Jump to content

Recommended Posts

2 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

Osservando questo grafico e facendo qualche ipotesi, prevedo che ne usciremo per fine maggio, primi di giugno praticamente. Mi chiedo però per quanto sarà possibile resistere con tutte le attività chiuse.

 

siamo già nella m***a, anche nell'ipotesi (ma non sarà così) che si possa riaprire tutto ad aprile.

 

 

1 ora fa, jeremy.clarkson ha scritto:

 

Guarda che anche se non viene mai detto, certe scelte vengono fatte anche in condizioni normali.

Non è solo una questione di risorse disponibili  (in una situazione di emergenza come ora), ma anche di potenziale beneficio per il paziente. I trattamenti medici vengono effettuati se si può ragionevolmente pensare che il paziente possa trarne giovamento.

esattamente 

Share this post


Link to post
Share on other sites

la questione è che il virus è nuovo e quindi anche nella comunità scientifica non c'era abbastanza chiarezza. ve la ricordate la polemica dei primi giorni tra burioni e la signora del sacco che tendeva a minimizzare?

l'unico dato statistico che c'era riguardava la cina, tuttavia abbiamo capito oggi che non è così affidabile in quanto rispetto all'italia hanno attuato una forte quarantena ben prima, e la popolazione lì è decisamente più giovane, per cui in proporzione da noi ci saranno più morti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema Bey è che da noi si sono perse settimane fondamentali, quando hanno quarantenizzato piccolissime aree, lasciando che tutto procedesse regolarmente all'esterno. La situazione attuale è figlia di quella sottovalutazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Il problema Bey è che da noi si sono perse settimane fondamentali, quando hanno quarantenizzato piccolissime aree, lasciando che tutto procedesse regolarmente all'esterno. La situazione attuale è figlia di quella sottovalutazione.

 

onestamente non me la sento di criticare, col senno di poi siamo bravi ma pure qui nessuno diceva che serviva bloccare l'italia anzi sembrava una scelta esagerata. grave piuttosto che i paesi vicini, vista la situazione, non abbiano subito seguito la nostra esperienza.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Beyond ha scritto:

la questione è che il virus è nuovo e quindi anche nella comunità scientifica non c'era abbastanza chiarezza. ve la ricordate la polemica dei primi giorni tra burioni e la signora del sacco che tendeva a minimizzare?

l'unico dato statistico che c'era riguardava la cina, tuttavia abbiamo capito oggi che non è così affidabile in quanto rispetto all'italia hanno attuato una forte quarantena ben prima, e la popolazione lì è decisamente più giovane, per cui in proporzione da noi ci saranno più morti.

 

E questo è il motivo per cui si doveva ragionare pensando allo scenario peggiore.

E di dati su cui ragionarci, come ho scritto prima, ce ne erano in abbondanza e non era neanche così complicato arrivarci.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

E questo è il motivo per cui si doveva ragionare pensando allo scenario peggiore.

E di dati su cui ragionarci, come ho scritto prima, ce ne erano in abbondanza e non era neanche così complicato arrivarci.

 

mi sembra un ragionamento bizzarro. non stiamo parlando di decidere se prendere una camomilla o una tachipirina ma di bloccare un paese e la sua economia. come vedi persino gli stati vicini non lo hanno ancora fatto nonostante la gravità ben maggiore rispetto a un mese fa.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

mi sembra un ragionamento bizzarro. non stiamo parlando di decidere se prendere una camomilla o una tachipirina ma di bloccare un paese e la sua economia. come vedi persino gli stati vicini non lo hanno ancora fatto nonostante la gravità ben maggiore rispetto a un mese fa.

 

L'inerzia degli altri paesi è imbarazzante infatti.

 

Per quanto riguarda noi era ovvio che non si poteva immediatamente bloccare il paese dopo la scoperta del primo contagiato.

Ma allo stesso tempo c'erano tutti i dati per capire che la situazione poteva degenerare in poco tempo e si poteva essere più attenti, quantomeno nelle dichiarazioni tipo "è poco più di un'influenza", "milano non si ferma", "muoiono solo i vecchi malati", che hanno fatto peggiorare la situazione.

 

Magari oggi mi sono svegliato incazzato, ma ripeto che secondo me i numeri erano li chiaramente visibili.

