Jump to content
Kimimathias

1? Maggio 1994

Recommended Posts

Oggi ? 6 ottobre, un giorno che non coincide con anniversari legati a Senna, tantomeno alla sua morte, avvenuta il 1 di maggio. Appurato ci? vorrei capire perch? kimimathias ha originato questa discussione su argomenti ahim? triti e ritriti ? Le foto che dici di voler postare io in sette pagine di discussioone non le ho viste, a parte una presa da AS dell'epoca che per altro conoscevo. Caro kimimathias potresti spiegare a tutti quale motivo ti ha spinto ad aprire questa discussione ?

75754[/snapback]

 

chiarisco subito. la discussione nasce dalla mia indignazione nel vedere che certe persone sono convinte che alla fine del GP di Imola 1994 non ci siano stati festeggiamenti di alcun tipo... questa ? l'opinione rispettabile di alcune persone, che va esattamente contro la mia opinione a riguardo.

La mi opinione infatti ? che in quell'occasione i piloti quali Schumacher e sopratutto Larini avrebbero potuto trattenersi... cos? come l'intero pubblico di fede Ferrarista. Capisco che la notizia della morte di Senna non fosse ancora arrivata all'autodromo in questione, ma la morte di Ratzenberger mi sembra un validissimo motivo per dimostrare rispetto per la vita. per il lutto.

Purtroppo l'estate non mi ha permesso di mostrarvi le immagini promesse, ma adesso posso ed ? questione di giorni. Spero che le immagini che intendo mostrarvi siano d'aiuto per cercare di ragionarci su un p?. Poi vediamo cosa ne pensiamo e cerceremo di confrontare le nostre opinioni. wink.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

che senso ha discutere di una cosa cos? vecchia, meglio chiudere una discussione che non serve a nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

concordo in pieno, dall' inizio della discussione non siamo approdati a nulla di intelligente, tranne forse insultarci tra noi e offendere terzi che non si possono difendere, senza considerare, con i nostri "litigi", l' oltraggio fatto alla memoria di Senna, che dovremmo finalmente lasciare riposare in pace...

Admin vi prego, intervenite e chiudete la discussione...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Admin vi prego, intervenite e chiudete la discussione...

76143[/snapback]

 

Ma che vuoi ? Se non sei interessato/a non partecipare alla discussione e basta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

La mi opinione infatti ? che in quell'occasione i piloti quali Schumacher e sopratutto Larini avrebbero potuto trattenersi... cos? come l'intero pubblico di fede Ferrarista. Capisco che la notizia della morte di Senna non fosse ancora arrivata all'autodromo in questione, ma la morte di Ratzenberger mi sembra un validissimo motivo per dimostrare rispetto per la vita. per il lutto.

 

Perch? Senna si sarebbe trattenuto ? Ho gi? sentito la storia della bandiera austriaca ecc.. ma non credo che sul podio avrebbe rinunciato ad un p? di Champagne dopo tutto il brutto periodo di magra di risultati che aveva accumulato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Faccio una domanda (pi? o meno ingenua) al forum: Qualcuno saprebbe dire che fine hanno fatto le immagini del cameracar subito successive alla presunta rottura del piantone dello sterzo? Per intenderci quelle che avrebbero dovuto documentare Ayrton con il volante in mano rotto.

Perche almeno io per anni le ho viste stranamente interrompersi poco prima dell'uscita di pista.

Perche da un punto di vista sportivo nessuno vuole vedere in galera nessun'altro ma giuridicamente se si fanno sparire le prove di un qualcosa la galera la si rischia.

Per quanto riguarda il nostro 7 volte campione del mondo, a mia opinione non sar? S. Francesco ne tantomeno un mostro di simpatia (extrasportiva), ma non si possono dimenticare le sue lacrime sul podio se non erro (nel tal caso corregetemi pure) dopo aver battuto o eguagliato proprio il record di vittorie di Senna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il sottoscritto il 1 maggio del 1994 era a quel fottutissimo g.p. ,e ribadisco come in altri post che le condizioni di senna non erano state comunicate anche se si era intuito chiaramente che l'incidente era grave,e trovo ridicolo il fatto che delle persone come piu' di qualcuno in questo foru, faccia delle considerazioni completamente fuori luogo, giudicando lo stato d'animo di shumacher ed il suo atteggiamento sul podio.Quando non si era presenti al fatto e' meglio tacere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! dry.gifdry.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vedo che questa discussione ha preso piede dall'atteggiamento tenuto da MS e NL sul podio in occasione di uno dei piu' tragici GP che la storia ricordi Imola 1994.

