Jump to content
panoramix

Coronavirus

Vaccino  

74 members have voted

  1. 1. Sei vaccinato?

    • 67
    • No e non mi vaccinerò
      1
    • No, ma potrei vaccinarmi se assolutamente necessario
      6
  2. 2. Se sei vaccinato, quale hai fatto?

    • Astrazeneca
      3
    • Moderna
      7
    • Pfizer
      51
    • Johnson
      3
    • Misto
      2
    • Non sono vaccinato
      8
  3. 3. Farai la terza dose?

    • Sì, il prima possibile
      4
    • Sì, ma con calma più avanti
      0
    • No, non la farò
      0


Recommended Posts

3 ore fa, Beyond ha scritto:

ma c'è qualche controindicazione a fare il vaccino quando si hanno anticorpi elevati?

 

La cosa non è chiara: fino a un paio di mesi fa erano i medici a suggerire di non vaccinarsi se la conta degli anticorpi era elevata, perché sembrava che il vaccino in questi casi risultasse più "pesante" e creasse qualche problemino in più. Ora però la politica è cambiata e gli stessi medici dicono di vaccinarsi lo stesso.

 

C'è molta chiarezza. :asd:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

forse non ci sono studi in merito?

Share this post


Link to post
Share on other sites

la mia azienda mi ha comunicato che, finita la pandemia, potrò lavorare metà settimana a casa e metà in ufficio e che, se sceglierò questa modalità anziché tutto in ufficio, mi darà 500 euro di bonus :sweat:

@effe @MartinM

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

la mia azienda mi ha comunicato che, finita la pandemia, potrò lavorare metà settimana a casa e metà in ufficio e che, se sceglierò questa modalità anziché tutto in ufficio, mi darà 500 euro di bonus :sweat:

@effe @MartinM

 

Ma quanto ca**o gli costi a sta azienda, troppi caffè :asd:

  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

la mia azienda mi ha comunicato che, finita la pandemia, potrò lavorare metà settimana a casa e metà in ufficio e che, se sceglierò questa modalità anziché tutto in ufficio, mi darà 500 euro di bonus :sweat:

@effe @MartinM

 

Invece io, che lavoro nel pubblico e che potrei tranquillamente lavorare da casa, 100% in presenza e neanche mezzo centesimo di bonus. :yuno:

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

la mia azienda mi ha comunicato che, finita la pandemia, potrò lavorare metà settimana a casa e metà in ufficio e che, se sceglierò questa modalità anziché tutto in ufficio, mi darà 500 euro di bonus :sweat:

@effe @MartinM

Se ti leggessero....

Adesso, rimatt ha scritto:

 

Invece io, che lavoro nel pubblico e che potrei tranquillamente lavorare da casa, 100% in presenza e neanche mezzo centesimo di bonus. :yuno:

Ringrazia il nano

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ruberekus ha scritto:

la mia azienda mi ha comunicato che, finita la pandemia, potrò lavorare metà settimana a casa e metà in ufficio e che, se sceglierò questa modalità anziché tutto in ufficio, mi darà 500 euro di bonus :sweat:

@effe @MartinM

 

non vedo l'ora di mangiare quella ottima cena che offrirai per festeggiare :per1m:

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

Che si vaccinassero. Anzi....che si decidessero a mettere questo obbligo vaccinale che hanno veramente scocciato.

Governo degno di Ponzio Pilato. 

 

Ci manca solo che poi si buttano soldi in tamponi gratis per tutti come vorrebbe qualcuno

 

 

Ovviamente il tuo è un caso particolare. E' assurdo che non siano state previste delle regole per questi casi.

 

Bastava prevedere:

1) green pass per chi ha avuto il covid

2) verifica degli anticorpi (in questo caso sì gratuita) e poi rilascio del green pass

 

 

:asd:

 

La battuta ci sta, ma se veramente fosse questo l'obiettivo farebbero prima a mettere l'obbligo vaccinale.

 

La spiegazione è molto più semplice: sono degli incompetenti

diciamo che non lhanno ancora messo obbligatorio ma poco ci manca...

