Jump to content
Sign in to follow this  
ForzaFerrari88

15/11/2020 - Oggi muore la F1

Recommended Posts

11 ore fa, andycott ha scritto:

 

E sì che dal vivo sembra una persona normale...

 

E sì che dal vivo sembra una persona.

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, crucco ha scritto:

Da settembre 1978 (Monza) a maggio 1994 (Imola), 16 anni, sono morti:

 

Peterson

Depailler

Villeneuve

Pironi non in F1 ma...

Paletti

De Angelis

Ratzenberger

Senna

 

Per chi seguiva la F1 5 anni prima di me la lista contiene altri 6 piloti.

 

—-

 

I piloti di adesso non sono fighetti ( @effe ), ma i curvoni di Zeltweg venivano affrontati con ben altro stato d‘animo, con i guardrail subito oltre il nastro d‘asfalto. In genere ogni curva nascondeva rischi ben maggiori. Ma non è questo il punto, né mi interessa discuterne.

 

Nel post precedente volevo sottolineare la differenza (notevole) fra "ora" ed "un tempo". Non 10 anni fa.

 

Io ho sempre sostenuto che la F1 è morta lentamente e progressivamente. Lo facevo anche 10-12 anni fa. 

 

È questione di gusti e di filosofia.

Ho 45 anni e dei piloti che hai citato ho "vissuto" solo Senna e Ratzemberger, già per De Angelis ero un bambino.

Dalla fine degli 80 ai primi 2000 sono morti 2 piloti di F1 e 3 nel motomondiale.

Dal 2000 ad oggi il Motorsport da fighette ha spento Kato, Tomizawa, Simoncelli e Salom nel motomondiale, Bianchi e la De Villotta con le F1, Surtees jr e Hubert nelle formule minori. Nella Cart abbiamo visto Moore morire disintegrato e Zanardi diviso in due.

Insomma, non mi sembra di aver vissuto una generazione di piloti fighette, ne di aver avuto il tempo di vivere quella nella quale mettevi un colpo nel tamburo, lo facevi girare e sparavi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, effe ha scritto:

Ho 45 anni e dei piloti che hai citato ho "vissuto" solo Senna e Ratzemberger, già per De Angelis ero un bambino.

Dalla fine degli 80 ai primi 2000 sono morti 2 piloti di F1 e 3 nel motomondiale.

Dal 2000 ad oggi il Motorsport da fighette ha spento Kato, Tomizawa, Simoncelli e Salom nel motomondiale, Bianchi e la De Villotta con le F1, Surtees jr e Hubert nelle formule minori. Nella Cart abbiamo visto Moore morire disintegrato e Zanardi diviso in due.

Insomma, non mi sembra di aver vissuto una generazione di piloti fighette, ne di aver avuto il tempo di vivere quella nella quale mettevi un colpo nel tamburo, lo facevi girare e sparavi.

 

E allora? sono tutte cose che io non ho detto, relativamente alle fighette*. Ho postato la lista per correggere un pelo ciò che hai scritto: "Tra l'altro la F1 che abbiamo vissuto noi, anche i più vecchi, era già da fighette, moriva un pilota ogni dieci anni..."

 

Erano 1 ogni 2, ai miei tempi e sono solo 10 anni meno giovane di te.

 

* ma converrai con me che staccate alla ca**o di cane "tanto c'è l'asfalto" non esistevano. Non che i piloti non rischino nulla (ma quando mai...) ma ciò sposta anche la visione di ciò che è permesso (nel senso di sportivo) o meno. Se Prost a Suzuka chiuse Senna nella chicane (cosa non sportiva) e l'anno successivo Senna gliela restituì con i controfiocchi, ma spostando l'asticella ben più in alto (il rischio pur se calcolato era ancora maggiore, se tutto fosse andato storto, rispetto al contatto dell'anno precedente). Da troppi anni i piloti se ne fregano bellamente e allargano "senza sensi di colpa" o "coscienza di essere antisportivi" le traiettorie in staccata, addirittura costringono gli avversari ad uscire di pista.