 

A parte il fatto (principale) che nessuno al mondo ha diritto a commentare (e men che meno pontificare) sul come si accetta e manifesta il dolore per la scomparsa di una persona da parte di qualsiasi persona esistente al mondo...

 

un paio di chiarimenti:

 

? stato scritto che la gara non doveva disputarsi, causa morte sulla pista del pilota Austriaco Roland Ratzenberger (spero di averlo scritto bene), giuridicamente parlando fa testo l'ora ? il luogo della morte della persona, (decesso dichiarato non sulla pista) lo so per certo che era gia morto all'impatto, ma credetemi, chi lo ha "fatto vivere" sul momento non ha solo salvato il gp in questione, ma ha salvato la disputa di ogni gara in italia per chiss? quanti anni!! (vedi svizzera), per fortuna che sono saltate fuori delle immagini che scagionano completamente l'impianto di Imola, facendo chiarezza sull'esatta dinamica dell' incidente (la perdita dell'alettone anteriore), altrimenti, se veniva stabilita che la causa principale era l'insicurezza del tipo di evento (formula 1) tutt'italia si sognava un gran premio in territorio nazionale per il resto della vita. (probabilmente queste persone hanno salvato tutto lo sport automobilistico italiano dalla chiusura totale).*

 

P.S. per chi non lo sapesse, per rimuovere un cadavere da una vettura ci vuole il nullaosta del questore, il che vuol dire ore e ore di attesa e tratto di strada chiusa, questo vale sia per un circuito che per una qualsiasi strada presente nel territorio nazionale.

Mi sa che adesso piu' di qualcuno di voi ha capito perche tante vittime della strada non muoiono in auto ma muoiono al pronto soccorso.... (non ? scritto da nessuna parte ma si fa anche questo...)

 

Che i piloti avessero capito che la cosa era seria non c'? dubbio, visto che, una volta raggruppati e riportati ai box, hanno visto muoversi l'elicottero (ed ? sempre un brutto segno), che sul podio avessero appreso della sua morte ? impossibile, visto che l'ora del decesso ? questa: ore 18.40 italiane. (ditemi voi come potevano sapere una cosa che non era ancora successa!).

 

Sulle cause dell'incidente ha gia detto tutto emulman, ed ? inutile che gli diate addosso con provocazioni del tipo: non ? vero ha sbattuto il casco sul muro, la decellerazione ? stata troppo forte, ecc. ecc.

purtroppo nessun casco sbatt? sul muro (anche se le immagini video farebbero supporre di si!), Ayrton si trovo ha fronteggiare una delle situazioni piu' allucinanti che un pilota debba subire, il cedimento dello sterzo (sia esso il piantone che la scatola guida), anche li si dimostro veramente campione, riuscendo ha scalare 3 marce e a ridurre la velocit? dell'impatto (l'impatto si svolse ha una velocita compresa tra i 180 e i 210 Kmh, il cambio fu trovato con il 3? rapporto innestato), purtroppo per lui nel impatto il puntone di reazione della sospensione anteriore destra (vedendo dal posto di guida) non si spezzo in piu' pezzi, ma resistette, quello che cedette fu' l'uniball superiore, il quale "strappato" dall'impatto divento una lama affilatissima che trafisse il casco e il cervello di Ayrton appena sopra il sopraciglio destro, con le nefaste conseguenze che tutti sappiamo.

 

Per quanto riguarda il processo il comportamento di Renault, Williams (sia come scuderia che come persone indagate), Damon Hill, David Coulthard fu semplicemente vergognoso.

Tra non so, non ricordo, volanti che hanno normalmente giochi di centimetri (frase fatta da Coulthard e sbuggiardata da Alboreto) centraline su cui i periti nominati dai magistrati trovarono sovrapposti i dati di una prova motore al banco ai dati registrati dall vettura prima dell'impatto, filmati spariti poi consegnati ai giudici "appositamente" rovinati e altre becere amenit?, dicevo, su tutto questo i giudici dovettero mandare avanti il loro processo, legittimo per la giurisprudenza italiana ma semplicemente assurdo per una qualsiasi persona di cultura anglosassone.

