Jump to content

Recommended Posts

7 minuti fa, effe ha scritto:

Mi sembra che anche al centrosud i morti in percentuale ai contagiati siano molti.

sicuramente lì stanno facendo un numero molto limitato di tamponi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

sicuramente lì stanno facendo un numero molto limitato di tamponi 

Non abbiamo altre misure se non quelle positivi/morti.

Tutto il resto sono illazioni, che possono avere un senso, ma i dati sono quelli.

Moriamo molto piu di tutti gli altri, sia al nord che al sud.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sì su questo non c'è dubbio ma il dato percentuale di morti ormai si è capito che non vale niente 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mentre sui forum italiani gli interventi di chi affermava l'inversione di tendenza sulla base del passaggio da positiva a negativa della derivata seconda della curva dei contagi diventano sempre più surreali, per quanto supportati dal consenso di una claque di sprovveduti, negli Stati Uniti c'è una possibile svolta.

 

President Donald Trump promoted the use of the anti-malaria drug chloroquine at the White House on Thursday, the purpose of which is to treat people infected with the coronavirus.

“We’re going to be able to make that drug available almost immediately,” Trump said at the White House press briefing on Thursday.

Trump said that chloroquine was already developed, tested, and widely available to American doctors.

“The nice part is it’s been around for a long time, so we know that if things don’t go as planned, it’s not going to kill anybody,” Trump said. The president also mentioned the anti-viral drug Remdesivir produced by Gilead as a possible treatment drug.

FDA commissioner Stephen Hahn said that under the president’s direction he would move quickly for a chloroquine clinical trial to test its ability to treat the coronavirus.

In the meantime, doctors can ask for experimental drugs to use to treat their patients as part of a “compassionate use” program.

The president stated that anti-viral drugs had shown “very, very encouraging early results” in treatment tests.

“I think it’s going to be very promising. It could be a game-changer,” he said. “And maybe not. Based on what I see, it could be a game-changer. They’re very powerful.”

Share this post


Link to post
Share on other sites
58 minuti fa, rimatt ha scritto:

 

Eppure pare che il farmaco (che oltretutto è ceduto gratuitamente dall'azienda produttrice) venga usato con cautela, non ancora in maniera estensiva. E io (che comunque ammetto la mia ignoranza in materia) continuo a chiedermi perché, con il numero di decessi di questi giorni. 

 

È comunque una sperimentazione e ci sono dei protocolli da seguire. Immagino perché l'utilizzo di un farmaco comporta dei rischi.

Da quello che ho capito io comunque pare che siano stati  già velocissimi quelli del Pascale a scrivere il protocollo di sperimentazione e velocissima l'aifa ad approvarlo. Di solito ci vogliono mesi 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul sole anche oggi si diceva che prima autunno 21 per il vaccino è impossibile.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Rio Nero ha scritto:

Il decreto dice chiaramente di stare a casa.

Ma c'è gente che ancora non riesce a fare l'unica cosa che deve fare, STARSENE A CASA!!

Sono sempre più convinto che, specialmente in Italia,  regna sovrana L'IRRESPONSABILITÀ.

Gente egoista che, pur di non rispettare il decreto, mette a rischio la propria salute ma sopratutto quella degli altri.

Una cosa grave, gravissima.

Ci vorrebbero sanzioni ancor più gravi, per far capire a sta gentaglia che facendo così il virus si triplica e si diffonde invece di attenuarsi. 

Ma evidentemente usano la testa solo per dividere le orecchie, ancora devono capire come funziona il proprio cervello.

La situazione di Bergamo e della Lombardia li dovrebbero far riflettere ma...nulla!!!

Sono affranto e pessimista, per colpa loro il virus non si fermerà,  ahimé. 

 

Voglio e pretendo misure e pene SEVERE per chi è beccato senza motivo per strada!!!


Tutto giusto quello che dici.

Da noi stessa situazione, se non si cambia non ne usciamo più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

una delle previsioni fatte, questa un paio di giorni fa, ipotizza il picco di contagi all'incirca tra una settimana.

 

Grafico con previsione matematica epidemia coronavirus COVID19 in Italia

 

coi dati di oggi sembra ottimistica direi

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, MartinM ha scritto:

Mentre sui forum italiani gli interventi di chi affermava l'inversione di tendenza sulla base del passaggio da positiva a negativa della derivata seconda della curva dei contagi diventano sempre più surreali, per quanto supportati dal consenso di una claque di sprovveduti, negli Stati Uniti c'è una possibile svolta.

 

questo forum non è una "claque di sprovveduti", e questo atteggiamento offensivo nei confronti degli altri utenti non è tollerato, così come ti è stato ripetuto molte volte di abbassare i toni in questo topic; per ora ti fai 20 giorni di sospensione, se al tuo ritorno persevererai con questi toni saremo costretti a valutare una pena più severa.

  • Like 1
  • Lewisito 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
10 ore fa, effe ha scritto:

Mi sembra che anche al centrosud i morti in percentuale ai contagiati siano molti.

