Jump to content
Sign in to follow this  
312t4

Il Talento Di Prost

Recommended Posts

Da quello che ricordo Prost era un pilota velocissimo e irruento alla Renault, poi ha imparato a gestire il mezzo, ? diventato un po' meno spettacolare e ha vinto tantissimo, imparando da Lauda soprattutto e anche da Piquet. L'automobilismo ? bello anche e soprattutto quando si affrontano piloti con caratteristiche diverse. Poi tutti i piloti maturano negli anni. Anche Senna alla Lotus non era il Senna della Mc Laren e forse,dico forse, anche Senna ha carpitio qualcosa a Prost (anche io, a scanso di equivoci, preferivo Senna)

Share this post


Link to post
Share on other sites

MAVERICK ha scritto:

''ok considera ora tutti gli anni, fai la media totale su tutte le gare che ha disputato e dimmi la percentuale totale, ricordiamoci che il 1981 e 1982 anni di numerosi ritiri erano il rispettivamente il secondo e il terzo in F1, non puoi pretendere che un pilota sia perfetto da subito, non si chiamano mika tutti Alonso''

rispondo:

Non ho scritto che PROST sia stato poco capace nella gestione del mezzo meccanico,anzi ho scritto che e' stato,dal 1984,tra i migliori.

Ma quello che mi permetto di non condividere e' l'affermazione ''il piu' grande di ogni tempo'' in fatto di gestione del mezzo:la trovo esagerata.

Inoltre,anche se ai primi anni di carriera,le rotture del propulsore RENAULT dei primi anni 80,non hanno consentito ai francesi(macchina e pilota),di arrivare ad almeno un titolo mondiale che era comunque possibile:i ritiri hanno pesato molto sugli esiti dei mondiali.

Ricordo bene che la stampa specializzata,alla fine del 1983, era convinta che Prost avesse perduto molte occasioni per arrivare al titolo ed il francese aveva perduto lucidita' proprio a causa delle critiche relative alle occasioni mancate. Ricordo anche,a questo proposito,una copertina di Autosprint dell'agosto 1984 che titolava : '' quel certo sorriso'' ed illustrava come in Mclaren il francese avesse trovato un ottimo equilibrio rispetto alle precedenti stagioni.

Il confronto con Alonso relativo alla gestione del mezzo meccanico,e' impossibile per la diversita' del contesto tecnologico,visto che siamo oggi in presenza di propulsori assai affidabili le cui rotture non dipendono,per la stragrande maggioranza dei casi, dalla gestione del pilota.

Filippo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

MAVERICK ha scritto:

''ok considera ora tutti gli anni, fai la media totale su tutte le gare che ha disputato e dimmi la percentuale totale, ricordiamoci che il 1981 e 1982 anni di numerosi ritiri erano il rispettivamente il secondo e il terzo in F1, non puoi pretendere che un pilota sia perfetto da subito, non si chiamano mika tutti Alonso''

rispondo:

Non ho scritto che PROST sia stato poco capace nella gestione del mezzo meccanico,anzi ho scritto che e' stato,dal 1984,tra i migliori.

Ma quello che mi permetto di non condividere e' l'affermazione ''il piu' grande di ogni tempo'' in fatto di gestione del mezzo:la trovo esagerata.

Inoltre,anche se ai primi anni di carriera,le rotture del propulsore RENAULT dei primi anni 80,non hanno consentito ai francesi(macchina e pilota),di arrivare ad almeno un titolo mondiale che era comunque possibile:i ritiri hanno pesato molto sugli esiti dei mondiali.

Ricordo bene che la stampa specializzata,alla fine del 1983, era convinta che Prost avesse perduto molte occasioni per arrivare al titolo ed il francese aveva perduto lucidita' proprio a causa delle critiche relative alle occasioni mancate. Ricordo anche,a questo proposito,una copertina di Autosprint dell'agosto 1984 che titolava : '' quel certo sorriso'' ed illustrava come in Mclaren il francese avesse trovato un ottimo equilibrio rispetto alle precedenti stagioni.

Il confronto con Alonso relativo alla gestione del mezzo meccanico,e' impossibile per la diversita' del contesto tecnologico,visto che siamo oggi in presenza di propulsori assai affidabili le cui rotture non dipendono,per la stragrande maggioranza dei casi, dalla gestione del pilota.

