Jump to content
PUCCINI84

Nomi Brasiliani

Recommended Posts

Io ricordo di aver letto che Ayrton nei primissimi anni di carriera volle registrare il suo cognome per eventuali logiche pubblicitarie, ma il cognome "Da Silva" era troppo comune e non era possibile registrarlo, c'era una convenzione internazionale che vietava la registrazione di nomi troppo comuni (nel senso che lo puoi anche fare, ma poi ? impossibile far valere i tuoi diritti) cos? registr? il cognome "Senna".

Share this post


Link to post
Share on other sites

e invece piquet?lui di cognome fa soutomaior,sautomajor o qualcosa del genere...quando correva nelle formule minori si faceva chiamare piket.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questo non vuol dire che non si sia raro... ? probabile anzi che siano solo loro tre al mondo a chiamarsi cos?...

 

Ce ne sono almeno 5.

 

Aggiungo un mio amico di Firenze ed un mio compesano. Naturalmente entrambi nativi brasiliani.

 

Evidentemente non ? poi cos? raro come pu? sembrare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
il pilota dell'europeo superstock Ayrton Badovini, nato nel 1986

 

Gliel'ho chiesto qualche anno fa. Mi ha risposto che non ha alcuna attinenza con Senna, ? stata una scelta del padre.

Lucio Pedercini ha invece chiamato Ayrton il suo primogenito in suo onore.

E forse non ? un caso che quest'anno Badovini corra per Lucio.

Edited by gio66

Share this post


Link to post
Share on other sites
e invece piquet?lui di cognome fa soutomaior,sautomajor o qualcosa del genere...quando correva nelle formule minori si faceva chiamare piket.

 

Nelson Piquet Souto Maior ? figlio di Est?cio Goncalves Souto Maior, medico e ministro brasiliano, e Clotilde Piquet Carneiro.

Agli inizi della carriera usava il falso nome Piket perch? i genitori non volevano che corresse, se non ricordo male.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi non si riesce a tradurre il nome Ayrton in italiano?

 

Argomento bellissimo, perch? ? dall'80, dopo la Coppa dei Campioni a Jesolo che cerco questa traduzione.

Non scherzo, ? la verit?. mia personale niente di pi?, ma mi emoziona questo post.

 

Ho sempre giocato sui nomi, ad esempio Gilberto Cancelli, che nomino tutti i giorni con degli accidenti ? l'occhialuto Bill Gates.

Nomi di cantanti, attori piloti stranieri si traducono facilmente, ma Ayrton.....forse perch? ? Lui che ? unico....

 

Ragast?s (alla ricerca dell'arca perduta...)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quindi non si riesce a tradurre il nome Ayrton in italiano?

 

Argomento bellissimo, perch? ? dall'80, dopo la Coppa dei Campioni a Jesolo che cerco questa traduzione.

Non scherzo, ? la verit?. mia personale niente di pi?, ma mi emoziona questo post.

 

Ho sempre giocato sui nomi, ad esempio Gilberto Cancelli, che nomino tutti i giorni con degli accidenti ? l'occhialuto Bill Gates.

Nomi di cantanti, attori piloti stranieri si traducono facilmente, ma Ayrton.....forse perch? ? Lui che ? unico....

 

Ragast?s (alla ricerca dell'arca perduta...)

 

:rotfl:

 

Ragast?s, sei fantastico!!!

 

Quindi tu sei uno dei fortunati ad aver visto Ayrton infilarsi nel mucchio selvaggio perch? "doveva passare"?

 

Anch'io mi cimento in traduzioni, tipo Gerardo Pastore, Damiano Collina, Michele Ciabattino, ecc... :hihi:

 

OK, prometto che la prossima volta che incontro Viviane (spero a Monza, intervento al setto nasale permettendo) le chiedo se ne conosce l'origine.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Viviane?

Mi fece un'autografo al MotroShow e mi strinse la mano. Non mi lavai per una settimana!

A Paolo whit love...Viviane

Mi vengon le lacrime anche adesso.

 

Quel ragazzino di suo fratello, lo seguivo perch? era riuscito a battere Terry Fullerton e aveva guadagnato la copertina dell'unico numero della prima rivista di kart italiana.

"Karting" Stampata a Reggio Emilia con Gianni Prandi come vicedirettore, se non ricordo male.

 

Poi nell'80 mi metto d'accordo con Nico Carboni e Ivan Capelli per incontrarci a Jesolo alla Coppa dei Campioni, per vedere se questo Da Silva riusciva davvero a battere Fullerton. Beh ovvio, non ci riusc? e per giunta sotto l'acqua!

 

Ero stato anche nella sua tenda e aveva chiesto a Carboni qualcosa sulle traiettorie.

