Jump to content
effe

Corona Circus

Coronavirus e GP  

47 members have voted

This poll is closed to new votes
  1. 2. Il campionato 2020

    • Comincerà a luglio
    • Si correrà in autunno
    • Salterà


Recommended Posts

in realtà credo che non sia chiaro chi ci perderà, se gli organizzatori o la F1, perché l'evento viene cancellato a causa di forze maggiori (ad oggi ancora non si è capito chi ci ha rimesso per l'Australia ad esempio); poi magari la tassa di partecipazione viene pagata annualmente, in quel caso i circuiti non pagheranno se il GP è cancellato 

 

in Azerbaijan più che altro c'è un problema di visti, li hanno bloccati fino a fine giugno 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, effe ha scritto:

Il problema sarà sempre che non puoi portare persone potenzialmente contaminate provienti da vari paesi in un paese "decontaminato" se non mettendo in quarantena tutto il carrozzone ogni volta per due settimane. Non credo si possa pensare ad un mondiale, per quanto ridimensionato, in questo 2020.

Penso pure io...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ruberekus ha scritto:

la previsione (secondo me IPER ottimistica) di AMuS

 

7th june = Baku
14th june = Montreal
28th june = Le Castellet
5th july = Spielberg
19th july = Silverstone
26th july = Barcelona (currently being discussed)

2th august = Budapest
23rd august = Zandvoort
30th august = Spa
6th september = Monza
20th september = Singapore
27th september = Russia
4th october = Vietnam (or 18th october)
11th october = Suzuka

25th october = Austin
1st november = Mexico
15th november = Interlagos
29th november = Bahrain
6th december = Abu Dhabi

 

 

19 gare è pura fantascienza vista la situazione attuale.... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

alcuni dipendenti Ferrari di ritorno dall'Australia vanno in auto isolamento per non correre rischi con la famiglia 

 

intanto gli Agnelli donano 10M di euro per l'emergenza sanitaria 

 

https://www.bbc.co.uk/sport/amp/formula1/51936622?__twitter_impression=true

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rischia concretamente di saltare l'intero campionato. Sono saltati anche gli Europei di calcio.

 

E' chiaro che la salute è in primo piano, tutto il resto in secondo.

 

Se si fa, sarà assai ridotto.  Dipenderà dall'evoluzione della pandemia a livello mondiale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ad incidere sono anche i tempi di uscita dall'epidemia paese per paese.

Dando per buono che i dati che abbiamo sulla Cina siano reali, a quasi tre mesi dall'inizio del problema, da una parte non hanno quasi piu nuovi casi, dall'altra però hanno ancora 3000 persone in terapia intensiva e migliaia di positivi. Il tutto pur avendo attuato misure impensabili altrove.

E se i dati non fossero questi.....sarebbero sicuramente peggiori.

Ci vorrà tempo per uscirne, e grande attenzione una volta fuori nell'isolarsi dagli altri. Dovranno cambiare molte cose (tornare alle frontiere?) altrimenti andremo in loop.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per info, l'OMS prevede che un'epidemia sia conclusa quando ci sono due cicli di incubazione completi senza alcun nuovo contagio.

Il che per il coronavirus implica 30 giorni dall'ultimo contagio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

https://www.auto-motor-und-sport.de/formel-1/corona-f1-teams-finanzen-einnahmen-ausfaelle/

 

Impatti economici della cancellazione degli eventi e la possibilità di rinviare al 2022 i nuovi regolamenti. Nel particolare, si vorrebbe omologare telaio, trasmissione e parti delle sospensioni 2020, lasciando "libero" solo lo sviluppo aerodinamico per il 2021.

 

Al momento tutti favorevoli a parte Ferrari, la quale non ha ancora dato una risposta precisa vista la situazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

https://www.auto-motor-und-sport.de/formel-1/corona-f1-teams-finanzen-einnahmen-ausfaelle/

 

la F1 sta perdendo soldi a raffica, il titolo azionario, a causa della mancanza di gare, è passato da 46$ il 20 febbraio a 18.30$ il 17 marzo; il mancato svolgimento delle prime 4 gare ha comportato un mancato introito di 150M $ dalle quote di partecipazione; sul caso australiano, si è deciso che ciascuno si teneva le proprie perdite, per cui gli organizzatori ci hanno rimesso l'organizzazione/costruzione del circuito, la F1 la quota di partecipazione; per gli altri 3 GP, la quota di partecipazione verrà pagata solo quando il GP sarà effettivamente corso, per questo i GP sono ufficialmente solo rinviati e si cercherà di correrli più avanti

