Jump to content
Gilles Villeneuve

Gilles Villeneuve

Qual'? l'impresa dell' "Aviatore" che pi? vi ha entusiasmato?  

137 members have voted

  1. 1. Qual'? l'impresa dell' "Aviatore" che pi? vi ha entusiasmato?

    • G.P. Canada 1978 (Montreal) - Vittoria
      0
    • G.P. Sudafrica 1979 (Kyalami) - Vittoria
      1
    • G.P. Usa Ovest 1979 (Long Beach) - Vittoria
      0
    • G.P. Francia 1979 (Digione) - Duello con Arnoux
      65
    • G.P. Olanda 1979 (Zandvoort) - Giro su 3 ruote
      12
    • G.P. Usa Est 1979 (Watkins Glen) - Vittoria
      0
    • G.P. Monaco 1981 (Montecarlo) - Vittoria
      18
    • G.P. Spagna 1981 (Jarama) - Vittoria
      27
    • G.P. Canada 1981 (Montreal) - Ultimi giri con alettone rotto
      11
    • Altro (specificare)
      4


Recommended Posts

La testimonianza di gv27, bellissima e lo ringrazio, afferma che Gilles stava tirando. Questo lo ha scritto sul Corriere di oggi anche nestore Morosini. Io ero rimasto alla versione ufficialedel giro di rientro veloce per uscire di nuovo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gilles vive.

Vive nel cuore della gente che come noi ama questo sport e che non lo dimenticher? mai...

Come solo i miti sanno fare.






Salut Gilles !!!!

:cuoreinfranto:

Share this post


Link to post
Share on other sites

gilles non ti dimenticher? mai :piango::piango:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissima la tua testimonianza GV27, questo ci fa capire ancor di pi? che Gilles era uno che non mollava mai e poi mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per il contributo GV27

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi chiedo...esiste solo quel video dell'incidente?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso di si...

 

Gilles

 

 

Un grazie immenso a un mito di questo sport....

Share this post


Link to post
Share on other sites

sulla gazzetta dello sport ce' un articolo interessante e dice delle cose vere e un po' scomode che spesse ricordando il mito si omette di riportare..

 

gilles non era molto amato dai colleghi,in quanto ritenuto pericoloso,ancor meno dai giornalisti,e neanche dai "tecnici" della f.1.

 

in compenso era idolatrato dai tifosi,amatissimo dai propri meccanici e per enzo ferrari come un figlio.

molti sostengono che avesse incosciamente "adottato" villeneuve dopo la morte del figlio dino..

 

HANNO DETTO DI GILLES VILLENEUVE

 

Mauro Forghieri, dopo i primi Gran Premi sulla Ferrari:

"E' un ragazzo che far? grande strada, ? potente, aggressivo, irruente. Dategli un po' di tempo per abituarsi alla Formula 1 e lo vedrete salire sul podio"

 

Mauro Forghieri, dopo il GP di Francia 1981:

"Altri piloti per un po' girano piano piano, poi si lanciano. Gilles no, lui parte e va sempre al massimo, al cento per cento. In questa filosofia di guida un errore ? sempre possibile. Quando hai un pilota che fa dell'impeto e del temperamento le proprie armi tecnico-tattiche, allora devi accettare da lui anche la possibilit? che esca di pista"

 

Riccardo Patrese nel 1981, dopo la partenza zigzagante di Villeneuve al GP di Las Vegas:

"Se rischia la pelle sono fatti suoi, in corsa. Ma non pu? mettere a rischio la vita di tutti in partenza, quando siamo in gruppone"

 

Enzo Ferrari nel 1981, nella tradizionale conferenza stampa di bilancio della stagione:

