Jump to content
ForzaFerrari

Morto Diego Armando Maradona

Recommended Posts

Il 27/11/2020 Alle 11:34, rimatt ha scritto:

 

Non so se sia peggio il pessimo tempismo o la povertà di spirito dietro a un'affermazione del genere. :ming:

Secondo me è pura ignoranza. Avrà pensato che sia morto un bravo calciatore come Ronaldo Da Lima (a proposito, spero lo cremino perchè se devono fare una bara in legno dovranno deforestare la poca Ammazzonia che resta).

 

Cabrini invece ha detto una cagata. Diego si drogaba prima di Napoli e lui per primo ha sempre detto che la colpa di tutto è sempre stata sua e solo sua (quando sarebbe stato molto semplice dare la colpa all'ambiente, agli accompagnanti, alla città, ecc.).

 

Sono qui a parlare per la prima volta in questo topic, condividendo il mio lutto nazionale, personale e spirituale.

 

La grandezza di Maradona trascende il calcio. Lui è diventato famoso con il calcio ma la sua grandezza come personaggio non è stata quella. Se il calciatore Maradona fosse stato europeo, non sarebbe stato il personaggio che è stato. Messi, pur con una carriera più lineare, costante e vincente (tranne che in nazionale), non sarà mai Maradona. Fangio, pur riconosciuto come il migliore di sempre, non è stato lo stesso.

 

Ci sonoi diversi fattori che hanno trasformato questo calciatore in simbolo.

 

1) Riscatto: lui è stato il povero, nato nel quartiere di periferia con le strade di fango e la fame a tavola, che grazie al calcio si è riscattato. Questo lo accomuna a tantissimi altri calciatori, perchè spesso i calciatori partono da zero. Un pilota di F1, non avrà mai questo, perchè nessun pilota (nemmeno i "poveri" Hamilton, Schumacher, Zanardi e Alonso) arriva dal basso. Il più povero dei piloti arriva già da una buona situazione.

 

2) Arte: un calciatore non è ammirato solo per i gol che fa e le partite che vince, ma per come lo fa. Maradona era un artista come pochi si vedono nel calcio. Messi è paragonabile a lui. Ronaldo da Lima si stava avvicinando ma gli infortuni lo hanno fermato. Cristiano Ronaldo invece è l'esatto contrario. E' perfetto, è quello che vorrei avere in squadra, ma non ha quel tocco artistico di cui parlo. Quella magia che aveva nei piedi.

 

3) Leadership: questo è il fattore fondamentale per il quale Messi non sarà mai Maradona. Si tratta di un tratto umano che lo ha caratterizzato sin da giovane. Già a 21 anni si era messo in mezzo ai casini, con gli ultras del Boca, contro tutto e contro tutti.

 

4) Debolezze: fosse stato il calciatore artista venuto dal nulla e che grazie alla sua leadership vince tutto, non sarebbe bastato per essere quello che è. Se dopo il mondiale del 1986, lo scudetto e la coppa del 1987, avesse vinto lo scudetto del 1988, la chamopions del 1989, lo scudetto del 1990 e così via fino al ritiro a 38 anni dopo il mondiale in Francia con due coppe del mondo, un secondo posto, sei scudetti e tre champions, non è detto che sarebbe quello che lui è oggi. La sua debolezza, dalla droga, al cibo e all'alcol, ai ritorni, riritorni e fallimenti, gli hanno dato un tocco umano al calciatore. Lui lo adoriamo per quello che fa in campo, lo rispettiamo perchè è un leader, ma lo amiamo perchè è come noi, ha le stesse debolezze di chi fa di tutto per avere un buon lavoro e sempre si ritrova con lavori del piffero, di chi vuole dimagrarire e si ritrova sempre daccapo.