 

È questo lo schifo (e una delle morti della F1): se nella mia idea di sorpasso esiste il mostrara la propria abilità nel trovare uno spazio per infilarmi senza dover rallentare l'altro, ma semplicemente perchè in quel punto riesco sd essere più veloce (e pur sapendo che questa è utopia: le differenze sonno così minime che la collaborazione dellavversario è necessaria quasi sempre), troppo spesso ormai vedo sorpassi effettuati penalizzando l'avversario, anche non essendo ancora pronto a sopravanzarlo (= almeno affiancato).

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma qui si parla della morte della Formula 1 per mano dei ladri grigi. Torniamo in topic.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui si parla di nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, crucco ha scritto:

Qui si parla di nulla.

Quindi per te dopo la morte c'è il nulla.

 

Ateo!! :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, crucco ha scritto:

Qui si parla di nulla.

 

Piantala di fare il crucco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E tu di fare il Pastena.

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se è morta agonizzante o viva non lo so, dipende da troppi punti di vista.

Una cosa è certa, se aprono un po gli occhi,  quest'anno qualche indicazione su cos serve l'hanno avuta, ad iniziare dalle piste....

Share this post


Link to post
Share on other sites
57 minuti fa, ggr ha scritto:

Se è morta agonizzante o viva non lo so, dipende da troppi punti di vista.

Una cosa è certa, se aprono un po gli occhi,  quest'anno qualche indicazione su cos serve l'hanno avuta, ad iniziare dalle piste....

 

Gli occhi sono ben serrati tranquillo.

Il 2021 sarà persino peggio di questo 2020.

La rinascita inizierà dal 2022? ci credo poco...

Edited by ForzaFerrari88

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Rio Nero ha scritto:

Quindi per te dopo la morte c'è il nulla.

 

Ateo!! :asd:

Ora ci toccano anche i preti atei :asd:

E crucchi 

:doh:

  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 15/11/2020 Alle 15:48, ForzaFerrari88 ha scritto:

1041478679_Falsoannunciofunebrecreatoonline.PNG.6adeb9c6d108a362949d8340c489fdca.PNG

 

Finalmente ci sono riusciti. I record reali, quelli creati con il lavoro, con l'impegno, con il talento, senza trucchi politici, senza cambi di regolamenti studiati a favore, etc. sono stati finalmenti cancellati dalla (Ma)Fia inglese che li ha donati gentilmente alla Mercedes e al loro pupillo impunito (inglese).

Oggi si conclude l'opera di smantellamento di uno sport che inizia nel 2003 e 2005 con l'introduzione di regole idiote; passa attraverso la spy-story senza conseguenza per "fotocopiatori", bugiardi e scambisti di mail e che porta all'inesorabile declino a partire dal 2011 con l'avvento del più ridicolo fornitore di pneumatici della storia di questo sport, i test illegali con la scuderia che poi si è scritta il regolmento, i cambi di gomma sempre a favore di qualcuno e l'introduzione dei motori più inutili e costosi che si siano mai visti, che "suonano" peggio di un tagliaerba alimentato a sputazza.

Con ovviamente la gravissima e inaccettabile complicità di una scuderia di scappati di casa a cui vertici troviamo un membro della famiglia che rappresenta il peggio del peggio dell'italia, il fautore del "giro veloce" e l'altro che probabilmente è il primo che hanno trovato da mezzo la strada e hanno messo lì a fare presenza.

 

Chissà se, come una araba fenice, anche la F1 risorgerà mai dalle sue ceneri, come si spera anche il mio fegato. 

Altrimenti vivrò nel ricordo di quello che era uno sport.

 

Forza Ferrari. Forza Schumacher. 

Nessuno mai come voi

Non ti conosco ma scommetto che sei di Napoli, al massimo dalla Campania.