Considerato che le prove erano scarse, rovinate, il muro di gomma di omert? che la F1 fece davanti ai giudici fu peggio di una cosca mafiosa (e dopo di cono di noi italiani...) in piu' la minaccia di non correre piu' in Italia un gp di F1 vita natural durante, fecero si che il tutto fini a tarallucci e vino (siamo o no nel bel paese?).

 

Non ti smentisci mai te.

Tutti, dai giornalisti ai medici, hanno detto che la causa della morte e' la sospensione e non la decellerazione che non era cosi' violenta da provocare la morte.

 

Spiacente ragazzi, ma l'impatto pur impressionante, in se non avrebbe portato Ayrton alla morte!

E inutile insistere sulla decellerazione, ci sono persone nettamente piu' competenti di voi che hanno stabilito le reali cause della morte, se poi volete insistere, pazienza... chi ? intervenuto e chi ha curato Ayrton ha parlato chiaro ? tondo che la ferita ? frontale, se poi non gli volete credere... (ricordatevi che nel processo, la questione ? stata liquidata in pochissimo tempo... segno che la cosa era evidente!)

 

Per tutti quelli che dicono "? dovere della giustizia italiana stabilire con certezza le cause dell'incidente" gli ricordo che viviamo in un paese che non ? riuscito ancora a stabilire i responsabili di Ustica e di Brescia, percio che pretendete....

(ci sono ragioni politiche che impongono di non farlo, mi fa schifo ma ? cosi).

 

Non so i motivi precisi sull'apertura di questa discussione, personalmente non mi interessano piu' di tanto:

nessuno ci torner? Ayrton

nessuno ? in grado di tornare al passato e fare qualcosa per fermare quel che ? successo

nessuno di noi ? in possesso di tutti i dettagli di quel fine settimana maledetto per giudicare con assoluta obbiettivit?

nessuno di noi ha intimamente la forza di accettare una cosi assurda fine di un grandissimo CAMPIONE.

 

Da quel giorno molte cose sono cambiate, la sicurezza ? diventata un obbiettivo principale da perseguire in ogni modo, ma le corse automobilistiche non saranno mai sicure al 100%, lo sappiamo tutti che prima o poi anche la Formula 1 dovr? rifare i conti con l'unico fatto sicuro che ad ogni persona deve accadere nella sua vita, la MORTE!

Speriamo soltanto che sia il piu' tardi possibile!!

 

 

[chiedo scusa per eventali errori grammaticali, questo post l'ho scritto di botto, quasi senza volerci ragionare troppo sulla forma, mi ? venuto cosi, spontaneo, spero di non aver offeso nessuno, ma erano giorni che mi trattenevo dal voler scrivere, e ora non c'? la facevo piu']

 

* sono quasi sicuro che piu' di qualcuno dir? che ho esagerato su questo punto, invece so per certo che non ? cosi! (liberi di criticarmi, non di offendermi - grazie!)

 

 

Ciao Ayrton, ci manchi!!!

 

 

 

 

tisian - - - - -

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

 

Andate qui a vedere alcune nuove ipotesi sull' uscita di pista , la famosa storia del tecnico della telemetria senza tuta ignifuga

 

qui

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vedo che questa discussione ha preso piede dall'atteggiamento tenuto da MS e NL sul podio in occasione di uno dei piu' tragici GP che la storia ricordi Imola 1994.

 

A parte il fatto (principale) che nessuno al mondo ha diritto a commentare (e men che meno pontificare) sul come si accetta e manifesta il dolore per la scomparsa di una persona da parte di qualsiasi persona esistente al mondo...

 

un paio di chiarimenti:

 

? stato scritto che la gara non doveva disputarsi, causa morte sulla pista del pilota Austriaco Roland Ratzenberger (spero di averlo scritto bene), giuridicamente parlando fa testo l'ora ? il luogo della morte della persona, (decesso dichiarato non sulla pista) lo so per certo che era gia morto all'impatto, ma credetemi, chi lo ha "fatto vivere" sul momento non ha solo salvato il gp in questione, ma ha salvato la disputa di ogni gara in italia per chiss? quanti anni!! (vedi svizzera), per fortuna che sono saltate fuori delle immagini che scagionano completamente l'impianto di Imola, facendo chiarezza sull'esatta dinamica dell' incidente (la perdita dell'alettone anteriore), altrimenti, se veniva stabilita che la causa principale era l'insicurezza del tipo di evento (formula 1) tutt'italia si sognava un gran premio in territorio nazionale per il resto della vita. (probabilmente queste persone hanno salvato tutto lo sport automobilistico italiano dalla chiusura totale).*

 

P.S. per chi non lo sapesse, per rimuovere un cadavere da una vettura ci vuole il nullaosta del questore, il che vuol dire ore e ore di attesa e tratto di strada chiusa, questo vale sia per un circuito che per una qualsiasi strada presente nel territorio nazionale.

