Jump to content
Chiappinik

Gp Italia 1978

Recommended Posts

IO HO PROVATO A GUARDARE UN PO,XCH? LE VICENDE DI RONNIE PETERSON SONO MOLTO-MOLTO VARIE,UNA DIVERSA DALL'ALTA ECC.......IO HO LETTO (ED ECCO QUI SOTTO DA DOVE)CHE RONNIE GIA PRIMA DI ESSERE OPERATO,DELL'EMBOLIA CHE L'HA PORTATO ALLA MORTE ECC......ERA BEN MASSACRATO E DUBITO CHE SE NN CI AVESSE LASCIATO ORA SAREBBE QUI FELICE E CONTENTO CHE SALTELLA COME UN GRILLO!!!!!! biggrin.gif CMQ FATTO STA CHE NN ? STATO FATTO MOLTO X SARLARLO,IL MEDICO CHE SI BEVE IL CAFF? AL BAR,LA POSSIBILITA DI INDIVIDUARE IN TEMPO ED EVITARE L'EMBOLIA ECC.....FATTO STA CHE RONNIE NN ? + TRA NOI.E GUARDA A CASO QUELL'IMBECILLE DI COLIN CI DEVE METTERE LO ZAMPINO,LEGGETE E CAPIRETE:

 

Gli piaceva osservare i pesciolini del suo acquario.Quel piccolo mondo fatto solo di colori e nessun suono, lo affascinava e lo rilassava.Non divent? mai campione del mondo, per sfortuna o, forse, per una misteriosa congiuntura del destino.

Nato il 14 febbraio 1944 a Orebro, Svezia, cominci? come tanti, con i kart.In una corsa aveva il numero 41, l'italiano Sala il numero 1.Il numero 41 era un trampoliere nel nido, un gomitolo quasi, perch? non sapeva dove mettere le sue lunghe gambe.Il numero 1, uomo di Lilliput, era invece deciso e aggressivo.Vinse Peterson.Gli addetti ai lavori si chiedevano come facesse ad andare cos? veloce.Sui kart impar? l'arte del controsterzo e, controsterzando, arriv? in F.3 e vinse nel 1969 il G.P. di Monaco che ? l'anticamera della F.1.Ancora una volta tutti si chiedevano come facesse ad essere cos? veloce.Il Montjuich, in Spagna, era un circuito per i curvatori di ventura che sapevano andare oltre il limite.Su un tratto in discesa, con curve e controcurva, lui sapeva infliggere decimi di secondo ogni giro ai suoi grandi rivali, Stewart e Fittipaldi.Quando alla Lotus lo costrinsero a fare in numero due di Andretti, lui accett? ma quando, durante le prove ufficiali di un gran premio, gli montarono delle gomme vistosamente inadatte, lui si lanci? in pista e segn? il record.Appena fermo ai box, ancora in macchina, alz? il dito medio verso Colin Chapman che l'aveva umiliato.Un giornalista faceva notare davanti alla televisione, il modo in cui vinse il gran premio d'Italia 1976.Lauda guidava la sua Ferrari respirando piano e sanguinando sotto il casco(era la sua prima corsa dopo il rogo del Nuerburgring);Hunt si piantava nella sabbia nel tentativo di rimontare;Regazzoni inseguiva invano il sogno di vincere per la terza volta sulla pista a lui pi? cara;l'asfalto era viscido ma Peterson sembrava libero da ogni problema di aderenza e costruiva la sua vittoria vanificando la resistenza degli avversari.

