Jump to content
Sign in to follow this  
rumpen78

IL MIGLIOR PILOTA CHE NON HA MAI VINTO IL MONDIALE

Recommended Posts

Per Rumpen.

Laffite e depailler mi piacevano molto e per me Patrick non solo era il migliore tra i due ma sarebbe stato un campione degnissimo ma non mi pare che abbiano avuto la concreta possibilit? di vincerlo.

Patrick era molto pi? consistente di Lafitte, che forse lo batteva come velocit? pura. Non dimentichiamoci che quando i due furono compagni di squadra Laffitte aveva ben 3 anni di esperienza alla Ligier. Depailler una chance la ha avuta. Quando ebbe l'incidente in deltaplano che gli fracass? le gambe era primo in classifica generale e aveva appena vinto il GP di Spagna.

Nel 79 la Ligier perdette competitivit? nel corso dell'anno mentre emersero Ferrari e Williams. alla fine vinse scheckter con l'aiuto decisivo di villeneuve che si aspettava poi il ricambio i favore da Scheckter che lo avrebbe di certo dato se nell'80 la Ferrari non avesse sfornato una delle peggiori f1 della sua storia. Forse Depailler non aveva la mentalit? di chi si concentra olo sulla f1 e l'incidente lo dimostr?. Quando mor? sull'Alfa, e le cause non furono mai chiarite del tutto, mi chiedevo cosda avrebbe potuto fare con quella vettura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non giudichiamo il valore dei piloti per incidenti esterni alla loro carriera: gi? Lauda e in tempi recenti Montoya e lo stesso campione del Mondo di Rally Loeb (per non citare Tony Stewart e Paul Tracy che si sono infortunati sulle macchine che si guidano sui campi da golf) hanno dovuto saltare delle gare per incidenti privati.

Scusatemi ma devo difendere uno dei miei idoli. Depailler era un uomo completamente devoto alle corse. Sopra tutto era un uomo estremo ma devoto alla vita. Su di lui l'Alfa ha sparso delle atroci dicerie per scriminarsi delle colpe che evidentemente aveva nell'incidente che ha causato la morte di Depailer. Ma questa ? un'altra storia.

Concentrandoci sul pilota, dopo essere arrivato dal motociclismo all'automobilismo, spinto da suo cognato Beltoise, Depailler vinse l'europeo di F2 e approd? alla Tyrrell al posto del defunto Cevert. All'epoca era alla pari con Scheckter, era un ottimo collaudatore, ma anche uno spregiudicato corridore, veloce e battagliero, nonostante non vinse neanche una gara mentre era in coppia col sudafricano (solo nominalmente in lotta per il mondiale 74 fino all'ultima gara). In seguito svilupp? da solo la 6 ruote, per poi andare a vincere il gp di Montecarlo del 78 in grande stile.

Nel 79, fino all'incidente fuori dalle corse, era il pilota pi? accreditato per la vittoria del mondiale, grazie anche alla vettura che guidava. Pu? darsi non ce l'avrebbe fatta, tenendo conto che la Ligier era avvezza a bruciarsi il budget nella prima met? di stagione. Ma a detta di Forghieri la JS11 era la macchina pi? innovativa (prima della FW07 ovviamente) del 79, che montava delle bandelle con terminazioni in carbonio. Il 79 fu un anno molto particolare per le continue innovazioni che stravolgevano le gerarchie di gara in gara e fino al suo infortunio Depailler fu il rivale pi? tosto per le FErrari. Manca la riprova che con Depailler la Ligier sarebbe riuscita a trovare delle soluzioni che l'avrebbero resa competitiva fino alla fine. Fatto sta che nel 1980 anche Pironi, lament? una certa mancanza di sviluppo e di budget per le prove, con la famosa storia delle ruote anteriori che fecero perdere alla Ligier 2 GP, e diedero a Jones 2 vittorie. Per? n? Pironi, n? tantomeno Lafitte erano dei conoscitori delle vetture da corsa come Depailler che stava facendo un lavoraccio all'Alfa. Purtroppo il suo lavoro fu interrotto dall'incidente che lo ha ucciso ma la vettura era diventata valida come la pole di Giacomelli dimostra.

