Jump to content
Sign in to follow this  
Raphael

Appello alla Ferrari (o chi di buona volont

Recommended Posts

"L'idea futura ? puntare sullo sport, con vetture meno tecnologiche"

 

Non pensi che la tecnologia possa fare parte di questo sport, che la competizione tecnologica sia un valore negli sport motoristici?

Inoltre continuate a parlare di tecnologia ignorando la tecnica, probabilmente non avete ben compreso la differenza.

 

"ma le restrizioni regolamentari dovute alle necessarie misure di sicurezza hanno via via bloccato la possibilit? di aprire nuove strade"

 

Le restrizioni sono state attuate per limitare i costi, le norme sulla sicurezza tecnicamente e tecnologicamente non limitano quasi nulla.

 

"dando laddove possibile, anche limiti nella progettazione con disegni preventivamente presentati per le ali anteriori e posteriori e magari conformi a dei profili di base approvati dalla federazione."

 

Ancora limiti di progettazione? Aereodinamica standarizzata per tutti? Meno male che sei un tecnico, se anche tu ti appassioni ad una simile F1 capisco il perch? della F1 odierna e futura.

 

"allora da tecnico vi posso confermare che in primis bisognerebbe rivedere il disegno dei tracciati, progettati per delle vetture di 20-30 o 40 anni f?, non certo per quelle attuali"

 

Praticamente se c'? un fiume da attraversare ? meglio prosciugarlo piuttosto che costruire un ponte, capisco....

 

"in primis bisogna capire cosa vogliamo privilegiare, lo spettacolo, la competizione o la competitivit? estrema delle vetture (velocit?,tempi di percorrenza, durata), perch? male si conciliano le due cose."

 

La competitivit? estrema non mi ? mai interessata in questi termini. Non capisco per quale cavolo di motivo lo sport e lo spettacolo non si possano conciliare, vi bevete tutte le cretinate che briatore & C. (giornalisti compresi) vi propinano?

 

p.s. non sarebbe da considerare l'idea di far apparire l'et? dei partecipanti nel forum? (Anche se nessuno potrebbe controllare le bugie).

 

ma noi (come pure Briatore & Co.) ipotizziamo soluzioni, finora non ho ancora letto una proposta sensata e concreta. Cos'? che proponi di fatto? E' bello dire "lasciamo piu' libert?" ...ma quanto? E come pensi di limitarli gli ingegneri per non alzare troppo le velocit? e compromettere la sicurezza? E l'elettronica? Abolirla, adottare la centralina standard o lasciare tutto cos? com'??

Per la cronaca ho 23 anni (nel profilo c'? la data di nascita), studio ingegneria informatica e scrivo su f1grandprix.it...ti serve anche il modello 730 e lo stato di famiglia per discutere di F1???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi permetto di dire una cosa gi? detta in un altro topic:

I problemi della F1 per me stanno altrove, altro ke sorpassi. Pensiamo al 2000 per esempio, l'ultimo campionato davvero spettacolare. Eppure quell'anno di sorpassi se ne videro pokissimi. Cosa ? cambiato da allora? Regole assurde, troppa politica e poco sport, e gente di qualit? inferiore.

 

La gente mi pare sia la stessa: Schumacher ? sempre l?, ora c'? Alonso al posto di Hakkinen con l'aggiunta di un terzo incomodo molto competitivo come Raikkonen, quindi sul piano della qualit? dei piloti non mi sembra ci si possa lamentare. Purtroppo c'? l'elettronica...ma in ogni caso quella stagione ? stata avvincente perch? ? stata combattuta, incerta...gare con grandi colpi di scena (compresi incidenti e problemi di affidabilit?) e pure un paio di sorpassi niente male. Purtroppo la Renault ? piu' forte della McLaren di allora e la Ferrari ha perso punti all'inizio: allora con il sistema di punteggio recuperare era piu' facile e quindi ci fu il doppio ribaltamento della situazione...prima schumacher, poi hakkinen, poi di nuovo schumacher. Ecco perch? la ricordiamo tutti come una stagione avvincente ma le gare noiose non sono mancate cos? come nel '96. Poi ci fu qualche gara sotto la pioggia...quest'anno siamo ancora a secco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi permetto di dire una cosa gi? detta in un altro topic:

I problemi della F1 per me stanno altrove, altro ke sorpassi. Pensiamo al 2000 per esempio, l'ultimo campionato davvero spettacolare. Eppure quell'anno di sorpassi se ne videro pokissimi. Cosa ? cambiato da allora? Regole assurde, troppa politica e poco sport, e gente di qualit? inferiore.