Capelli non era venuto a Jesolo, ma c'era un certo Stefano Modena, che sapeva sempre dove mettere le ruote e che poi divent? il riferimento, per il circuito monegasco, di Ayrton.

 

L'ho seguito sin dall'inizio, sulle formule inglesi, nella prova della Talbot Lotus, comprai l'orologio Seiko Giugiaro Design e poi tutto quel che ne segue.

 

Se vedi davvero Viviane......

 

Ragast?s (forse ci siam visti a Imola con Deanna?)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Viviane?

Mi fece un'autografo al MotroShow e mi strinse la mano. Non mi lavai per una settimana!

A Paolo whit love...Viviane

Mi vengon le lacrime anche adesso.

 

Quel ragazzino di suo fratello, lo seguivo perch? era riuscito a battere Terry Fullerton e aveva guadagnato la copertina dell'unico numero della prima rivista di kart italiana.

"Karting" Stampata a Reggio Emilia con Gianni Prandi come vicedirettore, se non ricordo male.

 

Poi nell'80 mi metto d'accordo con Nico Carboni e Ivan Capelli per incontrarci a Jesolo alla Coppa dei Campioni, per vedere se questo Da Silva riusciva davvero a battere Fullerton. Beh ovvio, non ci riusc? e per giunta sotto l'acqua!

 

Ero stato anche nella sua tenda e aveva chiesto a Carboni qualcosa sulle traiettorie.

Capelli non era venuto a Jesolo, ma c'era un certo Stefano Modena, che sapeva sempre dove mettere le ruote e che poi divent? il riferimento, per il circuito monegasco, di Ayrton.

 

L'ho seguito sin dall'inizio, sulle formule inglesi, nella prova della Talbot Lotus, comprai l'orologio Seiko Giugiaro Design e poi tutto quel che ne segue.

 

Se vedi davvero Viviane......

 

Ragast?s (forse ci siam visti a Imola con Deanna?)

 

Sinceramente quest'anno Deanna non l'ho vista, per la prima volta. Forse ? andata via prima che arrivassi.

 

Io sono la cisterna con la maglia giallo/verde (scusate l'immagine violenta).

 

dscn3195jb4.th.jpg

 

 

 

Fullerton... non per niente Ayrton ha sempre detto che ? stato il suo avversario pi? duro.

 

fotokpe2.th.jpg

 

kartpd4.th.jpg

 

 

 

Un altro aneddoto nel quale si capisce quanto Ayrton stimasse Modena.

Monza, test pre-GP 1985. Si aggirano nei box alcuni giovani piloti italiani di F3 tra cui Modena, la Amati ed il mio quasi compaesano Mario Pelloni. Modena si ferma a chiacchierare con Ayrton il quale gli chiede "dove devo mettere le ruote a Lesmo 1?". La Amati sbotta a ridere e chide meravigliata: "Ma come?! Tu chiedi a Stefano dove mettere le ruote?".

"S? - rispose Ayrton - perch? lui lo sa molto meglio di me".

Pelloni mi ha poi raccontato che dalla tribuna di Lesmo 2 si sentiva benissimo che un solo pilota faceva Lesmo 1 in piena accelerazione uscendo con le ruote esterne appena oltre il cordolo. Il suo casco era giallo.

 

P.S. Spero di andare a Monza. Il 27 mi opero al setto nasale, se sono OK vado.

Edited by gio66

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanti in bocca al lupo per il Tuo intervento, ma....se me lo puoi dire....come fai a coneoscere ed avere rapporti con Viviane?

 

Ragast?s (cabine@libero.it)

Share this post


Link to post
Share on other sites
il nome Ayrton deriva da alcuni libri, I figli del capitano Grant e L'isola misteriosa, seguiti di Ventimila leghe sotto i mari.

non sono sicura che i genitori di Ayrton Senna abbiano preso il nome da l?, ma ? l'unico altro posto dove l'ho trovato (se si escludno tutti i bimbi che sono stati chiamati cos? in suo onore)

 

Nene

Nene perdonami...ma in "Ventimila leghe sotto i mari" chi ? Ayrton? L'ho letto tempo fa...ora ho veramente un vuoto di memoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tanti in bocca al lupo per il Tuo intervento, ma....se me lo puoi dire....come fai a coneoscere ed avere rapporti con Viviane?

 

Ragast?s (cabine@libero.it)

 

Nessun mistero.

 

Per una serie incredibile di circostanze, nel 2004 ho avuto l'opportunit? di collaborare con un poster alla mostra dedicata ad Ayrton allestita alla Rocca Sforzesca di Imola dal responsabile europeo della Fondazione.