In conclusione Depailler non era di certo un pilota calcolatore, che pensava a raccimolare punticini per diventare campione del mondo, piuttosto era un grande racer che spremeva la vettura per ottenere sempre il massimo. Ma di sicuro un pilota serio, professionalmente dedicato al suo lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sicuramente e' ridicolo accusare depailler di scarsa professionalita' per l'incidente in deltaplano..fu semplicemente una disgrazia come ne possono capitare...

 

depailler era un gran bel pilota e sono convinto che con la macchina giusta poteva sicuramente vincere un mondiale.. ai tempi della tyrrel non era certo inferiore a scekter e in qualifica era piu' veloce del sudafricano tanto che nella stagione 76' quasi sempre gli stava sempre davanti..scekter era piu' consistente in gara e stava affinando le sue doti tattiche che poi gli avrebbero permesso di vincere il mondiale 79'..comunque depailler se avesse avuto la macchina giusta era sicuramente un pilota che un mondiale poteva vincerlo,visto che in quegli anni lo vinse gente che fenomenale non lo era di certo come scekter e jones ad esempio...

 

depailler era un generoso in pista,alla tyrrel era molto apprezzato per le sue doti di collaudatore che tyrrel teneva in considerazione per sviluppare la famosa tyrrel a 6 ruote,macchina che deppailler riteneva ottima a differenza di scekter che la detestava..scekter si lamentava del fatto che la squadra seguisse depailler verso la strada sbagliata,eppure quella macchina fu un grosso salto di qualita' per la tyrrel che raggiunse il terzo posto nela classifica piloti e il secondo in quella costruttori

Share this post


Link to post
Share on other sites

depailler era senz'altro un ottimo pilota, simpatico, con la sigaretta in bocca (mi ricordava Rindt) e so quanto caneparo lo apprezzi. purtroppo l'incidente ne determin?, sostanzialmente la fine della carriera ad alti livelli. Pass? all'Alfa e ne contribu? allo sviluppo tanto che Giacomelli stava per vincerci con quella macchina ma per il resto la stagione 80 fu un disastro prima della trgedia perch? Depailler non riusc? mai a tagliare il traguardo mentre in qualifica la macchina migliorava. Dubito seriamente per? che nel 79, anche senza deltaplano, la Ligier lo avrebbe assistito per tutta la stagione, basta vedere come and? Laffite che, forse proprio perch? depailler non contribu? pi? allo sviluppo della vettura, cominci? a retrocedere in qualifica e in gara e laffite era stato almeno pari a Patrick nella prima parte della stagione, anzi in prova era stato decisamente migliore. Ma i motivi per cui non avrebbe potuto concorrere alla vittoria finale sono altri, a mio avviso: La crescita della ferrrai come vettura e come strategia e l'esplosione del fenomeno Williams, che da quell'anno diventer? un punto di riferimento per tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per caneparo. Non ho pensato minimamente di accusare depailler di scarsa professionalit?, ci mancherebbe , ma mi riferivo a quella che era la mentalit? diffusa nell'ambiente in quel tempo che va letta alla luce appunto di come si ragionava allora. non dimentichiamoci che solo poco pi? di due anni prima Regazzoni si era giocato il posto in Ferrari per una partita di tennis.... piloti ancor meno professionali, pensiamo ad Hunt, hanno raggiunto il mondiale. certo non tutti i piloti si chiamano Senna o Lauda.

Share this post


Link to post
Share on other sites

una sigaretta in bocca non costituisce certo mancanza di professionalita',dato che anche qualche pilot di oggi fuma pero' non lo fa vedere in publico..

 

la gita in deltaplano..beh anhce schumahcer fa alpinismo eppure nessuno lo ha acusato di scarsa proffessionalita'..come senna faceva lo sci nautico...

 

il fatto e' che oggi tutto viene filtrato dagli addetti stampa e sembra quasi che i piloti vivano su delle campane di vetro..in realta' non e' cosi..

 

lo stile di vita di depailler era quello normale di tanti altri piloti dell'epoca,facevano un lavoro fuori dal comune,si divertivano a farlo e avevano qualche vizietto che non si preoccupavano di nascondere in pubblico...

 

hai citato lauda,che appariva come un ragioniere di banca,in realta' andava a donne con hunt nei night di londra e caricava pure le sue sbornie...