Debutta a Monaco il 10 maggio 1970, nel 1971 ? vice campione del mondo e sfiora la vittoria, per un centesimo di secondo, nel gran premio d'Italia, il pi? veloce della storia, 246 Km/h.Nel 1972 vince, con la Ferrari, la 1000 km di Buenos Aires e, finalmente, nel 1973 la prima vittoria in F.1, in Francia l'1 luglio, alla fine del mondiale fu, di nuovo, vice campione.Seguiranno altre nove vittorie, in mezzo, piazzamenti, ritiri e incidenti."Crashed", cos? ? scritto nelle classifiche."Crashed" al Cristal Palace,"Crashed" al Maillory park dove la sua March F.2 decoll? su un terrapieno proprio in faccia a un pubblico ipnotizzato dalla sorpresa e dallo spavento."Crashed" a Silverstone.Tuttavia il suo albo d'oro non registra i suoi "Crashed" interiori, quando dovette scontrarsi non con terrapieni n? con guard rail ma con l'incomprensione e l'inadeguatezza meccanica che fece nascere lo slogan:il pilota giusto sulla macchina sbagliata.Pareva che tutta la vita di Peterson fosse dominata dall'attesa perch?, con gli anni, la sua storia era diventata sempre pi? incomprensibile, dato che i successi che le sue doti invocavano, non arrivavano.Anche Ferrari, dopo avergli affidato una sua vettura sport, non volle saperne di dargli una F.1.E Ronnie si portava dietro tutto quanto con leggerezza anche se il suo sguardo era sempre pi? malinconico e rassegnato.Arriv? a quel gran premio d'Italia, il 10 settembre 1978, sempre pi? solo con se stesso.Chapman gli aveva fatto un'altro sgarbo affidandogli una Lotus vecchia di un anno per paura che desse fastidio a Andretti, il campione predestinato.Babro, la moglie, era lontana con la figlia Nina e anche il suo orso portafortuna, che teneva sempre nell'abitacolo, quel giorno non c'era.Fu un gran premio di trecento metri.Si partiva da una strada larga che stringeva all'avvicinarsi della prima variante.Ronnie s'infil? nell'imbuto con macchine davanti,dietro, a destra e a sinistra.Accadde qualcosa e fu ancora "Crashed".Dal groviglio spuntarono le fiamme ma lo tirarono fuori in tempo, la sua macchina era ridotta a brandelli.Finalmente lo portarono via in barella e Ronnie alz? un'ultima volta la testa per guardarsi la gamba fratturata in sette punti.All'ospedale gli riscontrarono ustioni e altre fratture, lo operarono subito e l'intervento dur? sette ore.Alle 4.30 del mattino sopravvenne una grave crisi respiratoria e renale.Alle 7 non c'? pi? speranza e alle 10.10 Ronnie Peterson era ormai un ricordo.Con glaciale freddezza Colin Chapman comment?: "Succede".Mario Andretti, il compagno di squadra, entr? nel cortile dell'ospedale, gli dettero la notizia e non scese neppure dall'auto.Sui giornali tanti articoli contro le corse con foto di Peterson in prima pagina.In quel mare di parole inutili e ipocrite Ronnie pare affondare nel suo acquario dove il riflesso del suo viso si mescola ai pesciolini rosso e oro.Un mondo piccolo, fatto solo di colori e nessun suono. LETTO DA FORMULA NEWS

 

ADDIO RONNIE SEI UN MITO!!!!!! broken_heart.gif

COLIN PERCH? NN SEI ANDATO A ZAPPARE LA TERRA!!!!!!!SARAI STATO UNO COLTO,PER LE INNOVAZIONI SPETTACOLARI PORTANTE AL MONDO DELLA F1,MA SEI ANCHE UN GRAN IMBECILLE!!!!!!! angry_smile.gif

 

CIAO nippon5_15.gif

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Markese2005

Buongiorno,

volevo solo aggiungere un aneddoto a quanto ? stato detto da tutti voi a proposito dell'embolia, dell'operazione subita da Ronnie. Qualche anno fa ho avuto occasione di conoscere di persona Arturo Merzario, che durante l'incidente fu tra i primi a estrarre Peterson dai rottami della lotus.

Mi disse: "Peterson si sarebbe SICURAMENTE salvato se i chirurghi si fossero limitati ad amputare ci? che dovevano amputare. Ma siccome era Peterson, nessun medico si prese la responsabilit? di farlo, perch? si sarebbero giocati la carriera e cos? intrapresero la strada ardua se non impossibile nel 78 di ricomporre quello che ai tempi non si poteva ancor fare." Ricordiamoci che Pironi si ? salvato la gamba ma ben 4 anni dopo, e la chirurgia aveva gi? fatto passi da gigante...

Vorrei tanto poter visionare i filmati (so che ce ne sono + di uno,) Qualcuno mi sa dire dove li recupero, oppure se gentilmente me li pu? far avere tutti? GRAZIE. Contattatemi pure alla e.mail marchese2005@yahoo.it

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Achille Varzi

Per quanto riguarda la storia di Peterson boicottato dalla Lotus. Non cen'era affatto bisogno, non fino a quel punto. Ronnie era incazzato ma leale. In tre gare precedenti quell'anno era diligentemente rimasto dietro a Andretti, anche quando la macchina di quest'ultimo aveva qualche problema. Furono tre doppiette che contarono molto per il mondiale di Mario.

Addirittura una volta fece la pole con le gomme da gara perche' Chapman non gli voleva dare quelle da qualifica. Lui rientro' ai box con il dito medio alzato. Ma in gara non sgarro' mai.