E il prospetto di morti andava da 60mila a 300mila in un arco temporale più breve rispetto alle normali influenze (per non parlare quindi delle terapie intensive di cui non conosco i dati). Bastava saper fare due calcoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si doveva intervenire prima, chiudendo magari subito la regione Lombardia e sopratutto fermando tutti i treni!!

Il SUD è stato contagiato per i numeri treni arrivati da nord.

Magari contenendo il virus in Lombardia, si evitava la diffusione anche in altre parti d'ITALIA.

E' notizia di oggi che gli IRRESPONSABILI che dal Nord si sono messi in treno per venire al SUD erano quasi tutti con la febbre!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so, sarò egoista, ma a questo punto mi spaventa veramente tanto il dopo. 

Ho idea che questa è una legnata da cui non ci solleviamo più. 

Anche perché è a livello globale. 

Non è che puoi dire, vabbe qui in Italia sono spacciato, me ne vado all'estero. 

Ci credo che negli altri stati cerchino di minimizzare fino alla fine. Sanno benissimo che il dopo sarà una catastrofe. Da questo punto di vista Boris Johnson non è che avesse tutti i torti. Si salvi chi può, continui a far girare l'economia e una volta passato non siamo del tutto a terra. 

Un blocco del genere perché lo puoi fare in Cina? Perché sono 1,5 miliardi e col regime che hanno si possono permettere di mandare a morte i milioni che hanno quarantinato. Letteralmente. 

Ditemi che non ho ragione. 

No veramente ditemelo perché se è così, sarà una grande problema. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, Rio Nero ha scritto:

Si doveva intervenire prima, chiudendo magari subito la regione Lombardia e sopratutto fermando tutti i treni!!

Il SUD è stato contagiato per i numeri treni arrivati da nord.

Magari contenendo il virus in Lombardia, si evitava la diffusione anche in altre parti d'ITALIA.

E' notizia di oggi che gli IRRESPONSABILI che dal Nord si sono messi in treno per venire al SUD erano quasi tutti con la febbre!!

15% non tutti dai XD... è un numero però sufficiente per fare una strage.

In ogni caso paghiamo lo scotto di non avere un protocollo preventivo per situazioni come queste che non sono da gestire in maniera normale e democratica; le scelte difficili andavano attuate subito perchè non puoi azzardare sulla tenuta del sistema sanitario, sistema sanitario che se crolla farà impallidire lo stesso problema economico; inoltre le due cose sono legate, perchè un blocco anticipato dello stato avrebbe SICURAMENTE provocato meno danni economici rispetto a quello che avremo adesso con uno stop ritardato e prolungato; siamo i primi in europa ad aver agito così perchè siamo i primi ad aver avuto subito numeri enormi, quindi non abbiamo questo vanto, stiamo agendo per necessità, bene, ma in ritardo; magari sbaglio ma è questo il mio punto di vista.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

È comunque una sperimentazione e ci sono dei protocolli da seguire. Immagino perché l'utilizzo di un farmaco comporta dei rischi.

Da quello che ho capito io comunque pare che siano stati  già velocissimi quelli del Pascale a scrivere il protocollo di sperimentazione e velocissima l'aifa ad approvarlo. Di solito ci vogliono mesi 

 

In realtà non è una cura del tutto sperimentale, in quanto si tratta di un farmaco già ampiamente utilizzato (seppure per una patologia differente). Capisco che ci siano dei protocolli da seguire, ma mi stupivo appunto del fatto che neanche in situazioni di assoluta emergenza come quella attuale si possa provare ad aggirarli più di tanto (qui ogni giorno di attesa comporta centinaia di decessi in più). 

Share this post


Link to post
Share on other sites
57 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

onestamente non me la sento di criticare, col senno di poi siamo bravi ma pure qui nessuno diceva che serviva bloccare l'italia anzi sembrava una scelta esagerata. grave piuttosto che i paesi vicini, vista la situazione, non abbiano subito seguito la nostra esperienza.

 

 

Non bloccare l'Italia intera, questo non lo avrei mai fatto neanch'io appena scoppiato il caso Codogno/Vo', ma mettere in zona rossa la provincia e in arancione la regione, così si potevano tenere a bada i numeri.