 

Devo ammettere che la morte di Diego mi ha colpito meno di quello che mi aspettavo. Il motivo è che sinceramente me lo aspettavo. Da circa un paio d'anni o poco più, la sua caduta dal punto di vista della salute è stata terribile. Fino a tre anni fa, c'erano delle interviste molto belle. Poi, dalle brutte figure nelle tribune nel mondiale di Russia, l'ho visto sempre peggio. Andato via da Dubai, in Messico è peggiorato tanto. L'immediato e inesperato stop e ritorno in patria mi era sembrato sin dall'inizio una sorta di saluto generale, il farewell del Diego. Ogni uscita pubblica si trasformava in un tributo in vita, tante scene strappalacrime, tantissime difficoltà per camminare sempre con uno o due accompagnatori a tenerlo in piedi, tante interviste a parlare del passato e di quello che è stato. In particolare, mi aveva colpito parecchio il fatto di non accettare (a distanza da anni) la morte dei genitori. Ad ogni intervista, piangeva e diceva che voleva tornare con il papà e soprattutto con la mamma.

 

Era fortemente depresso, distanziato dalle figlie, ancora in mezzo ad un'infinita battaglia legale contro l'ex moglie, circondato da una corte di sanguisughe (ma che lui ha voluto). Ci sono più testimoni che dicono che non voleva più vivere.  Sarei curioso di sapere qual è la causa, quale l'effetto. Per combattere contro la droga, come tutti i tossicodipendenti ha dovuto prendere ansiolitici, che alla lunga sono poco meno peggiori che le droghe. Oltre alle droghe (dalla coca agli ansiolitici, agli antidepressivi, ai barbiturici) e causa di quelle, il cuore era andato. A questo aggiungiamo il famoso bypass gastrico del 2005, che aveva causato dei sanguinamenti, che poi non gli consentivano di bere alcol (anche se lui ne beveva parecchio). Diciamo che la situazione sembrava vicina ma visto che tante volte si era salvato per pochissimo (2000 e 2004), dopo l'intervento alla testa di poche settimane fa, sembrava che ce l'avesse fatta ancora.

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Condivido ogni parola @chatruc, anche quelle su Cabrini e la parte finale.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

È verissimo, negli ultimi periodi di vita Diego stava sempre più giù ed oramai si era lasciato trasportare dall'alcool.

Con tutti i problemi che ha avuto nella vita, oramai era in decadenza e non aspettava altro che la fine.

Tristezza infinita.

:qq: :cray: :qq:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbè chiaramente un personaggio così controverso in vita, non poteva non esserlo anche in morte. Sicuramente ci sarà un lungo strascico di polemiche sulle responsabilità dei medici soprattutto sulla spartizione della sua eredità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
55 minuti fa, lucaf2000 ha scritto:

Violentatore? Mai avuto un'accusa simile. Fermo restando che più che l'accusa, serva la condanna. Maradona ebbe un solo episodio con l'ultima fidanzata Rocìo Oliva che fece trapelare un video confuso in cui lui sembra le abbia dato una sberla. Episodio da condannare assolutamente ma da lì a dire che era un picchiatore seriale o violentatore ce ne vuole.

 

Il femminismo idiota (quello idiota intendo) sta facendo tanti danni in sudamerica e Spagna. Basta che tu stia sui coggglioni a qualcuna che dice che l'hai molestata e vieni condannato senza processo. In Argentina, si è arrivata alla situazione antidemocratica in cui il codice penale dice che è più grave ammazzare una donna che un uomo.

 

 

Conoscendo la giustizia (sommaria) argentina, il medico Leopoldo Luque (solo omonimo del defunto grandissimo campione del 1978) verrà condannato. Non dico che non abbia colpe (quello dovrebbe dirlo la giustizia) ma di fatto Maradona ha rinunciato alle cure. Aveva una corte davvero schifosa di persone che gli stavano addosso, nessuno che abbia mai voluto dirgli le cose come stavano, ma sembra che Diego ormai non volesse nessuno che gli desse contro. Aveva una depressione patologica, forse causata da troppi anni di ansiolitici.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, chatruc ha scritto:

Il femminismo idiota (quello idiota intendo) sta facendo tanti danni in sudamerica e Spagna. Basta che tu stia sui coggglioni a qualcuna che dice che l'hai molestata e vieni condannato senza processo. In Argentina, si è arrivata alla situazione antidemocratica in cui il codice penale dice che è più grave ammazzare una donna che un uomo.

