Jump to content

Recommended Posts

8 minuti fa, Beyond ha scritto:

si ma discutete da giorni di una cosa ormai acclarata:wallbash:

In realtà ho aggiunto un elemento di cui non si era mai discusso

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, Aerozack ha scritto:

La psicosi c'è ma bisogna capire che un decreto è legge e ognuno è responsabile anche del buon esempio che dà agli altri; è una guerra psicologica questa, fatta di ansia e limitazioni, che possiamo e dobbiamo superare senza abilità fisiche particolari; siamo soldati chiamati in una guerra diversa in cui la resistenza mentale diventa la nostra carabina.

Certo Zack, sono d'accordo anch'io... quello che si poteva fare settimana scorsa ora non è più possibile, ma non esiste che uno non possa stare in giardino condominiale a leggere un libro o a chiacchierare con un amico se stanno a debita distanza. Nè che non sia più possibile portare a spasso il cane nei dintorni di casa propria.

Certo è facile fare certi ragionamenti quando nello stesso appartamento dove noi viviamo in 4, c'è gente che ci vive in 2 o addirittura da solo.

 

Cmq sono d'accordo che serva assolutamente limitare gli spostamenti e le uscite, ma non mi pare ci sia il confino obbligato in casa propria per ora

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il decreto dice chiaramente di stare a casa.

Ma c'è gente che ancora non riesce a fare l'unica cosa che deve fare, STARSENE A CASA!!

Sono sempre più convinto che, specialmente in Italia,  regna sovrana L'IRRESPONSABILITÀ.

Gente egoista che, pur di non rispettare il decreto, mette a rischio la propria salute ma sopratutto quella degli altri.

Una cosa grave, gravissima.

Ci vorrebbero sanzioni ancor più gravi, per far capire a sta gentaglia che facendo così il virus si triplica e si diffonde invece di attenuarsi. 

Ma evidentemente usano la testa solo per dividere le orecchie, ancora devono capire come funziona il proprio cervello.

La situazione di Bergamo e della Lombardia li dovrebbero far riflettere ma...nulla!!!

Sono affranto e pessimista, per colpa loro il virus non si fermerà,  ahimé. 

 

Voglio e pretendo misure e pene SEVERE per chi è beccato senza motivo per strada!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
48 minuti fa, Beyond ha scritto:

si ma discutete da giorni di una cosa ormai acclarata:wallbash:

 

 

Io preferisco "accertata".

 

green China: for the first time since the beginning of the outbreak, there have been 0 new cases in Wuhan and in the Hubei province, and no new and no existing suspected cases in Wuhan and in Hubei  [source]

 

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Rio Nero

L'altro giorno il bambino era disperato, aveva una di quelle crisi che non si fermano solo dicendo "dai stai buono tesoro". Mia moglie ha dovuto caricarlo sul passeggino e fargli fare un giretto fuori casa, così si è calmato e poi è rientrata.

Secondo il tuo parere doveva essere soggetta a pena esemplare?

Arriviamo all'assurdo che se io, disperato (non ti dico quante volte è successo), una notte, carico il bambino in macchina, gli faccio fare un giro per calmarlo, quindi rimanendo in macchina, senza fare nulla, rischio una denuncia penale! PENALE!

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'importante è che siano casi isolati, non come a milano per esempio con centinaia di persone che andavano a correre insieme nei parchi o sui navigli

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, andycott ha scritto:

Certo Zack, sono d'accordo anch'io... quello che si poteva fare settimana scorsa ora non è più possibile, ma non esiste che uno non possa stare in giardino condominiale a leggere un libro o a chiacchierare con un amico se stanno a debita distanza. Nè che non sia più possibile portare a spasso il cane nei dintorni di casa propria.

Certo è facile fare certi ragionamenti quando nello stesso appartamento dove noi viviamo in 4, c'è gente che ci vive in 2 o addirittura da solo.

