Jump to content
Sign in to follow this  
ForzaFerrari

Incidente di Grosjean a Sakhir

Recommended Posts

Io non mi ero ancora espresso su questo incidente per capire bene le dinamiche. Secondo me il problema è l'utilizzo sulle piste dei guardrail. Non è una polemica verso Sakir ma un discorso generale. Senza l'halo Grosjean sarebbe morto, decapitato dalle lamiere, nonotante la cellula avesse retto perfettamente e la macchina si fosse spezzata dove doveva rompersi. Quindi si, va bene l'halo però bisognerebbe prima di tutto mettere in completa sicurezza le piste.

 

I guardrail sono un sistema che già sulle strade normali non è esente da critiche, vederlo sulle piste è totalmente anacronistico. La FIA deve muoversi anche in termini di tecnologia sulle protezioni dei tracciati Non ci si può affidare a sistemi così datati, si può sicuramente fare una ricerca di materiali per arrivare a barriere più avanzate di una una lamiera.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ferrarista ha scritto:

Una ricostruzione in 3D dell'incidente.

 

https://www.facebook.com/chronogp/videos/410455923317062/

 

non capisco perchè fare una simulazione e poi ricostruirla in modo diverso dal reale. l'auto non è andata dritta nel guar rail ed è rimasta incastrata a metà, fermata all'altezza del rollbar, non come hanno mostrato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, L.Costigan ha scritto:

si può sicuramente fare una ricerca di materiali per arrivare a barriere più avanzate di una una lamiera.

 

che io sappia oltre ai guar rail in acciaio ci sono solo i new jersey in calcestruzzo come alternativa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

NESSUNO DICE CHE SAREBBE ORA DI METTERE LA SABBIA VISTO CHE FACEVANO TUTTI LO SLALOM COME GLI PAREVA DOMENICA,,,

Share this post


Link to post
Share on other sites

SEI TU IL MINISTRO, DEVI SCRIVERLO TU! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Beyond ha scritto:

 

che io sappia oltre ai guar rail in acciaio ci sono solo i new jersey in calcestruzzo come alternativa.

 

Le safer

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono adatte per le f1 le safer barrier?

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, sterla ha scritto:

sono adatte per le f1 le safer barrier?

Le usano già da anni

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Beyond ha scritto:

 

che io sappia oltre ai guar rail in acciaio ci sono solo i new jersey in calcestruzzo come alternativa.

 

 

"Dal 2018 ha ottenuto l’omologazione FIA una nuova barriera tecnologica, la Tecpro (realizzata ad Hong Kong), costituita da un blocco con funzione di assorbimento dell’impatto e uno di rinforzo. Riempiti con schiuma a densità modulabile, rinforzati da un doppio foglio di lamiera e collegati tra loro da tre imbragature, i blocchi hanno un potere di assorbimento molto elevato ma con il vantaggio di una estrema semplicità nella realizzazione e nella ricostruzione a seguito di un incidente. Durante i test effettuati in collaborazione con la FIA e l’ufficio tecnico indipendente Dekra, le barriere Tecpro F1 sono state in grado di assorbire un impatto frontale ad oltre 200 km/h."

 

Fonte: https://www.sporteimpianti.it/notizie/quali-barriere-sicurezza-sui-circuiti-formula-1/

 

 

Se dio vuole il genere umano è riuscito a realizzare una terza soluzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Beyond ha scritto:

non capisco perchè fare una simulazione e poi ricostruirla in modo diverso dal reale. l'auto non è andata dritta nel guar rail ed è rimasta incastrata a metà, fermata all'altezza del rollbar, non come hanno mostrato.

 

Appunto, nella realtà è successa tutta un'altra cosa da quella che si vede nella ricostruzione. :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, L.Costigan ha scritto:

in grado di assorbire un impatto frontale ad oltre 200 km/h

 

oltre cosa succede però? 

perché già quello di domenica era superiore come impatto (211 mi pare).