Mi sa che adesso piu' di qualcuno di voi ha capito perche tante vittime della strada non muoiono in auto ma muoiono al pronto soccorso.... (non ? scritto da nessuna parte ma si fa anche questo...)

 

Che i piloti avessero capito che la cosa era seria non c'? dubbio, visto che, una volta raggruppati e riportati ai box, hanno visto muoversi l'elicottero (ed ? sempre un brutto segno), che sul podio avessero appreso della sua morte ? impossibile, visto che l'ora del decesso ? questa: ore 18.40 italiane. (ditemi voi come potevano sapere una cosa che non era ancora successa!).

 

Sulle cause dell'incidente ha gia detto tutto emulman, ed ? inutile che gli diate addosso con provocazioni del tipo: non ? vero ha sbattuto il casco sul muro, la decellerazione ? stata troppo forte, ecc. ecc.

purtroppo nessun casco sbatt? sul muro (anche se le immagini video farebbero supporre di si!), Ayrton si trovo ha fronteggiare una delle situazioni piu' allucinanti che un pilota debba subire, il cedimento dello sterzo (sia esso il piantone che la scatola guida), anche li si dimostro veramente campione, riuscendo ha scalare 3 marce e a ridurre la velocit? dell'impatto (l'impatto si svolse ha una velocita compresa tra i 180 e i 210 Kmh, il cambio fu trovato con il 3? rapporto innestato), purtroppo per lui nel impatto il puntone di reazione della sospensione anteriore destra (vedendo dal posto di guida) non si spezzo in piu' pezzi, ma resistette, quello che cedette fu' l'uniball superiore, il quale "strappato" dall'impatto divento una lama affilatissima che trafisse il casco e il cervello di Ayrton appena sopra il sopraciglio destro, con le nefaste conseguenze che tutti sappiamo.

 

Per quanto riguarda il processo il comportamento di Renault, Williams (sia come scuderia che come persone indagate), Damon Hill, David Coulthard fu semplicemente vergognoso.

Tra non so, non ricordo, volanti che hanno normalmente giochi di centimetri (frase fatta da Coulthard e sbuggiardata da Alboreto) centraline su cui i periti nominati dai magistrati trovarono sovrapposti i dati di una prova motore al banco ai dati registrati dall vettura prima dell'impatto, filmati spariti poi consegnati ai giudici "appositamente" rovinati e altre becere amenit?, dicevo, su tutto questo i giudici dovettero mandare avanti il loro processo, legittimo per la giurisprudenza italiana ma semplicemente assurdo per una qualsiasi persona di cultura anglosassone.

Considerato che le prove erano scarse, rovinate, il muro di gomma di omert? che la F1 fece davanti ai giudici fu peggio di una cosca mafiosa (e dopo di cono di noi italiani...) in piu' la minaccia di non correre piu' in Italia un gp di F1 vita natural durante, fecero si che il tutto fini a tarallucci e vino (siamo o no nel bel paese?).

 

Non ti smentisci mai te.

Tutti, dai giornalisti ai medici, hanno detto che la causa della morte e' la sospensione e non la decellerazione che non era cosi' violenta da provocare la morte.

 

Spiacente ragazzi, ma l'impatto pur impressionante, in se non avrebbe portato Ayrton alla morte!

E inutile insistere sulla decellerazione, ci sono persone nettamente piu' competenti di voi che hanno stabilito le reali cause della morte, se poi volete insistere, pazienza... chi ? intervenuto e chi ha curato Ayrton ha parlato chiaro ? tondo che la ferita ? frontale, se poi non gli volete credere... (ricordatevi che nel processo, la questione ? stata liquidata in pochissimo tempo... segno che la cosa era evidente!)