"Vorrei sapere chi, fra quelli che lavorano nella Formula 1 che disegnano macchine, che corrono o che scrivono, non commette mai un errore. Pu? darsi che abbia commesso delle ingenuit?: ma quando un pilota, a Montecarlo, fa parlare della Ferrari come di una macchina da Mondiale e riesce ad arrivare sulla copertina del "Times", sette milioni e mezzo di copie, allora vuol dire che qualcosa rappresenta. Villeneuve mi sta bene cos? com'?, con le sue esuberanze e gli incomprensibili rischi che corre. Lui soddisfa il pubblico, ? come un attore, logicamente va alla ricerca dell'applauso: in fondo si recita per questo"

 

Enzo Ferrari, dopo la sua morte:

"Gilles? Con la sua generosit?, con il suo ardimento, con la sua capacit? "distruttiva" che aveva nel pilotare le macchine, macinando semiassi, cambi di velocit?, frizioni, freni, ci insegnava cosa bisognava fare perch? un pilota potesse difendersi in un momento imprevedibile, in uno stato di necessit?. E' stato un campione di combattivit? e ha regalato, ha aggiunto tanta notoriet? alla Ferrari. Io gli volevo bene"

 

Beppe Gabbiani, dopo la sua morte:

"Certe volte lo incontravo in auto a Montecarlo, facevamo un paio di ca**ate, un testacoda per divertirci. Lui mi sorrideva e mi salutava. Certe altre volte non si accorgeva di me neppure guardandomi in faccia. Ragazzo strano, Gilles, ma buono"

 

Ennio Mortara, collaboratore di Enzo Ferrari, dopo la sua morte:

"E' stato un gran perodo, alloggiavamo insieme in un albergo a due passi dala fabbrica e dalla pista di Fiorano. Facevamo colazione assieme e cenavamo pure assieme. Il solo fatto di correre per la Ferrari gli procur? degli sponsor. E con gli sponsor vennero i primi soldi. Ma mi resi ben presto conto che a lui il denaro non mi interessava proprio. La Matras, una ditta di abbigliamento di Carpi che lo sponsorizz? per prima, dovette dare a me i soldi con la preghiera di girarglieli perch? lui non si decideva ad andarli a prendere"

 

Ennio Mortara, collaboratore di Enzo Ferrari, dopo la sua morte:

"Tra Long Beach e Monaco, o subito Monaco, era comunque primavera inoltrata del 1978, gli dissi "Senti Gilles, mi devi fare una promessa: porta la macchina al traguardo, non importa in quale posizione, ma arriva alla fine. Fallo per Ferrari!" Lui mi guard? e mi strinse un occhio "Okay" mi disse e mi batt? la mano su una spalla"

 

Mauro Forghieri, dopo il titolo mondiale di Jacques Villeneuve:

"Gilles aveva un grande talento, molto pi? del figlio. Per? era forse meno scaltro, intelligente."

 

Clay Regazzoni, dopo il titolo mondiale di Jacques Villeneuve:

"Gilles era un grande talento che rimase inespresso. Guidava come un bambino e nessuno ha mai tentato di fargli capire come si gestivano quelle macchine. Anche perch? a Maranello gli era tutto permesso"

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un piccolo test che si

pu? fare in un attimo

cominciando dalla persona

che avete a fianco. Basta

chiedere ?Conosci Villeneuve?

?. Se vi dice ?Certo: 7651

Villeneuve, l'asteroide del sistema

solare scoperto nel

1988, che ha un'orbita con

un'eccentricit? di 0,142, inclinata

di 9,217? rispetto all'eclittica!

? certamente ? un appassionato

di astronomia, anche

abbastanza fissato. Se vi risponde

?Naturalmente! Pierre-

Charles-Jean-Baptiste de

Villeneuve, il contrammiraglio

che comandava la flotta francese

alla battaglia di Trafalgar

e che fu sconfitto da Nelson!?

allora ? un appassionato di

storia, di marineria, di Napoleone

o di qualche altro di

questi affascinanti argomenti.