Filippo

 

 

a fine 83' era considerato come montoya piu' o meno un mezzo fallito

Share this post


Link to post
Share on other sites

ovvio il paragone con Alonso sui ritiri era una battuta, oggi le cose sono totalmente differenti.

 

 

Tornando alla gestione di Prost direi che considerando tutto, pure i ritiri (che cmq erano i primissimi anni in F1) direi che nella gestione tattica della gara ? stato il migliore di tutti i tempi, se corresse sulle vetture di oggi (fine anni 90-oggi) uno come lui vincerebbe quanto Schumacher (o Alonso :hihi: )

Share this post


Link to post
Share on other sites

ovvio il paragone con Alonso sui ritiri era una battuta, oggi le cose sono totalmente differenti.

 

 

Tornando alla gestione di Prost direi che considerando tutto, pure i ritiri (che cmq erano i primissimi anni in F1) direi che nella gestione tattica della gara ? stato il migliore di tutti i tempi, se corresse sulle vetture di oggi (fine anni 90-oggi) uno come lui vincerebbe quanto Schumacher (o Alonso :hihi: )

 

secondo me vincerebbe nolto di meno..con le macchine supeaffidabili di oggi conta essere veloci dal primo all'ulitmo giro..si spinge al massimo per 70 giri senza risparmiare niente..

 

vincerebbe di piu' negli anni 60 o 70 ma oggi di meno...

Share this post


Link to post
Share on other sites

? sempre difficile fare paragoni tra epoche diverse, specialmente basandosi sui numeri perch? le condizioni mutano di gran lunga. Prost, a mio avviso, ? stato grandissimo perch? ha vinto in un'epoca in cuicorrevano piloti del calibro di Senna, Piquet, Lauda, Mansell, e ha incrociato altri campioni del mondo come Andretti, Jones, Schumacher, D. Hill, Hakkinen. ha corso anche con Villeneuve, reutemann. E ha vinto 4 mondiali e 51 su 201 partecipazioni con 35 2i posti e 20 3i. in pratica un GP su due ? finito sul podio in 14 anni di F1. Io non avevo certo una passione per lui specie per gli anni sulla Ferrari ma i suoi numeri sono quelli di un fuoriclasse. senza contare che se avesse vinto un paio di mondiali in pi? ci sarebbero stati tutti (1 perso per 1/2 punto e uno con 11 punti in pi? di Senna, causa regolamento)

Share this post


Link to post
Share on other sites

? sempre difficile fare paragoni tra epoche diverse, specialmente basandosi sui numeri perch? le condizioni mutano di gran lunga. Prost, a mio avviso, ? stato grandissimo perch? ha vinto in un'epoca in cuicorrevano piloti del calibro di Senna, Piquet, Lauda, Mansell, e ha incrociato altri campioni del mondo come Andretti, Jones, Schumacher, D. Hill, Hakkinen. ha corso anche con Villeneuve, reutemann. E ha vinto 4 mondiali e 51 su 201 partecipazioni con 35 2i posti e 20 3i. in pratica un GP su due ? finito sul podio in 14 anni di F1. Io non avevo certo una passione per lui specie per gli anni sulla Ferrari ma i suoi numeri sono quelli di un fuoriclasse. senza contare che se avesse vinto un paio di mondiali in pi? ci sarebbero stati tutti (1 perso per 1/2 punto e uno con 11 punti in pi? di Senna, causa regolamento)

 

 

e' anche vero che nessuno nella storia della f.1 ha guidato macchine competitive come prost

 

renault turbo

mclaren porsche

mclaren honda

ferrari 90'

williams renault

 

si puo' dire che non ha mai dovuto scontrarsi con la dura realta' di una macchina non vincente se non nel primo anno o nel 91' dove infatti i risultati sono stati modesti..

 

comunque in queste grandi squadre ha sempre trovato compagni di squadra aggueriti e fuoriclasse che non gli hanno fatto nessuno sconto come lauda senna mansell...

 

qualche mondiale l'ha perso in maniera sfortunata,ma qualcuno l'ha vinto in maniera opposta quindi il suo bilancio con la dea bendata e' alla pari secondo me...

Share this post


Link to post
Share on other sites

dar? un colpo a Alex ma nell'83 Prost poteva vincere...bastava che alla Brabham non arrivassero quei fusti di Benzina....

 

Caz...