 

Cmq sono d'accordo che serva assolutamente limitare gli spostamenti e le uscite, ma non mi pare ci sia il confino obbligato in casa propria per ora

Non sto dicendo infatti che hai torto... i casi che mi hai citato rispettano senza alcun dubbio il decreto; il problema è il decreto stesso che a mio avviso lascia ancora troppa libertà individuale; non è un sacrificio se puoi correre per strada, andare in bici, vederti con gli amici (a distanza); bisogna capire che non è un problema che si risolverà da solo; è un problema che richiede un sacrificio importante ma non impossibile, e tale sacrificio passa anche attraverso l'esempio che deve essere dato al prossimo; perchè uno che mi vede correre per strada assieme a tanta altra gente, seppur distante, mi lascia intendere che alla fine non c'è un problema così elevato e, piegando un po' lì e un po' là il decreto a mio piacimento, io possa alla fine condurre una vita tutto sommato normale; non deve essere così e spero vivamente che lo stato imponga limitazioni ancora più severe.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

@Rio Nero

L'altro giorno il bambino era disperato, aveva una di quelle crisi che non si fermano solo dicendo "dai stai buono tesoro". Mia moglie ha dovuto caricarlo sul passeggino e fargli fare un giretto fuori casa, così si è calmato e poi è rientrata.

Secondo il tuo parere doveva essere soggetta a pena esemplare?

Arriviamo all'assurdo che se io, disperato (non ti dico quante volte è successo), una notte, carico il bambino in macchina, gli faccio fare un giro per calmarlo, quindi rimanendo in macchina, senza fare nulla, rischio una denuncia penale! PENALE!

Logico che non parlo del tuo caso, che è totalmente diverso da quello che intendevo.

Io parlavo, principalmente, di persone sulle panchine, persona che chiacchierano come se niente fosse per strade (in varie città italiane), fanno dei picnic nei parchi (Varcaturo), persone che vanno sui motorini in due, persone che si radunano per cazzeggiare...qui ancora si deve capire seriamente il problema. 

Non capiscono che se il Governo ha bloccato l'intera Nazione è perché il problema è serio, SERIO, SERIO!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

@Rio Nero

L'altro giorno il bambino era disperato, aveva una di quelle crisi che non si fermano solo dicendo "dai stai buono tesoro". Mia moglie ha dovuto caricarlo sul passeggino e fargli fare un giretto fuori casa, così si è calmato e poi è rientrata.

Secondo il tuo parere doveva essere soggetta a pena esemplare?

Arriviamo all'assurdo che se io, disperato (non ti dico quante volte è successo), una notte, carico il bambino in macchina, gli faccio fare un giro per calmarlo, quindi rimanendo in macchina, senza fare nulla, rischio una denuncia penale! PENALE!

Questo è uno dei casi limite per cui, al momento, reputerei rientrare nella necessità; ma ora metti che le cose cambiano e magicamente (ma non avverrà mai) lo stato renda le cose molto più severe e militarizzi la situazione, come ti comporteresti? (ovviamente non te lo auguro eh ma bisogna prevedere ogni prospettiva in questo genere di situazione).

Share this post


Link to post
Share on other sites

interessante anche la considerazione che una volta finita la crisi sarebbe importante approfittarne per potenziare le misure contro gli inquinanti piuttosto che far tornare tutto come era fino a ieri

 

https://www.bbc.com/news/science-environment-51944780

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Beyond ha scritto:

interessante anche la considerazione che una volta finita la crisi sarebbe importante approfittarne per potenziare le misure contro gli inquinanti piuttosto che far tornare tutto come era fino a ieri

 

https://www.bbc.com/news/science-environment-51944780

Questo però non credo sia possibile... di cercherà di recuperare il gap economico più velocemente possibile; per me la situazione sarà anche peggiore del pre-crisi

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

@Rio Nero

L'altro giorno il bambino era disperato, aveva una di quelle crisi che non si fermano solo dicendo "dai stai buono tesoro". Mia moglie ha dovuto caricarlo sul passeggino e fargli fare un giretto fuori casa, così si è calmato e poi è rientrata.

Secondo il tuo parere doveva essere soggetta a pena esemplare?