18 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

Il tuo green pass è scaduto?

Si, 9 settembre

ora vado avanti a tamponi

 

Ps. mi hanno appena controllato il azienda il >Grillo passo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 10/10/2021 Alle 17:21, Ferrarista ha scritto:

Intanto la struttura per anziani dove risiede mia nonna le ha già fatto fare la terza dose per la politica interna della casa di riposo. Sulla carta i miei genitori potrebbero già farla (seconda dose nella prima metà di aprile) ma sono francamente molto dubbioso. Attenderò qualche studio in merito alla copertura da terza dose per decidere cosa fare.

 

Il mio Vecchio va oggi per la terza dose, ha fatto la seconda il 12 marzo.

Sugli studi direi di guardare a Israele dove la terza dose l'ha fatto il 70% degli ultrasessantenni.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, panoramix ha scritto:

diciamo che non lhanno ancora messo obbligatorio ma poco ci manca...

 

 

Farebbero bene a metterlo...

 

Chi si è fatto il Covid o gli è scaduto il green pass dopo le due dosi, invece si va a misurare gli anticorpi (loro si gratuitamente) e si vede se c'è bisogno di una nuova in(o)culazione.

 

Soluzione troppo complicata per questo governo di sgeni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/10/2021 Alle 20:00, Ruberekus ha scritto:

la mia azienda mi ha comunicato che, finita la pandemia, potrò lavorare metà settimana a casa e metà in ufficio e che, se sceglierò questa modalità anziché tutto in ufficio, mi darà 500 euro di bonus :sweat:

@effe @MartinM

500 €di bonus ogni mese? O una tantum? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

se magari :asd: è una tantum, penso che l'idea sia di spenderli per farsi una postazione "seria" di lavoro a casa (anche se ad esempio i monitor per lavorare a casa ce li hanno sempre forniti gratis, anche prima della pandemia; l'altro giorno però ho chiesto al mio manager se mi sganciano anche una sedia da lavoro e mi ha detto che deve informarsi ma probabilmente no perché appunto viene considerata una spesa da sostenere con quel famoso bonus)

 

sempre parlando col manager mi ha detto che la divisione 50% ufficio 50% casa sarà mooooolto flessibile, nel senso che nessuno controllerà questo equilibrio, se a fine mese si faranno anche per dire 15 giorni a casa e 5 in ufficio nessuno dirà niente; anche perché stanno ridimensionando l'edificio aziendale quindi per dire se tutti volessero andare in ufficio lo stesso giorno non ci sarebbe spazio

 

quindi il messaggio fuori dai denti è fate un po' come ca**o vi pare:per1m:

Edited by Ruberekus
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, non è male come idea. 

Loro risparmiano sui locali e tu intaschi 500€. Altro che Subito.it!

Più o meno è quello che stanno facendo nell'azienda di mia moglie (Allianzbank): più gente in smart-working verticale (turni da 2 o 3 giorni a rotazione) un po' a casa un po' in ufficio. Portatile e cellulare aziendale e via.

E il resto degli uffici in torre Allianz che avanzano li affittano ad altri

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/10/2021 Alle 10:43, panoramix ha scritto:

 

 

CIao Avia, tutto bene?

io sono uno di quelli che non ha ancora fatto il vaccino

trovo assurdo che per gente come me che ha passato la malattia ( io anche in maniera pesante )

non venga nemmeno preso in considerazione la verifica degli anticorpi

io li ho ancora alle stelle e da ieri a fine dicembre, sarò obbligato a farmi 3 tamponi alla sett. per poter andare sul posto di lavoro

scusate ma questa cosa mi puzza davvero troppo

 

 

Questa cosa oggettivamente non ha senso. Magari prova a consultare un medico per vedere se è il caso di fare comunque una dose di vaccino per evitarti questo tormento dei tamponi.

