Jump to content
Sign in to follow this  
chatruc

Le Vetture Del 1989

Recommended Posts

Il 1989 fu il vero inizio della nuova era aspirata della F1. Nel biennio '87/'88 i motori atmosferici erano stati reintrodotti ma erano utilizzati soltanto dai team minori, tranne la Benetton che utilizz? un Cosworth DFR nel 1988.

 

Da un anno all' altro le vetture diventarono estremamente snelle e parecchio pericolose in alcuni casi.

 

La McLaren Mp4/5 fu una delle vetture che non sacrificava la sicurezza in nome della prestazione. Infatti non aveva serbatoi laterali e l' abitacolo non era tanto angusto. Il motore ed altre componenti della vettura furono a lungo collaudate da Ayrton Senna, Alain Prost ed Emanuele Pirro sulla Mp4/4B, quella del 1988 con il nuovo motore atmosferico. Fu la macchina da battere anche se non ebbe il dominio assoluto dell' anno precedente, nato da condizioni particolari. L' unico neo della monoposto era il cambio trasversale che all' inizio non era affidabile, quindi fu montato il vecchio longitudinale.

 

user posted image

 

Come prestazione pura e numero di vittorie seguiva la Ferrari F1'89, meglio conosciuta come 640 (numero di progetto). Si trattava di una "messa in bella" della 639 sperimentale a lungo collaudata da Robetro Moreno e che non era stata progettata con l' uso della galleria del vento. Il suo pro e il suo contro era lo stesso: il nuovo cambio semiautomatico, definito da John Barnard, ma progettato da Jean Jacques His nel 1986, che a sua volta lo aveva ripreso da Mauro Forghieri che nel 1979 fece questo esperimento. Questo dispositivo era una grande vantaggio prestazionale ma era troppo inaffidabile, anche se vinse per miracolo al debutto. Il telaio della macchina era ottimo ma il motore era inferiore complessivamente all' Honda.

user posted image

La vettura montava tre serbatoi, di cui due laterali, che scatenarono il rogo di Imola sulla vettura di Berger.

user posted image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra il 1989 ed il 1994 furono progettate le vetture pi? "estreme" sotto il profilo aerodinamico. Piccole, strettessime e dal passo corto, erano pi? che altro dei veri e propri "proiettili" lanciati a velocit? raccapricciante.

Vere antesignane dela nuova era furono la Benetton B188 e la March 881, entrambe del 1988.

Furono queste due vetture a fare scuola, pi? della McLaren MP4/5 e la Ferrari 640. La prima era un'evoluzione della vettura 1988, senza dubbio non il massimo, ma un telaio onesto per il formidabile Honda. Molto pi? interessante la vettura di Barnard, ma per strani motivi non fece scuola.

Scuola, invece, fecero le vetture nate dal genio Rory Byrne e di Adrian Newey.

user posted image

user posted image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra i primi imitatori di Adrian Newy, la Lotus 101 motorizzata judd: siamo nel 1989 e qui c'? Piquet alla guida...

user posted image

e qui in un disegno

user posted image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ste vetture erano veramente fantastiche, attaccate all'asfalto.Opere d'arte in tutti i sensi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un p? pi? "fiacca" la Williams-Renault quell'anno, anche se fu il punto di partenza dopo lo "scippo" degli Honda da parte della McLaren (una triste storia).

La FW13 debutt? tardi e colse una vittoria fortunosa sotto la pioggia in Australia (in Canada, invece, correva ancora la FW12 del 1988). Continu? poi nel 1990 e colse altre due vittorie, senza per? impressionare pi? di tanto. La svolta nel 1991 con l'arrivo di Newey....

user posted image

Qui guidata da ptrese nel 1990 mentre precede Prost a Le Castellet (vinta poi dal francese)...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT: a chi piace la Renault turbo del 1983? a me fa impazzire...

user posted image

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tra i primi imitatori di Adrian Newy, la Lotus 101 motorizzata judd: siamo nel 1989 e qui c'? Piquet alla guida...