Comunque non pensiamo che a Andretti il mondiale sia stato regalato, non lo chiamavano "piedone" per niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Ayrton4ever

S?, vorrei anch'io spezzare una lancia a favore di Andretti che qui fa la figura di quello che in carriera ha solo boicottato Peterson, come Senna che in carriera ha avuto solo dei fermi e ha boicottato De Angelis. Andretti era Piedone uno che ? arrivato dagli States in F.1 e per prima cosa ha fatto la Pole alla prima gara (impresa ripetuta da Jacques Villeneuve), insomma Peterson ha avuto un controllo di macchina leggendario ma Andretti non era Takuma Sato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate, ma oltre alla visuale dal davanti, una volta penso di aver visto il video dell'incidente da dietro al gruppo..

 

Qualcuno ha un video simile??? huh.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

da dietro ,nn l'ho proprio mai visto,ho visto dal difianco,su Nuvolari nel riassunto della stagione 1978,le immagini erano ben chiare,ma di Peterson nn si vede molto,perch? ? inquadrata dalla parte dei box,si vede una maccchina nera x un sec. e poi le fiamme!!!!!!!Si vede bene per?,l'accusato incolpevole Patrese,che va oltre la pista!!!! biggrin.giftongue.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho diversi video di quell'incidente; riassumo la dinamica: patrese and? largo oltre la linea bianca e rientr? prima dell'imbuto goodyear. Hunt sband? a sinistra e cannon? sui lati peterson che carambol? sul guard rail a sinistra, torn? in pista innescando il crash generale. La macchina poi prese fuoco. Anche dalle immagini di dietro non ? ancora chiaro se Patrese abbia realmente toccato Hunt. Certo che se realmente l'ha fatto ? stata una toccata leggerissima, magari una ruotata lieve

Share this post


Link to post
Share on other sites

Patrese non tocc? Peterson;ho tutti gli AS di quel periodo e si vede chiaramente dalle molte foto che dopo l'incidente la macchina di Patrese non ha alcun danno (gomme incluse); certo ? che Hunt spaventato dal ritorno di Patrese si spost? sulla sinistra toccando Peterson; lo svedese fin? sul rail di destra

poi attravers? la pista e fin? contro il guardrail di sinistra per poi fermarsi in mezzo alla pista.

Ci furono 2 esplosioni:la prima dovuta all'urto dell'estintore contro il guardrail e la seconda al fuoco dovuto al serbatoio pieno di benzina...

Share this post


Link to post
Share on other sites

dato che sono al lavoro non ho il video sottomano e sono andato a memoria. Ho ben presente le foto di cui parli e Patrese fu scagionato solo nel 1981.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Gab1992F1

raga, io sono nuovo ma leggendo questo pezzo:"...Credo che Patrese fosse nell'occhio del ciclone perche' in partenza si sposto' tutto sul lato interno del rettilineo oltre la linea bianca, verso i box. Ovviamente nell'avvicinarsi alla prima variante dovette farsi spazio per rientrare in linea con la pista vera e propria diciamo..." devo dire che Patrese NON ? mai uscito dalla "vera" pista, ma ? sempre rimasto sulla linea BIANCA

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cari amici,

ho trovato il sito ufficiale di Ronnie Peterson.

Anche se in inglese, potrete visionare dei documenti assolutamente inediti.

ATTENZIONE NON VISIONARE SE NON SI SOPPORTANO IMMAGINI FORTI!!!!!!!

Una ricostruzione dettagliatissima sul sabato e sulla domenica del pilota svedese.

Inoltre una cronaca minuziosissima, arricchita da fotografie mai viste prima(dalla camera operatoria alle lastre delle fratture ecc.),dei fatti accaduti quella domenica, fino al decesso del pilota avvenuto alle 9 di mattina del giorno seguente.

Secondo quanto ho capito dalla traduzione, il sito attribuisce la responsabilita' del decesso ai medici italiani che avrebbero intrapreso frettolosamente una operazione troppo pesante per quel paziente,cosi' gravemente fratturato.

Questa esigenza dei tempi, sarebbe nata, secondo il sito, dalla volonta' di tutti di mettere Peterson in condizione di tornare a correre.

Inoltre si adombra l'ipotesi che Peterson avrebbe preso il via in non perfette condizioni fisiche a causa di un incidente avuto poco prima.

Ancora si attribuisce a Patrese la responsabilita' dell'incidente.

in ultimo sono veramente impressionanti le fotografie scattate subito dopo l'incidente che mostrano la deformazione dei piedi che non sono piu' visibili!

Certo, un bel pasticcio:sarebbe gradito il parere di un medico(mi sembra che in tanti partecipino al forum)dopo aver letto i documenti di cui sopra.