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi stupisco che nessuno ha ancora citato barrichello. Avesse avuto pari opportunit? rispetto a Schumi e non fosse stato manipolato come un pupazzetto sarebbe riuscito a vincere?

Share this post


Link to post
Share on other sites

1)Stirling Moss

2)Ronnie Peterson

3)Gilles Villeneuve

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi stupisco che nessuno ha ancora citato barrichello. Avesse avuto pari opportunit? rispetto a Schumi e non fosse stato manipolato come un pupazzetto sarebbe riuscito a vincere?

 

 

parli seriamente?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi stupisco che nessuno ha ancora citato barrichello. Avesse avuto pari opportunit? rispetto a Schumi e non fosse stato manipolato come un pupazzetto sarebbe riuscito a vincere?

Barrichello vale quanto un Coulthard, secondo me... certo, con la vettura che si ritrov? nel 2002 e nel 2004 anche lui avrebbe potuto vincere il titolo(anche se nel 2002 ebbe vari guasti nella prima parte della stagione)... comunque Barrichello ? di molto inferiore come pilota a gente come Peterson, Moss, Depailler, Regazzoni o Villeneuve, che come lui il titolo non lo hanno mai vinto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi stupisco che nessuno ha ancora citato barrichello. Avesse avuto pari opportunit? rispetto a Schumi e non fosse stato manipolato come un pupazzetto sarebbe riuscito a vincere?

Io mi sono gi? espresso. Nel 99 al posto di Irvine Rubens non se lo sarebbe lasciato sfuggire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

chiaro che parlo seriamente, la gente spesso nomina Cevert o Bellof, addirittura Brise come possibili campioni del mondo, ma Barrichello?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui ritorniamo al solito discorso:

1) quelli che hanno realmente avuto la possibilit? di vincere un mondiale, con due sottogruppi a) ne avevano il talento, a volte superiore a tanti campioni del mondo B) erano buoni piloti-altrimenti non si trovavano l?...- ma non sarebbero stati ricordati per mancati campioni

2) Quelli che ne avevano il talento ma non si sono mai trovati realmente nella possibilit?

3) Quelli che se avessero vinto un mondiale sarebbero stati sullo stesso piano, pi? o meno, di altri che hanno vinto senza essere fuoriclasse

Con questa precisazione

Moss 1 -a

Irvine ? 1-b

Depailler 2

Barrichello 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
chiaro che parlo seriamente, la gente spesso nomina Cevert o Bellof, addirittura Brise come possibili campioni del mondo, ma Barrichello?

 

 

barrichello poteva vincere il mondiale nel 2002 o 2004 perche' aveva una supermacchina,se schumahcer fosse deceduto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gilles Villeneuve

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dei piloti anni 50 aggiungerei Musso e Castellotti se non fossero deceduti tragicamente. In tempi recenti Watson lo sfior? nell'82 famoso dove se la Mc Laren avesse puntato di pi? su lui forse avrebbe vinto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dei piloti anni 50 aggiungerei Musso e Castellotti se non fossero deceduti tragicamente. In tempi recenti Watson lo sfior? nell'82 famoso dove se la Mc Laren avesse puntato di pi? su lui forse avrebbe vinto.

Riguardo a Musso era un giocatore dazzardo, costantemente perseguitato da debiti di gioco. Era un pilota minore nel 58, pur avendo poco da invidiare a Collins e Hawthorn. Musso godeva di poca considerazione nella squadra ed era stato estromesso dai due inglesi, che erano amici intimi, mentre Collins era il preferito di Ferrari, che addirituttura preferiva a Fangio nel 56, ma lasci? vincere l'argentino per motivi di immagine. In seguito il Drake arriv? ai ferri corti con Collins a causa del suo rapporto con una gentile signora che lo port? a vivere a montecarlo; Ferrari rimproverava a Collins di essersi fatto coinvogere un p? troppo nella bella vita monegasca e di fare uso di sostanze stupefacenti.

Purtroppo tutti i piloti di punta della Ferrari del 1958 morirono nel giro di 6 mesi e Phil Hill, che era considerato un mero tester, si dimostr? un grandissimo pilota portando in seguito delle vittorie molto prestigiose alla casa di Maranello, tra cui il titolo mondiale del 61

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×