 

Il 14/10/2021 Alle 20:00, Ruberekus ha scritto:

la mia azienda mi ha comunicato che, finita la pandemia, potrò lavorare metà settimana a casa e metà in ufficio e che, se sceglierò questa modalità anziché tutto in ufficio, mi darà 500 euro di bonus :sweat:

@effe @MartinM

 

Boh io facevo così già prima della pandemia e nessuno mi ha mai dato niente :asd: Magari ora provo a chiedere un bonus per fare l'home office permanente.

Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia azienda anche ha legittimato totalmente l'home office permanente (i colleghi della divisione ingegneristica ormai vanno in ufficio una volta al mese). Il mio capo invece sta ancora con la fissa che dobbiamo andare in ufficio quanto più possibile e caga il ca**o non appena viene a sapere che non sono in Germania (ogni volta che mi incontra nei corridoi ormai mi ripete a macchinetta "oh ma da quanto tempo non ci vediamo" ed io gli rispondo che tutte le volte che sono stato in ufficio, lui non c'era :maxnotme:). Purtroppo la vedo dura convincerlo a lasciarmi fare home office in modo permanente, ragion per cui mi sto guardando intorno in altre aziende, sia in Italia che in Germania.

 

 

 

Tornando al Covid: mio padre ha ricevuto per lunedì la convocazione per la terza dose. Ammetto di non essere convintissimo su questa cosa, ma tant'è, magari se salta ora, ci sarà da aspettare poi mesi quando usciranno i vaccini per le varianti. Quello che mi sembra totalmente fuori dal mondo è che non gli sia stato offerto simultaneamente il vaccino per l'influenza stagionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

EDIT: c'entra un catzo col chinavirus, sposto nel topic smart working

Edited by White Star

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/10/2021 Alle 20:00, Ruberekus ha scritto:

la mia azienda mi ha comunicato che, finita la pandemia, potrò lavorare metà settimana a casa e metà in ufficio e che, se sceglierò questa modalità anziché tutto in ufficio, mi darà 500 euro di bonus :sweat:

@effe @MartinM

 

Caspita, addirittura ti incentivano a stare a casa pagandoti pure di più.

 

Da noi invece da parecchi mesi siamo costretti a fare obbligatoriamente due giorni su cinque in sede. Non ci è stata data possibilità di fare richiesta di smartworking totale permanente.

 

Non si è nemmeno parlato di revisioni contrattuali.

In pratica lo smartworking da noi è visto come "fase temporanea", in cui è parzialmente e provvisoriamente concesso.

 

Tant'è vero che l'azienda si è organizzata per ideare un sistema di prenotazione obbligatoria di un posto in sede tramite app con un obbligo di almeno due giorni a settimana.

 

Formalmente non esistono postazioni assegnate: ognuno si mette dove c'è posto sulle postazioni disponibili, che sono state ridotte causa regole anticovid.

Per prenotare i posti bisogna fare alla svelta, altrimenti superato un numero massimo di soglia, la giornata diventa non più prenotabile e non si può accedere alla sede.

 

Alla mattina, quando si va in sede, è meglio andare presto, altrimenti rischi di trovare il "tuo" posto occupato da qualcun altro o di trovare l'ufficio senza più posti disponibili.

 

Queste sono le assurdità che stiamo purtroppo sperimentando e subendo da alcuni mesi, dove è un continuo andirivieni tra casa e ufficio.

 

8 giorni al mese sono eccessivi e inutili, soprattutto se fatti in questo modo dove ognuno prenota il giorno che gli pare.

 

È abbastanza pesante, lo ammetto.

 

15 ore fa, Ruberekus ha scritto:

sempre parlando col manager mi ha detto che la divisione 50% ufficio 50% casa sarà mooooolto flessibile, nel senso che nessuno controllerà questo equilibrio, se a fine mese si faranno anche per dire 15 giorni a casa e 5 in ufficio nessuno dirà niente; anche perché stanno ridimensionando l'edificio aziendale quindi per dire se tutti volessero andare in ufficio lo stesso giorno non ci sarebbe spazio

 

quindi il messaggio fuori dai denti è fate un po' come ca**o vi pare

 

Tutto il contrario di come fanno da noi...