Questa non la conoscevo :deluso: ! Cos'era accaduto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Pi? che altro Prost avrebbe dovuto fare pi? punti nella prima parte di stagione quando la Renault era ancora superiore e la Brabham soffriva di difetti di giovent? .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pi? che altro Prost avrebbe dovuto fare pi? punti nella prima parte di stagione quando la Renault era ancora superiore e la Brabham soffriva di difetti di giovent? .

Non voglio aprire una discussione che probabilmente non ha se e ma, eppure conoscendo la tua preparazione in materia (1983) so che puntualizzer? l'ovvio dicendo che hai postato una frase forse con troppo cuore e meno obbiettivit?.

Semmai era Piquet che, a causa dei problemi di giovent? della 52 poteva fare pi? punti. Prost ha corso in Brasile con la vettura dell'anno prima riadattata al nuovo regolamento (che era completamente diverso, vedi fondo piatto) e dunque non fa testo. Long beach fu una lotteria. Nella parte iniziale Prost ottenne anche pi? di quanto era nelle sue possibilit? approfittando pure dei guai all'alfa in belgio e all'errore di Riccardo a Imola. Solo a Monaco arriva dietro a Nelson, e ricordando come guidava Nelson a Monaco davvero non me lo spiego, Alain aveva pure fatto la pole ma il GP non lo ho mai visto e nel tuo ottimo '1983' (? a pag 10 per i nuovi arrivati...) non lo spieghi benissimo. Comunque non mi pare ci sia stato un errore o una recriminazione per il risultato al di sotto delle aspettative, anzi, semmai visto che la pioggia aveva reso la 'pista' bagnata (o umida) la flemma di Prosyt v? vista in ottica mondiale, portare punti a casa e sarebbe un'ulteriore merito ma ripeto che Queste sono ipotesi.

Semma avresti potuto scrivere che Alain avrebbe potuto gestire meglio la parte finale della stagione, ma non certo quella iniziale. Concordi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Caz...

Questa non la conoscevo :deluso: ! Cos'era accaduto?

 

successe che il petrolchimico BASF ricacci? dai cassetti le benzine della seconda guerra e le adatt? per le tecnologie correnti. I motori Turbo avevano il loro tallone d'achille nei tempi di combustione, era un vero fardello. Adesso il 4 cilindri Bmw era molto particolere, pensa che era l'unico motore di F1 costruito su basamento di un motore di serie, aveva come detto 4 cilindri e non sei come Renault-Ferrari-Honda etc e dunque era particolarmente 'sensibile' ai cambiamenti di tempo nelle combustioni.

La benzina usata -mi pare- da Agosto era pi? vaporizabile rispetto alle convenzionali per poter tenere i tempi pi? bassi e non 'spaccare'.

Negli anni trenta si aggiungeva Alcool agli idricarburi sui caccia Turbo tedeschi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Scusa ma mi sa che non ricordi molto bene :

 

La Renault a inizio anno era la macchina pi? a punto col motore pi? evoluto e collaudato , in Brasile non fu eccezionale ma al Paul Ricard Prost inflisse 2 sec a tutti in qualifica e domin? la gara mentre Piquet dovette dare il meglio di s? per passare Cheever con l'altra Renault .

 

A Monaco la pista era bagnata all' inizio ma dopo poco si asciug? costringendo sia Prost che Piquet a finire nelle retrovie per cambiare le gomme , da l? fecero una gran rimonta e Piquet , che era dietro Prost , gli fece un sorpasso dentro il tunnel spettacolare , con una macchina che per quel circuito era semplicemente inguidabile .

 

E aggiungo che Nelson nella maggior parte delle gare era sempre in zona podio o vittoria , in Belgio era secondo prima di avere guai al cambio , a Imola nonostante l'errore alla partenza stava andando a ripigliare Prost da ultimo prima di rompere l'acceleratore , a Detroit (altra pista proibitiva per la Brabham ) ebbe una foratura a 9 giri dalla fine mentre aveva la gara in pugno . Posso dire tranquillamente che senza codesti intoppi dominava il campionato .

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa ma mi sa che non ricordi molto bene :

 

La Renault a inizio anno era la macchina pi? a punto col motore pi? evoluto e collaudato , in Brasile non fu eccezionale ma al Paul Ricard Prost inflisse 2 sec a tutti in qualifica e domin? la gara mentre Piquet dovette dare il meglio di s? per passare Cheever con l'altra Renault .