 

La gente mi pare sia la stessa: Schumacher ? sempre l?, ora c'? Alonso al posto di Hakkinen con l'aggiunta di un terzo incomodo molto competitivo come Raikkonen, quindi sul piano della qualit? dei piloti non mi sembra ci si possa lamentare. Purtroppo c'? l'elettronica...ma in ogni caso quella stagione ? stata avvincente perch? ? stata combattuta, incerta...gare con grandi colpi di scena (compresi incidenti e problemi di affidabilit?) e pure un paio di sorpassi niente male. Purtroppo la Renault ? piu' forte della McLaren di allora e la Ferrari ha perso punti all'inizio: allora con il sistema di punteggio recuperare era piu' facile e quindi ci fu il doppio ribaltamento della situazione...prima schumacher, poi hakkinen, poi di nuovo schumacher. Ecco perch? la ricordiamo tutti come una stagione avvincente ma le gare noiose non sono mancate cos? come nel '96. Poi ci fu qualche gara sotto la pioggia...quest'anno siamo ancora a secco.

 

Appunto mau, solo Michael ? lo stesso, gli altri sono tutti diversi. Insomma in parole povere mi manca Hakkinen.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate se mi intrometto....

in primis bisogna capire cosa vogliamo privilegiare, lo spettacolo, la competizione o la competitivit? estrema delle vetture (velocit?,tempi di percorrenza, durata), perch? male si conciliano le due cose.

probabilmente la strada di mezzo ? quella + giusta.

quello che manca oggi nel circus non ? sicuramente il secondo aspetto, quello della competitivit? estrema delle vetture, dove la teconologia ? serva assoluta.

quello che invece manca ? proprio lo spettacolo: i sorpassi! se si, allora da tecnico vi posso confermare che in primis bisognerebbe rivedere il disegno dei tracciati, progettati per delle vetture di 20-30 o 40 anni f?, non certo per quelle attuali; e questa ? la 1? cosa.

e piu spettacolare vedere i trenini ad alta velocit? a barcellona che vedere sorpassetti del ca**o in bahrain dove le vetture sfrecciano solo in rettilineo(ma le riprendono frontalmente)mentre in curva farei in tempo a leggere anche la marca del pneumatico

il problema sono le macchine,in gp2 superano anche sui circuiti progettati per le vetture di 20-30 anni fa.bisogna cambiare completamente la filosofia costruttiva dell'auto e per far questo bisogna cancellare il regolamento tecnico

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

ma noi (come pure Briatore & Co.) ipotizziamo soluzioni, finora non ho ancora letto una proposta sensata e concreta. Cos'? che proponi di fatto? E' bello dire "lasciamo piu' libert?" ...ma quanto? E come pensi di limitarli gli ingegneri per non alzare troppo le velocit? e compromettere la sicurezza? E l'elettronica? Abolirla, adottare la centralina standard o lasciare tutto cos? com'??

Per la cronaca ho 23 anni (nel profilo c'? la data di nascita), studio ingegneria informatica e scrivo su f1grandprix.it...ti serve anche il modello 730 e lo stato di famiglia per discutere di F1???

 

La proposta l'ho gi? scritta ma evidentemente ti deve essere sfuggita, la regola base dovrebbe essere quella di imporre un peso massimo al via della monoposto comprensivo di carburante (escluso il pilota) che deve bastare per tutta la corsa dato che i rifornimenti sarebbero vietati. Ovviamente vi sarebbero regolamenti inerenti la sicurezza.

In tal modo pur lasciando la massima liberta sul piano tecnico, mantenendo eventualmente qualche limite sul piano tecnologico, come per esempio l'uso del berillio o materiali particolarmente costosi, la potenza risulta limitata. Si pu? immaginare come un progettista possa optare per un 12 cilindri leggero ma assetato o un 6 cilindri ingombrante, pesante ma pi? parco nei consumi. Si potrebbe puntare anche sul Diesel o su un motore con ciclo a 2 tempi, o persino ad un turboalbero ibridato con motori elettrici, sarebbero tutte soluzioni che posso sfruttare appieno i loro punti forti con un regolamento simile. Ipoteticamente si potrebbe utilizzare una monoposto con peso inferiore a quello massimo tentando di sfruttare un minore consumo di pneumatici ed una maggiore manovrabilit? (ammetto che ? una ipotesi remota ma per i team con problemi economici sarebbe una possibilit? da valutare con un buon ingegnere)

Per l'elettronica lascerei la massima libert?, anche in virtu del principio del peso massimo, le sospensioni attive o un impianto ABS per esempio pesano e leverebbero carburante e potenza alla monoposto, comunque come ? oggi potrebbe andare.

 

Da notare che un simile regolamento si avvicina a quello con limiti di consumo di carburante proposto da Mosley (o Ecclestone?) ma sarebbe un p? pi? "raffinato".

 

L'et? ? sufficiente, grazie.

 

p.s. forse *** intendeva per gente di qualit? inferiore quella che governa la F1 e non i piloti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sei partito dall'idea "non ? giusto che chi ha piu' soldi vince" e ora vuoi lasciare massima liberta' su aerodinamica, motori ed elettronica?? E chi vincer? secondo te? La Super Aguri? La Midland/LAst Boys? I team indipendenti scomparirebbero dopo la prima stagione.

 

Secondo te il problema dei costi si elimina solo vietando i materiali "esotici"? Se ? questo che pensi a mio parere ti sbagli di grosso.