 

Anche da noi hanno ridimensionato, sopprimendo una delle due sedi di Milano.

Con il risultato che ora c'è chiaramente molta più gente che deve andare in sede 2 giorni a settimana rispetto a prima.

 

Pure da noi la gente fa assolutamente come gli pare: ci sono quelli che vengono in sede tutti i giorni (sì, è concesso, basta prenotare in tempo), ci sono quelli che fanno solo il minimo imposto, come me.

 

Non c'è tuttavia margine per la flessibilità: non è possibile fare 8 giorni consecutivi e i restanti tutti a casa.

L'obbligo è proprio quello di andare in sede almeno due giorni a settimana, non importa quali giorni.

 

Personalmente faccio sempre giovedì e venerdì: meno gente sui mezzi, meno gente anche in sede.

 

Ma purtroppo non abbiamo margine di flessibilità: se facciamo 4 giorni in una settimana, non coprono le due giornate della settimana successiva.

 

È solo un'inutile imposizione che non sta piacendo a nessuna delle persone che lavoravano in azienda, a parte chi preferisce andarci tutti i giorni per evitare fastidi di figli piccoli o altre scomodità.

 

Purtroppo o così, oppure ci si deve guardare attorno.

Io per ora non ho cercato alternative, è un periodo di forte incertezza dove cambiare è rischioso.

Ma ammetto che non mi piacciono imposizioni di questo livello, soprattutto per un lavoro come il mio, il programmatore informatico, che si può fare tranquillamente in qualunque posto.

 

Aggiungo che di recente l'azienda ha organizzato un "corso" di formazione da effettuare in presenza nell'aula di una sede fuori regione.

A me sarebbe toccato svegliarmi la mattina alle 6 per essere lì alle 9.

Ho chiesto se ci fosse la possibilità di seguire via Webex e mi è stato concesso, come ad altri colleghi, sebbene non fossero entusiasti di ciò, perché avrebbero preferito che seguissimo in presenza.

 

A che pro?

Perché convocare 50 persone a presenziare per un inutile corso in cui spiegano il nuovo sistema di valutazione e di consuntivazione?

È evidente che non ha senso: è solo un modo per impiegare e giustificare una enorme sala riunioni, finora scarsamente utilizzata in quella nuova sede inaugurata, manco a dirlo, 5 mesi prima della pandemia.

 

Ecco come funziona come vedi in alcune aziende... Si stanno già preparando per tornare a come era prima, annullando i vantaggi del lavoro da remoto e tornando a effettuare sprechi inutili (il viaggio andata/ritorno di 80 euro lo faccio risparmiare stavolta, ma in futuro?)

Edited by Rhobar_III

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una mia parente ha avuto il covid a inizio anno ma, dato che la cosa non è stata registrata dal SSN (nessun tampone positivo poi negativizzato), deve fare due dosi di vaccino anche se in realtà gliene basterebbe una.

 

Ha fatto la prima, ha avuto 4/5 giorni di febbre (anche alta), poi per problemi familiari vari non è riuscita a fare la seconda dose nei tempi previsti. Ma si parla di uno o due giorni di ritardo, non di settimane: sarebbe riuscita a farla dopo 43/44 giorni dalla prima dose, mentre il massimo è di 42.

 

Morale della favola: per avere il green pass deve ricominciare il ciclo daccapo e fare altre due dosi. In tutto questo, chiunque (medici vari, ma anche chi l'ha vaccinata) le ha garantito che ora lei ha una copertura totale, perché nella sua condizione una dose è sufficiente. Ma per avere il green pass, e quindi per andare a lavorare, deve fare altre due dosi oppure andare avanti a tamponi pagati di tasca sua.

 

:better:

 

@F.126ck

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo perché il sistema è stato pensato male fin dall'inizio. Sembrano le strategie Ferrari, finché tutto fila secondo i piani tutto bene, appena si esce dai binari disastro totale. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Olanda se sei guarito dal coronao ti basta una sola dose per avere il green pass

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×