Grazie

Filippo

 

 

ATTENZIONE NON VISIONARE SE NON SI SOPPORTANO IMMAGINI CRUENTE!!!!!!!!!!

http://www.ronniepeterson.se/eng/orframe.html

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

 

ohmy.gifohmy.gifohmy.gif

 

Ma era ancora cosciente !!!!! mentre lo operavano !!!! Senza neanche fare smorfie di dolore ohmy.gif

 

Che incapaci che sono stati quei medici .

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel 1978 non sempre facevano l'anestesia prima di una operazione,ma non era incoscienza,era,per cos? dire,"ignoranza"...e poi di embolia c'era chi sopravviveva e chi no.Ronnie ? stato sfortunato PUNTO.

Ritornando all'incidente,chi pu? si riguardi la puntata di Sfide su Gilles Villeneuve,fanno vedere quella stramaladetta partenza da dietro (dalle tribune sul traguardo)e si vede benissimo che Patrese NON tocca Hunt,e questo rientra verso Peterson SFIORANDO abbastanza la ruota destra posteriore da fargli perdere il retrotreno e provocare lo schianto.Questa ? la mia opinione.

La colpa alla fine di tutto ? stata di quelle trappole mortali di monoposto,delle ghigliottine con 4 ruote...

Share this post


Link to post
Share on other sites

le gambe di peterson erano massacrate dopo l'incidente, pu? darsi che solo Pironi abbia avuto sorte peggiore.

Cmq la foto di Nillson completamente calvo per la chemioterapia ? agghiacciante, non l'avrei mai riconosciuto se non fosse stato per il fatto che avevo visto la sua foto con didascalia al funerale di Ronnie

Share this post


Link to post
Share on other sites

per ALEX

da quanto ho tradotto,non mi sembra che Peterson abbia subito l'intervento senza anestesia.

 

''Reine looks at the X-ray pictures together with Ronnie and tries to cheer him up. They both agree that his injuries should be able to fix. Then Ronnie falls asleep. The situation is cautiously optimistic, even if it is uncertain if Ronnie will ever be able to drive a racecar again.''

 

Mi sembra invece, per rispondere a GILLES THE AVIATOR, che il sito dia una responsabilita' a chi ha forzato la mano per operare sebbene con il rischio dell'embolia, al fine di recuperare il pilota, prima di salvare l'uomo.

Infatti, sia il manager che lo stesso pilota pensano piuttosto a tornare in pista.

D'altra parte pero' i medici devono aver prospettato come remoto il rischio di embolia, che e' stato sottovalutato da chi doveva decidere.

C'e' poi la tesi di quel giornalista svedese che dice che il pilota era intontito dal dolore e che non era lucido al punto da prendere decisioni.

Insomma un gran caos, comprensibile dopo un incidente anche se in altri casi ha prevalso la freddezza(PIRONI,LAUDA HAKKINEN ED ALTRI).

 

Tuttavia e' sconcertante il fatto che i giornalisti potessero entrare in camera operatoria!(vedi le fotografie dell'intervento).

 

Circa le responsabilita' dell'incidente, escluderei in modo netto Patrese,mentre non mi sento di fare lo stesso per hunt, lo stesso Peterson oltre ad un possibile guasto meccanico di quella terribile Lotus, vecchia ed assemblata in fretta con un motore ancora piu' malandato.

 

Filippo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto che in realt? la gamba destra di Peterson (dal ginocchio in gi?) era da amputare ma nessuno (manager,medici,ecc) volle prendersi una responsabilit? del genere.

Se invece di un campione famoso si fosse trattato di un Sig. Rossi qualunque forse avrebbero amputato senza tanti tentennamenti.

Le auto dell'epoca erano pericolose prendevano fuoco facilmente e non c'era un minimo crash test frontale la posizione del pilota era molto pi? avanzata di ora ed era facile infortunarsi alle gambe.

Su Sfide dedicato a Peterson il suo manager dice che Ronnie prima di entrare in sala operatoria era cosciente e gli disse:" C'? una corsa fra due settimane in America quindi fa in modo che mi mettano a posto!".

Share this post


Link to post
Share on other sites

il pilota veniva spostato in avanti per ottenere la compressione necessaria a generare l'effetto suolo. Pu? darsi che la Lotus 78 era ancora poco sicura, esseno la macchina dell'anno precedente, molti hanno detto che con la 79 non si sarebbe sfasciato cos? ma anche che aveva caricato sabbia nel motore in un'uscita nel warm up. Non dimentichiamo la partenza in cui le macchine a fondo schieramento non erano acnora ferme

Share this post


Link to post
Share on other sites

×