 

Per quanto riguarda Osre: non penso si riferisse al governo dello sport, in quanto Mosley, Ecclestone, Briatore, Todt, e tutti gli altri (compreso Frank Williams) c'erano gi? allora ;)

 

Mi permetto di dire una cosa gi? detta in un altro topic:

I problemi della F1 per me stanno altrove, altro ke sorpassi. Pensiamo al 2000 per esempio, l'ultimo campionato davvero spettacolare. Eppure quell'anno di sorpassi se ne videro pokissimi. Cosa ? cambiato da allora? Regole assurde, troppa politica e poco sport, e gente di qualit? inferiore.

 

La gente mi pare sia la stessa: Schumacher ? sempre l?, ora c'? Alonso al posto di Hakkinen con l'aggiunta di un terzo incomodo molto competitivo come Raikkonen, quindi sul piano della qualit? dei piloti non mi sembra ci si possa lamentare. Purtroppo c'? l'elettronica...ma in ogni caso quella stagione ? stata avvincente perch? ? stata combattuta, incerta...gare con grandi colpi di scena (compresi incidenti e problemi di affidabilit?) e pure un paio di sorpassi niente male. Purtroppo la Renault ? piu' forte della McLaren di allora e la Ferrari ha perso punti all'inizio: allora con il sistema di punteggio recuperare era piu' facile e quindi ci fu il doppio ribaltamento della situazione...prima schumacher, poi hakkinen, poi di nuovo schumacher. Ecco perch? la ricordiamo tutti come una stagione avvincente ma le gare noiose non sono mancate cos? come nel '96. Poi ci fu qualche gara sotto la pioggia...quest'anno siamo ancora a secco.

 

Appunto mau, solo Michael ? lo stesso, gli altri sono tutti diversi. Insomma in parole povere mi manca Hakkinen.

 

Alonso e Raikkonen sono stati e sono degni del confronto con Schumacher dunque non penso che la mancanza di spettacolo derivi dall'assenza di un altro campione. Si tratta di due fuoriclasse, il male della F1 non ? certo la mancanza di piloti validi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi tocca di nuovo riscrivere...accidenti stu pc.

ma la tecnica non ? forse sublimata dall?avvento delle nuove tecnologie? Mi spiego, oggi forse i procedimenti tecnico-costruttivi sono come quelli di 10 anni fa? non ? forse + esatto dire che la tecnologia ha sviluppato e reso possibile con millimetrica precisione,?che dico al centesimo di mm, la realizzazione anche per es. delle testate dei propulsori, cosa che prima veniva data essenzialmente al lavoro di bravi meccanici.

La sensibilit? e la precisione con cui vengono realizzati tutti i componenti di un motore oggi come mai ? ad un livello ottimale, e questo grazie proprio alla tecnologia. Le tecniche come le chiami te, si sono evolute proprio per ci? che oggi fornisce la conoscenza e l?uso appropriato di simulatori, misuratori e nuove materie, mai prima adoperati.

Per quanto riguarda la potenza libera, i non limiti persino sulla tipologia dei motori, scusa ma mi sembra una grande boiata. Le regole o quanto meno un apparato di norme e qui ti sembrer? bieco, aiuta nel dare a tutti uno standard di regole chiare ed univoche, su cui poi i bravi tecnici sapranno trovare sensibili margini di manovra. E? tutto l? poi il trucco.

Se sei un appassionato, che ti posso consigliare?di non vedere certo i gp in tv, ma seguirli dal vivo, magari da qlc box.

Per la cronaca gli anta li ho superati da qlc g.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Preciso: quando parlavo di gente il mio era un discorso generale, nn parlavo di chi governa la F1 visto ke lo zio Bernie, Mosley ecc... c'erano gi?, chi nn c'era per? erano gente come Stoddart che la F1 ha contribuito a rovinarla.

Per i piloti nn so, la lotta al vertice allora mi sembra fosse pi? di classe rispetto a quella attuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sei partito dall'idea "non ? giusto che chi ha piu' soldi vince" e ora vuoi lasciare massima liberta' su aerodinamica, motori ed elettronica?? E chi vincer? secondo te? La Super Aguri? La Midland/LAst Boys? I team indipendenti scomparirebbero dopo la prima stagione.

 

Secondo te il problema dei costi si elimina solo vietando i materiali "esotici"? Se ? questo che pensi a mio parere ti sbagli di grosso.

 

A mio parere non mi sbaglio, o se mi sbaglio non mi sbaglio di grosso.

Inoltre non sono partito affatto dall'idea "non ? giusto che chi ha piu' soldi vince", anzi ho detto che ? nella natura delle competizioni sportive motoristiche, diciamo che sarebbe opportuno che potesse vincere anche qualcuno che abbia una buona idea, ed oggi questo ? impossibile rendendo il rapporto tra budget e risultati troppo rigido, e come ho gi? detto in passato ? proprio a questo che i costruttori puntano possibilmente con budget ridotti al minimo perch? a nessuno piace mettere sul piatto le proprie capacit? e la propria scuola ingegneristica rischiando il confronto diretto. Purtroppo la competizione automobilistica dovrebbe renderlo possibile, per questo prima parlavo di "botta di coraggio" necessaria alla F1.