 

Per tutti quelli che dicono "? dovere della giustizia italiana stabilire con certezza le cause dell'incidente" gli ricordo che viviamo in un paese che non ? riuscito ancora a stabilire i responsabili di Ustica e di Brescia, percio che pretendete....

(ci sono ragioni politiche che impongono di non farlo, mi fa schifo ma ? cosi).

 

Non so i motivi precisi sull'apertura di questa discussione, personalmente non mi interessano piu' di tanto:

nessuno ci torner? Ayrton

nessuno ? in grado di tornare al passato e fare qualcosa per fermare quel che ? successo

nessuno di noi ? in possesso di tutti i dettagli di quel fine settimana maledetto per giudicare con assoluta obbiettivit?

nessuno di noi ha intimamente la forza di accettare una cosi assurda fine di un grandissimo CAMPIONE.

 

Da quel giorno molte cose sono cambiate, la sicurezza ? diventata un obbiettivo principale da perseguire in ogni modo, ma le corse automobilistiche non saranno mai sicure al 100%, lo sappiamo tutti che prima o poi anche la Formula 1 dovr? rifare i conti con l'unico fatto sicuro che ad ogni persona deve accadere nella sua vita, la MORTE!

Speriamo soltanto che sia il piu' tardi possibile!!

 

 

[chiedo scusa per eventali errori grammaticali, questo post l'ho scritto di botto, quasi senza volerci ragionare troppo sulla forma, mi ? venuto cosi, spontaneo, spero di non aver offeso nessuno, ma erano giorni che mi trattenevo dal voler scrivere, e ora non c'? la facevo piu']

 

* sono quasi sicuro che piu' di qualcuno dir? che ho esagerato su questo punto, invece so per certo che non ? cosi! (liberi di criticarmi, non di offendermi - grazie!)

 

 

Ciao Ayrton, ci manchi!!!

 

 

 

 

tisian - - - - -

76382[/snapback]

Beh io ti rispondo:

I Anche se non sapevano di Senna sapevano di Roland e questo bastava per non festeggiare

II Senna riusc? a scalare di una marcia, non di pi?. (Ayrton Cesare Maria Mannucci)

III Ralf Schumacher 10 anni dopo di Ayrton sbattendo solo con le ruote posteriori della vettura nel muro all'incirca alla stessa velocit?, con una macchina molto pi? sicura ha riportato un trauma cranico, non gravissimo, ma sempre un trauma cranico. Ayrton sbattendo in pieno con una macchina meno sicura penso si sia beccato un gravissimo trauma cranico che, anche senza la sospensione, l'avrebbe costretto a lottare con la morte. Forse si sarebbe salvato. Forse no.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Beh io ti rispondo:

I Anche se non sapevano di Senna sapevano di Roland e questo bastava per non festeggiare

II Senna riusc? a scalare di una marcia, non di pi?. (Ayrton Cesare Maria Mannucci)

III Ralf Schumacher 10 anni dopo di Ayrton sbattendo solo con le ruote posteriori della vettura nel muro all'incirca alla stessa velocit?, con una macchina molto pi? sicura ha riportato un trauma cranico, non gravissimo, ma sempre un trauma cranico. Ayrton sbattendo in pieno con una macchina meno sicura penso si sia beccato un gravissimo trauma cranico che, anche senza la sospensione, l'avrebbe costretto a lottare con la morte. Forse si sarebbe salvato. Forse no.

 

1) al punto 1 quoto quello che dice tisian , non ci si pu? mettere di fare la morale su come ci si deve comportare in determinate situazioni .

 

 

2) al punto 3 hai detto un'enorme fesseria e ti spiego subito il perch? : l'impatto di R.Schumacher ? stato quasi totalmente frontale mentre quello di Senna era di 3/4 quindi meno inclinato e quindi meno energia cinetica da assorbire ; RSC ha sbattuto alla folle velocit? di 290 km/h se non di pi?

ed il c*lo che ha avuto ? stato quello di aver sbattuto col didietro che ? pi? robusto se no adesso staremmo qui a piangere pure la sua morte . Ultima cosa a dimostrare che l'impatto di Senna non sarebbe stato granch? dannoso lo dimostra il fatto che nel 1989 Berger sbatte nello stesso punto ad una velocit? notevolmente maggiore e non si ruppe nulla

