Jump to content
jax

Che Ne Pensate Di Jean Alesi ?

Recommended Posts

Guest Achille Varzi
tiri furoi con entusiasmo questo 89' di patrese... a parte che boutsen ottenne 37 punti contro 40 di patrese,quindi anche qui euqilibrio quasi perfetto,ma boutsen VINSE DUE GARE patrese nessuna...

 

Una delle cose affascinanti della F1 e' che possano succedere queste cose. Due piloti, stessa macchina, uno va piu' forte dell'altro, arriva anche spesso, e alla fine edll'anno non vince nemmeno un GP.

Nell'89 2 vittorie ci stavano, se hai visto i GP. Se non li hai visti ti puoi documentare.

 

la williams era le terza forza quell'anno,patrese arrivo' terzo in classifica per un solo motivo,per L'INAFFIDABILITA' TOTALE DELLA FERRARI che costrinse mansell e berger a una marea di ritiri.il miglior pilota dopo il duo mclaren fu nigel mansell l'unico in grado di impensierire in pista senna e prost...patrese vaiggiava ad anni luce di distanza,arrivo' terzo per i piazzamenti...

 

La Ferrari andava piu' forte della Williams. Questo da ancora piu' valore al terzo posto finale di Riccardo. E poi, a Budapest, Mansell vinse solo perche' si ruppe la Williams di Patrese.

Il quale ha lasciato in F1 un segno certamente piu' profondo di Jean Alesi.

 

 

e certo uno va piu' forte dell'altro,arriva di piu',e alla fine non vince neanche una gara,l'altro non vince due..

 

per fortuna doveva far vedere i sorci verdi ad alesi,non li ha fatti vedere neanche a boutsen..

 

quale sarebbe questo segno piu' profondo poi ce lo dovresti spiegare...

 

parli come un parente...

 

 

Mansell nell'89 in ungheria vinceva anche con Patrese in pista, non cambiava niente.

 

Patrese era davanti ma girava ben 2" al giro pi? lento.

 

Cos? come ha raggiunto e superato Senna, Mansell avrebbe fatto lo stesso anche con Patrese.

 

Anzi secondo me Patrese finiva anche dietro a Sennache era pi? veloce.

 

Io quella mitica gara l'ho vista in diretta...

 

L'ho vista in diretta anche io. Riccardo non fu mai impensierito da Senna. Dopo 53 giri era il piu' probabile vincitore. Certo che girava piu' lento, nonostante avesse fatto la pole, in assetto da gara aveva una macchina piu' lenta. Il baffone se lo sognava di passarlo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
tiri furoi con entusiasmo questo 89' di patrese... a parte che boutsen ottenne 37 punti contro 40 di patrese,quindi anche qui euqilibrio quasi perfetto,ma boutsen VINSE DUE GARE patrese nessuna...

 

Una delle cose affascinanti della F1 e' che possano succedere queste cose. Due piloti, stessa macchina, uno va piu' forte dell'altro, arriva anche spesso, e alla fine edll'anno non vince nemmeno un GP.

Nell'89 2 vittorie ci stavano, se hai visto i GP. Se non li hai visti ti puoi documentare.

 

la williams era le terza forza quell'anno,patrese arrivo' terzo in classifica per un solo motivo,per L'INAFFIDABILITA' TOTALE DELLA FERRARI che costrinse mansell e berger a una marea di ritiri.il miglior pilota dopo il duo mclaren fu nigel mansell l'unico in grado di impensierire in pista senna e prost...patrese vaiggiava ad anni luce di distanza,arrivo' terzo per i piazzamenti...

 

La Ferrari andava piu' forte della Williams. Questo da ancora piu' valore al terzo posto finale di Riccardo. E poi, a Budapest, Mansell vinse solo perche' si ruppe la Williams di Patrese.

Il quale ha lasciato in F1 un segno certamente piu' profondo di Jean Alesi.

 

 

e certo uno va piu' forte dell'altro,arriva di piu',e alla fine non vince neanche una gara,l'altro non vince due..

 

per fortuna doveva far vedere i sorci verdi ad alesi,non li ha fatti vedere neanche a boutsen..