 

A Monaco la pista era bagnata all' inizio ma dopo poco si asciug? costringendo sia Prost che Piquet a finire nelle retrovie per cambiare le gomme , da l? fecero una gran rimonta e Piquet , che era dietro Prost , gli fece un sorpasso dentro il tunnel spettacolare , con una macchina che per quel circuito era semplicemente inguidabile .

 

E aggiungo che Nelson nella maggior parte delle gare era sempre in zona podio o vittoria , in Belgio era secondo prima di avere guai al cambio , a Imola nonostante l'errore alla partenza stava andando a ripigliare Prost da ultimo prima di rompere l'acceleratore , a Detroit (altra pista proibitiva per la Brabham ) ebbe una foratura a 9 giri dalla fine mentre aveva la gara in pugno . Posso dire tranquillamente che senza codesti intoppi dominava il campionato .

Sapevo che si serebbe aperte la polemica...vabbu?, per? se rompiamo troppo promettiamoci di piantarla subito...non so nemmeno se ? corretto farla qui o in 1983...

 

Sul Paul ricard niente da ridire. Ha Vinto!

A monaco ? un peccato che non conosco il sorpasso, sar? stata una di quelle chicche di Nelson che ti ricordi a vita... e ma li che vuoi fare? Ne Prost ne Senna ne chiunque resisteva.

 

Per i problemi meccanici di Nelson semmai tirano acqua al mio mulino, non alla tua tesi. Ovvero Prost nella prima fase ha fatto tutti i punti che poteva. Semmai ? Piquet che ne ha persi un p? per problemi non suoi.

 

Ci pu? stare che Piquet era il miglior pilota del 1983, ma la Brabham non sarebbe riuscita a fargli vincere il titolo senza quel 'colpo di reni' petrolchimico, e questo proiprio per il gap di inizio stagione dovuto alle rotture. (della Brabham, non della Regi?)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

 

Per i problemi meccanici di Nelson semmai tirano acqua al mio mulino, non alla tua tesi. Ovvero Prost nella prima fase ha fatto tutti i punti che poteva.

 

Bh? potrei dire il contrario , per me visto come andava la Renault avrebbe dovuto ottenere qualcosa di pi? in gare come Montreal , Detroit , Hockenheim e forse anche Long Beach . Non ? detto che l'andamento dei risultati sia sempre indicativo delle prestazioni della vettura mentre il pilota ? una costante fissa . Dopotutto Prost non era ancora quello che sarebbe diventato "il professore " gli anni a seguire .

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per i problemi meccanici di Nelson semmai tirano acqua al mio mulino, non alla tua tesi. Ovvero Prost nella prima fase ha fatto tutti i punti che poteva.

 

Bh? potrei dire il contrario , per me visto come andava la Renault avrebbe dovuto ottenere qualcosa di pi? in gare come Montreal , Detroit , Hockenheim e forse anche Long Beach . Non ? detto che l'andamento dei risultati sia sempre indicativo delle prestazioni della vettura mentre il pilota ? una costante fissa . Dopotutto Prost non era ancora quello che sarebbe diventato "il professore " gli anni a seguire .

 

No, credo che questo si possa dire della renault di oggi, non di quelle turbo. La differenza tra un circuito ed un'altro costituiva in passato una notevole 'forbice' di differenza di prestazioni, questo in generale sino all'arrivo dei motori a gestione elettronica e alle coperture standardizzate. Oltre a correre su circuiti dove non era possibile provare (tre delle quattro che citi avevano questa peculiarit?, l'altro si correva ad agosto e non era certo 'la prima fase')

Ad ogni modo ? ovvio che un pilota lascia punti per strada, e meno male, noto tuttavia che oggi molti appassionati puntualizzano la mancata prestazione singola e la fanno risaltare come indice di una non perfetta prestazione generale. (ha sbagliato in canada, non merita il titolo...) Sar? l'effetto Schumacher o la perfezione qualsi assoluta dei mezzi meccanici di adesso, ma nel 1983 non era questa la 'temperatura' di valutazione. Lo stesso Piquet oggi sarebbe probabilmente messo in crisi, le prestazioni altalenanti indurrebbero a centrarlo immediatamente come capo esiatorio in una temporanea situazione di crisi tecnica.

Io ripeto, credo che Alain abbia fatto un'ottimo avvio di campionato, quella mancanza che gli tolse il titolo fu da attribuire pi? alla sua mentalit? che al suo piede. E, nonostante questo, il vantaggio fu tale che sarebbe potuto essere sufficiente per vincere, visto che la Brabham era partita troppo tardi e che la Ferrari riusc? a parderlo come solo alla Ferrari sapevano perderlo.