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capisco discutere l'opinabile .. ma mettere in discussione dati certi ? patetico! Una perizia medico-legale ha stabilito la causa della morte: un frammento metallico penetrato nel cranio di Senna.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il sottoscritto il 1 maggio del 1994 era a quel fottutissimo g.p. ,e ribadisco come in altri post che le condizioni di senna non erano state comunicate anche se si era intuito chiaramente che l'incidente era grave,e trovo ridicolo il fatto che delle persone come piu' di qualcuno in questo foru, faccia delle considerazioni completamente fuori luogo, giudicando lo stato d'animo di shumacher ed il suo atteggiamento sul podio.Quando non si era presenti al fatto e' meglio tacere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! dry.gif  dry.gif

76245[/snapback]

 

Roland Ratzenberger

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma chi dice che il comportamento di fronte al lutto non pu? essere commentato???

Scusate ma qui si parla della morte di Roland Ratzenberger il giorno prima e di un gravissimo incidente con tanto di elicottero che se ne va dall'autodromo in fretta e furia, di una bandiera ferrari festosa e svolazzante in mano a larini per tutto il giro di rientro, cos? come schumacher che nel giro di rientro alza il pugno al cielo in segno di vittoria! sai che vittoria poi... un weekend di sconfitte...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

 

Ma chi dice che il comportamento di fronte al lutto non pu? essere commentato???

Scusate ma qui si parla della morte di Roland Ratzenberger il giorno prima e di un gravissimo incidente con tanto di elicottero che se ne va dall'autodromo in fretta e furia, di una bandiera ferrari festosa e svolazzante in mano a larini per tutto il giro di rientro, cos? come schumacher che nel giro di rientro alza il pugno al cielo in segno di vittoria! sai che vittoria poi... un weekend di sconfitte...

 

 

Se ? per questo si parla anche di un pilota che il suddetto incidente l'ha visto in prima persona e ha dovuto continuare la corsa nel terrore che la cosa potesse succedere anche lui e che quando tutto ? finito ha espresso il suo stato d'animo per aver vinto una corsa di F1 (esperienza al quale non era abituato come oggi ) e per essere uscito indenne da un Weekend che sembrava vittima di una COLLERA DIVINA 0nope.gif

 

ed aggiungo che si parla anche di un pilota che andava per la prima volta sul podio nella sua carriera con una FERRARI in una pista ITALIANA che molto probabilmente voleva rendere omaggio anche ai tifosi e alla scuderia per il podio ottenuto (cosa alquanto rara in quel periodo per quella scuderia )

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma chi dice che il comportamento di fronte al lutto non pu? essere commentato???

 

Ti rispondo con riluttanza:

 

Perche siamo esseri umani, ogniuno di noi percepisce le emozioni in modi diversi, e manifesta i suoi stati d'animo in maniera totalmente diversa.

Nessuno di noi ha il diritto di commentare la ricezione di una tragedia da parte di una persona, anche se le sue reazioni sono strane o assurde ai nostri occhi!

Personalmente, quando mi trovo dinnanzi alla scomparsa di una persona cara sono totalmente freddo fino al funerale, solo da quel momento realizzo l'accaduto e piango (anche come un disperato), altre persone si macerano per giorni in preda alla pura disperazione, altre rimangono totalmente impassibili davanti al lutto...

Ogniuno a reazioni diverse, nessuno ha il diritto di giudicare!!

(e se metti in dubbio anche questo...)

 

 

 

tisian

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di fronte al lutto io personalmente non mi metterei mai a sventolare bandiere in segno di vittoria, o alzare il pugno al cielo per il medesimo motivo... ? cos? solo per me??? Sono io il diverso?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Si tratta di reazioni personali... ma sai come manifestano il lutto popolazioni del Lontano Oriente o quelle dell'Africa centrale?

In modo per noi inconcepibile, in alcuni casi con feste vere e proprie...

 

Senza ricorrere a certi estremi, c'erano per MS, Larini e il pubblico in circuito le condizioni per liberarsi di sentimenti contrastanti...

 

Discuterne dopo 10 anni mi pare eccessivo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

Di fronte al lutto io personalmente non mi metterei mai a sventolare bandiere in segno di vittoria, o alzare il pugno al cielo per il medesimo motivo... ? cos? solo per me??? Sono io il diverso?

 

Siamo tutti diversi perci? non si possono giudicare le reazioni umane proprio perch? si cade nel moralismo e nell' ipocrisia

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×