 

quale sarebbe questo segno piu' profondo poi ce lo dovresti spiegare...

 

parli come un parente...

 

 

 

 

 

 

 

Mansell nell'89 in ungheria vinceva anche con Patrese in pista, non cambiava niente.

 

Patrese era davanti ma girava ben 2" al giro pi? lento.

 

Cos? come ha raggiunto e superato Senna, Mansell avrebbe fatto lo stesso anche con Patrese.

 

Anzi secondo me Patrese finiva anche dietro a Sennache era pi? veloce.

 

Io quella mitica gara l'ho vista in diretta...

 

L'ho vista in diretta anche io. Riccardo non fu mai impensierito da Senna. Dopo 53 giri era il piu' probabile vincitore. Certo che girava piu' lento, nonostante avesse fatto la pole, in assetto da gara aveva una macchina piu' lenta. Il baffone se lo sognava di passarlo.

 

"Il Baffone" ,sempre molto rispettoso quando parli di Mansell....

 

Era solo questione di qualche giro...

 

Incredibile.

 

Tutte le gare in cui Patrese ha fatto un solo giro in testa, dici che avrebbe vinto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Achille Varzi
"Il Baffone" ,sempre molto rispettoso quando parli di Mansell....

 

Era solo questione di qualche giro...

 

Haha, il "Baffone" non e' un insulto, lo chiamavamo cosi' ai tempi (ricordo che Berger era detto "MongoBerger" per l'irruenza incontrollata).

Ma scusa, se Riccardo resiste a un certo Senna per 53 giri, perche' non dovrebbe resistere altri 20 e vincere la corsa. Mai stato uno facile da superare, e a Budapest e' ancora piu' dura.

 

Tutte le gare in cui Patrese ha fatto un solo giro in testa, dici che avrebbe vinto.

 

Scusa, ma io non ho mai detto una simile stupidaggine.

Pero' ci sono diverse gare, tra cui Budapest 89, che non ha vinto per cedimenti meccanici curiosi e obbiettivamente sfortunati. E comunque io non mi lamento, ma ci tengo che vengano riconosciuti i meriti, specie per i tanti sul forum che allora le corse non le vedevano ancora.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

se ti riferisci a me la gara di budapest l'ho vista e la ricordo benissimo...

 

mansell andava come un treno quel giorno,fece fuori prost e senna con le mclaren come se fossero stati fermi,avrebbe fatto fuori anche patrese che girava due secondi piu' lento,questo e' la tabella dei giri piu' veloci

 

 

1 Nigel MANSELL Ferrari Ferrari 1'22''637

2 Alain PROST McLaren Honda 1'22''654

3 Gerhard BERGER Ferrari Ferrari 1'23''214

4 Ayrton SENNA McLaren Honda 1'23''313

5 Thierry BOUTSEN Williams Renault 1'23''396

6 Martin BRUNDLE Brabham Judd 1'23''442

7 Nelson PIQUET Lotus Judd 1'23''620

8 Alessandro NANNINI Benetton Ford Cosworth 1'23''702

9 Eddie CHEEVER Arrows Ford Cosworth 1'23''894

10 Alex CAFFI Dallara Ford Cosworth 1'24''075

11 Jonathan PALMER Tyrrell Ford Cosworth 1'24''166

12 Derek WARWICK Arrows Ford Cosworth 1'24''197

13 Emanuele PIRRO Benetton Ford Cosworth 1'24''305

14 Stefan JOHANSSON Onyx Ford Cosworth 1'24''464

15 Riccardo PATRESE Williams Renault 1'24''559

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Achille Varzi
se ti riferisci a me la gara di budapest l'ho vista e la ricordo benissimo...

 

mansell andava come un treno quel giorno,fece fuori prost e senna con le mclaren come se fossero stati fermi,avrebbe fatto fuori anche patrese che girava due secondi piu' lento,questo e' la tabella dei giri piu' veloci

 

Mansell supero' Senna poiche' quest'ultimo esito' durante un doppiaggio. Senza quell'errore, che Nigel seppe sfruttare con maestria e istinto, non lo avrebbe superato.

