Jump to content
Sign in to follow this  
brabham

Balestre E Le Superlicenze (sudafrica 1982)

Recommended Posts

Sulla controversa questione delle superlicenze mi restano alcuni dubbi, specialmente sulla gestione Balestre, che per come la conosco io, mi sembra veramente grossolana. C'? qualcuno che ne sa di pi??

 

Il 23 Gennaio 1982, il GP del Sudafrica, primo GP della stagione, rischi? di saltare per la spinosa questione delle superlicenze. Nel dicembre dell'81 fu inviato ai piloti un questionario da firmare e restituire alla federazione con alcune clausole capestro introdotte dalla FISA di Balestre e dalla FOCA di Ecclestone, in una delle rare occasioni che si trovavano d'accordo tra loro: pena l'esclusione dal mondiale, i piloti non dovevano ledere in alcun modo all'immagine delle due federazioni e dovevano comunicare con quale scuderia si impegnavano a correre e per quanto tempo. In Sudafrica avevano gi? firmato, accettando tali condizioni, 24 piloti su 31. Tra quelli che non avevano firmato c'erano Lauda (appena rientrato dopo due anni di ritiro), Pironi e Laffite. Fatte sentire le proprie ragioni ai colleghi e raggiunta l'unanimit?, Lauda e Pironi venivano eletti rappresentanti sindacali dei piloti, chiedendo un incontro con Balestre ed Ecclestone per il ritiro delle clausole. La prevista sessione di prove di venerd? saltava e nel contempo veniva approntata una sala riunione al Sunnyside Hotel, trasformato per l'occasione anche in dormitorio e bivacco per i piloti. Dopo alcune ore di estenuanti trattative, Lauda e Pironi la spuntavano e al sabato si tornava a correre (con una grandissima Renault RE30B in prima fila con Prost e Arnoux). Il giorno dopo il GP andava in scena regolarmente: vinceva Prost con Reutemann, al suo penultimo GP, secondo con una Williams molto sottopeso, e Arnoux terzo con l'altra Renault... Ma dopo il GP con un colpo di teatro Balestre sospendeva le licenze di tutti i corridori (!!!), salvo poi riabilitarli al GP successivo, accortosi che senza piloti i GP non potevano disputarsi (!?).

Share this post


Link to post
Share on other sites

I piloti erano contrariati perch? le loro licenze erano state emesse solo in relazione al loro team del momento, cosa che rendeva limitata la loro libert? di cambiare scuderia. Inoltre protestavano contro un'altra clausola che indicava che ogni commento o azione contraria ai regolamenti avrebbe potuto comportare la sospensine della licenza.

I piloti chiesero che queste clausole venissero subito modificate e il presidente del GPDA, Didier Pironi, present? la richiesta a Balestre e Ecclestone, capi di FISA (ex FIA) e FOCA.

Il gioved? prima della gara tutti gli iscritti al GP del Sudafrica si barricarono in un hotel, rimanendoci per 24 ore e dormendo su materassi sistemati nella sala conferenze.

Uniti dalla causa comune, alcuni piloti (rivali in pista) svilupparono un cameratismo mai visto prima sulle piste. Elio De Angelis e Gilles Villeneuve diedero spettacolo con un concerto improvvisato con pianoforte e tromba e gli altri che cantavano intorno.

Quando Lauda riceveva una telefonata da Pironi (che era al circuito a trattare), Gilles e Elio annunciavano la notizia con una marcia solenne.

Nel frattempo, tutti giocavano sul fatto di dover dormire insieme e Patrick Tambay disse che se Prost e Villeneuve avessero mai fatto un figlio, sarebbe stato il bambino pi? veloce al mondo.

Mentre da una parte si scherzava, dall'altra si continuava a trattare, fino a quando Balestre, dopo estenuanti discussioni, decise di trattare, lo sciopero fu revocato e venne dato il via alle prove.

Ecclestone imped? a Piquet di girare con la sua Brabham (adducendo una notte insonne per il brasiliano, cosa non vera) e Villeneuve se la prese molto dicendo che la gente nella stragrande maggioranza (Ferrari esclusa, ovviamente) veniva ai circuiti per vedere i piloti e non le macchine. Ci fu una discussione molto calda tra i due, che quasi fin? in rissa.

L'episodio di Kyalami si concluse con 10 mila dollari di multa per Villeneuve, Pironi, Patrese, Prost, Giacomelli e Laffite, mentre gli altri presero 5 mila dollari.

 

Fonte: Gilles Villeneuve - La vita di un pilota leggendario - di Gerald Donaldson

 

Spero di essere stato di aiuto e di aver raccontato un aneddoto magari ai pi? sconosciuto winky_smile.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×