Arriviamo all'assurdo che se io, disperato (non ti dico quante volte è successo), una notte, carico il bambino in macchina, gli faccio fare un giro per calmarlo, quindi rimanendo in macchina, senza fare nulla, rischio una denuncia penale! PENALE!

 

Io ho il dente particolarmente avvelenato contro la situazione, figuratevi che il sindaco di Verona ha vietato per decreto di sedersi sulle panchine. :cereal: Tra l'altro adducendo come motivazione il fatto che in questi giorni la situazione sta peggiorando (vero, ma è ovvio anche al più asino che la situazione di oggi è figlia di quanto successo due/tre settimane fa, non ieri). In un paese di provincia sono stati denunciati e multati due amici stranieri (che se non ho capito male abitavano assieme) che erano andati a pescare. Ora, capisco bene che il decreto dice di rimanere a casa salvo situazioni di necessità, ma qual è il pericolo per la salute pubblica se uno va a pescare? Zero. Si arriva all'eccesso di stigmatizzare e riprendere anche comportamenti che sono COMPLETAMENTE INNOCUI, come andare a fare una passeggiata in perfetta solitudine (le strade sono deserte). Notevoli, poi, i soloni di stocazzo che improvvisamente sono diventati virologi e dicono che uscire di casa è pericoloso perché il virus rimane nell'aria e infetta anche a distanza di ore. :notbad:

 

@Aviatore_Gilles: se non ricordo male, dicevi che a Vo', durante le prime due settimane di quarantena, la gente usciva di casa e stava all'aperto, giusto? Eppure i contagi si erano fermati, confermi?

 

Capisco che è impossibile replicare su scala nazionale quanto successo in un piccolo comune di poche migliaia di abitanti, però ci vorrebbe un po' più di chiarezza sui comportamenti che si possono tenere e su quali sono le situazioni di EFFETTIVA pericolosità, perché altrimenti l'ignoranza la fa (e continuerà a farla) da padrona.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

io per parte mia continuerò, finché il decreto lo permetterà, ad andare a correre e fare sport, non ho la minima intenzione di rinunciare a uno dei pochi diritti rimasti in questa continua privazione delle libertà personali 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Rio Nero ha scritto:

Logico che non parlo del tuo caso, che è totalmente diverso da quello che intendevo.

Io parlavo, principalmente, di persone sulle panchine, persona che chiacchierano come se niente fosse per strade (in varie città italiane), fanno dei picnic nei parchi (Varcaturo), persone che vanno sui motorini in due, persone che si radunano per cazzeggiare...qui ancora si deve capire seriamente il problema. 

Non capiscono che se il Governo ha bloccato l'intera Nazione è perché il problema è serio, SERIO, SERIO!!!!!

 

1 minuto fa, Aerozack ha scritto:

Questo è uno dei casi limite per cui, al momento, reputerei rientrare nella necessità; ma ora metti che le cose cambiano e magicamente (ma non avverrà mai) lo stato renda le cose molto più severe e militarizzi la situazione, come ti comporteresti? (ovviamente non te lo auguro eh ma bisogna prevedere ogni prospettiva in questo genere di situazione).

 

 

Potrei rischiare, perché è uno di quei casi dove, dopo magari 1 ora di pianto continuo e ininterrotto, o hai un crollo di nervi, o lo porti fuori e lo fai calmare. Ve lo garantisco che c'ho provato a resistere, non si ferma, arriva fino al vomito, dagli sforzi di piangere ed è uno strazio vederlo così (che poi entra in loop, più tempo passa a piangere e più si fa fatica a calmarlo).

A volte si calma solo caricandolo in macchina e facendogli fare un giro, non sapete quante volte mi è successo di girare per 1 ora, magari a mezzanote o l'una di notte.

Essere considerato un criminale, solo per aver fatto questo, sarebbe davvero assurdo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

io per parte mia continuerò, finché il decreto lo permetterà, ad andare a correre e fare sport, non ho la minima intenzione di rinunciare a uno dei pochi diritti rimasti in questa continua privazione delle libertà personali 

 

Ovviamente fai benissimo. Tra l'altro vale la pena di sottolineare che le limitazioni alla libertà personale colpiscono soprattutto il tempo libero, perché poi se le metro sono affollate perché diverse persone devono ancora andare a lavorare (vedi Milano) allora va tutto bene. 