 

Si ma è niente in confronto al femminicidio (Cit)

Share this post


Link to post
Share on other sites

non mi sono mai interessato molto alla sua storia.

ieri, essendo a casa per malattia, mi sono guardato "diego maradona" su netflix... ora, non so quanto questo docu-film possa essere considerato veritiero , ma l'ho trovato molto ben fatto e mi ha fatto decisamente cambiare idea sulla sua persona, una persona fragile che è stata distrutta dalla pressione mediatica (e non solo) che lo seguiva ovunque, anche sulla tazza del cesso.

 personalmente al suo posto non avrei retto una settimana.

 

riposa in pace, Diego

Edited by mircocatta
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un artista nel gioco con la palla. Nessuno mai come lui (che io sappia): era tutt'uno con il pallone.

 

 

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 ore fa, crucco ha scritto:

Un artista nel gioco con la palla. Nessuno mai come lui (che io sappia): era tutt'uno con il pallone.

 

 

 

Probabilmente funambolo è l'aggettivo che meglio gli si addice. Con la palla era capace di fare giochi di prestigio paragonabili a quelli di un mago con un mazzo di carte. Inimitabile per sempre.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 30/11/2020 Alle 16:41, chatruc ha scritto:

Violentatore? Mai avuto un'accusa simile. Fermo restando che più che l'accusa, serva la condanna. Maradona ebbe un solo episodio con l'ultima fidanzata Rocìo Oliva che fece trapelare un video confuso in cui lui sembra le abbia dato una sberla. Episodio da condannare assolutamente ma da lì a dire che era un picchiatore seriale o violentatore ce ne vuole.

 

Sto scrivendo praticamente lo stess mess da giorni. Ma è una causa persa.

D'altronde qualcuno pensa ancora che si sia dopato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 30/11/2020 Alle 16:41, chatruc ha scritto:

Violentatore? Mai avuto un'accusa simile. Fermo restando che più che l'accusa, serva la condanna. Maradona ebbe un solo episodio con l'ultima fidanzata Rocìo Oliva che fece trapelare un video confuso in cui lui sembra le abbia dato una sberla. Episodio da condannare assolutamente ma da lì a dire che era un picchiatore seriale o violentatore ce ne vuole.

 

Il femminismo idiota (quello idiota intendo) sta facendo tanti danni in sudamerica e Spagna. Basta che tu stia sui coggglioni a qualcuna che dice che l'hai molestata e vieni condannato senza processo. In Argentina, si è arrivata alla situazione antidemocratica in cui il codice penale dice che è più grave ammazzare una donna che un uomo.

 

 

Conoscendo la giustizia (sommaria) argentina, il medico Leopoldo Luque (solo omonimo del defunto grandissimo campione del 1978) verrà condannato. Non dico che non abbia colpe (quello dovrebbe dirlo la giustizia) ma di fatto Maradona ha rinunciato alle cure. Aveva una corte davvero schifosa di persone che gli stavano addosso, nessuno che abbia mai voluto dirgli le cose come stavano, ma sembra che Diego ormai non volesse nessuno che gli desse contro. Aveva una depressione patologica, forse causata da troppi anni di ansiolitici.

diglielo a @Natural Blonde Killer che non sa cosa dice a volte...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 2/12/2020 Alle 10:44, Vincenzo ha scritto:

 

Sto scrivendo praticamente lo stess mess da giorni. Ma è una causa persa.

D'altronde qualcuno pensa ancora che si sia dopato.

 

Molta gente è convinta che sia morto di overdose e che abbia pippato fino all'altro ieri.

 

La questione è proprio il fatto che la droga, anche se smetti, ti fa dei danni infiniti e perpetui. Lui aveva problemi con gli ansiolitici e l'alcol proprio per aver mollato la coca. Alla lunga (ma neanche troppo lunga), gli asnsiolitici sono poco meno peggio della droga. Purtroppo in famiglia ho una persona tossicodipendente che oscilla tra droghe e alcol, fumo e antidepressivi. Per un motivo o per l'altro, sta sempre molto male.

 

C'è un audio dicono di Diego in cui diceva "se avessi una corda, mi impiccherei". Negli ultimi tre giorni non si è alzato dal letto. Gli accompagnatori non hanno fatto nulla ma a lui gli partiva l'embolo se qualcuno gli diceva qualcosa. Purtroppo è una storia molto triste che riguarda una persona che si è fatta male sè stessa. Non trovo il senso di continuare col "se la è cercata", "mica è morto un uomo esemplare".

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×