  • Like 2
  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, chatruc ha scritto:

Non ti conosco ma scommetto che sei di Napoli, al massimo dalla Campania.

 

Osservando in questa risposta una non velata provocazione piuttosto che un giusto riconoscimento al valore del messaggio originale...

Ti dico che siffatte affermazioni, la cui pochezza argomentativa si sostanzia in una classificazione territoriale ormai fallace e oserei dire razzista, che niente ha a che vedere con la veridicità delle argomentazioni poste in essere nel messaggio originale, mi lasciano del tutto indifferente.

 

Comunque sono di Aosta :zizi:

Edited by ForzaFerrari88

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

argomentazioni 

Argumentative

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

 

Comunque sono di Aosta :zizi:

 

Non ci credo. Al massimo ci credo se sei una napoletano emigrato ad Aosta.

 

Io parlo con cognizione di causa. Sono argentino e in Argentina tutti si lamentano da secoli su due motivi: la nazionale di calcio in primis, la crisi economica in secundis.

 

Riguardo la nazionale, l'Argentina perde sempre perchè:

 

1) gli arbitri sono comprati;

2) c'è un complotto della FIFA;

3) ci odiano perchè abbbiamo Maradona;

4) la palla non sterza (non è uno scherzo, è stata la giustificazione della sconfitta di Quito del 1996);

5) perchè falsificano i controlli antidoping;

6) perchè voglioni favorire il Brasile;

7) perchè ci boicottano perchè siamo i più forti;

8) perchè la CONMEBOL è corrotta;

9) perchè non ci fischiano i rigori a favore;

10) perchè ci fischiano i rigori contro;

11) perchè ci fischiano l'inno nazionale.

 

Mai una volta che perdiamo perchè gli altri sono più bravi e noi siamo più scarsi.

 

Il paese invece è perennemente in crisi da quando è stato fondato a causa di:

 

1) i politici corrotti;

2) i militari assassini;

3) l'oligarchia dei grandi proprietari terrieri;

4) i traditori della speculazione finanziaria;

5) l'imperialismo americano;

6) la vecchia Europa colonialista;

7) il neocolonialismo mondiale;

8) il capitalismo senza scrupoli.

 

Mai una volta che si dica che siamo gli artecifi del nostro destino.

 

Sempre colpa degli altri. O della Juve, come dicono a Napoli.

 

Per tornare alla F1: il regolamento ibrido è in vigore da 7 stagioni complete. Per quanto la Mercedes sia brava, sono sette anni che nessuno si avvicina. Ogni volta che qualcuno è lì vicino, poi due passi indietro. La Ferrari era a buon punto e si è rovinata da sola (ben prima della questione del motore) per lotte intestine (Vettel contro Leclerc prima che arrivasse, Arrivabene contro Binotto, motoristi contro telaisti, Marmorini contro Tombazis, Alonso contro tutti, Marchionne contro Allison e Sassi) e scelte disastrose a lungo termine (Marchionne che caccia via tutti e non assume nessuno). La Honda continua a correre credendo di essere ancora negli anni '80, in cui il loro metodo funzionava grazie al fatto che avevano un'elettronica di avannguardia, o come in motoGP, dove dispongono di una tecnologia infinitamente superiore alla concorrenza.

 

Invece i commentatori di gazzetta.it continuano a inveire per il battistrada più sottile di 0.4 mm e per il test proibito el 2013.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, chatruc ha scritto:

 

Non ci credo. Al massimo ci credo se sei una napoletano emigrato ad Aosta.

 

Io parlo con cognizione di causa. Sono argentino e in Argentina tutti si lamentano da secoli su due motivi: la nazionale di calcio in primis, la crisi economica in secundis.

