Jump to content
panoramix

Coronavirus

Vaccino  

74 members have voted

  1. 1. Sei vaccinato?

    • 67
    • No e non mi vaccinerò
      1
    • No, ma potrei vaccinarmi se assolutamente necessario
      6
  2. 2. Se sei vaccinato, quale hai fatto?

    • Astrazeneca
      3
    • Moderna
      7
    • Pfizer
      51
    • Johnson
      3
    • Misto
      2
    • Non sono vaccinato
      8
  3. 3. Farai la terza dose?

    • Sì, il prima possibile
      3
    • Sì, ma con calma più avanti
      0
    • No, non la farò
      0


Recommended Posts

fanculo esco lo stesso 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Incapacità e arroganza, il marchio di fabbrica del PD. Ovviamente Zingaretti e i suoi accoliti non fanno eccezione. Soprattutto nelle brutte figure.

 

Il Lazio teme un incremento dei contagi di rientro da rientro dalla Sardegna.  L’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato ha lanciato un appello “al rispetto degli isolamenti e a non frequentare altre persone”. “C’è stato un abbassamento dei livelli di prevenzione impressionante. Ci aspettiamo un notevole incremento dei casi legato ai rientri soprattutto dalla Sardegna - ha affermato -. Ribadisco la necessità di fare i test rapidi antigenici agli imbarchi dalla Sardegna. I positivi asintomatici non devono essere imbarcati per ridurre la propagazione del virus”.

 

Di tutta risposta, dalla Sardegna gli mandano a dire: “Forse, sarebbe il caso che facessero loro i tamponi agli imbarchi da Civitavecchia per la Sardegna e non il contrario, perchè la nostra Isola era ‘pulita’”. Questa la replica, fatta all’Agi, dell’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu. “Ricordo anche all’onorevole Zingaretti - aggiunge Nieddu - che i ragazzi romani che sono ritornati positivi nel Lazio, non si sono sicuramente infettati in Sardegna, ma probabilmente prima di arrivare qui si sono girati mezza Europa, in posti a rischio. Sono loro che hanno portato nell’Isola in virus e non il contrario”. L’assessore regionale della Sanità sottolinea, inoltre, che “quando noi avevamo chiesto di fare quest’operazione ci hanno presi in giro, a cominciare dai ‘compagni’ di Zingaretti, ma anche illustri e autorevoli esponenti del governo. Adesso che, invece, lo propongo loro, pensano che sia una genialata. Come se le proposte siano buone o cattive a seconda di chi le propone e non della sostanza”.Nieddu, ribadisce, infine, che “in ogni caso, i nostri numeri continuano a essere bassissimi rispetto ai loro. Vuol dire che il virus circola nel Lazio, non da noi. Noi siamo bravi a tracciare e a contenere i contagi, non so quanto lo siano loro. Lo vedremo”.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh i percorai hanno ragione, erano puliti, peccato che, anche se  il governo non eletto avesse usato il cervello ed avessero tenuto chiusi i confini, senza gli italiani in ferie i mangia agnellini sarebbero morti di fame.

6 ore fa, Ruberekus ha scritto:

fanculo esco lo stesso 

Ahia sembra una schizzata stile figlio di @lucaf2000

:asd:

  • Lewisito 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi i confini nazionali andavano chiusi, ma invece chiudere le regioni (in particolare quelle del nord) avrebbe fatto morire di fame le regioni a vocazione turistica. Tutto in ordine.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Ferrarista ha scritto:

Quindi i confini nazionali andavano chiusi, ma invece chiudere le regioni (in particolare quelle del nord) avrebbe fatto morire di fame le regioni a vocazione turistica. Tutto in ordine.

Tutto maggio, giugno e luglio a regioni aperte. Hai visto problemi? Confini aperti e tempo di ferie. Vedi problemi? Dai pasty, da buon tuttologo cerca di mettercelo un briciolo si sangue, perché ci arriverebbe anche un ferrarista.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Viaggiare è sicuramente un problema, ma di certo a giugno era molto più pericoloso viaggiare da e per la Lombardia lo era molto più che viaggiare da e per tanti altri posti. Il problema principale comunque non credo proprio che siano i viaggi in sé (infatti ora si è corso ai ripari con tamponi a tutti in entrata come si sarebbe dovuto fare sin da giugno) ma il fatto che governo e presidenti di regioni hanno calato le braghe sulle aperture di esercizi dall'assembramento facile. Se al covidoso lombardo impedisci di andare a strusciarsi su quattro pruaselle salentine in cerca di ca**i coi soldi, sta' sicuro che il virus non viaggia. Riaprire i confini era una cosa doverosa, sia per motivi commerciali, sia per motivi politici (l'UE ha aperto tutti i confini più o meno di comune accordo), il problema reale è stato il poco polso nel mantenere chiusi luoghi estremamente pericolosi come palestre, discoteche e bar che non mantengono il distanziamento.

 

E la dimostrazione molto pratica del fatto che il problema non risieda nella riapertura dei confini è la Germania dove i casi stanno salendo già da prima di noi e in modo molto più massiccio. E sai qual è il motivo? Ad agosto in Germania si lavora, in genere, non è periodo di ferie. Lì la gente si sta trasmettendo il covid nelle aziende.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Te lo ripeto, le attività sono aperte da maggio, ma i problemi stanno arrivando solo ora, ed il viro non ci mette quattro mesi a farsi vedere.

