Jump to content

Recommended Posts

Non glielo auguro per niente ma, nel caso dovesse rimetterci le penne, sarebbe il più grande fail della storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, jeremy.clarkson ha scritto:

quindi ora lo metteranno nella lista dei sacrificabili per ottenere l'immunità di gregge?

 

Lui vale come gregge?

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, ema00 ha scritto:

Non glielo auguro per niente ma, nel caso dovesse rimetterci le penne, sarebbe il più grande fail della storia.

 

lui almeno starà bello nel letto del migliore ospedale di londra, non come chi non potrà

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
1 ora fa, _Fred_ ha scritto:

Ieri sono andato a fare la spesa. A parte che c'era poca gente perché malgrado quello che pensano i politici la gente la testa la ha e se le dici di fare qualcosa ti ascoltano e non ammassano i supermercati. Tutti avevano la loro mascherina e tutti rispettavano le distanze. In una situazione del genere cosa poteva accadere? Nulla. Per cui per quale motivo deve cominciare a fare terrorismo pure lui? Io non lo capisco. 

Mi domando a questo punto quale sia il modello sanitario/economico vincente in questo scenario. Tutti stanno arrivando a numeri elevatissimi, malgrado abbiano sicuramente nazioni con sistemi più efficienti e con meno sprechi dei nostri. 

 

1 ora fa, Ruberekus ha scritto:

l'ho detto certi amministratori locali si stanno facendo prendere da deliri di onnipotenza

è anche normale, hanno 320 milioni di abitanti, piuttosto tutti questi numeri secondo me stanno facendo emergere quanto la Cina abbia mentito e stia mentendo sul numero dei suoi contagi

 

 

Infatti, certe persone stanno delirando, pensando di avere il dominio del mondo e incutendo timore alle persone.

Che stretta si vuole dare se in giro non c'è più in ca**o di nessuno, è un deserto ovunque.

Ho trovato più motivante il discorso che ha fatto Alberto Angela, dove ha elogiato tutti, da chi sta in trincea a chi sta a casa. Uno dovrebbe andare davanti alle telecamere ad infondere fiducia nelle persone, invece si snocciolano freddi numeri, senza cuore, continuando ad accanirsi su due poveri cristi che stanno facendo due passi.

Questa emergenza ha fatto capire che nessuno, nelle alte sfere, è veramente uomo di stato, ma cercano solo di farsi belli davanti alle telecamere.

Edited by Aviatore_Gilles
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, _Fred_ ha scritto:

Ieri sono andato a fare la spesa. A parte che c'era poca gente perché malgrado quello che pensano i politici la gente la testa la ha e se le dici di fare qualcosa ti ascoltano e non ammassano i supermercati. Tutti avevano la loro mascherina e tutti rispettavano le distanze. In una situazione del genere cosa poteva accadere? Nulla. Per cui per quale motivo deve cominciare a fare terrorismo pure lui? Io non lo capisco.

 

Come ho detto, e come confermano anche le parole di Gabrielli di ieri, si sta tentando di colpevolizzare i cittadini, accusandoli implicitamente (ma sempre più esplicitamente) di essere i primi responsabili di una situazione che invece è imputabile a ben altri. Le cose non vanno bene, il virus impazza, la sanità è al collasso? La colpa non è mica nostra, ma vostra; NOI amministriamo bene, ma VOI non siete in grado di seguire le regole, e quindi noi siamo costretti a restrizioni sempre più severe. Daremo il giro di vite punendo i furbetti. Di base, è il solito gioco del Potere (come direbbe Pasolini) che fa scudo e mira compatto alla propria sopravvivenza.

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, rimatt ha scritto:

 

Come ho detto, e come confermano anche le parole di Gabrielli di ieri, si sta tentando di colpevolizzare i cittadini, accusandoli implicitamente (ma sempre più esplicitamente) di essere i primi responsabili di una situazione che invece è imputabile a ben altri. Le cose non vanno bene, il virus impazza, la sanità è al collasso? La colpa non è mica nostra, ma vostra; NOI amministriamo bene, ma VOI non siete in grado di seguire le regole, e quindi noi siamo costretti a restrizioni sempre più severe. Daremo il giro di vite punendo i furbetti. Di base, è il solito gioco del Potere (come direbbe Pasolini) che fa scudo e mira compatto alla propria sopravvivenza.

 

Mi hai tolto le parole di bocca. Questa situazione ha fatto emergere il peggio dalle figure che ci dovrebbero guidare. In cuor mio spero che la gente apra gli occhi, quando sarà finito tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

In merito al fatto che i supermercati non vendano alcune tipologie di prodotti, perché ritenuti non di primaria importanza (alcuni supermercati del trevigiano hanno impedito la vendita pure prodotti per l'igiene personale, in quanto non ritenuti fondamentali -_- ), ho appena sentito un'intervista di un rappresentante di confcommercio, lui dice che la legge non dice affatto che non si possano vendere alcune categorie di prodotti, è solo un'interpretazione dei commercianti e che non si può vietare la vendita di un prodotto esposto. Se dovesse succedere il cittadino è tenuto a chiamare la guardia di finanza e segnalare la cosa.

Edited by Aviatore_Gilles

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

In merito al fatto che i supermercati non vendano alcune tipologie di prodotti, perché ritenuti non di primaria importanza (alcuni supermercati del trevigiano hanno impedito la vendita pure prodotti per l'igiene personale, in quanto non ritenuti fondamentali -_- ), ho appena sentito un'intervista di un rappresentante di confcommercio, lui dice che la legge non dice affatto che non si possano vendere alcune categorie di prodotti, è solo un'interpretazione dei commercianti e che non si può vietare la vendita di un prodotto esposto. Se dovesse succedere il cittadino è tenuto a chiamare la guardia di finanza e segnalare la cosa.