In quel weekend erano presenti anche Viviane e Bruno (che non aveva ancora cominciato a correre) che subito mi hanno lasciato a bocca aperta per la loro umilt?, umanit? e disponibilit? (per non parlare di Jo Ramirez): erano loro a venirmi incontro per salutarmi e ringraziarmi ogni volta che ci incontravamo!!! Mai visti prima!!!

 

Da allora, grazie alla generosit? del responsabile europeo della Fondazione, ogni tanto posso passare qualche weekend di GP assieme a loro, parlando, scherzando, ballando...

 

dsc0502ox1.th.jpg

 

E la cosa incredibile sono la serenit? e la gioia con la quale, le poche volte che vado nell'argomento (non ? facile), Viviane parla di Ayrton. Si illumina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi piacerebbe tanto venire a monza con te gio'

 

Purtroppo a questo punto non so nemmeno se ci andr? io. Dipende dal decorso post-operatorio.

Se ci sar? ti avviso cos?, se vieni, ci facciamo 2 chiacchiere.

Tra l'altro con noi ci dovrebbe essere anche Montoya, ragion per cui mi scoccierebbe ancora di pi? non esserci.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nene perdonami...ma in "Ventimila leghe sotto i mari" chi ? Ayrton? L'ho letto tempo fa...ora ho veramente un vuoto di memoria.

non compare in ventimila leghe sotto i mari, ma solo nei due seguti.

io non ho mai letto i libri, ma stando a Wikipedia dovrebbe essere un ammutinato, un po' il cattivo della storia

 

http://it.wikipedia.org/wiki/I_figli_del_capitano_Grant

 

Nene

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gio, hai dimenticato di citare Mike Wilson... Assieme a Fullerton, uno dei pi? acerrimi rivali di Ayrton Senna ai tempi del kart. Anzi, se non ricordo male, in un intervista lessi che ? stato proprio il britannico 6 volte Campione del Mondo di kart il pilota che Ayrton riteneva il migliore.

 

Per quanto riguarda il significato del nome Ayrton o la sua traduzione non saprei proprio che dire, a me fa venire in mente un mix tra Aria e Tuono ma non credo sia il significato giusto...

Edited by DavideHill

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gio, hai dimenticato di citare Mike Wilson... Assieme a Fullerton, uno dei pi? acerrimi rivali di Ayrton Senna ai tempi del kart. Anzi, se non ricordo male, in un intervista lessi che ? stato proprio il britannico 6 volte Campione del Mondo di kart il pilota che Ayrton riteneva il migliore.

 

Il discorso di Mike Wilson fu tirato fuori dal padre di Montoya in un'intervista di qualche anno fa ma, per quanto ne so, fu presa per una bufala.

Io ho sempre e solo sentito parlare di Fullerton.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si Terry Fullerto e sopratutto e tutti Stefano Modena.

 

Ayrton chiedeva spesso, a inizio carriera ovvio, consigli a Modena.

 

Ma ve lo ricordate Stefano Modena prima di arrivare alla F1? Unico, non ce n'era per nessuno!

 

Ragast?s ( come se lo sapessi.....)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma ve lo ricordate Stefano Modena prima di arrivare alla F1? Unico, non ce n'era per nessuno!

 

Gi?, la pi? grande promessa dell'automobilismo italiano dai tempi di Ascari evaporata nel nulla.

 

Si disse che fu un fatto prettamente psicologico. Difficile da capire.

 

Qualche tempo fa ho sentito Alessandro Mariani raccontare questo aneddoto su Modena.

 

Monaco 1991.

Grazie ad una prestazione strepitosa, Stefano ottiene il 2? miglior tempo in qualifica con la Tyrrell-Honda (che montava i V10 dell'anno prima) a meno di mezzo secondo da Senna e si mette alle spalle Patrese, Piquet, Mansell, Berger e Prost: un capolavoro che lo riporta con la mente a quando in cui si prendeva a ruotate con Ayrton ai tempi del kart.

 

Prima del via confida a Mariani, all'epoca DS della BMS-Scuderia Italia: "Oggi lo voglio fare morire come allora. Se non riesco a scavalcarlo alla partenza, mi ci attacco dietro e spingo per vedere cosa succede."

 

Per i primi 4 giri Modena rimase praticamente in scia a Senna poi, per 3 giri consecutivi, Ayrton gir? mezzo secondo pi? veloce di Modena che, a sua volta, si avvantaggiava su Patrese che lo seguiva.

 

Dopo la gara Modena disse a Mariani: "Non ci potevo credere. Io ero impiccatissimo e lui mi dava mezzo secondo al giro. Mi veniva voglia di ritirarmi."

Share this post


Link to post
Share on other sites

×