88105[/snapback]

 

Ma questa Lotus non fu competitiva, nonostante la testata Tickford a cinque valvole per il motore Judd. Infatti nessuna delle due vetture si sono qualificate a Spa.

 

Questa ? la Willliams nella prima parte dell' anno, con la vettura del 1988 modificata per alloggiare il motore Renault. C'? da dire che nonostante fosse meno performante, la Williams arriv? seconda nel mondiale del 1989. Sia Riccardo Patrese che Tierry Boutsen fecero una bella stagione.

user posted image

 

Questa ? invece la bellissima Benetton Ford Cosworth a 75 gradi che vinse in Giappone con Alessandro Nannini dopo la squalifica di Senna. Nella foto compare Johnny Herbert che debutt? in Brasile, nonostante caminasse con l' ausilio delle stampelle, con un ottimo quarto posto. Herbert fu sostituito nel corso della stagione da Pirro in alcune gare, mentre il collaudatore era Johnny Dunfries, ex tester della Ferrari.

user posted image

 

Ecco invece la March di Adrian Newey con Ivan Capelli, l' altro pilota era Mauricio Gugelmin, che arriv? terzo nel Gp del Brasile a Rio.

 

user posted image

Share this post


Link to post
Share on other sites
user posted image

Questo ? l'incidente di Berger a Imola

Qui il video.

Ma cosa fu dovuto l'incidente, perch? ? davvero strano, mio padre dice che la colpa fu proprio del cambio semiautomatico (ma non so se credere alla sua ipotesi).

Share this post


Link to post
Share on other sites
user posted image

Questo ? l'incidente di Berger a Imola

Qui il video.

Ma cosa fu dovuto l'incidente, perch? ? davvero strano, mio padre dice che la colpa fu proprio del cambio semiautomatico (ma non so se credere alla sua ipotesi).

88197[/snapback]

perse l'alettone posteriore,lo dimostrano i fatti ,per fare un incidente al tamburello bisognava avere una rottura meccanica

Share this post


Link to post
Share on other sites
user posted image

Questo ? l'incidente di Berger a Imola

Qui il video.

Ma cosa fu dovuto l'incidente, perch? ? davvero strano, mio padre dice che la colpa fu proprio del cambio semiautomatico (ma non so se credere alla sua ipotesi).

88197[/snapback]

perse l'alettone posteriore,lo dimostrano i fatti ,per fare un incidente al tamburello bisognava avere una rottura meccanica

88313[/snapback]

Mah, ho rivisto il video, l'ho fermato fotogramma per fotogramma e, per quato la qualit? faccia pena, a me sembra che l'alettone posteriore ci sia, forse si ruppe quello anteriore, (il che spiegerebbe perch? la Ferrari ? partita dritta per la tangente).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
user posted image

Questo ? l'incidente di Berger a Imola

Qui il video.

Ma cosa fu dovuto l'incidente, perch? ? davvero strano, mio padre dice che la colpa fu proprio del cambio semiautomatico (ma non so se credere alla sua ipotesi).

88197[/snapback]

perse l'alettone posteriore,lo dimostrano i fatti ,per fare un incidente al tamburello bisognava avere una rottura meccanica

88313[/snapback]

Mah, ho rivisto il video, l'ho fermato fotogramma per fotogramma e, per quato la qualit? faccia pena, a me sembra che l'alettone posteriore ci sia, forse si ruppe quello anteriore, (il che spiegerebbe perch? la Ferrari ? partita dritta per la tangente).