Da dire poi che ai controlli negli aeroporti ci credi solo tu, prova a parlare (magari non dal vivo) con la gente rientrata in questi giorni e senti cosa ti dicono sui controlli di default.

Non confondere la propaganda con la realtà, e non inventarti problemi che non abbiamo vissuto per tre mesi con tutte le attività e le regioni aperte, diventando il paese più virtuoso d'Europa per contagi, facendo finta di non vedere quello che è stato causato da entrate e uscite libere all'estero in periodo di ferie. Dai, non c'è neanche possibilità di discutere,  è tutto talmente stronzamente chiaro che lascia perdere.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

I confini sono stati riaperti il 3 giugno, mentre le discoteche hanno riaperto il 14 luglio. Considerando che la risalita importante dei contagi in Italia è partita da inizio agosto, direi che individuare il responsabile non è poi tanto difficile.

Aggiungerei anche che la data di riapertura dei confini ha coinciso anche con parte delle ferie di Pentecoste che hanno i tedeschi (ad esempio), che ora invece se ne stanno a casa loro perché in questo periodo ricominciano le scuole.

 

Onestamente questo accanimento contro chi torna dall'estero mi sembra una banale scusa di governo e regioni per pulirsi la coscienza soprattutto in vista delle elezioni. La verità è che la colpa più grossa ce l'hanno proprio loro ad aver consentito una serie di attività (soprattutto quelle ludiche) dove il distanziamento è impossibile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tipo che dovevano riaprire i confini ma, occhio, vieni e vai solo per inginocchiarti sui ceci e rigorosamente da solo. Niente attività ludiche.

Ai primi di maggio si andava al bar, a metà maggio si andava al ristorante.

Ma i numeri dei nuovi contagi andavano giù come il Titanic.

Share this post


Link to post
Share on other sites

al ristorante se sei nel tuo tavolo la possibilità di beccarti il virus è un poco più bassa rispetto alla discoteca o al bar notturno in spiaggia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me dovreste anche smetterla di andare a putt***.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questi sono gli stessi che oggi si scagliano contro chi non ha le mascherine o chi va in discoteca.

 

 

“La mascherina non è necessaria per la popolazione generale in assenza di sintomi da malattie respiratorie”, scrive il 25 febbraio il ministero della Salute. “Indossarle è una stupidaggine”, ribadisce il viceministro Sileri. E sempre il 25 febbraio, durante la sua prima uscita pubblica da consulente del ministro Speranza, il consigliere dell’Oms professor Walter Ricciardi spiega: “Le mascherine per le persone sane non servono a niente”.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I confini andavano riaperti, altrimenti per il turismo e le altre attività lavorative sarebbe stato un disastro. Ma si doveva subito pensare ad un piano per evitare che entrassero cani e porci. Del tipo, vuoi venire in vacanza in Italia? Fai un tampone prima di partire, in caso di risultato negativo ti fai firmare un foglio di via libera, da presentare in caso di necessità. Sei positivo e parti lo stesso? Cadi nel penale, ti assumi la responsabilità in caso di problemi. Lo stesso per i nostrani che vanno all'estero e poi quando ritornano altro controllo.  @effe ha ragione, è aperto tutto da maggio e gli aumenti sono avvenuti solo adesso, quando il turismo è al picco massimo e c'è un via vai continuo. Mercoledì ho provato a fare un giro sul Garda, ma era tutto intasato, qualsiasi posto era pieno di gente, sono dovuto andare via. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Verissimo che andava organizzato un piano migliore per ingressi ed uscite, ma torno a ripetere il virus non gira se si impedisce alla gente di frequentare luoghi affollati. Un positivo non genera un focolaio da solo, ha bisogno di persone da contagiare.

La riapertura dei confini non è stato il problema principale, visto che il virus ci ha messo ben due mesi a far ripartire il contagio. E ripeto che tanti tedeschi a giugno sono venuti in Italia perché avevano le ferie di Pentecoste. Nonostante questa riapertura dei confini, il contagio non è ripartito se non quando gli italiani hanno cominciato ad andare in ferie e fare su e giù per la penisola. Voglio ricordare che ancora ai primi di giugno (proprio quando si sono aperti i confini), le regioni del nord Italia (soprattutto Lombardia) erano una delle zone più infettate d'Europa. Il problema fondamentale è stata sì la riapertura indiscriminata dei confini (sia nazionali che regionali, a mio avviso la Lombardia andava tenuta chiusa per un altro mese ancora) ma soprattutto la mancanza di screening e la riapertura di luoghi di assembramento come discoteche e club.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Cadi nel penale, ti assumi la responsabilità in caso di problemi.

 

Tutto giusto aviatore, ma con la piccola differenza che minacciare con il penale in Italia vale meno che un buffetto sulla guancia.

 

C'è chi ha sputato in faccia di proposito a dei medici finché a aspettava di fare il tampone, non mi risulta gli sia stato fatto alcunché. Idem per chi sapendo di essere positivo è andato a farsi bellamente i ca**i propri contagiando altri 50.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

I contagi sono aumentati soprattutto con i viaggi tra i confini stranieri (e rientri) non certo per gli spostamenti tra le regioni visto che per mesi non è successo nulla 

Edited by lucaf2000
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, lucaf2000 ha scritto:

I contagi sono aumentati soprattutto con i viaggi tra i confini stranieri (e rientri) non certo per gli spostamenti tra le regioni visto che per mesi non è successo nulla 

Quoto

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

un sacco di casi dalle mete di mare come sardegna e co però

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi 1210 casi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×