Vi potr? intrattenere anche

per 5, 6 ore su cose attuali

come le strategie Napoleoniche

e l'arruolamento coatto

nella Marina inglese nel 18?

secolo. Qualcuno, se ? della

Val d'Aosta o ci va in vacanza

risponde che ? un comune all'imbocco

della Valsavarenche.

Qualcuno giovane e appassionato

di Formula 1 vi risponde

che Jaques Villeneuve ? un pilota

che ha anche vinto il campionato

mondiale. Qualcuno

invece vi dice subito ?Gilles??

e magari accenna a commuoversi

al ricordo del pi? folle,

simpatico, meraviglioso e sfigato

pilota della Ferrari. Allora

ditegli che, anche se sembra

ieri, questo maggio sono

25 lunghissimi anni da quando

Gilles se ne ? andato, sulla

sua rossa numero ventisette.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi segnalo su Autosprint n? 19 di questa settimana ben 24 pagine sul mito VILLENUEVE : GILLES C'E' :aham:

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito del tragico incidente di Zolder: ? strano che non ci siano fotografie dell'incidente; voglio dire, tutte le immagine mostrate sono state prese dalle immagini televisive, che oltretutto sono decisamente incomplete e mostrano l'incidente solo in parte.

Non sono mai uscite fuori immagini fatte da qualche fotografo o tifoso che si trovava a bordo pista quel tragico 8 maggio '82?

Share this post


Link to post
Share on other sites
A proposito del tragico incidente di Zolder: ? strano che non ci siano fotografie dell'incidente; voglio dire, tutte le immagine mostrate sono state prese dalle immagini televisive, che oltretutto sono decisamente incomplete e mostrano l'incidente solo in parte.

Non sono mai uscite fuori immagini fatte da qualche fotografo o tifoso che si trovava a bordo pista quel tragico 8 maggio '82?

 

se esistono sembra che fino oggi non siano mai saltate fuori...

Share this post


Link to post
Share on other sites
A proposito del tragico incidente di Zolder: ? strano che non ci siano fotografie dell'incidente; voglio dire, tutte le immagine mostrate sono state prese dalle immagini televisive, che oltretutto sono decisamente incomplete e mostrano l'incidente solo in parte.

Non sono mai uscite fuori immagini fatte da qualche fotografo o tifoso che si trovava a bordo pista quel tragico 8 maggio '82?

 

su you tube trovi dei video in cui il commissario di pista fa cenno al dottore di accorrere.poi arrivano i medici.uno gli fa la respirazione bocca a bocca uno il massaggio cardiaco.poi viene caricato su una station wagon.

 

comunque la cosa piu' strabilinate e toccante e' che gilles non riporto' il minimo graffio sul volto.il suo viso era intatto.sul famoso libro "gilles vivo" ce' la foto di gilles composto nel letto mortuario e sotto ce' scritto "sembra un bambino addormentato".in effetti sembra prorpio cosi,sembra che dorma tranquillamente

Share this post


Link to post
Share on other sites
A proposito del tragico incidente di Zolder: ? strano che non ci siano fotografie dell'incidente; voglio dire, tutte le immagine mostrate sono state prese dalle immagini televisive, che oltretutto sono decisamente incomplete e mostrano l'incidente solo in parte.

Non sono mai uscite fuori immagini fatte da qualche fotografo o tifoso che si trovava a bordo pista quel tragico 8 maggio '82?

 

su you tube trovi dei video in cui il commissario di pista fa cenno al dottore di accorrere.poi arrivano i medici.uno gli fa la respirazione bocca a bocca uno il massaggio cardiaco.poi viene caricato su una station wagon.