 

Riguardo la nazionale, l'Argentina perde sempre perchè:

 

1) gli arbitri sono comprati;

2) c'è un complotto della FIFA;

3) ci odiano perchè abbbiamo Maradona;

4) la palla non sterza (non è uno scherzo, è stata la giustificazione della sconfitta di Quito del 1996);

5) perchè falsificano i controlli antidoping;

6) perchè voglioni favorire il Brasile;

7) perchè ci boicottano perchè siamo i più forti;

8) perchè la CONMEBOL è corrotta;

9) perchè non ci fischiano i rigori a favore;

10) perchè ci fischiano i rigori contro;

11) perchè ci fischiano l'inno nazionale.

 

Mai una volta che perdiamo perchè gli altri sono più bravi e noi siamo più scarsi.

 

Il paese invece è perennemente in crisi da quando è stato fondato a causa di:

 

1) i politici corrotti;

2) i militari assassini;

3) l'oligarchia dei grandi proprietari terrieri;

4) i traditori della speculazione finanziaria;

5) l'imperialismo americano;

6) la vecchia Europa colonialista;

7) il neocolonialismo mondiale;

8) il capitalismo senza scrupoli.

 

Mai una volta che si dica che siamo gli artecifi del nostro destino.

 

Sempre colpa degli altri. O della Juve, come dicono a Napoli.

 

Per tornare alla F1: il regolamento ibrido è in vigore da 7 stagioni complete. Per quanto la Mercedes sia brava, sono sette anni che nessuno si avvicina. Ogni volta che qualcuno è lì vicino, poi due passi indietro. La Ferrari era a buon punto e si è rovinata da sola (ben prima della questione del motore) per lotte intestine (Vettel contro Leclerc prima che arrivasse, Arrivabene contro Binotto, motoristi contro telaisti, Marmorini contro Tombazis, Alonso contro tutti, Marchionne contro Allison e Sassi) e scelte disastrose a lungo termine (Marchionne che caccia via tutti e non assume nessuno). La Honda continua a correre credendo di essere ancora negli anni '80, in cui il loro metodo funzionava grazie al fatto che avevano un'elettronica di avannguardia, o come in motoGP, dove dispongono di una tecnologia infinitamente superiore alla concorrenza.

 

Invece i commentatori di gazzetta.it continuano a inveire per il battistrada più sottile di 0.4 mm e per il test proibito el 2013.

 

Tutto molto...

Ma la Juventus vince perché ha gli arbitri a favore e la Mercedes poiché la FIA non ha cambiato i regolamenti da 7 anni a questa parte.

 

P.s. Maradona ce l'abbiamo avuto anche noi e...stiamo godendo ancora. :thumbsup:

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me pare che la F1 sia agonizzante dal mondiale della Brawn GP... Cos'era il 2009?

 

Mi ricordo distintamente che la gente si lamentò subito delle gare e del design delle vetture. Poi vennero (in ordine sparso) le PU con il sound motozappa, il DRS e sorpassi di cartone e la Pirelli a decidere l'esito delle gare.

Il prodotto finale è una competizione con vetture esteticamente poco convincenti, che hanno un suono  del ca**o e i piloti, quelle poche volte si azzardano a sciupare le gomme nei sorpassi, usano il telecomando.

 

Mi sorprende che non sia fallito tutto da anni. Evidentemente di disperati come noi nel mondo ce ne sono tanti...

Edited by L.Costigan
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il vero peccato è quello che la squadra più gloriosa e vincente della STORIA della F1 non ha voce in capitolo o, per paura di perdere i soldi che riceve dalla FIA, sta zitta ed abbassa il capo in qualsiasi decisione o non decisione che prendono.

È impensabile e frustrante stare zitti dopo i 1000km, il Das, i fori, la gru che ti rimette in pista, la spy story, il crash gate...devo continuare?

Da tifoso della Ferrari mi aspettavo molto di più dalla mia squadra e...sono rimasto molto deluso dal suo silenzio in merito a tutto ciò. 

:zizi: :wallbash:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, chatruc ha scritto:

 

Non ci credo. Al massimo ci credo se sei una napoletano emigrato ad Aosta.