 

https://www.huffingtonpost.it/entry/a-milano-la-metro-continua-ad-essere-piena_it_5e70f937c5b63c3b64859f17

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, rimatt ha scritto:

 

@Aviatore_Gilles: se non ricordo male, dicevi che a Vo', durante le prime due settimane di quarantena, la gente usciva di casa e stava all'aperto, giusto? Eppure i contagi si erano fermati, confermi?

 

 

Capisco che è impossibile replicare su scala nazionale quanto successo in un piccolo comune di poche migliaia di abitanti, però ci vorrebbe un po' più di chiarezza sui comportamenti che si possono tenere e su quali sono le situazioni di EFFETTIVA pericolosità, perché altrimenti l'ignoranza la fa (e continuerà a farla) da padrona.

 

 

Si si, ti confermo che, nelle due settimane di quarantena, la gente usciva, passeggiava e andava in piazza. Correttamente, se si parlava con qualcuno, ci si manteneva a distanza. Io stesso, passeggiando, incontravo conoscenti e due chiacchiere si facevano, da una parte all'altra della strada. Confermo che il numero di contagi identificato è stato quello e che ha iniziato a scendere subito dopo lo sblocco del paese. Se stare fuori fosse stato un problema, ci sarebbe stato un aumento, dalla seconda settimana in poi, cosa che non è avvenuta.

Quello che mi manda in bestia è che, gli strilli che fanno Zaia e soci oggi "state a casa o vi metto il coprifuoco", sui numeri che salgono, sono figli della poca lungimiranza di questi personaggi che, mentre Vo' era chiusa e blindata, i paesi limitrovi continuavano a vivere come niente fosse, andando al bar, ristoranti, centri commerciali, palestre, piscine ecc.

Lo stesso per Codogno e compagnia bella, loro la blindati, come noi, con l'esercito, mentre la milano da bere proseguiva serena e tranquilla.

Continuano poi a menarla con il modello di Vo' "Ci ha insegnato questo, ci ha insegnato quello ecc". Ma c'era il modello di Wuhan, la bello pronto, che ci diceva che era inutile blindare un'area limitata, ma bisognava, fin da subito, stringere il cordone su un'area ben più vasta.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Disamina perfetta: lungimiranza, questa sconosciuta. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma se il governo ha detto che si deve stare a casa a meno di situazioni di necessità, per quale motivo uno dovrebbe uscire per andare a PESCARE? ma stiamo scherzando?

poi dite com'è che in cina dopo 2 mesi non hanno più casi... se trovavano uno a pescare lì gli segavano le gambe mi sa

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, rimatt ha scritto:

Disamina perfetta: lungimiranza, questa sconosciuta. 

 

Guarda è la prima cosa che abbiamo pensato io e mia moglie durante il primo weekend di quarantena. Noi chiusi in casa, mentre i nostri amici ci postavano foto di pranzi al ristorante con parenti, i miei genitori a cena in ristorante con i miei zii, alcuni conoscenti che mettevano foto su facebook, nel paese vicino al nostro, mentre erano al bar e brindavano "Forza Vo', siamo con voi". Ci domandavamo il senso di stare rinchiusi, mentre intorno tutti vivevano serenamente.

Anche perché la gente di Vo', non sta solo a Vo', si muove, quindi era lecito pensare che i positivi fossero entrati in contatto con gente di paesi limitrovi. Se chiudevano subito tutta la provincia almeno, sarebbe stato meno duro l'impatto del virus.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

Solo cercare di capire perché noi abbiamo un numero di morti 3 - 4 volte superiore alle altre nazioni. Può essere importante? Stiamo discutendo.

Tu parti dal presupposto che abbiano 3/4 volte i loro morti, è tutto qua il problema.

E probabilmente la verità non la sapremo mai 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×