 

Ferrar_otto:

"Per quanto riguarda la potenza libera, i non limiti persino sulla tipologia dei motori, scusa ma mi sembra una grande boiata. Le regole o quanto meno un apparato di norme e qui ti sembrer? bieco, aiuta nel dare a tutti uno standard di regole chiare ed univoche, su cui poi i bravi tecnici sapranno trovare sensibili margini di manovra. E’ tutto l? poi il trucco."

 

Ti scuso, ma non penso che sia una grande boiata, e neppure piccola boiata. Anche perch? la potenza nella bozza di regolamento da me proposto NON E' LIBERA! La regola chiara ed univoca c'? ed ? il peso massimo ammesso al via comprensivo di carburante. I tecnici non sono cos? costretti a trovare dei miseri "sensibili" margini di manovra (magari al costo di enormi spese economiche a cui i nuovi regolamenti restrittivi stanno ponendo un freno) ma possono trovare tecniche e tecnologie innovative.

 

Ferrar_otto:

"ma la tecnica non ? forse sublimata dall’avvento delle nuove tecnologie? "

 

Certo che si, e allora? La tecnica a volte deve essere accompagnata dalla tecnologia (testata a 5 valvole, distribuzione pneumatica, cambio semiautomatico, turbocompressore ecc.) a volte no (motori pluricilindrici, cambio sequenziale, differenziale autobloccante, trazione integrale, distribuzione desmodromica ecc.)

Share this post


Link to post
Share on other sites

sei partito dall'idea "non ? giusto che chi ha piu' soldi vince" e ora vuoi lasciare massima liberta' su aerodinamica, motori ed elettronica?? E chi vincer? secondo te? La Super Aguri? La Midland/LAst Boys? I team indipendenti scomparirebbero dopo la prima stagione.

 

Secondo te il problema dei costi si elimina solo vietando i materiali "esotici"? Se ? questo che pensi a mio parere ti sbagli di grosso.

 

A mio parere non mi sbaglio, o se mi sbaglio non mi sbaglio di grosso.

Inoltre non sono partito affatto dall'idea "non ? giusto che chi ha piu' soldi vince", anzi ho detto che ? nella natura delle competizioni sportive motoristiche, diciamo che sarebbe opportuno che potesse vincere anche qualcuno che abbia una buona idea, ed oggi questo ? impossibile rendendo il rapporto tra budget e risultati troppo rigido, e come ho gi? detto in passato ? proprio a questo che i costruttori puntano possibilmente con budget ridotti al minimo perch? a nessuno piace mettere sul piatto le proprie capacit? e la propria scuola ingegneristica rischiando il confronto diretto. Purtroppo la competizione automobilistica dovrebbe renderlo possibile, per questo prima parlavo di "botta di coraggio" necessaria alla F1.

 

ti rispondo con il nome di due Costruttori: Honda e Toyota. Si tratta delle due Case che hanno speso piu' di tutti in F1 negli ultimi anni e non hanno raccolto NULLA. Eppure sono gli unici membri della GPMA ad essere tuttora contro le decisioni della FIA. Quindi non ? vero cio' che affermi: "i costruttori puntano possibilmente con budget ridotti al minimo perch? a nessuno piace mettere sul piatto le proprie capacit? e la propria scuola ingegneristica": loro vorrebbero la libert? che tu auspichi ma sai per quale motivo? Perch? con i soldi possono schiacciare la concorrenza prima o poi. Il problema a quel punto nascerebbe nel momento in cui non riuscissero a vincere ugualmente...e cosa accadrebbe?? Il ritiro...subito imitati dagli altri nel giro di qualche anno e cos? la F1 si ritroverebbe con due-tre team dopo aver sbattuto la porta in faccia ai team indipendenti. Per fortuna Mosley l'ha capito, almeno di questo bisogna dargliene atto. Un botta di coraggio? Per il suicidio, forse. Non so se ti rendi conto cosa hanno dichiarato negli ultimi mesi questi signori: "Non abbiamo bisogno della F1, possiamo uscirne in qualsiasi momento"...dobbiamo lasciare in mano a questa gente i destini della massima formula? Gente che non ha passione e sta in F1 solo per motivi di marketing e puo' uscirne da un momento all'altro? Preferisco che la FIA tuteli realt? come la Williams, anche a costo di perdere in tecnologia.

 