 

Io parlo con cognizione di causa. Sono argentino e in Argentina tutti si lamentano da secoli su due motivi: la nazionale di calcio in primis, la crisi economica in secundis.

 

Riguardo la nazionale, l'Argentina perde sempre perchè:

 

1) gli arbitri sono comprati;

2) c'è un complotto della FIFA;

3) ci odiano perchè abbbiamo Maradona;

4) la palla non sterza (non è uno scherzo, è stata la giustificazione della sconfitta di Quito del 1996);

5) perchè falsificano i controlli antidoping;

6) perchè voglioni favorire il Brasile;

7) perchè ci boicottano perchè siamo i più forti;

8) perchè la CONMEBOL è corrotta;

9) perchè non ci fischiano i rigori a favore;

10) perchè ci fischiano i rigori contro;

11) perchè ci fischiano l'inno nazionale.

 

Mai una volta che perdiamo perchè gli altri sono più bravi e noi siamo più scarsi.

 

Il paese invece è perennemente in crisi da quando è stato fondato a causa di:

 

1) i politici corrotti;

2) i militari assassini;

3) l'oligarchia dei grandi proprietari terrieri;

4) i traditori della speculazione finanziaria;

5) l'imperialismo americano;

6) la vecchia Europa colonialista;

7) il neocolonialismo mondiale;

8) il capitalismo senza scrupoli.

 

Mai una volta che si dica che siamo gli artecifi del nostro destino.

 

Sempre colpa degli altri. O della Juve, come dicono a Napoli.

 

Per tornare alla F1: il regolamento ibrido è in vigore da 7 stagioni complete. Per quanto la Mercedes sia brava, sono sette anni che nessuno si avvicina. Ogni volta che qualcuno è lì vicino, poi due passi indietro. La Ferrari era a buon punto e si è rovinata da sola (ben prima della questione del motore) per lotte intestine (Vettel contro Leclerc prima che arrivasse, Arrivabene contro Binotto, motoristi contro telaisti, Marmorini contro Tombazis, Alonso contro tutti, Marchionne contro Allison e Sassi) e scelte disastrose a lungo termine (Marchionne che caccia via tutti e non assume nessuno). La Honda continua a correre credendo di essere ancora negli anni '80, in cui il loro metodo funzionava grazie al fatto che avevano un'elettronica di avannguardia, o come in motoGP, dove dispongono di una tecnologia infinitamente superiore alla concorrenza.

 

Invece i commentatori di gazzetta.it continuano a inveire per il battistrada più sottile di 0.4 mm e per il test proibito el 2013.

 

 

Caro chatruc ti confesso di essere stato molto in dubbio sul risponderti, ma essendo un forum pubblico e dato che mi sembra che la tua risposta sia seria allora riceverai una mia risposta seria.

 

1) sul post c'è poco da dire. Se non cogli la palese autoironia in ottica PB, che si evince facilmente dalla foto caricata del manifesto inventato da me, mi dispiace ma la colpa non è mia.

Poi per carità può piacere o meno, fare ridere o meno, ma la provocazione era palese.

Provocazione che giunge da uno che ha più volte ammesso poi di aver il fegato scoppiato, ma che soprattutto più volte ha detto che, in uno sport "politico" come la F1, se in questi anni è successo quello che è successo, la colpa è esclusivamente della dirigenza Ferrari. Al netto ovviamente della superiorità della Mercedes che si è palesata più volte.

Ma sarebbe bastato leggere centinaia di post miei passati per capire questa cosa invece di fare un commento inutile come quello sui Napoletani.

 

2) si sono di Napoli. Ci vivo e ci lavoro perché ho avuto le capacità e anche la fortuna di riuscirci facendo anche dei sacrifici.

Devo dire che la supponenza che si palesa nel tuo commento è stata la motivazione che mi ha portato a risponderti in modo serio.

Perché normalmente a un "leghista vecchio stampo", indottrinato da anni di mera propaganda, non avrei prestato attenzione, anzi lo avrei compatito sperando che un giorno qualcuno lo avrebbe illuminato.

