli..

 

la mclaren aveva ancora probabilmente il migliore telaio,ma alla fine erano abbastanza alla pari..

 

fiorio aveva deciso di cacciare mansell a monza,aveva paura che gli facesse qualche casino,ma quando ando' a dirlo ai vertici ferrari questi si opposero..altrimenti mansell non avrebbe potuto fare niente..

 

e' impossibile sapere se fiorio con senna si sarebbe comportato diversamente,fatto sta che i rapporti sempre tesi con prost alla fine si rivelarono nocivi in molte scelte importanti e questo fu uno dei motivi della sconfitta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volevo chiedervi una cosa non ho mai capito perch? la Ferrari nel 1990, nonostante una monoposto competitiva non riusci' a ottenere grandi risultati con 2 piloti nonostante fossero tra i migliori di quei tempi, cosa che riusci' a sfruttare meglio la McLaren con Senna e Prost e anche la Williams con Piquet e Mansell.

Con Senna e Prost nel 88 e nell'89 ha praticamente dominato il camionato e il titolo ? diventato un affare di famiglia,stessa cosa dicasi della Williams nel 1987.Nel 1986 la lotta tra Piquet e Mansell port? il titolo a Prost ma l'anno dopo il francese e la Mclaren non erano pi? cos? competitivi,lasciando la strada ai due piloti della Williams.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan
Molti ritengono che a vetture invertite Senna avrebbe vinto il mondiale anche con la Ferrari ma io non ne sarei sicuro. Prost arrivava su una Ferrari che non andava e la trasformo' in una macchina da mondiale, o quasi. Non so se Ayrton avrebbe saputo fare lo stesso

 

Infatti . La Mclaren aveva il motore migliore come potenza coppia e guidabilit? , la Ferrari aveva un pacchetto telaio/aerodinamica che se settato adeguatamente consentiva un miglior equilibrio in gara ma questo solo dalla 5a gara in poi . La Mclaren complessivamente fu pi? competitiva perch? and? fortissimo da subito mentre la Ferrari ci mise un p? , e non dimentichiamo che la maggior parte del merito di questa crescita andava al lavoro di Prost nello sviluppo .

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

all'epoca il 12 cilindri forniva un bel vantaggio di cavalli sul 10 cilindri,un rapporto di forze che si sarbbe invertito negli anni successivi con i successi del renault v10..

 

probabilmente negli anni 90' l'evoluzione aereodinamica imposta dalla williams rese i v10 piu' congeniali per la progettazione delle monoposto,per quanto riguarda pesi e ingombri..

 

ma nel 90' le vetture non erano ancora cosi evolute dal punto di vista aereodinamico quindi un v12 non dava ancora tutti i problemi che dara' in seguito..

 

bisogna considerare che nel 90' i circuiti erano molto veloci,c'era ancora la vecchia silverstone,il circuito di le castellet con il lunghissimo rettilineo del mistral,mexico city pure era molto veloce,per non parlare della vecchia imola e della vecchia monza,i circuiti medio lenti in pratica si riducavano ai 3 cittadini e a budapest..

 

non a caso l'anno dopo l'honda passo' al 12 cilindri...

 

effettivamente nelle primissime gare la ferrari soffri un po',ma gia' dal mexico si riprese con una splendida tripletta di vittorie...

 

a meta' campionato la situazione era di perfetta parita'...

 

poi in seguito e' difficile dire dove prost perse il campionato,sicuramente l'estoril fu un episodio determinante...

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
all'epoca il 12 cilindri forniva un bel vantaggio di cavalli sul 10 cilindri,un rapporto di forze che si sarbbe invertito negli anni successivi con i successi del renault v10..

 

probabilmente negli anni 90' l'evoluzione aereodinamica imposta dalla williams rese i v10 piu' congeniali per la progettazione delle monoposto,per quanto riguarda pesi e ingombri..

 

ma nel 90' le vetture non erano ancora cosi evolute dal punto di vista aereodinamico quindi un v12 non dava ancora tutti i problemi che dara' in seguito..

 

bisogna considerare che nel 90' i circuiti erano molto veloci,c'era ancora la vecchia silverstone,il circuito di le castellet con il lunghissimo rettilineo del mistral,mexico city pure era molto veloce,per non parlare della vecchia imola e della vecchia monza,i circuiti medio lenti in pratica si riducavano ai 3 cittadini e a budapest..

 

non a caso l'anno dopo l'honda passo' al 12 cilindri...

 

effettivamente nelle primissime gare la ferrari soffri un po',ma gia' dal mexico si riprese con una splendida tripletta di vittorie...

 

a meta' campionato la situazione era di perfetta parita'...

 

poi in seguito e' difficile dire dove prost perse il campionato,sicuramente l'estoril fu un episodio determinante...