Cosi' come non avrebbe superato Patrese. Infatti, nessuno lo supero', sebbene la sua macchina fosse piu' lenta, per 53 giri.

 

La classifica dei giri piu' veloci che hai fatto, comunque, dovrebbe tenere conto che nell'89 si partiva col pieno, e la macchina alla fine della gara era piu' leggera, molti dei piloti in quelle lista probabilmente segnarono i loro giri piu' veloci verso la fine, quando Patrese si era gia' ritirato a causa della foratura del radiatore, perforato da un frammento di vettura perso da qualcun'altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Non so perch? Rumpen alle volte si impunta cos?. :pensieroso:

 

Sicuramente Patrese ha fatto molto meglio di Jean.

 

Tanto ? vero che venne pure richiamato da FW per rimpiazzare Senna con Hill, e sviluppare quella vettura difficile. Ma, dopo il trattamento sub?to, disse di no.

 

Ciao. Credo che andrete avanti per settimane.. :deluso::D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tanto ? vero che venne pure richiamato da FW per rimpiazzare Senna con Hill, e sviluppare quella vettura difficile. Ma, dopo il trattamento sub?to, disse di no.

Ed era un Patrese prossimo alla quarantina...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me Alesi era un pilota di talento, che ? stato penalizzato dal fatto di essere approdato in Ferrari nel periodo + nero della scuderia di Maranello in epoca moderna. Secondo me oggi bastonerebbe tanti pilotini in f1.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non so perch? Rumpen alle volte si impunta cos?. :pensieroso:

 

Sicuramente Patrese ha fatto molto meglio di Jean.

 

Tanto ? vero che venne pure richiamato da FW per rimpiazzare Senna con Hill, e sviluppare quella vettura difficile. Ma, dopo il trattamento sub?to, disse di no.

 

Ciao. Credo che andrete avanti per settimane.. :deluso::D

 

 

che c'entra?richiamarono anche mansell che avevano cacciato 2 anni prima...

Share this post


Link to post
Share on other sites

io concordo con rupen,per mej ean alesi anche se numeri alla mano ha fatto meno di patrese,non credo che gli fosse inferiore,ansi....poi queste sono opinioni personali,concordo sul fatto che magari un team tipo williams lo avrebbe aiutato molto nell'imparare il collaudo,cosa che gli ha frenato tutta la carriera,per? il talento lo aveva anche superiore a patrese,forse non sarebbe stato campione mondo comunque per colpa della sua emotivit? e impulsivit?,ma indubbiamente ? stato un top driver degli anni 90,anche alla fine della sua carriera era competitivo e se azzeccava la gara giusta talvolta era inarrestabile,ad esempio con la prost del 2000 ad hokenaim sotto la pioggia guid? con gomme d'asciutto recuperando sulla mclaren di hakkinen 2 secondi al giro, dalle ultime psizioni era arrivato al sesto posto quando ancora una volta si ruppe la vettura,cosa che nello stesso anno capit? anche a monaco,e l'anno dopo sempre al principato poteva arrivare 5 con 20 sec di vantaggio su coulthard,ma dovette fermarsi ai box perch? si for? una gomma,,poi oggi parlano di trulli e fisichella come sfortunati.....alesi in questo ? stato uno dei pi? sfigati della storia ,e io l'ho spesso considerato un Amon dell'epoca moderna,con indubbio talento,del resto lo presero comunque alla ferrari,che oggi prende massa che con tutto il rispetto pur avendo vinto un gp in pi? di alesi,non ? neanche la sua ombra, ma questo poi ? un'altro discorso che va a sfociare nella mia personalissima opinione che i piloti oggi sono piatti e privi del talento e della velocit? pura dei piloti anni novanta,e del passato,sar? l'elettronica,ma ad un tempo essere il pi? forte o il pi? veloce significava superare il limite e prendersi dei rischi,oggi va pi? forte il pilota che non sbaglia gli assetti ed ? capace di essere il pi? regolare possibile,non credo che alonso sia pi? forte di hakkinen.