 

comunque la cosa piu' strabilinate e toccante e' che gilles non riporto' il minimo graffio sul volto.il suo viso era intatto.sul famoso libro "gilles vivo" ce' la foto di gilles composto nel letto mortuario e sotto ce' scritto "sembra un bambino addormentato".in effetti sembra prorpio cosi,sembra che dorma tranquillamente

 

il video a cui ti riferisci credo che sia questo http://www.youtube.com/watch?v=74Z8V8RvRX0# :piango:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che un modo per ricordarlo sia anche ascoltando canzoni a lui dedicate,io ho sentito quella del figlio jacques che canta con la sorella ,? molto bella e dolce,le parole sono importanti e si vede che ? stata scritta dai figli

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Achille Varzi

Non e' cosi' strano che non ci siano molte foto dell'incidente di Gilles. In quegli anni la F1 non era ancora un fatto mediatico cosi' enorme (le prove per esempio, quel giorno non erano nemmeno in diretta, in Italia), le telecamere sulla pista erano il minimo necessario per seguire il GP. Non c'erano macchine fotografiche digitali, e comunque i tifosi facevano meno foto. E Zolder non e' come imola, non c'erano 200 mila persone. Altri incidenti di quegli anni sono pochissimo documentati. Quello che costo' la paralisi a Rega nell'80 a Long Beach, ci aspetteremmo che a Los Angeles ci sia sempre qualcuno con una macchina fotografica, e invece...

Quello di Pironi idem. Era un mondo pre-grande fratello.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non e' cosi' strano che non ci siano molte foto dell'incidente di Gilles. In quegli anni la F1 non era ancora un fatto mediatico cosi' enorme (le prove per esempio, quel giorno non erano nemmeno in diretta, in Italia), le telecamere sulla pista erano il minimo necessario per seguire il GP. Non c'erano macchine fotografiche digitali, e comunque i tifosi facevano meno foto. E Zolder non e' come imola, non c'erano 200 mila persone. Altri incidenti di quegli anni sono pochissimo documentati. Quello che costo' la paralisi a Rega nell'80 a Long Beach, ci aspetteremmo che a Los Angeles ci sia sempre qualcuno con una macchina fotografica, e invece...

Quello di Pironi idem. Era un mondo pre-grande fratello.

 

DI QUALCHE INCIDENT incidente mortale non esistono immagini di nessun tipo,depallier e cevert ad esempio.

 

l'incidente di pironi e' accaduto il sabato mattina,nel 1982 le prove libere non venivano riprese in molti gran premi.tifosi con telecamere ce n'erano veramente pochissimi.mi sembra che neanche l'incidente di donnelly sia stato ripreso jerez 90'

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non e' cosi' strano che non ci siano molte foto dell'incidente di Gilles. In quegli anni la F1 non era ancora un fatto mediatico cosi' enorme (le prove per esempio, quel giorno non erano nemmeno in diretta, in Italia), le telecamere sulla pista erano il minimo necessario per seguire il GP. Non c'erano macchine fotografiche digitali, e comunque i tifosi facevano meno foto. E Zolder non e' come imola, non c'erano 200 mila persone. Altri incidenti di quegli anni sono pochissimo documentati. Quello che costo' la paralisi a Rega nell'80 a Long Beach, ci aspetteremmo che a Los Angeles ci sia sempre qualcuno con una macchina fotografica, e invece...

Quello di Pironi idem. Era un mondo pre-grande fratello.

 

DI QUALCHE INCIDENT incidente mortale non esistono immagini di nessun tipo,depallier e cevert ad esempio.

 

l'incidente di pironi e' accaduto il sabato mattina,nel 1982 le prove libere non venivano riprese in molti gran premi.tifosi con telecamere ce n'erano veramente pochissimi.mi sembra che neanche l'incidente di donnelly sia stato ripreso jerez 90'

Di Depailler -tra l'altro accaduto durante test privati- esistono diverse foto delle immediate conseguenze. Di Cevert ci sono le foto della macchina sul rail. Di Donnelly le foto ci sono. Quello che anche a me sembra strano ? che von si sia nemmeno una foto dell'incidente anche se ci sono tante immagini delle immediate conseguenze, quindi qualcuno che fotografava c'era. Forse sono state nascoste come d'altra parte quelle di Senna. Non mi sembra di ricordare molte immagini fuori da quelle del filmato televisivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×