Jump to content
Sign in to follow this  
Raphael

F1 O Cosa?

Recommended Posts

 

In America non si gira solo negli ovali, addirittura la NASCAR presenta in calendario un paio di circuiti stradali. Nella IndyCar dei tempi d'oro gli ovali rappresentavano solo un terzo delle gare. Poi ci sono categorie di turismo ed endurance che si disputano solo su tracciati stradali e cittadini. Inoltre, gli ovali presentano caratteristiche molto diverse fra di loro e solo uno spettatore poco accorto non capisce le sostanziali differenze tra le varie tipologie di ovali. Non si pu? parlare di un automobilismo pi? facile ma semplicemente diverso. Come tanti piloti cresciuti sugli ovali non si addattano agli stradali, diversi piloti di circuiti stradali non riescono ad addattarsi agli ovali, di esempi ce ne sono tanti.

 

 

quoto in tutto sulla tua presa di posizione :up:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

concordo con CHATRUC quasi in tutto tranne al punto del discorso tecnico.E' quasi opinione comune ritenere molto semplici le vetture da corsa americane,in realt? se questo pu? essere in parte vero sotto il punto di vista prettamente meccanico,non lo ? affatto sotto il punto di vista aerodinamico.La stessa formula 1 ha attinto molto sotto questo punto di vista dalle macchine americane,nonch? sotto il profilo della sicurezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

quoto in toto (poetic mode on) Chatruc

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Achille Varzi

Credo che hai una scarsa conoscenza dell'automobilismo americano.

 

Ti ringrazio per i complimenti. In realta' so che non si corre solo sugli ovali, ma gli ovali sono comunque l'essenza dell'automobilismo in nordamerica. E so anche che gli ovali non sono tutti uguali.

Arrivo anche a capire il senso della 500 miglia di Indy, che e' un pezzo importante della storia dell'automobilismo.

Non riesco a capire come facciano ad andare a vedere le altre di gare sugli ovali, e ci vanno in massa, molto piu' che da noi in nordamerica lo sport e' seguito dal vivo. Vanno a vedere la IRL, la Nascar, le gare su ovali sterrati con quei cosi dagli alettoni giganti, di tutto.

Le gare di endurance nordamericane invece non le contesto assolutamente, come invece tu sembri sostenere.

Comunque mica le vorrei abolire 'ste gare, si ammazzano un po' troppo per essere nel terzo millennio, ma se a loro piacciono, per carita'.

 

Ma macchine e piloti...

 

Le macchine di F1 sono l'apice della tecnologia da corsa, intendo dire di qualsiasi competizione che coinvolga motori e ruote. Lo erano anche quando i budget non erano miliardari. E quindi mi attraggono di piu' in quanto sono il massimo che la tecnica umana sa produrre.

 

I piloti: dal punto di vista dell'abilita' di guida, certo girare sugli ovali e' meno difficile tecnicamente. Nelle formule americane si vedono vincere anche piloti anziani e piloti che in F1 hanno fatto fatica. Il travaso al contrario non si verifica. I piloti migliori del mondo (su pista) sono indiscutibilmente in F1.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il discorso ? molto semplice: se per guidare il pilota deve fare un certo numero di cose avr? una certa difficolt? nel fare queste cose, se una parte di queste cose vengono derogate alla tecnologia allora il pilota dovr? farne meno e sar? quindi inferiore il contributo che d? il pilota alle prestazioni generali del pacchetto auto+pilota+gara. da ormai troppo tempo si sta andando in questa direzione e invece ci dovrebbe essere un'inversione di tendenza che riporti il pilota al centro del gioco,quindi cari piloti togliete la manina dal volante e mettetela sul cambio, mettete il piedino pure sulla frizione ecc....ecc......