Tornando a bomba su rupen ,concordo in pieno eccetto il confronto tra alesi e villeneuve,jacques al suo esordio fece pole e praticamente vittoria,e al suo primo anno vinse 4 gp,? vero che aveva la williams,per? con tutta la simpatia che ho per jean ,villeneuve era pi? veloce.

Share this post


Link to post
Share on other sites
io concordo con rupen,per mej ean alesi anche se numeri alla mano ha fatto meno di patrese,non credo che gli fosse inferiore,ansi....poi queste sono opinioni personali,concordo sul fatto che magari un team tipo williams lo avrebbe aiutato molto nell'imparare il collaudo,cosa che gli ha frenato tutta la carriera,per? il talento lo aveva anche superiore a patrese,forse non sarebbe stato campione mondo comunque per colpa della sua emotivit? e impulsivit?,ma indubbiamente ? stato un top driver degli anni 90,anche alla fine della sua carriera era competitivo e se azzeccava la gara giusta talvolta era inarrestabile,ad esempio con la prost del 2000 ad hokenaim sotto la pioggia guid? con gomme d'asciutto recuperando sulla mclaren di hakkinen 2 secondi al giro, dalle ultime psizioni era arrivato al sesto posto quando ancora una volta si ruppe la vettura,cosa che nello stesso anno capit? anche a monaco,e l'anno dopo sempre al principato poteva arrivare 5 con 20 sec di vantaggio su coulthard,ma dovette fermarsi ai box perch? si for? una gomma,,poi oggi parlano di trulli e fisichella come sfortunati.....alesi in questo ? stato uno dei pi? sfigati della storia ,e io l'ho spesso considerato un Amon dell'epoca moderna,con indubbio talento,del resto lo presero comunque alla ferrari,che oggi prende massa che con tutto il rispetto pur avendo vinto un gp in pi? di alesi,non ? neanche la sua ombra, ma questo poi ? un'altro discorso che va a sfociare nella mia personalissima opinione che i piloti oggi sono piatti e privi del talento e della velocit? pura dei piloti anni novanta,e del passato,sar? l'elettronica,ma ad un tempo essere il pi? forte o il pi? veloce significava superare il limite e prendersi dei rischi,oggi va pi? forte il pilota che non sbaglia gli assetti ed ? capace di essere il pi? regolare possibile,non credo che alonso sia pi? forte di hakkinen.

Tornando a bomba su rupen ,concordo in pieno eccetto il confronto tra alesi e villeneuve,jacques al suo esordio fece pole e praticamente vittoria,e al suo primo anno vinse 4 gp,? vero che aveva la williams,per? con tutta la simpatia che ho per jean ,villeneuve era pi? veloce.

 

quando ho detto che villeneuve e hill agli esordi erano molto peggiori di alesi mi riferivo alle categorie minori...

 

villeneuve non fece un granche' in f.3 italiana,e neanche hill seppur bravo era tutto sto fenomeno...

 

ci fu un gran premio di monaco,credo fosse il gran premio di monaco f.3 del 91(corregetemi se sbaglio) in cui i due si ritrovarono

non qualificati ultimo e penultimo nelle qualificazioni...

 

 

per il resto concordo con te,dopo i non brillanti trascorsi nelle gategorie minori,hill e villeneuve hanno avuto belle carriere,jaques piu' meritevole perche'ha battuto schumacher reggendo lapressione in una stagione difficile..

 

io credo che alesi non avrebbe mai vinto quel mondiale 97' con la williams,in cui i nervi contavano piu' della velocita' pura..

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sono d'accordo,se mai dopo gli ultim anni di carriera ? sottovalutato dalla maggior parte di persone che si sono avvicinate da poco a questo sport,poich? spesso delle brutte annate cancellano tutto quello che un pilota fa in precedenza,nel caso di villeneuve dal 96 al 2001 ? stato un pilota fortissimo bruciatosi per? alla bar,poteva lottare ad armi pari con hakkinen e schumacher se avessa avuto una vettura competitiva,dopo si ? giustamente demotivato del resto arrivare sesto o ottavo per un pilota che ha vinto non ? molto appagante, io temo che gli ultimi anni non rendano merito al vero valore del pilota che avrebbe potuto vincere molto di pi?,appannando ingiustamente il talento che in una formula 1 comunque diversa da quella attuale possedeva indiscutibilmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono troppo interessanti certi topics per non dire la mia...