che poi devo ancora capire come possa essere regolamentata questa presunta "libert?" per assicurare un minimo di equit? e regole ed evitare che si facciano passi indietro di 30 anni in termini di sicurezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ti rispondo con il nome di due Costruttori: Honda e Toyota. Si tratta delle due Case che hanno speso piu' di tutti in F1 negli ultimi anni e non hanno raccolto NULLA. Eppure sono gli unici membri della GPMA ad essere tuttora contro le decisioni della FIA. Quindi non ? vero cio' che affermi: "i costruttori puntano possibilmente con budget ridotti al minimo perch? a nessuno piace mettere sul piatto le proprie capacit? e la propria scuola ingegneristica": loro vorrebbero la libert? che tu auspichi ma sai per quale motivo? Perch? con i soldi possono schiacciare la concorrenza prima o poi. Il problema a quel punto nascerebbe nel momento in cui non riuscissero a vincere ugualmente...e cosa accadrebbe?? Il ritiro...subito imitati dagli altri nel giro di qualche anno e cos? la F1 si ritroverebbe con due-tre team dopo aver sbattuto la porta in faccia ai team indipendenti. Per fortuna Mosley l'ha capito, almeno di questo bisogna dargliene atto. Un botta di coraggio? Per il suicidio, forse. Non so se ti rendi conto cosa hanno dichiarato negli ultimi mesi questi signori: "Non abbiamo bisogno della F1, possiamo uscirne in qualsiasi momento"...dobbiamo lasciare in mano a questa gente i destini della massima formula? Gente che non ha passione e sta in F1 solo per motivi di marketing e puo' uscirne da un momento all'altro? Preferisco che la FIA tuteli realt? come la Williams, anche a costo di perdere in tecnologia.

 

che poi devo ancora capire come possa essere regolamentata questa presunta "libert?" per assicurare un minimo di equit? e regole ed evitare che si facciano passi indietro di 30 anni in termini di sicurezza.

 

Non concordo.

 

Se i giapponesi se ne sbattono della F1, di questa F1 e soprattutto della futura, ? anche un p? colpa della F1, non credi?

 

Non posso farti capire ci? che non vuoi nemmeno leggere. Ho gi? scritto tutto ci? che ti serve per capire la filosofia del regolamento da me ipotizzato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi dispiace che la discussione venga circoscritta a pochi utenti, ...perch? probabilmente rappresenta il vero succo della f1 moderna.

allora, come mio solito fare, andiamo al sodo.

mi ? sembrato di capire che raphael suggerisce in primis una cosa da cui partire: il peso.

concordo sul fatto che le vetture come detto in precedenza devono partire con il pieno senza possibilit? di rifornimenti ulteriori.

su questo siamo d'accordo? (mi riferisco anche a mep.)

per?, scusate (difetto mio di programmatore), qual'? l'obiettivo da raggiungere?

voglio dire, scandiamo bene prima di continuare a dettare "norme", capire a cosa tendiamo.

vogliamo privilegiare.....cosa?

e siamo d'accordo che cmq vada (o decidiamo) OGGI non pu? essere messa a bando la tecnologia, perch? significherebbe persino togliere la corrente ai nostri pc?

procediamo per cosi dire "alla femminina": puntuali e precisi, fissando in primis gli obiettivi.

Ps per quanto possibile per adesso mettiamo da parte interessi economici degli sponsor, televisivi, marketing e quant'altro possa influenzarci.

ah, un'altra domanda a raphael: da quanto ho letto saresti favorevole ad una formula libera da vincoli di potenza e cilindrata, cio? un team pu? concorrere con una 7 litri aspirata ed un altro con una tre litri turbocompressa, ho capito bene?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, io dir? pure sempre le stesse cose: ma portare i regolamenti tecnici e sportivi a come erano nel 2002 con degli aggiustamenti, nn andrebbe bene?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si Ferrar_otto, hai capito bene, anche se, ci tengo a sottolinearlo, ponendo ad esempio un peso massimo al via comprensivo di carburante di 750 kg difficilmente si possono ottenere potenze oltre i 700 CV, quindi io direi che nello schieramento troveremmo degli aspirati sui 2500 cc e dei turbocompressi di 1000 cc, pi? o meno.

 

L'obiettivo principale per me ? quello di ottenere una competizione agonistica (sport) tra costruttori coinvolgendo i tecnici che si possono confrontare agonisticamente mettendo in campo quanto di meglio riescono a progettare da affidare al proprio pilota. L'obiettivo ? quello di far si che un costruttore (o un preparatore) possa dire, serenamente, io ho vinto quel gran premio o quel mondiale perch? oltre ad avere molti soldi da investire i miei tecnici hanno le palle quadrate, la mia scuola ingegneristica ? di alto livello, e le mie auto sono pilotate da un gran pilota (non voglio arrivare come E. Ferrari che riteneva il pilota un accessorio della monoposto!) e non dover convincere gli appassionati che non si ? vinto SOLO perch? si ha pi? soldi da spendere.

 

Riassumendo, le mie speranze principali (ed obiettivi) con un simile regolamento sono:

 

1 - I team potendo scegliere tecniche e tecnologie pi? varie non sono costretti a investire somme enormi per sviluppare all'estremo piccoli particolari tecnici e tecnologici. Persino i preparatori posso ben figurare, anche allestendo una monoposto cucita su una particolare pista, si verrebbero a creare una sorta di wild card.

Nota 1: Questa mia aspettativa ? in effetti la pi? criticabile, vi esorto a rifletterci senza pregiudizi e con attenzione e calma per potermi confrontare serenamente. Non mi interessano le controribattute immediate d'istinto e senza logica.

Nota 2: Preciso che il regolamento attuale e futuro (con molti particolari forniti dalla federazione e stardarizzati) probabilmente ha gli stessi costi di gestione che io ipotizzo con il mio regolamento (se non inferiori) ma ci? andr? a danneggiare il punto seguente.