Anche per me l'estoril fu il punto di svolta. In giappone poi ero siciro alla partenza che qualcosa sarebbe avvenuto, visto come era andata l'anno precedente... L? aveva ancora la possibilit? di vincere il mondiale. Posso solo aggiungere che a inizio stagione pensai che la ferrari aveva una coppia di piloti troppo forte. la Mc Laren aveva avuto l'esperienza della coabitazione tra senna e Prost e la ferrari ripeteva una coppia con le stesse caratteristiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
all'epoca il 12 cilindri forniva un bel vantaggio di cavalli sul 10 cilindri,un rapporto di forze che si sarbbe invertito negli anni successivi con i successi del renault v10..

 

probabilmente negli anni 90' l'evoluzione aereodinamica imposta dalla williams rese i v10 piu' congeniali per la progettazione delle monoposto,per quanto riguarda pesi e ingombri..

 

ma nel 90' le vetture non erano ancora cosi evolute dal punto di vista aereodinamico quindi un v12 non dava ancora tutti i problemi che dara' in seguito..

 

bisogna considerare che nel 90' i circuiti erano molto veloci,c'era ancora la vecchia silverstone,il circuito di le castellet con il lunghissimo rettilineo del mistral,mexico city pure era molto veloce,per non parlare della vecchia imola e della vecchia monza,i circuiti medio lenti in pratica si riducavano ai 3 cittadini e a budapest..

 

non a caso l'anno dopo l'honda passo' al 12 cilindri...

 

effettivamente nelle primissime gare la ferrari soffri un po',ma gia' dal mexico si riprese con una splendida tripletta di vittorie...

 

a meta' campionato la situazione era di perfetta parita'...

 

poi in seguito e' difficile dire dove prost perse il campionato,sicuramente l'estoril fu un episodio determinante...

Anche per me l'estoril fu il punto di svolta. In giappone poi ero siciro alla partenza che qualcosa sarebbe avvenuto, visto come era andata l'anno precedente... L? aveva ancora la possibilit? di vincere il mondiale. Posso solo aggiungere che a inizio stagione pensai che la ferrari aveva una coppia di piloti troppo forte. la Mc Laren aveva avuto l'esperienza della coabitazione tra senna e Prost e la ferrari ripeteva una coppia con le stesse caratteristiche.

 

senna e prost era meglio di mansell e prost...

 

alla mclaren avevano la miglior macchina e i due migliori piloti,la ferrari aveva una macchina alla pari ma il miglior pilota copme avversario,inoltre mansell era andato nel pallone piu' completo e non riusci mai ad arrivare davanti a senna per togliergli i punti,l'unica volta che lo fece fu prorpio a estoril dove pero' combino' il casinoalla partenza...

Share this post


Link to post
Share on other sites
all'epoca il 12 cilindri forniva un bel vantaggio di cavalli sul 10 cilindri,un rapporto di forze che si sarbbe invertito negli anni successivi con i successi del renault v10..

 

probabilmente negli anni 90' l'evoluzione aereodinamica imposta dalla williams rese i v10 piu' congeniali per la progettazione delle monoposto,per quanto riguarda pesi e ingombri..

 

ma nel 90' le vetture non erano ancora cosi evolute dal punto di vista aereodinamico quindi un v12 non dava ancora tutti i problemi che dara' in seguito..

 

bisogna considerare che nel 90' i circuiti erano molto veloci,c'era ancora la vecchia silverstone,il circuito di le castellet con il lunghissimo rettilineo del mistral,mexico city pure era molto veloce,per non parlare della vecchia imola e della vecchia monza,i circuiti medio lenti in pratica si riducavano ai 3 cittadini e a budapest..

 

non a caso l'anno dopo l'honda passo' al 12 cilindri...

 

effettivamente nelle primissime gare la ferrari soffri un po',ma gia' dal mexico si riprese con una splendida tripletta di vittorie...

 

a meta' campionato la situazione era di perfetta parita'...

 

poi in seguito e' difficile dire dove prost perse il campionato,sicuramente l'estoril fu un episodio determinante...

Anche per me l'estoril fu il punto di svolta. In giappone poi ero siciro alla partenza che qualcosa sarebbe avvenuto, visto come era andata l'anno precedente... L? aveva ancora la possibilit? di vincere il mondiale. Posso solo aggiungere che a inizio stagione pensai che la ferrari aveva una coppia di piloti troppo forte. la Mc Laren aveva avuto l'esperienza della coabitazione tra senna e Prost e la ferrari ripeteva una coppia con le stesse caratteristiche.

 

senna e prost era meglio di mansell e prost...

 

alla mclaren avevano la miglior macchina e i due migliori piloti,la Ferrari aveva una macchina alla pari ma il miglior pilota come avversario,inoltre mansell era andato nel pallone piu' completo e non riusci mai ad arrivare davanti a senna per togliergli i punti,l'unica volta che lo fece fu prorpio a estoril dove pero' combino' il casino alla partenza...