 

Se non sbaglio ieri, rispetto alla Lombardia, vi sono stati aumenti percentuali importanti, nel numero dei contagi, in Emilia-Romagna, Liguria ma soprattutto Piemonte (parlando del nord).

 

Anche un brutto segno.

 

Possiamo, come dicono in molti, solo attendere l‘inizio della settimana prossima...

 

@MartinM per favore, smettila con la tua campagna politica pro Trump. Non ho difficoltà ad ammettere che attualmente i tuoi post mi infastidiscono non poco, ma non solo per il martellare sull‘aspetto politico ed amministrativo nella gestione di questa tragica emergenza, quanto e soprattutto perché non "leggo“ nei tuoi post un minimo di empatia nei confronti dei tanti, troppi italiani coinvolti in questo dramma.

 

Indipendentemente dal fatto che tu sia semplicemente distaccato, o che tu sia uno stron.zo flamer, oppure un infiltrato del grande uomo con tre paIIe che ha interesse a destabilizzare le democrazie occidentali, ti chiedo anch‘io di smetterla con questo atteggiamento per nulla solidale.

 

—-

 

Azz... sospeso di nuovo?

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
11 ore fa, effe ha scritto:

Sul sole anche oggi si diceva che prima autunno 21 per il vaccino è impossibile.

 

Se non sbaglio lo stanno già sperimentando in america, non pensavo che i tempi fossero così lunghi.

10 ore fa, Beyond ha scritto:

una delle previsioni fatte, questa un paio di giorni fa, ipotizza il picco di contagi all'incirca tra una settimana.

 

Grafico con previsione matematica epidemia coronavirus COVID19 in Italia

 

coi dati di oggi sembra ottimistica direi

 

 

Osservando questo grafico e facendo qualche ipotesi, prevedo che ne usciremo per fine maggio, primi di giugno praticamente. Mi chiedo però per quanto sarà possibile resistere con tutte le attività chiuse.

 

Comunque non sono ancora passati 15 giorni dal provvedimento di restrizione attuato, forse per metà/fine della prossima settimana avremo un quadro più preciso.

Mi pare capire che l'anno scolastico 2019/2020 ormai sia andato.

Edited by Aviatore_Gilles

Share this post


Link to post
Share on other sites

sì le scuole ormai non riapriranno più quest'anno, ieri la ministra diceva che si stavano preparando a un esame di maturità un po' diverso per far fronte alla situazione 

 

ieri sera ho parlato con un amico la cui sorella fa il medico ed è stata mandata a Bergamo per aiutare là, diceva che, contrariamente a quanto dicono in tv, purtroppo qualche scelta su chi salvare sono costretti a farla...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non lo possono dire apertamente, altrimenti si che si scatenerebbe il panico totale, con gente magari pronta a fuggire verso altre province.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

ieri sera ho parlato con un amico la cui sorella fa il medico ed è stata mandata a Bergamo per aiutare là, diceva che, contrariamente a quanto dicono in tv, purtroppo qualche scelta su chi salvare sono costretti a farla...

 

Guarda che anche se non viene mai detto, certe scelte vengono fatte anche in condizioni normali.

Non è solo una questione di risorse disponibili  (in una situazione di emergenza come ora), ma anche di potenziale beneficio per il paziente. I trattamenti medici vengono effettuati se si può ragionevolmente pensare che il paziente possa trarne giovamento.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
28 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

sì le scuole ormai non riapriranno più quest'anno, ieri la ministra diceva che si stavano preparando a un esame di maturità un po' diverso per far fronte alla situazione 

 

ieri sera ho parlato con un amico la cui sorella fa il medico ed è stata mandata a Bergamo per aiutare là, diceva che, contrariamente a quanto dicono in tv, purtroppo qualche scelta su chi salvare sono costretti a farla...

 

I media tedeschi (ho visto anvhe interviste a medici e sanitari lombardi) avevano già riportato questa drammatica situazione. Non pensavo (ma in fondo non stupisce più di tanto, ogni governo lo fa, anche per comprensibili motivi) che questa cosa fosse tenuta così nascosta in Italia.

 

Non è assolutamente mia intenzione però fare polemica: i medici fanno tutto ciò che possono, con i mezzi che hanno a disposizione. Noi dovremmo con i nostri comportaenti cercare di alleggerire loro il lavoro e le pene. Bisogna uscire da questo stato, senza perdere speranza e forza.

 

---

 

Intanto vorrei chiarire che uno dei motivi per cui la Germania ha un numero di letti per terapia intensiva così superiore agli altri paesi europei sembra essere anche il maggior numero di operazioni che qui vengono effettuate.

Sentito in TV, ho cercato delle statistiche ma non ho trovato un'affermazione specifica, solo più notizie generiche che sembrano però confermare il trend (operazioni al cuore, protesi varie...).

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, jeremy.clarkson ha scritto:

 

Guarda che anche se non viene mai detto, certe scelte vengono fatte anche in condizioni normali.