Parlo nel mio piccolo, non aveva senso bloccare Vo', mentre i paesi vicini continuavano tranquillamente la vita di prima. Almeno la provincia di Padova doveva fermarsi subito e tenere in allarme il veneto.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

 

Non bloccare l'Italia intera, questo non lo avrei mai fatto neanch'io appena scoppiato il caso Codogno/Vo', ma mettere in zona rossa la provincia e in arancione la regione, così si potevano tenere a bada i numeri.

Parlo nel mio piccolo, non aveva senso bloccare Vo', mentre i paesi vicini continuavano tranquillamente la vita di prima. Almeno la provincia di Padova doveva fermarsi subito e tenere in allarme il veneto.

 

Concordo.

Ora che il danno è stato fatto purtroppo indietro non si può andare.

Dovevano fare così.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Rio Nero ha scritto:

 

Concordo.

Ora che il danno è stato fatto purtroppo indietro non si può andare.

Dovevano fare così.

 

Ormai la situazione è questa, dobbiamo solo sperare che gli ospedali reggano l'onda durto con il minor danno possibile.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, _Fred_ ha scritto:

Non so, sarò egoista, ma a questo punto mi spaventa veramente tanto il dopo. 

Ho idea che questa è una legnata da cui non ci solleviamo più. 

Anche perché è a livello globale. 

Non è che puoi dire, vabbe qui in Italia sono spacciato, me ne vado all'estero. 

Ci credo che negli altri stati cerchino di minimizzare fino alla fine. Sanno benissimo che il dopo sarà una catastrofe. Da questo punto di vista Boris Johnson non è che avesse tutti i torti. Si salvi chi può, continui a far girare l'economia e una volta passato non siamo del tutto a terra. 

Un blocco del genere perché lo puoi fare in Cina? Perché sono 1,5 miliardi e col regime che hanno si possono permettere di mandare a morte i milioni che hanno quarantinato. Letteralmente. 

Ditemi che non ho ragione. 

No veramente ditemelo perché se è così, sarà una grande problema. 

 

 

Saremo sicuramente a terra, ma siamo usciti dalla guerra, dove veramente si moriva di fame, usciremo anche da questo. Sarà dura, ma ce la faremo.

Passata la tempesta però si dovrà far qualcosa, perché la Cina ha messo in ginocchio l'intero globo con il suo comportamento. Non sarà possibile una stretta di mano, una pacca sulla spalla e amici come prima.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
42 minuti fa, _Fred_ ha scritto:

Non so, sarò egoista, ma a questo punto mi spaventa veramente tanto il dopo. 

Ho idea che questa è una legnata da cui non ci solleviamo più. 

Anche perché è a livello globale. 

Non è che puoi dire, vabbe qui in Italia sono spacciato, me ne vado all'estero. 

magari dico una cazzata, ma secondo me proprio perché è globale ne usciremo e ci risolleveremo, siamo tutti sulla stessa barca, per un periodo l'economia rallenterà per tutti, poi si ripartirà 

 

anche perché non è una crisi endemica del sistema finanziario come fu nel 2008, è contingente alla situazione del virus, dunque credo che passata l'emergenza si possa partire più facilmente (o almeno meno difficilmente)

9 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Passata la tempesta però si dovrà far qualcosa, perché la Cina ha messo in ginocchio l'intero globo con il suo comportamento. Non sarà possibile una stretta di mano, una pacca sulla spalla e amici come prima.

sì gli daranno le famose "sanzioni" dell'ONU :asd: 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

sì gli daranno le famose "sanzioni" dell'ONU :asd: 

 

Stavolta siamo tutti contro 1, se davvero lo vogliamo. Ma la vedo dura, ognuno si farà i proprio interessi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

90124703_10157932174768076_7900740616147

 

 

intanto dietro casa l'ipermercato h24 ha cambiato orari, ora sta aperto solo mattina e pm, questa la situazione oggi...

La spesa nei giorni del coronavirus: la coda è impressionante. “Sembra il set di un film, ma è tutto vero”

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

min**ia!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

@Aviatore_Gilles ho sentito che hanno trovato un nuovo positivo a Vo' dopo giorni di calma

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×