 

2 - Rendere la F1 una competizione in cui i progettisti, i meccanici ed i piloti sinergicamente lottano per la vittoria, e non una competizione di puro pilotaggio tra piloti (come si vuole oggi, con i tifosi che litigano con statistiche inutili e media che divizzano i piloti) con i costruttori che partecipano per puro marketing (dato che mezza monoposto ? fornita dalla federazione).

 

3 - Avendo in gara monoposto diverse tra loro i sorpassi si renderebbero pi? facili. Infatti per esempio teoricamente una 12 cilindri di 2000 cc sarebbe pi? lenta di una 6 cilindri di 2800 cc al via della gara per essere pi? veloce alla fine.

 

Per quanto riguarda la libert? del regolamento faccio alcune veloci considerazioni per illustrarvi la sua logica.

Ipotizzo una trazione integrale? OK con la pioggia va probabilmente pi? forte ma sull'asciutto il suo maggiore peso mi costringe ad imbarcare meno carburante (quindi meno potenza) di cui inoltre si avrebbe pi? consumo.

Ipotizzo un cambio tipo CVT? Stesso ragionamento, forse avrebbe il medesimo peso di un cambio tradizionale ma avrebbe sicuramente minore rendimento nei rettilinei ad alta velocit? da cui maggior consumo di carburante e minore potenza.

Persino il ritorno ad un cambio a leva sarebbe possibile dato che sarebbe pi? leggero di un semiautomatico.

Ogni soluzione ha vantaggi e svantaggi da ingegnerizzare al massimo se si vogliono ottenere buoni risultati.

Insomma, vi potete sbizzarrire immaginandovi progettisti ed immaginando le monoposto che potrebbero scendere in pista.

 

Mah, io dir? pure sempre le stesse cose: ma portare i regolamenti tecnici e sportivi a come erano nel 2002 con degli aggiustamenti, nn andrebbe bene?

 

 

In effetti io sarei gi? contento cos? anche se non sarebbe il massimo non sarebbe lo schifo che si prospetta per il futuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tu proponi di mettere un peso massimo accompagnato alla completa libert?: quale sarebbe la reazione dei costruttori? Utilizzare tutte le soluzioni piu' sofisticate e prestazionali accompagnate da una grande ricerca sui materiali e sulla realizzazione delle componenti. Risultato? Costi alle stelle: non solo ci sarebbe gente che realizza vetture e motori per ogni singolo tracciato, ma dovrebbero preoccuparsi ancor piu' del peso. Se al tutto ci aggiungi anche gli studi sui sistemi di ritenzione dell'energia, nuovi carburanti ecc...dove arriveremo? A budget in stile NASA. Personalmente la trovo un'idea davvero assurda ma soprattutto inattuabile. Ok la passione per la tecnica, ma un minimo di senso della realt? no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tu proponi di mettere un peso massimo accompagnato alla completa libert?: quale sarebbe la reazione dei costruttori? Utilizzare tutte le soluzioni piu' sofisticate e prestazionali accompagnate da una grande ricerca sui materiali e sulla realizzazione delle componenti. Risultato? Costi alle stelle: non solo ci sarebbe gente che realizza vetture e motori per ogni singolo tracciato, ma dovrebbero preoccuparsi ancor piu' del peso. Se al tutto ci aggiungi anche gli studi sui sistemi di ritenzione dell'energia, nuovi carburanti ecc...dove arriveremo? A budget in stile NASA. Personalmente la trovo un'idea davvero assurda ma soprattutto inattuabile. Ok la passione per la tecnica, ma un minimo di senso della realt? no?

 

Beh, l'idea non ? esente da problemi ma non mi sembrano insormontabili.

Come ho gi? detto divieti per materiali pericolosi o esotici e costosi sono sempre attuabili.

Si potrebbe impedire l'uso di diverse tipologie di monoposto da parte di un medesimo costruttore o team limitandola ad uno (del resto anche nel passato ed in parte oggi in teoria un costruttore potrebbe progettare una monoposto per ogni circuito.

 

Ok il senso della realt? ma un minimo di passione no? Perch? io in questa F1 e soprattutto in quella prospettata per il futuro, con freni, centralina, ala anteriore, cambio e pneumatici standarizzati forniti dalla FIA e motori congelati per 5 anni, di passione non riesco a vederne (se non quella di briatore per lo spettacolo e guadagni) e non mi sorprende che gente come i giapponesi se ne vadano via senza problemi (ci? che mi rattrista e che la Ferrari stia al gioco soprattutto se penso ad Enzo Ferrari)

Alla fine per riavere la F1 come competizione motoristica credo ci voglia un poco di passione, molta buona volont? e un pizzico di coraggio da parte dei costruttori per confrontarsi a viso aperto, probabilmente avranno delusioni (magari in un paio di gare le prendono da un garagista) ma vuoi mettere la soddisfazione di partecipare ad una vera competizione automobilistica e poterne andare fieri anche se si giunge indietro nella classifica?