88328[/snapback]

 

effettivamente pensavo anch'io che la vettura avesse perso l'alettone anteriore, ma lessi (non ricordo dove) che perse il posteriore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Effettivamente fu l'alettone anteriore a volare. Forse e'meglio se quando quotate post con foto togliete la foto dal quote perche'la lettura del topic risulta pesante...e'solo un consiglio smile.gif

 

Dopo aver cominciato la stagione con la vettura del 1988, la Tyrrell Ford Cosworth corse con una bellissima monoposto con Johnathan Palmer e Michele Alboreto che dal Gp di Francia fu sostituito da Jean Alesi (nella foto), quinto nel suo primo Gp in carriera.

user posted image

Un'altra bella vettura era l'Arrows Ford Cosworth che corse con Eddie Cheever e Derek Warwick. La vettura seguiva l' andamento della March dell'anno predente che fece scuola.

user posted image

Segue la carrellata di immagini con la Brabham Judd guidata da Stefano Modena, nella foto,e Martin Brundle. Si trattava del ritorno della casa inglese che non aveva corso nel 1988. Per questo motivo entrambi i piloti dovevano fare le prequalifiche ma non avevano problemi a passarle, visto che la vettura di Sergio Ringland si comportava molto bene.

user posted image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissimo questo forum le macchine 89 - 94 erano le mia preferite e la loro storia ? stupenda se volete continuatela che ? veramente bella...Ma una domanda: perch? l'aerodinamica cambia cosi tanto a partire dal 1994/95 con i musi cosi alti e le vetture meno "proiettili"? (io personalmente le odiavo.. le vetture post 1994 non mi sono pi? piaciute anche se negli ultimi anni hanno abbassato in giu il muso e sono un po migliorate)

Share this post


Link to post
Share on other sites

a differenza di adesso ,la camel era molto presente (lotus,tyrrell,williams),ora invece noto che il marchio ? presente solo in motogp con le moto del team pons.

le due vittorie della williams e le due della ferrari non devono far pensare a un maggior riequilibrio delle forze,le mclaren erano di gran lunga le pi? forti con qualche cenno di ripresa da parte delle rosse che comunque un anno d'intermezzo per affinare bene il nuovo cambio e per prepararsi adeguatamente per il 1990 dove ,con l'arrivo di prost, avrebbero dovuto contrastare il dominio mclaren(e ci riuscirono ampiamente).

Share this post


Link to post
Share on other sites

mettiamo i puntini sulle i ( il mio sport preferito): la Ferrari vinse tre GP (Mansell a Rio e Budapest, Berger a Estoril). La Camel sponsorizzava la Lotus principalmente e diversi piloti come Joachim Winckelhock sull' AGS. La Tyrrell adotto' i colori Camel con l' arrivo di Alesi. La Williams era in misura minore sponsorizzata dalla Barclays. La Camel arrivo'nel 1991, anno in cui ?l marchio della Reynolds passo' dalla Lotus alla Benetton. Incredibile la Marlboro che sponsorizzava McLaren, Ferrari, Scuderia Italia, RIAL, Onyx piu'alcuni altri piloti.

 

Dopo il 1994 fu abbassato l'alettone posteriore di 20 cm e alzato l'anteriore di 5 cm, mentre le pance diventavano sempre piu' grosse. Per questo le vetture avevano quella forma particolare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mettiamo i puntini sulle i ( il mio sport preferito): la Ferrari vinse tre GP (Mansell a Rio e Budapest, Berger a Estoril). La Camel sponsorizzava la Lotus principalmente e diversi piloti come Joachim Winckelhock sull' AGS. La Tyrrell adotto' i colori Camel con l' arrivo di Alesi. La Williams era in misura minore sponsorizzata dalla Barclays. La Camel arrivo'nel 1991, anno in cui ?l marchio della Reynolds passo' dalla Lotus alla Benetton. Incredibile la Marlboro che sponsorizzava McLaren, Ferrari, Scuderia Italia, RIAL, Onyx piu'alcuni altri piloti.