 

Alesi...sono stato un suo grandissimo tifoso quando guidava per la Ferrari e dunque non potrei certo parlarne male. Ma quanti rimpianti! Forse un campione mancato, la sfortuna ha avuto la sua parte, o ? calato troppo in fretta.

 

 

Dunque, partiamo con ordine...

 

secondo me Jean aveva un grandissimo talento e velocit? pura. Ha avuto la sfortuna di approdare alla Ferrari quando questa stava entrando in piena crisi; lui ha fatto qualche errore di troppo nel gestirsi nel 1991, anzich? cercare di imparare da Prost. Nel 1992 ha avuto una macchina pessima (lenta e pure fragile) e non si ? potuto esprimere al meglio, idem nel 1993. Penso che se in quei due anni la Ferrari fosse stata all'altezza della Williams, lui sarebbe stato un grande.

Nel 1994 non ? che avesse la miglior macchina, ma faceva un po' meno pena di quelle del biennio precedente e lui ha avuto qualche occasione per vincere dei GP, su tutte Monza (mentre non mi spiego perch? a Hockenheim fosse pi? lento di Berger...o meglio, era Berger che era fenomeno a Hockenheim, visti i suoi risultati l? in varie annate), e se non ci ? riuscito fu colpa sua, credo. Il motivo lo cercherei nel troppo tempo passato senza vincere, e conseguente nervosismo accumulato, e forse un inconscio tarlo rodeva la sua mente, un "non riuscir? mai a vincere", una sorta di maledizione che unita al suo carattere molto emotivo gli impediva di guidare pi? sereno. Da allora, infatti, ci furono troppe gare buttate al vento.

Nel 1995 la Ferrari non sembrava cos? male, almeno a inizio stagione, eppure "il tarlo" sembrava impedire ad Alesi di fare uscire il potenziale campione che c'era un lui. C'era, perch? forse il suo momento migliore era passato, o la "maledizione" aveva prevalso nella sua mente. Tanti secondi posti che erano mancate vittorie, una vittoria in Canada se vogliamo un po' fortunosa, poi un calo tecnico della macchina che era diventata di colpo 1" al giro pi? lenta di Williams e Benetton. Sfigatissima la gara di MOnza, deplorevole errore di Alesi al Nurburgring a 3 giri dalla fine che con le gomme sulle tele si fece superare dallo scatenatissimo Schumi.

Forse nel 1992 non sarebbe stato da meno di Schumacher, ma negli anni successivi i risultati parlano da soli: un divario a favore di Schumi. Anche a machcine invertite. La Ferrari del 1996 era un bidone, eppure Michael la port? per 3 volte vittoriosa al traguardo.

Quando nel 1996 lasci? la Ferrari per la Benetton, sentiva dentro di s? una certa rivalit? verso Schumi...aria fritta: Schumi era troppo pi? forte! Resosi conto di questo, ha accettato la cosa e considera Schumacher un amico.

Sono seguite alcune buone prestazioni in Benetton, Sauber, Jordan, ma non ? mai stato in fin dei conti il fenomeno che avrebbe forse potuto essere...con un pizzico di fortuna in pi? e soprattutto meno impeto!!!

Con la Williams nel 1992 avrebbe forse vinto il campionato, ma molti meriti sarebbero stati della macchina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come abbiamo detto altre volte ? che le macchine in mano a Jean non progredivano

 

Effettivamente ? vero.

Magari se Prost fosse rimasto in Ferrari Jean avrebbe imparato pi? metodo, ma dopo di lui Alesi non ha pi? avuto compagni dai quali "grattare" qualcosa e comunque dubito che potesse diventare un campione.

Sicuramente ? capitato in un periodo poco augurabile della Scuderia, ma non era certo un uomo-squadra.

Quando tutto girava giusto ha fatto qualche bella figura, se non era cos? non aveva i mezzi per uscirne....con quel caratterino poi...

Peccato perch? all'esordio Alesi pareva veramente un pilota con sicuro avvenire

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×