 

inoltre Liberty sta perdendo soldi anche dalle TV, che ottengono sconti se non ci sono gare da disputare e che non pagano i vari pass per i Paddock Club

 

le perdite si ripercuotono sulle squadre, che stanno ricevendo meno soldi sia da Liberty (la distribuzione è fatta sulla classifica 2019 ma i soldi corrisposti vengono dagli introiti del 2020), sia dagli sponsor che pagano in base al numero di gare corse; la crisi sta colpendo sia i piccoli che i grandi team (in particolare costruttori come Mercedes e Renault che vivono anche un mercato dell'auto in calo)

 

in riunione con Carey, 9 team hanno votato a favore di bloccare per il 2021 lo sviluppo di telaio, sospensioni e e trasmissione, lasciando libera solo l'aerodinamica; la Ferrari ha chiesto del tempo per pensarci su data la particolare situazione in Italia; giovedì ci sarà un'altra riunione in cui si potrebbe decidere di rinviare il cambio regolamentare dell'anno prossimo al 2022, e correre nel 2021 con le auto di quest'anno

 

questo solleverebbe i team dal dover progettare nuove auto per l'anno prossimo, dovendo solo sviluppare l'aerodinamica; secondo Otmar Szafnauer (TP della RP) questa è l'unica opzione, che per altro darebbe anche più flessibilità alla riorganizzazione del calendario, con la stagione 2020 che potrebbe concludersi nel 2021

 

il rinvio delle regole 2021 non dovrebbe comprendere il budget cap che entrerà in vigore comunque l'anno prossimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi l'ipotesi è di correre un 2021 con le regole attuali e con auto identiche, aggiornate solo nel pacchetto aero

 

sui problemi economici, credo impattino maggiormente i piccoli come williams e haas piuttosto che rb o mercedes, che hanno le spalle coperte. certo per renault e mer che sono costruttori il 2020 si prevede critico, sicuro ci sarà un calo non da poco delle vendite

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

l rinvio delle regole 2021 non dovrebbe comprendere il budget cap che entrerà in vigore comunque l'anno prossimo

 

Questo potrebbe favorire (per il 2022) gli altri team rispetto a Mercedes, Ferrari e RB, o sbaglio?

 

Edited by VincenzoFerrari

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, VincenzoFerrari ha scritto:

 

Questo potrebbe favorire (per il 2022) gli altri team rispetto a Mercedes, Ferrari e RB, o sbaglio?

 

sì è possibile, in questo scenario i team quest'anno difficilmente avranno la possibilità di lavorare sui progetti nuovi e perderanno la possibilità di sfruttare l'ultimo anno senza budget cap

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

un bel casino...

che poi se fai schifo quest'anno con la sf1000 te la ritrovi anche il prossimo anno..che culo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da esterno (visto che non penso avrò piloti/team da tifare ora che le nuove regole arriveranno) non sarebbe neanche male una situazione del genere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, NeoN ha scritto:

un bel casino...

che poi se fai schifo quest'anno con la sf1000 te la ritrovi anche il prossimo anno..che culo

 

Quindi il mantra non sarà più "vinciamo l'anno prossimo", ma "vinciamo tra due anni"..

 

Manco la natura ha pietà per i ferraristi 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Proposta dettata dall'eccessivo consumo di limoncello da me infuso: perché non si prendono delle monoposto di qualche monomarca e quest'anno li si fa correre così? Tanto ormai gli sviluppi saranno condizionati dai periodi di quarantena, i.piloti partiranno alla pari e le squadre potranno portare avanti i progetti futuri (che siano con regole attuali o 2021) solo quando tutti saranno fuori dalla quarantena. 

Mentre voi commentate io mi disintossico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 ore fa, Giovy_1006 ha scritto:

Voglio vedere chi è disposto a rinunciare al proprio GP stagionale dopo aver sborsato milioni.

Si parla di iniziare in Azerbaijan..ma la situazione contagi lì com'è?

 

Se non si disputa, non si sborsa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Beyond ha scritto:

quindi l'ipotesi è di correre un 2021 con le regole attuali e con auto identiche, aggiornate solo nel pacchetto aero

 

sui problemi economici, credo impattino maggiormente i piccoli come williams e haas piuttosto che rb o mercedes, che hanno le spalle coperte. certo per renault e mer che sono costruttori il 2020 si prevede critico, sicuro ci sarà un calo non da poco delle vendite

 

Dovessero tenere le stesse auto per 2020 e 2021, tanto varrebbe unire le due stagioni ed assegnare i titoli una sola volta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Australia il campionato Supercars si ferma e lancia un campionato e-series... E se questa fosse l'alternativa? Disputare qualche GP con i videogiochi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×