 

88425[/snapback]

 

grazie per le precisazioni ,ma io facevo riferimento pi? al periodo che all'anno 1989

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bellissimo questo forum le macchine 89 - 94 erano le mia preferite e la loro storia ? stupenda se volete continuatela che ? veramente bella...Ma una domanda: perch? l'aerodinamica cambia cosi tanto a partire dal 1994/95 con i musi cosi alti e le vetture meno "proiettili"? (io personalmente le odiavo.. le vetture post 1994 non mi sono pi? piaciute anche se negli ultimi anni hanno abbassato in giu il muso e sono un po migliorate)

88423[/snapback]

Anche io la penso come te. Erano anni di grande libert? nella progettazione aerodinamica. In pi?, con la fine del turbo, erano ridottissimi i margini di miglioramento ottenibili con i motori.

Dopo le tragedie del 1994 furono posti molti vincoli alla ricerca aerodinamica, come al solito per calmierare gli evidenti eccessi. Le forme dal 1995 in poi sono quasi obbligate: se ci fai caso non c'? stato pi? alcun "salto" ma solo opera di affinamento continuo. I miglioramenti di prestazione furono, tra l'altro, ridottissimi tra il 1995-1997. i primi "salti" sono avvenuti nel 1998 e, in misura maggiore dal 2001, con le "guerre" degli pneumatici...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Continuo la rassegna delle prime monoposto della nuova era aspirata con l' Osella Ford Cosworth, vettura che doveva disputare le prequalifiche ma che in pi? occasioni ? riuscita ad entrare in griglia. Peccato che non avesse il sostegno ufficiale della Pirelli che invece era appannaggio di Brabham, Zakspeed, Minardi e Dallara.

 

ecco la monoposto di Nicola Larini e Piercarlo Ghinzani. Questi lasci? la F1 a fine stagione molto arrabbiato con il sistema delle prequalifiche: eccolo

user posted image

 

Come l' Osella, ma con il posto guida pi? sdraiato, c'era l' Arrows Ford Cosworth che seguiva la moda delle monoposto affusolate come la March. I piloti furono i "soliti" Eddie Cheeber e Derek Warwick (nella foto)

 

user posted image

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ringrazio per la bella e nostalgica carrellata.

Volevo pero' precisare che la Ferrari dell'89 non era molto inferiore alla Mclaren.

Vinse 3 gran premi, non 2.

I tre erano: Brasile, Budapest ed Estoril. Tre piste che per il caldo e conformazione, sono sempre state a pannaggio delle vetture col telaio migliore. Aggiungete il secondo posto di Mansell in francia partito dai box, quello in Inghilterra a 3 secondi da Prost, le belle gare del Messico, del Canada, della Germania, del Belgio, dell'Australia... un sacco di punti buttati al vento per via del cambio semiautomatico! Ed una mano la diede anke Berger visto che alla 13 gara ci si rese conto che l'austriaco durante le cambiate non staccava mai l'accelleratore e trucidava il gia' fragile meccanismo! Risolto il mistero dei sui 12 ritiri cossegutivi (12.. altri tempi), ecco che l'austriaco vince in Portogallo ridicolizzando, lui e Mansell, lo squadrone di Ron Dennis.

Certo x il titolo ci sarebbe stato poco da fare, ma la vettura aveva un telaio fantastico.

Solo la March progettata da Neway (o come si scrive) era probabilmente superiore. Tra l'altro la Williams che qualche anno dopo stravinse gli assomoglia davvero molto..

Tornando alla Ferrari l'anno seguente fu infatti quasi mondiale. Ma quando non si rema tutti dalla stessa parte non si vince.

E cosa devo pensare quando leggo di certi tifosi Ferrari che odiano il crucco e dicono: non tifo ferrari finche' c'e' lui, preferivo il periodo quando c'erano Alesi, Prost... ?

Preferivate 12 ritiri di fila e forse una vittoria?

Mistero della fede..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

E cosa devo pensare quando leggo di certi tifosi Ferrari che odiano il crucco e dicono: non tifo ferrari finche' c'e' lui, preferivo il periodo quando c'erano Alesi, Prost... ?

Preferivate 12 ritiri di fila e forse una vittoria?

Mistero della fede..

 

E tu li stai pure a sentire ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×