 

Io fino ad adesso non ho mai trovato zone offlimits nei supermercati, forse sono casi spot isolati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, SuperScatto ha scritto:

 

Io fino ad adesso non ho mai trovato zone offlimits nei supermercati, forse sono casi spot isolati.

 

Purtroppo succede nei supermercati delle grandi catene, ovviamente non in tutti.

Comunque se vi dovesse succedere segnalate.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

In merito al fatto che i supermercati non vendano alcune tipologie di prodotti, perché ritenuti non di primaria importanza (alcuni supermercati del trevigiano hanno impedito la vendita pure prodotti per l'igiene personale, in quanto non ritenuti fondamentali -_- ), ho appena sentito un'intervista di un rappresentante di confcommercio, lui dice che la legge non dice affatto che non si possano vendere alcune categorie di prodotti, è solo un'interpretazione dei commercianti e che non si può vietare la vendita di un prodotto esposto. Se dovesse succedere il cittadino è tenuto a chiamare la guardia di finanza e segnalare la cosa.

ma cosa ci guadagnano a non vendere certi prodotti ?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

In merito al fatto che i supermercati non vendano alcune tipologie di prodotti, perché ritenuti non di primaria importanza (alcuni supermercati del trevigiano hanno impedito la vendita pure prodotti per l'igiene personale, in quanto non ritenuti fondamentali -_- ), ho appena sentito un'intervista di un rappresentante di confcommercio, lui dice che la legge non dice affatto che non si possano vendere alcune categorie di prodotti, è solo un'interpretazione dei commercianti e che non si può vietare la vendita di un prodotto esposto. Se dovesse succedere il cittadino è tenuto a chiamare la guardia di finanza e segnalare la cosa.

 

Questo perchè i trevisani non si lavano, così come i sardi si incculano le pecore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
5 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

ma cosa ci guadagnano a non vendere certi prodotti ?

 

 

Rube, ma che ne so, io veramente sto iniziando ad averne le palle piene della gente.

Alcuni lo hanno fatto perché così la gente si muove solo per i beni essenziali e non per cose frivole, ma alla fine se io sono già li per fare la spesa, che senso ha che non possa prendere una penna o un foglio, cioè è assurdo.

Se c'è davvero chi va più volte al giorno a fare la spesa, prendete le registrazioni e fatele avere alle forze dell'ordine, ma non rompete le palle a tutti. Veramente mi sto iniziando a rompere i co****ni in generale.

Edited by Aviatore_Gilles
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Ruberekus ha scritto:

Repubblica riporta il dato corretto. 

 

Repubblica pubblica i numeri giusti ma hanno problemi con la matematica.

 

Ogni giorno pasticciano sulle percentuali: di fatto fanno la percentuale di crescita tra i casi attivi (chiamandoli nuovi contagi), il chè è una pirlata perchè tale numero dipende sia dai nuovi contagi (quelli veri) che dal numero di curati e dei morti. La logica è parlare dei numeri puri (più o meno nuovi contagi, morti e curati) e delle percentuali (aumentano i contagi ma in percentuale sono meno, ecc.).

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

ma cosa ci guadagnano a non vendere certi prodotti ?

 

io avevo letto che era una questione di non vendere prodotti dei normali negozi che sono costretti a star chiusi.

quindi poichè abbigliamento e cartolerie sono chiuse, allora non permettono di vendere quei prodotti nemmeno nei supermercati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I supermercati hanno ammazzato negli anni i piccoli negozi e adesso sono diventati buoni samaritani?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
1 hour ago, SuperScatto said:

 

Io fino ad adesso non ho mai trovato zone offlimits nei supermercati, forse sono casi spot isolati.

 

È successo nello Zeeman di Baarle Hertog / Baarle Nassau.

La parte del negozio in Belgio era in lockdown, mentre quella Olandese regolarmente aperta:

Baarle-Hertog-Nassau-Zeeman-shop-front-w

 

1240?appId=93a17a8fd81db0de025c8abd1cca1

Edited by ClaudioMuse
  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi stavo giusto chiedendo come funzionasse a Baarle-Hertog e Baarle-Nassau :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Beyond ha scritto:

 

lui almeno starà bello nel letto del migliore ospedale di londra, non come chi non potrà

Sicuro Bey ma non c'è cura per questo virus.

non bastano le attenzioni di medici 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
57 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

io avevo letto che era una questione di non vendere prodotti dei normali negozi che sono costretti a star chiusi.

quindi poichè abbigliamento e cartolerie sono chiuse, allora non permettono di vendere quei prodotti nemmeno nei supermercati.

Questa è un'altra aberrazione del voler chiudere tutto. Potrei aver bisogno non di pantaloni nuovi, ma di mutande si. Come potrei aver bisogno di una risma si carta visto tutte le certificazioni nuove che devo stampare... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
37 minuti fa, _Fred_ ha scritto:

Questa è un'altra aberrazione del voler chiudere tutto. Potrei aver bisogno non di pantaloni nuovi, ma di mutande si. Come potrei aver bisogno di una risma si carta visto tutte le certificazioni nuove che devo stampare... 

 

O perché devi stampare se lavori da casa perché poi devi scannerizzare il foglio, può succedere anche questo...

 

Il cantante dei Rammstein in terapia intensiva a Berlino per il coronavirus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×