Troppo romantico? Probabilmente si e i miei sogni resteranno tali, ma dove sta andando ora la F1 ? qualcosa di inconcepibile e vergognoso, persino per gli statunitensi ed i loro baracconi da corsa-show.

 

Devo dire che l'idea della ritensione di energia e la formula consumi mi fanno sperare in qualcosa di buono ma sono talmente controtendenza rispetto alla politica attuale (vedi intervista di briatore) con costi che andrebbero alle stelle, che temo siano un tentativo per non far fuggire i giapponesi e chi vuole partecipare ad una vera manifestazione sportiva automobilistica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tu proponi di mettere un peso massimo accompagnato alla completa libert?: quale sarebbe la reazione dei costruttori? Utilizzare tutte le soluzioni piu' sofisticate e prestazionali accompagnate da una grande ricerca sui materiali e sulla realizzazione delle componenti. Risultato? Costi alle stelle: non solo ci sarebbe gente che realizza vetture e motori per ogni singolo tracciato, ma dovrebbero preoccuparsi ancor piu' del peso. Se al tutto ci aggiungi anche gli studi sui sistemi di ritenzione dell'energia, nuovi carburanti ecc...dove arriveremo? A budget in stile NASA. Personalmente la trovo un'idea davvero assurda ma soprattutto inattuabile. Ok la passione per la tecnica, ma un minimo di senso della realt? no?

 

Beh, l'idea non ? esente da problemi ma non mi sembrano insormontabili.

Come ho gi? detto divieti per materiali pericolosi o esotici e costosi sono sempre attuabili.

Si potrebbe impedire l'uso di diverse tipologie di monoposto da parte di un medesimo costruttore o team limitandola ad uno (del resto anche nel passato ed in parte oggi in teoria un costruttore potrebbe progettare una monoposto per ogni circuito.

 

Ok il senso della realt? ma un minimo di passione no? Perch? io in questa F1 e soprattutto in quella prospettata per il futuro, con freni, centralina, ala anteriore, cambio e pneumatici standarizzati forniti dalla FIA e motori congelati per 5 anni, di passione non riesco a vederne (se non quella di briatore per lo spettacolo e guadagni) e non mi sorprende che gente come i giapponesi se ne vadano via senza problemi (ci? che mi rattrista e che la Ferrari stia al gioco soprattutto se penso ad Enzo Ferrari)

Alla fine per riavere la F1 come competizione motoristica credo ci voglia un poco di passione, molta buona volont? e un pizzico di coraggio da parte dei costruttori per confrontarsi a viso aperto, probabilmente avranno delusioni (magari in un paio di gare le prendono da un garagista) ma vuoi mettere la soddisfazione di partecipare ad una vera competizione automobilistica e poterne andare fieri anche se si giunge indietro nella classifica?

Troppo romantico? Probabilmente si e i miei sogni resteranno tali, ma dove sta andando ora la F1 ? qualcosa di inconcepibile e vergognoso, persino per gli statunitensi ed i loro baracconi da corsa-show.

 

io di romantico in una F1 con sospensioni attive, abs, elettronica estrema e tutti gli aiuti possibili e immaginabili non ci vedo nulla. Ricordiamoci che si tratta di un Campionato Piloti, se poi dobbiamo mettere delle reti neurali a pilotare lo si puo' anche fare ma non credo si possa piu' chiamare F1, si tratterebbe di un remake di Wipeout.

 

Devo dire che l'idea della ritensione di energia e la formula consumi mi fanno sperare in qualcosa di buono ma sono talmente controtendenza rispetto alla politica attuale (vedi intervista di briatore) con costi che andrebbero alle stelle, che temo siano un tentativo per non far fuggire i giapponesi e chi vuole partecipare ad una vera manifestazione sportiva automobilistica.

 

non salgono alle stelle perch? si tratta di UN SOLO dispositivo che dovr? pesare 20 Kg. L? ci sar? libert? assoluta ma anche un grande ritorno tecnologico da poter riversare nella produzione di serie (e qui i vantaggi li avranno tutti...dalla Ferrari con le sue sportive alla Renault con le utilitarie). E per la prima volta si tratterebbe di una tecnologia che il grande pubblico puo' davvero apprezzare. Quanto ai giapponesi (in particolare la Honda) se ne possono pure andare: hanno speso una fortuna e non sono stati capaci di fare n? un motore n? un telaio decenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

io di romantico in una F1 con sospensioni attive, abs, elettronica estrema e tutti gli aiuti possibili e immaginabili non ci vedo nulla. Ricordiamoci che si tratta di un Campionato Piloti, se poi dobbiamo mettere delle reti neurali a pilotare lo si puo' anche fare ma non credo si possa piu' chiamare F1, si tratterebbe di un remake di Wipeout.

 

Io invece sapevo anche di un campionato costruttori.

Tu vuoi una competizione tra piloti e basta, ok non c'? nulla di male, vi sono tante gare monomarca in giro ed ? giusto che vi siano ma non parliamo di F1 per piacere.

Non essendo evidentemente tu un tecnico non pretendo che afferri il mio concetto di F1.