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, SuperScatto ha scritto:

 

oltre cosa succede però? 

perché già quello di domenica era superiore come impatto (211 mi pare).

 

 

 

Non lo so. Dietro ci puoi mettere un altra fila di un altro tipo di protezioni. Io non ho la soluzione perchè non sono esperto i materia.

Da capra quale sono mi pare però che se intanto hai diminuito di 200km/h la velocità di una vettura te ne restano di meno da assorbire con la fila di protezioni successive.

 

Domenica l'angolo di impatto ha permesso a Grosjy di sopravvivere, ma con un angolo diverso le lamiere si possono anche infilare sotto l'halo. Non so se avete presente le foto dell'incidente di Kubica nel rally.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domanda da ignorante: se nella fuga ci fosse stata la sabbia avrebbe rallentato ulteriormente la macchina in quel punto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
58 minuti fa, Mito Ferrari ha scritto:

Domanda da ignorante: se nella fuga ci fosse stata la sabbia avrebbe rallentato ulteriormente la macchina in quel punto?

 

parliamo di una manciata di metri, che differenza poteva fare?

 

3 ore fa, L.Costigan ha scritto:

 

 

"Dal 2018 ha ottenuto l’omologazione FIA una nuova barriera tecnologica, la Tecpro (realizzata ad Hong Kong), costituita da un blocco con funzione di assorbimento dell’impatto e uno di rinforzo. Riempiti con schiuma a densità modulabile, rinforzati da un doppio foglio di lamiera e collegati tra loro da tre imbragature, i blocchi hanno un potere di assorbimento molto elevato ma con il vantaggio di una estrema semplicità nella realizzazione e nella ricostruzione a seguito di un incidente. Durante i test effettuati in collaborazione con la FIA e l’ufficio tecnico indipendente Dekra, le barriere Tecpro F1 sono state in grado di assorbire un impatto frontale ad oltre 200 km/h."

 

Fonte: https://www.sporteimpianti.it/notizie/quali-barriere-sicurezza-sui-circuiti-formula-1/

 

 

Se dio vuole il genere umano è riuscito a realizzare una terza soluzione.

 

le tecpro sono adatte nelle curve però dove c'è alta probabilità di impatto, non credo abbia senso metterle ovunque

 

3 ore fa, Mito Ferrari ha scritto:

 

Le safer

 

potrebbe essere un'idea se fosse economicamente sostenibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Mito Ferrari ha scritto:

Domanda da ignorante: se nella fuga ci fosse stata la sabbia avrebbe rallentato ulteriormente la macchina in quel punto?

Difficile dirlo... c'era poco spazio...poteva addirittura portare la vettura a ribaltarsi andando oltre le barriere...a quel punto avrebbe fatto una strage

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Beyond ha scritto:

 

che io sappia oltre ai guar rail in acciaio ci sono solo i new jersey in calcestruzzo come alternativa.

 

Barriere stile SAFER come già utilizzate per alcune curve specifiche del Mondiale?

Share this post


Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, Beyond ha scritto:

e tecpro sono adatte nelle curve però dove c'è alta probabilità di impatto, non credo abbia senso metterle ovunque

E quindi? Abbiamo visto che il pericolo c'è sempre, in ogni angolo della pista. Se si può migliorare in ogni aspetto lo si deve fare. 

Sembrava poco utile anche halo

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Mito Ferrari ha scritto:

Domanda da ignorante: se nella fuga ci fosse stata la sabbia avrebbe rallentato ulteriormente la macchina in quel punto?

 

Troppo breve lo spazio e angolo sfavorevole.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, Vincenzo ha scritto:

Sembrava poco utile anche halo

 

ma quando mai :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque si, frega zero che una barriera sia concepita per le curve. Si è visto domenica che un impatto frontale con le barriere può avvenire anche in pieno rettilineo. Queste Tecpro potrebbero essere la soluzione giusta. Come già detto da molti è inconcepibile che nel 2020 si usino ancora gli stessi guard rail che si usavano 50 anni fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×