Non è solo una questione di risorse disponibili  (in una situazione di emergenza come ora), ma anche di potenziale beneficio per il paziente. I trattamenti medici vengono effettuati se si può ragionevolmente pensare che il paziente possa trarne giovamento.

sì è vero, mi ha detto anche questo, tuttavia al momento sono costretti ad adottare questa strategia su scala molto più ampia

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Stanotte, non riuscendo a dormire, mi sono ritrovato a ripensare ai numeri a cui stiamo assistendo e devo dire che sono molto molto incazzato per quanto il rischio sia stato sottovalutato (non solo in Italia eh).

Io, che sono l'ultimo degli strnz, in pochi minuti ho fatto una semplice ricerca su google, "cause mortalità istat", e ho potuto constatare come le polmoniti, che sappiamo essere causate dai virus, abbiano causato la morte "a botte" di oltre 10mila l'anno. 13mila nel solo 2017.

 

Ora io, che sono sempre l'ultimo degli strnz, quando dicevano che questo virus causava la morte in misura 5-6 volte superiore rispetto alla normale influenza (0,1-0,2 %) pensavo che quel dato rientrava nell'ordine di poche centinaia di persone e che l'eventuale aumento sarebbe stato si importante ma non così devastante.

 

Il fatto è che io, non essendo questo il mio lavoro, potevo permettermi di sbagliare. Chi doveva occuparsi di questa situazione no. Perché se io mi accorgo che normalmente muoiono di sola polmonite 13mila persone l'anno, allora ESIGO che i medici e i politici preposti a controllare la situazione ragionino pensando allo scenario peggiore:

1) Si sapeva che il virus era molto contagioso

2) Si sapeva che causava polmoniti gravi

3) Si sapeva che la Cina aveva taciuto la situazione per almeno 1 mese se non 2

4) Si doveva ragionare pensando alla diffusione del virus in Italia e con un tasso di mortalità tra lo 0,6% e il 3% (come alcune rilevazioni in Cina)

 

Considerando un dato di 10mila morti normalmente per polmonite, ci si poteva aspettare tra i 60mila e i 300mila morti distribuiti in un arco temporale più breve rispetto al normale a causa dell'alta contagiosità del virus.

Qua si doveva fare una semplice operazione matematica...Invece ho sentito dire per giorni che il virus era poco più mortale dei normali virus influenzali...che è poco più di un'influenza e bla bla bla. Se i morti normalmente fossero 200-300 sarebbe vero...non se sono più di 10mila ca**o.

 

 

In ogni caso, un'altra ipotesi è che il dato di contagiati sia ampiamente sottostimato.

L'altro giorno qualcuno aveva postato una tabella che mostrava i contagiati per fascia d'età e da noi quelli della fascia d'età 20-30 erano solo il 2% contro il 30% della Corea.

A parità di dati significa che i contagi reali in Italia sarebbero almeno 400mila, più quelli non rilevati mi aspetterei un 700mila...

Con i 4mila morti attuali saremmo in quello 0,6% di mortalità previsto inizialmente

 

Non saprei se reputarlo positivo o meno...Potrebbe essere positivo perché, considerando ormai il virus diffuso da mesi, questa sarebbe la 5° o 6° generazione di malati...quindi potremmo essere vicini al picco totale.

Significa anche però che nei prossimi 45 giorni mi aspetto che arriveremo a 20mila morti purtroppo...

 

 

Edited by ForzaFerrari88

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

I virus sono molto suscettibili fuori dal corpo umano, mi viene difficile pensare che si possa legare ad un inquinante, volare nell'aria e passare tranquillamente da una persona all'altra. Se c'è questa possibilità penso sia talmente bassa da essere quasi ininfluente. La diffusione avviene tramite contatto umano, da noi la maggior parte degli infetti era quella che frequentava i due bar.

Edited by Aviatore_Gilles

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
5 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

I virus sono molto suscettibili fuori dal corpo umano, mi viene difficile pensare che si possa legare ad un inquinante, volare nell'aria e passare tranquillamente da una persona all'altra. Se c'è questa possibilità penso sia talmente bassa da essere quasi ininfluente. La diffusione avviene tramite contatto umano, da noi la maggior parte degli infetti era quella che frequentava i due bar.

 

Chiaro.

Per me l'inquinamento è uno dei fattori che aggrava la situazione....

Diciamo che quel link era slegato dal discorso fatto dopo...Lo scrivo qua e lo cancello dal post di prima.

 

https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2020/03/17/news/coronavirus_l_inquinamento_autostrade_per_la_diffusione_dell_infezione-251516436/

Edited by ForzaFerrari88

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'inquinamento diciamo è il fattore che ha compromesso il nostro apparato respiratorio nel tempo, rendendolo più sensibile. Il virus non infetta attraverso l'aria, ma tramite contatto diretto. Ma se infetta colpisce più duro noi, proprio per cause legate all'ambiente.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×