 

Ad ogni modo la Renault non era cos? veloce come l'anno prima. I risultati di Prost in Gran Bretagna ed in Austria sono merito suo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan
Ad ogni modo la Renault non era cos? veloce come l'anno prima. I risultati di Prost in Gran Bretagna ed in Austria sono merito suo.

 

 

In Gran Bretagna ? vero , quando le Ferrari cominciarono a rallentare lui fu pi? deciso nel sorpassarli di Nelson e allung? , fortissimo .

 

In Austria invece fu piuttosto fortunato , Piquet ebbe un calo di potenza al motore dopo l'ultima sosta (che aveva ritardato per staccarlo ) e fu passato da lui e da Arnoux , Arnoux poi credo ruppe la 4a e Prost lo pass? . Questa fu pi? fortuna che altro .

 

La differenza tra un circuito ed un'altro costituiva in passato una notevole 'forbice' di differenza di prestazioni, questo in generale sino all'arrivo dei motori a gestione elettronica e alle coperture standardizzate

 

Lo so benissimo , ma anche in quel caso la Renault era migliore . Il BMW aveva dei ritardi d'erogazione elevatissimi e una manovrabilit? limitata dal passo lungo sacrificato per questioni aerodinamiche . Nonostante ci? Nelson stava vincendo a Detroit un cittadino lento , contro perfino le Ferrari . Un mezzo miracolo .

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

[quote

 

 

 

 

 

 

 

Lo so benissimo , ma anche in quel caso la Renault era migliore . Il BMW aveva dei ritardi d'erogazione elevatissimi e una manovrabilit? limitata dal passo lungo sacrificato per questioni aerodinamiche . Nonostante ci? Nelson stava vincendo a Detroit un cittadino lento , contro perfino le Ferrari . Un mezzo miracolo .

Ma Nelson era strano, tra i New Jersey (i muretti di cemento) era veloce, mentre a monaco era una pippa!

Alain il contrario. Anzi mi sa che tra i muretti Prost ha vinto solo ad Adelaide e a Phoneix, 2 circostanze con un p? di cul..

" Il BMW aveva dei ritardi d'erogazione elevatissimi..."

hehehe, ritardi nell'erogazione eh?

 

Diciamo che Piquet ? stato l'unico pilota a cui l'alcool non ha fatto male.... (sarcastico)

 

Ma di Monza che mi dici? Saprai ovviamente di Patrese. Bernie fu corretto?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Ma Nelson era strano, tra i New Jersey (i muretti di cemento) era veloce, mentre a monaco era una pippa!

Alain il contrario. Anzi mi sa che tra i muretti Prost ha vinto solo ad Adelaide e a Phoneix, 2 circostanze con un p? di cul..

 

Si strando , quasi la met? delle gare vinte da Nelson sono state in circuiti cittadini , ovviamente non sempre circuiti lenti , eppure lui li detestava .

 

Diciamo che Piquet ? stato l'unico pilota a cui l'alcool non ha fatto male.... (sarcastico)

 

Ma di Monza che mi dici? Saprai ovviamente di Patrese. Bernie fu corretto?

 

Ovvio che no , per? Riccardo aveva fatto sapere che non era disposto a fare giochi di squadra perch? voleva riscattarsi , e in quel momento Nelson doveva assolutamente fare punti per ripigliare Prost . Cmq avevano tutti un buon rapporto .

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Achille Varzi

Ma Nelson era strano, tra i New Jersey (i muretti di cemento) era veloce, mentre a monaco era una

 

Ma di Monza che mi dici? Saprai ovviamente di Patrese. Bernie fu corretto?

 

Ovvio che no , per? Riccardo aveva fatto sapere che non era disposto a fare giochi di squadra perch? voleva riscattarsi , e in quel momento Nelson doveva assolutamente fare punti per ripigliare Prost . Cmq avevano tutti un buon rapporto .

 

Io continuo a non credere alla storia che Bernie saboto' una delle proprie macchine a Monza. Le turbine nel 1983 saltavano abbastanza di frequente. Pero' se avete qualche fonte brabham o bmw che lo conferma mi piacerebbe sapere chi e', io non ho mai trovato niente che confermasse tale ipotesi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×