Ripeto, i problemi vi sono sempre, non ? necessario mettere computer alla guida e svilire il pilota, sono aspetti risolvibili senza difficolt?.

 

non salgono alle stelle perch? si tratta di UN SOLO dispositivo che dovr? pesare 20 Kg. L? ci sar? libert? assoluta ma anche un grande ritorno tecnologico da poter riversare nella produzione di serie (e qui i vantaggi li avranno tutti...dalla Ferrari con le sue sportive alla Renault con le utilitarie). E per la prima volta si tratterebbe di una tecnologia che il grande pubblico puo' davvero apprezzare. Quanto ai giapponesi (in particolare la Honda) se ne possono pure andare: hanno speso una fortuna e non sono stati capaci di fare n? un motore n? un telaio decenti.

 

I costi non si misurano in peso.

Ma perch? ora ti interessa la tecnologia da riversare nella produzione di serie e che si possa aprezzare se apprezzi i nuovi regolamenti? Deciditi, cosa vuoi dalla F1, business o sport?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io invece sapevo anche di un campionato costruttori.

Tu vuoi una competizione tra piloti e basta, ok non c'? nulla di male, vi sono tante gare monomarca in giro ed ? giusto che vi siano ma non parliamo di F1 per piacere.

Non essendo evidentemente tu un tecnico non pretendo che afferri il mio concetto di F1.

Ripeto, i problemi vi sono sempre, non ? necessario mettere computer alla guida e svilire il pilota, sono aspetti risolvibili senza difficolt?.

 

 

ah non sapevo fossi un ex ingegnere con un passato in F1 :hihi::rotfl: scusami :rotfl:

trovami un ingegnere in F1 che la pensa come te e poi ne riparliamo. Credi davvero che prima di fare i nuovi regolamenti la FIA (assieme a Ferrari e Renault, diciamolo) non abbia vagliato tutte le possibilit?? Ma poi chi l'ha detto che si tratter? di un monomarca? La Commissione F1 deve ancora decidere e riguardo le fantomatiche ali standard non c'? ancora nulla. Mosley ha detto chiaramente che nel 2011 ci sar? una formula sui motori differenti, con frazionamento libero e basata sui consumi e sulla ricerca energetica.

Non ? necessario mettere computer? certo ma il pilota sar? del tutto inutile con la libert? assoluta a te tanto cara...

tu pensi alle sospensioni attive della Williams? Da allora sono stati fatti passi da gigante nell'elettronica e nell'informatica: senza un regolamento (perch? ? di questo di cui parli...libert? assoluta) le Case non si limiterebbero certo alle sospensioni attive e all'abs. Poi vorrei anche capire come ? possibile creare spettacolo (tu dici che arriverebbe anche quello) con macchine che corrono come su binari e con tutti sti aiuti ai piloti...Ma per te questi sono "aspetti risolvibili senza difficolt?" vero? :rolleyes:

 

I costi non si misurano in peso.

 

ho detto questo? E meno male che sei un tecnico...intendevo dire che un conto e' fare ricerche accurate e sofisticatissime su un singolo sistema, un altro averne 1000000^n di campi in cui investire ingenti capitali. Molti di quelli che proponi sono aiuti alla guida che, ? dimostrato, riducono lo spettacolo e trasformano il pilota in semplice passeggero.

 

Ma perch? ora ti interessa la tecnologia da riversare nella produzione di serie e che si possa aprezzare se apprezzi i nuovi regolamenti?

 

Ho mai detto che non mi interessa la tecnologia? Ho detto che non mi interessa un inutile sfoggio di tecnologia in F1: la F1 deve favorire lo sviluppo in campi ancora inesplorati dalla produzione di serie. L'ho detto fin dal primo post che la proposta di Mosley la trovo valida se poi ti piace arrimpicarti sugli specchi perch? ho smontato la tua "Super Idea/Formula" ( :lol: ) in quattro post, fai pure.

 

Deciditi, cosa vuoi dalla F1, business o sport?

 

Per prima cosa dovresti darmi la tua definizione di sport, visto che hai ampiamente dichiarato di preferire e ritenere piu' importante il titolo costruttori rispetto a quello piloti. Per quanto mi riguarda voglio lotte in pista, mondiali emozionanti e un progresso tecnologico entusiasmante, tangibile e utile alla produzione di serie. E tu? Business (vedi l'impegno economico che richiederebbe la tua proposta) o sport? Si puo' parlare di sport con millemila aiuti alla guida? Secondo me, no.

 

Cmq prendendo spunto dal titolo del post potresti:

a. chiedere alla Ferrari di organizzare un campionato con le Fxx, Maserati Mc12 (o la sua versione estrema) e qualche altra Casa che abbia il coraggio (la pazzia) di entrare in un campionato del genere dai costi esorbitanti (ripeto, la storia ne ? piena di campionati di questo tipo falliti miseramente)

b. mandare un CV in Via Abetone Inferiore: se sei davvero un tecnico e tutto cio' che hai scritto qui dentro ? davvero valido (e non visioni fuori dalla realt? come ritiene il sottoscritto) non avranno problemi ad assumerti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×