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

...pensata ed regolamentata come uno show in pieno stile statunitense...

scusa ma t sbagli...nelle gare americane ci sono molti sorpassi e pochi soldi!

di stile statunitense nella f1 non ce niente...ed e proprio questo che la rende estremamente noiosa e monotona...

le regole servono per evitare che chi ha soldi vinca e chi non ne ha perda...in poche parole per poter dire che ? uno sport!

il fatto ? ke certe regole andrebero riviste e altre eliminate...qualcuno per? sar? sempre avantagiato..ma stiamo dicendo cose che si dicono da anni e nn si arriva mai a una soluzione concreta!

guarda la gp2 e divertiti, ? una categoria che ricorda tanto la f1 di qualche tempo fa. :pensieroso:

 

Io non vedo un peggioramento nello spettacolo.

Il peggioramento c'e' stato si', ma venti anni fa. Da allora si e' aperta una forbice economica mai vista. Un top team nei primi anni 80 faceva una stagione con 6-7 milioni di dollari allora. Anche allora c'erano stagioni in cui qualcuno dominava, ma non era la norma e non era strettamente money-related. Gente come Ken Tyrrell, Walter Wolf, Guy Ligier, Frank Williams, poteva entrare in F1 con un team messo insieme con lo sputo e vincere lo stesso. Poi dall'84 arrivano i giganti dell'automobile e allora dopo l'iniziale dominio Porsche, arrivano in successione Honda, Renault, poi la Ferrari gli va dietro, poi i soldi della TV gonfiano anche quelli, e il circo diventa cosi' grosso che e' impossibile controllarlo in nome dello sport.

E come tutti gli altri sport diretti al grande pubblico e' diventato soprattutto un prodotto di consumo. Ma noi che amiamo vedere dei missili sfrecciare rasenti a terra attaccati a 4 cosi neri di gomma, ce lo facciamo andare bene lo stesso.

Si', si potrebbero guardare le gare americane, ma non e' la stessa cosa. I piloti sono scarsi.

quoto 100%

Share this post


Link to post
Share on other sites

"scusa ma t sbagli...nelle gare americane ci sono molti sorpassi e pochi soldi!"

 

Ma io non parlo dei sorpassi.

 

"le regole servono per evitare che chi ha soldi vinca e chi non ne ha perda...in poche parole per poter dire che ? uno sport!"

 

Ma le regole rigide fanno si che i soldi acquistino importanza, rendete liberi i tecnici e vi faranno volare una monoposto con meno soldi e pi? soluzioni tecniche.

 

"guarda la gp2 e divertiti, ? una categoria che ricorda tanto la f1 di qualche tempo fa"

 

Ah, gi?, quella dove chi arriva primo in gara 1 parte dopo in gara 2, sicuramente uno show degno di Moira Orfei.

 

"Io non vedo un peggioramento nello spettacolo."

 

Io non parlavo di peggioramento dello spettacolo, la F1 E' UNO SPORT, ci siete o no?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

concordo con CHATRUC quasi in tutto tranne al punto del discorso tecnico.E' quasi opinione comune ritenere molto semplici le vetture da corsa americane,in realt? se questo pu? essere in parte vero sotto il punto di vista prettamente meccanico,non lo ? affatto sotto il punto di vista aerodinamico.La stessa formula 1 ha attinto molto sotto questo punto di vista dalle macchine americane,nonch? sotto il profilo della sicurezza.

 

La sicurezza ci pu? stare ma la storia che in F1 si copia la tecnologia ? una grande boiata. Nel 64 a Indy vinceva ancora una macchina a motore anteriore!

Furono i costruttori europei a portare le innovazioni a Indy, come banco di prova

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sempre ? stato cos? caneparo, per esempio i motori turbocompressi e a turbina furono prima introdotti a Indy, poi in F1, cos? come le quattro ruote motrici, le cinture di sicurezza, il casco, lo specchietto retrovisore, i serbatoi alle spalle del pilota, ecc. Un tempo Indy attraeva i costruttori europei proprio per la grande libert? nel costruire le vetture (c'erano una paio con motore laterale). Dalla met? degli anni '90 in poi a Indy la tecnologia ? stata congelata drasticamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×