Quando invece questo tipo di commento viene da un emigrante e lì che mi incazzo.

Parli di Napoli e dei Napoletani accomunandoli agli Argentini classificando sia noi che i tuoi paesani in un certo modo.

Io degli Argentini non so nulla e non mi permetto di parlarne. Tu di Napoli e dei Napoletani che ne sai? Hai vissuto a Napoli? Conosci la storia di Napoli? Come ti permetti di giudicare un popolo intero da commenti sulla gazzetta o un forum?

E ti ripeto, io mi incazzo perché tu sei un emigrante e questo tuo commento è il tipico commento che fa il "terrone da cortile" emigrato al Nord. Quello che per elevarsi e farsi accettare ha bisogno di gettare fango sulla propria terra quando invece dovrebbe analizzare la complessità dei problemi e fare comprendere anche agli altri il perché si sono create certe dinamiche in questo paese.

 

Sciacquati la bocca prima di parlare di Napoli e dei Napoletani.

Siamo una terra e un popolo complesso.

Una terra di contraddizioni e piena di problemi sicuramente, ma piena di eccellenze, umanità e storia.

Edited by ForzaFerrari88
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
42 minuti fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

Caro chatruc ti confesso di essere stato molto in dubbio sul risponderti, ma essendo un forum pubblico e dato che mi sembra che la tua risposta sia seria allora riceverai una mia risposta seria.

 

1) sul post c'è poco da dire. Se non cogli la palese autoironia in ottica PB, che si evince facilmente dalla foto caricata del manifesto inventato da me, mi dispiace ma la colpa non è mia.

Poi per carità può piacere o meno, fare ridere o meno, ma la provocazione era palese.

Provocazione che giunge da uno che ha più volte ammesso poi di aver il fegato scoppiato, ma che soprattutto più volte ha detto che, in uno sport "politico" come la F1, se in questi anni è successo quello che è successo, la colpa è esclusivamente della dirigenza Ferrari. Al netto ovviamente della superiorità della Mercedes che si è palesata più volte.

Ma sarebbe bastato leggere centinaia di post miei passati per capire questa cosa invece di fare un commento inutile come quello sui napoletani.

 

2) si sono di Napoli. Ci vivo e ci lavoro perché ho avuto le capacità e anche la fortuna di riuscirci facendo anche dei sacrifici.

Devo dire che la supponenza che si palesa nel tuo commento è stata la motivazione che mi ha portato a risponderti in modo serio.

Perché normalmente a un "leghista vecchio stampo", indottrinato da anni di mera propaganda, non avrei prestato attenzione, anzi lo avrei compatito sperando che un giorno qualcuno lo avrebbe illuminato.

Quando invece questo tipo di commento viene da un emigrante e lì che mi incazzo.

Parli di Napoli e dei Napoletani accomunandoli agli argentini classificando sia noi che i tuoi paesani in un certo modo.

Io degli argentini non so nulla e non mi permetto di parlarne. Tu di Napoli e dei Napoletani che ne sai? Hai vissuto a Napoli? Conosci la storia di Napoli? Come ti permetti di giudicare un popolo intero da commenti sulla gazzetta o un forum?

E ti ripeto, io mi incazzo perché tu sei un emigrante e questo tuo commento è il tipico commento che fa il "terrone da cortile" emigrato al Nord. Quello che per elevarsi e farsi accettare ha bisogno di gettare fango sulla propria terra quando invece dovrebbe analizzare la complessità dei problemi e fare comprendere anche agli altri il perché si sono create certe dinamiche in questo paese.

 

Sciacquati la bocca prima di parlare di Napoli e dei Napoletani.

Siamo una terra e un popolo complesso.

Una terra di contraddizioni e piena di problemi sicuramente, ma piena di eccellenze, umanità e storia.

"E mi alzai in piedi, applaudendo fino a sbucciarmi le mani" (cit.)

:zizi: :asd:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×