Io dicevo pi? o meno la stessa cosa. E' evidente che senna era meglio di Mansell, era il tipo di coppia, con due piloti che puntavano decisamente al mondiale. mansell veniva da mondiali sfiorati e si sentiva pronto per vincere ela Ferari era in grado di lottare per il titolo. Delle motivazioni di Prost sappiamo tutto. Io mi riferivo quindi alle motivazioni dei piloti. Mansell spingeva sempre alla mortein ogni corsa e spesso combinava guai. Come ricordavo in un altro topic Mansell ? il pilota che ? diventato campione del mondo dopo il maggior numero di anni dal debutto. Ha messo molto tempo a maturare. era chiamato oltre che il leone anche Mansell il pazzo :deluso:

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah......la ferrari del 1990 ? come la F248F1

 

Poi al volante la Ferrari del 1990...aveva a bordo, un ragioniere e uno scellerato....quindi

Share this post


Link to post
Share on other sites

f.1 d'altri tempi..la domenica sera alla domenica sportiva invece delle moviole calcistiche si studiava la moviola della partenza del gran premio di estoril..e c'era chi difendeva mansell dicendo che le ruote avevano pattinato i partenza...comunque tutti avevano capito che quello era stato davvero l'episodio decisivo e che il mondiale ormai era andato...

 

comunque recentemente ho rivisto il podio,prost sembra tranquillo,senna pure,mansell felicissimo...boh.....

 

nel 90' i gran premi venivano trasmessi su raiuno e tmc..

 

su raiuno telecronacra funebre,ci si rende subito conto del pasticcio di mansell,quando mansell supera senna e si invola per la vittoria nessuno dice niente..

 

su tnc nessuno sembra essersi accorto di nulla,mansell passa senna e va a vincere il telecronista esplode in un urlo di gioia...

 

mancavano 9 giri prost recupera alla grande gira piu' veloce di tutti,quasi mezzo secondo piu' veloce,ma caffi si schianta alla curva 2 e la gara viene conclusa 9 giri prima... prost arriva a due secondi da senna..

 

mi sembra di ricordare che prost ha pure avuto un problemino al cambio gomme che gli costo' un 4 5 secondi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever
La Mclaren complessivamente fu pi? competitiva perch? and? fortissimo da subito mentre la Ferrari ci mise un p? , e non dimentichiamo che la maggior parte del merito di questa crescita andava al lavoro di Prost nello sviluppo .

Mah Alex non sono d'accordo: a me 'sta storiella che Prost sviluppava bene le macchine ha sempre fatto ridere: se fosse vero nel '91 con un intero anno di lavoro alle spalle Prost avrebbe dovuto vincere a mani basse; se fosse vero non si capisce perch? poi Senna che era al mare da tre mesi in prova rifilasse una media di un secondo a Prost nel 88-89 che aveva preparato lui la macchina; se fosse vero dopo tutti gli anni in Renault avrebbe dovuto dominare e nell'83 vinse Piquet. E mi fa ancora pi? ridere se penso che vengono portati come esempi negativi Senna e Mansell: Ayrton dal '89 senza il professore sarebbe dovuto andare a picco e infatti ha vinto due mondiali in fila, segno che forse la macchina la sapeva sviluppare; Mansell nell'autunno '90 va alla Williams e in due anni la porta in cima al mondo. Secondo me i tre erano sullo stesso piano a volte andava bene altre no

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan
La Mclaren complessivamente fu pi? competitiva perch? and? fortissimo da subito mentre la Ferrari ci mise un p? , e non dimentichiamo che la maggior parte del merito di questa crescita andava al lavoro di Prost nello sviluppo .

Mah Alex non sono d'accordo: a me 'sta storiella che Prost sviluppava bene le macchine ha sempre fatto ridere: se fosse vero nel '91 con un intero anno di lavoro alle spalle Prost avrebbe dovuto vincere a mani basse; se fosse vero non si capisce perch? poi Senna che era al mare da tre mesi in prova rifilasse una media di un secondo a Prost nel 88-89 che aveva preparato lui la macchina; se fosse vero dopo tutti gli anni in Renault avrebbe dovuto dominare e nell'83 vinse Piquet. E mi fa ancora pi? ridere se penso che vengono portati come esempi negativi Senna e Mansell: Ayrton dal '89 senza il professore sarebbe dovuto andare a picco e infatti ha vinto due mondiali in fila, segno che forse la macchina la sapeva sviluppare; Mansell nell'autunno '90 va alla Williams e in due anni la porta in cima al mondo. Secondo me i tre erano sullo stesso piano a volte andava bene altre no

 

 

Il fatto ? che alla Mclaren entrambi i piloti potevano accedere agli assetti e i dati del proprio compagno di squadra , quindi se Senna si sedeva per la prima volta sulla Mp4/5 che nel frattempo era stata gi? collaudata nei test da Prost ? logico che poi andasse pi? forte .

 

Per il 91 non c'? molto da dire , se non hai almeno un buon progetto di base non si pu? migliorare , men che meno se la squadra ? messa anche peggio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×